Warning: Use of undefined constant style - assumed 'style' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.castelloincantato.it/home/wp-content/themes/gazette/functions.php on line 575
VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Ubriaco assale poliziotti, arrestato per violenza e resistenza

Milano, 12 gen. (askanews) – Un 23enne guineiano è stato arrestato dalla polizia a Milano dopo essersi scagliato contro una donna di 83 anni e la figlia 67enne palpeggiandole completamente nudo.
Secondo quanto riferito dalla Questura, intorno all’1.20 di questa mattina, l’uomo, che si aggirava su un monopattino completamente ubriaco per le strade del popolare quartiere Comasina, ha visto l’anziana che scendeva dal taxi per rientrare a casa, si è avvicinato e a iniziato a palpeggiarla. Poi le sue attenzioni si sono concentrate sulla 67enne intervenuta per difendere la madre: l’ha ributtata nel taxi denudandosi completamente con l’intenzione di violentarla. Il tassista e una passante hanno cercato di fermarlo mentre sul posto è intervenuto l’equipaggio di una Volante che lo ha bloccato e arrestato per violenza sessuale: si tratta di
Mohamed M., richiedente asilo con precedenti per furto, rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Totalmente brillo ed  a petto nudo minacciava, nella notte, la clientela seduta a un bar di via Federico II di Svevia, a Gela.

È stata una telefonata a fare intervenire la polizia. E quando una pattuglia è arrivata in zona  ha trovato il quarantesettenne Emil Petru, di origini romene, completamente ubriaco ed a torso nudo.

Non appena gli agenti si sono avvicinati a lui per essere identificato, ha reagito violentemente con insulti, minacce e tentando di aggredirli.

Con non poche difficoltà i poliziotti sono riusciti a bloccarlo e lo hanno caricato in auto. Ma l’uomo ha continuato a oltraggiare gli agenti, colpendo pure con calci e pugni l’abitacolo.

Visto il suo stato, gli agenti lo hanno trasferito al pronto soccorso del «Vittorio Emanuele», ma una volta in ospedale, il quarantesettenne ha continuato a inveire contro i poliziotti, fino a colpire uno di loro con un violento calcio al petto.

A quel punto è scattato l’arresto per le ipotesi di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il magistrato gli ha concesso i domiciliari.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2624 articoli su Castello Incantato.


298 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com