Warning: Use of undefined constant style - assumed 'style' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.castelloincantato.it/home/wp-content/themes/gazette/functions.php on line 575
VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria | Cronaca

leggi tutto DXsorgepalace

 

Omicidi, mafia, droga, estorsioni e armi: chiesta una pioggia di condanne

Caltanissetta – La procura chiede venticinque condanne. Cinque per omicidio e tentato omicidio, il resto per le ipotesi, a vario titolo, di mafia, droga, estorsione ed armi.

Questo il quadro che i pm Maurizio Bonaccorso e Claudia Pasciuti hanno prospettato al gup Alessandra Maira per i coinvolti nella maxi inchiesta «De Reditu».

Il carcere a vita è stato proposto per Giuseppe Cammarata, Gaetano Forcella, Massimo Amarù e Rosolino Li Vecchi .

Mentre  sono stati sollecitati  15 anni di reclusione per l’ultimo dei collaboratori di giustizia del Nisseno, il riesino Carmelo Arlotta.

Per gli, tirati in ballo per il resto  dei reati, sono state chieste pene più o mene severe. La più pesante per Daniele Fantauzza con 16 anni di carcere. Seguono poi, con 4 anni a testa, Filippo Riggio e Daniele Correnti;  Orazio Buonprincipio con 6 anni; Angelo e Gaetano Ficicchia, Rosario Marotta, Rocco Turco, Calogero Calafato, Giuseppe Di Buono,  Giuseppe Montedoro, Filippo Domenico Riggio ed Ezio  Fantauzza con 8 anni ciascuno; 10 anni a testa per Calogero Altovino, Rocco Ficicchia, Gaetano Lombardo;  2 anni a Gaetano Scibetta; Michelangelo Amorelli con 12 anni; Giuseppe Toscano Giuseppe Toscano con 2 anni e 2 mesi e, infine, 2 anni e 8 mesi a Filippo Tambè.

Questo le richieste che l’accusa ha mosso nei confronti degli imputati – difesi dagli avvocati avvocati Vincenzo Vitello e Carmelo Terranova, Danilo Tipo,  Giovanni Maggio, Giovanni Pace, Giampiero e Alfonso Russo, Walter Tesauro,  Antonio Gagliano, Valerio Rizzo, Giuseppe Di Legami, Sergio Luceri, Giuseppe La Barbera e Simona Celere e Manfredo Fiormonti –  tutti a giudizio con il rito abbreviato.

I delitti in questione sono quelli di Michele Fantauzza, Pino Ferraro, Gaetano Carmelo Pirrello, Andrea Pirrello, Angelo Lauria e, ancora, le fallite imboscate a Salvatore Pirrello, Salvatore Pasqualino e Tullio Lanza.

Il Comune di Riesi  – assistito dall’avvocatessa Annalisa Petitto – si è costituito parte civile nel procedimento.

leggi tutto sotto sinistra

 

di

- che ha scritto 2624 articoli su Castello Incantato.


1.038 Letture

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com