altissimo destra
politica1
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

consiglio

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Cronaca

Scuola settimana corta e proteste

Scuola settimana corta e proteste

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMUSSOMELI – Protesta e raccolta di firme da parte di molti genitori all’istituto comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” diretto dal prof Mario Barba, contro l’istituzione della settimana corta nelle classi elementari. La settimana corta dovrebbe cominciare ad essere attivata dal prossimo 29 settembre (finora i bambini continuano ad uscire alle 12.30), ma contro tale proposta già formalmente approvata all’unanimità dal Consiglio d’Istituto, come già detto s’è levata vibrante la protesta di non pochi genitori che non sono d’accordo. Diceva ieri un papà che sta raccogliendo le firme: “I rappresentanti dei genitori che in Consiglio d’Istituto hanno approvato tale proposta senza prima consultare tutti i genitori, a questo punto dico che rappresentano soltanto se stessi, perché non si può apportare una modifica così radicale che riguarda i nostri figli, senza prima consultare i genitori. Questi rappresentanti quindi non rappresentano certo noi genitori. I miei figli frequentano sia la scuola media che la scuola elementare, e quindi uno dovrebbe fare la settimana corta, mentre l’altro il sabato dovrebbe continuare a frequentare. Che senso ha tale risoluzione? Da qui la raccolta di firme che ho già avviato e che sta riscuotendo non pochi consensi”. Sulla stessa scia le dichiarazioni di altri genitori, che senza comunicazione preventiva alcuna, si ritrovano a dover “subire” quella che ritengono una decisione calata dall’alto. Insomma la campanella è appena suonata che all’istituto comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” è protesta. Da parte sua la scuola si difende richiamando la decisione collettiva approvata dall’organo maximo di rappresentanza, ovvero il Consiglio d’Istituto. Ieri tuttavia un genitore rappresentante diceva: “In Consiglio d’istituto erano tutti d’accordo e quindi il mio eventuale voto contrario non avrebbe di certo influito. Forse comunque abbiamo sbagliato a non consultare prima tutti i genitori e tuttavia il preside che adesso vorrebbe rimettere tutto in discussione dopo le proteste delle mamme, bene avrebbe fatto ad evidenziare prima eventuali problematiche”. Di fatto insomma l’istituto in questione, a seguito di tale decisione collegiale si ritrova coi ragazzi di scuola media che continueranno ad osservare la settimana lunga, mentre quelli più piccoli dovrebbe osservare la settimana corta.

284 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ambiente – Sutera 30 % di conferimento in discarica in meno grazie ad uno@uno

Ambiente – Sutera 30 % di conferimento in discarica in meno grazie ad uno@uno

SuteraSUTERA –Ha motivo di essere soddisfatto il dott. Nino Pardi, assessore all’ambiente. Lo confermano i dati relativi alla raccolta differenziata, che giorno dopo giorno viene costantemente attenzionata. Infatti, ottima è stata la risposta dei cittadini di Sutera all’applicazione del sistema uno@uno di certificazione ed incentivazione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Dai dati riscontrati dall’Ato Cl1 al15 di agosto, il Comune di Sutera rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ha conferito in discarica quasi 25 tonnellate di rifiuti in meno. Lo scorso anno nello stesso periodo le tonnellate conferite in discarica erano 112,760 mentre quest’anno “solamente” 88,140, 24,620 t. in meno. La frazione organica dei rifiuti corrisponde al 50% circa dei rifiuti prodotti da ogni singola città, considerato che nel territorio non ci sono strutture in grado di trattare e smaltire la frazione organica dei rifiuti in maniera corretta e quindi tutto l’umido al momento va esclusivamente in discarica. Se invece avessimo la possibilità di trattare la frazione umida come differenziata il comune di Sutera potrebbe essere sicuramente ad una quota intorno all’80% dei rifiuti prodotti. Nel corso dei primi tre mesi del servizio, i 1500 cittadini, censiti in 460 utenze, hanno raccolto 8451 sacchetti, suddivisi in 2781 di carta, 4359 di plastica, 1341 di vetro e alluminio, per un totale di 19,351 tonnellate di rifiuti correttamente differenziati . In particolare, sono stati registrati 43 utenti con conferimenti entro i 5 kg, 57 entro i 10 kg e, all’estremo opposto, 46 utenti con conferimenti tra i 50 e i 70 kg, 17 si sono fermati nella fascia tra i 70 e 100 kg , mentre i più virtuosi in assoluto sono stati i 2 utenti che hanno conferito rifiuti per oltre 500 kg, i 7 che ne hanno conferito 200 kg e gli 8 che “si sono fermati” a 100 kg. Il dato, di per se stesso interessante, è ancora più significativo, se proporzionato alle cifre valutate dopo solo un mese di servizio uno@uno, quando il Comune di Sutera aveva conferito in discarica ben 8 tonnellate in meno, per una riduzione del 30 %, di rifiuti indifferenziati (residuali cioè rispetto alla raccolta differenziata con uno@uno effettuata dai 1500 abitanti), con una proiezione di risparmio totale annuo di oltre 20 000 euro.

86 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Agricoltore braccio amputato

Agricoltore braccio amputato

Ospedale-Mussomeli9SUTERA – Grave incidente agricolo nelle campagne di Sutera dove un anziano ha perso l’avambraccio destro. Sulla dinamica non v’è alcuna certezza e saranno le indagini dei carabinieri in corso a chiarire le modalità del grave incidente. Da quel che è dato sapere l’uomo, un ultrasessantenne si trovava nella sua campagna nel territorio di Sutera, intendo ad eseguire dei lavori agricoli utilizzando un trattore munito di tiller, ovvero un estirpatore munito di zappe per la sarchiatura che si aggancia al retro del trattore. Non è dato sapere cosa esattamente sia avvenuto, ovvero se l’uomo ha avuto un malore ed è caduto, oppure se è stato sbalzato dal mezzo agricolo o altro ancora. Quel che è certo è che è stato accompagnato da conoscenti a bordo di un’auto al Pronto soccorso dell’ospedale di Mussomeli nel primo pomeriggio, ovvero attorno alle 15.30, dove è giunto con l’avambraccio maciullato ed una imponente emorragia in corso. I sanitari in servizio si sono subito resi conto della gravita della situazione ed hanno allertato il 118. Nel contempo hanno chiesto l’ausilio dell’ortopedico di turno che insieme a loro ha provveduto a tamponare i vasi sanguinanti. La situazione però era assai compromessa in quanto tutti i tessuti molli (muscoli, nervi, tendini) erano letteralmente distrutti. Soltanto la parte ossea era rimasta in sede, seppure fratturata. Quindi dopo gli interventi di routine per bloccare l’emorragia e stabilizzare il paziente che era in stato di shock, s’è provveduto al suo trasferimento in elisoccorso all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, presso il reparto di Chirurgia vascolare. Si sperava che in qualche modo l’arto potesse essere recuperato ma anche a Caltanissetta i medici si sono dovuti arrendere e ieri mattina hanno dovuto procedere con l’amputazione dell’avambraccio maciullato.

503 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

C.da Soria-Tumarrano: 3 incendi forse dolosi, danni alle abitazioni

C.da Soria-Tumarrano: 3 incendi forse dolosi, danni alle abitazioni

incendioMUSSOMELI - Un vero e proprio inferno alle porte del paese di Mussomeli. Tre incendi, a partire dalle ore 18, si sono verificati in nelle contrade Soria e Tumarrano, lungo la strada che conduce a Cammarata.  Si tratterebbe di 3 distinti roghi che hanno impegnato e continuano a impegnare i Vigili del Fuoco di Mussomeli. Le fiamme si sarebbero sprigionate dapprima a valle, in contrada Tumarrano,  e, successivamente, avrebbero interessato la zona vicina all’abitazione dell’ex sindaco di Mussomeli,  Gero Valenza, fino a lambire le villette all’ingresso del paese. Proprie in alcune residenze in contrada Soria si sono verificati danni . Pare che l’incendio si sia propagato all’interno di alcune villette distruggendo giardini e, in qualche caso, anche i fabbricati. La circostanza che 3 incendi si siano sprigionati contemporaneamente induce, alcuni proprietari degli immobili coinvolti, a  non escludere l’origine dolosa dell’evento. Fortunatamente, al momento, non si ha notizia che persone abbiano riportato lesioni. Pare che domani alcuni cittadini potrebbero sporgere denuncia per far chiarezza sulla natura  dell’incidente  e sia stato provocato o meno  da piromani.

727 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Sparisce il Crocifisso, la preoccupazione dei fedeli, ma è stato preso per un restauro

Sparisce il Crocifisso, la preoccupazione dei fedeli, ma è stato preso per un restauro

WP_000686VILLALBA – Scompare il Crocifisso, ma niente paura è stato solo preso per un restauro. Nei giorni scorsi, molti passanti che percorrevano la SP16 in direzione per Mussomeli notavano l’assenza del Crocifisso in contrada Quattro Finaite, e si erano allertate a contattare il custode villalbese, Marcello Plumeri. Inizialmente anche il custode era ignaro di questa “assenza”, ma fatte le dovute indagini ha scoperto che non è stato rubato, ma è in buone mani volontarie che effettueranno un restauro. In passato ci sono stati atti vandalici a danno dell’immagine, infatti era stato violentemente staccato e buttato sul terreno circostante; stavolta, però, non è stato fatto nessun gesto blasfemo o offensivo, quindi si rassicurano i fedeli, e i proprietari del simulacro (la famiglia Alessi di Mussomeli) che preso la statua tornerà al suo posto, più nuova di prima.

441 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Seconda intimidazione per impresa mussomelese. Ance solidale

Seconda intimidazione per impresa mussomelese. Ance solidale

escavatori-incendiatoMUSSOMELI -Un incendio di matrice dolosa ha distrutto l’escavatore di proprieta’ dell’impresa Ediltec di Mussomeli  che sta curando alcuni lavori di riqualificazione urbana a San Biagio Platani. Questo e’ il secondo attentato in pochi mesi: a maggio il primo avvertimento con il rinvenimento di un contenitore con liquido infiammabile e diversi bossoli. “Confidiamo nell’operato delle forze dell’ordine e della magistratura affinche’ si faccia luce sull’ennesimo atto intimidatorio nei confronti dell’impresa a cui esprimiamo vicinanza e solidarieta’”, dice il presidente dell’Ance di Caltanissetta, Michelangelo Geraci, che aggiunge: “E’ evidente che tanto e’ stato fatto per contrastare il fenomeno del racket e i tentativi estorsivi da parte della criminalita’ organizzata nel nostro territorio. Ribadiamo la volonta’ di collaborare per estirpare la mafia dalla nostra realta’ e consentire un normale sviluppo del tessuto imprenditoriale locale”

1.745 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

25° di Suor M. Antonella Sciumè. La suora della gioia col sorriso sulle labbra (3 video)

25° di Suor M. Antonella Sciumè. La suora della gioia col sorriso sulle labbra (3 video)

DSCN0322MUSSOMELI – “Il Tempo vola ed io sono ancora qui per continuare ad amare e ripetere con gioia quel “sì” che ho pronunciato, 25 anni or sono, in questo santuario domenicano”, così Suor Maria Antonella Sciumè, emozionata, gioiosa e serena, col sorriso sulle labbra, dall’ambone del Santuario, da dove, ancor prima la Madre Generale delle Suore Domenicane del Sacro Cuore di Gesù, Suor Maria Annunziata Pistorio, aveva letto il telegramma beneaugurante di Papa Francesco. Una cerimonia religiosa solenne, animata dal coro del santuario, partecipata da parenti, amici e consorelle, e non solo. Ha celebrato il rettore del Santuario Padre Ignazio Carrubba, presente il frate conventualePadre Antonio Caruso ed il diacono Pierenzo Costanzo. In tanti hanno voluto testimoniare la propria vicinanza ed il compiacimento di un anniversario che sprizzava di gioia dal volto della giovane suora domenicana. Un papà e mamma, in prima fila, ancora increduli, commossi e meravigliosamente felici, con le due sorelle di Suor M.Antonella, Maria Rita e Salvina, con l’emozione nel cuore e tanto amore per lei. I nipoti, orgogliosi della zia, hanno seguito attentamente il rito religioso. Suor M. Antonella ha rinnovato la sua professione, ai piedi della Madonna dei Miracoli, davanti alla Madre Generale della Congregazione delle Suore domenicane del Sacro Cuore, con l’ “Eccomi” di fedeltà alla Chiesa ed alla Congregazione. Va ricordato che, nel fior della gioventù, Suor Maria Antonella nel 1986, a seguito della sua chiamata alla vita religiosa, ha lasciato casa paterna per rispondere all’impulso del cuore che l’ha condotta verso l’avventura della gioia e del sorriso che, tutt’ora, è la sua ragion d’essere. Nel 1989, ha fatto la sua prima professione. Ieri, dunque, nozze d’argento, per lei, festeggiata e circondata dall’affetto dei suoi cari e dalla famiglia domenicana del Sacro Cuore di Gesù. Prima in chiesa e successivamente il momento della convivialità.(Altro video in elaborazione)

968 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Asd Acquaviva corsaro a Bivona! A segno D’Anna, Giuliano e Caltagirone.

Asd Acquaviva corsaro a Bivona! A segno D’Anna, Giuliano e Caltagirone.

Acquaviva BivonaDa Acquaviva Platani .

Allo Stadio Comunale “Renato Traina” di Bivona è andato in scena l’amichevole ASD Bivona – ASD Acquaviva iniziata alle ore 16:30.

L’ASD Acquaviva ha già iniziato da quasi un mese la preparazione agli ordini del tecnico Antonio Mistretta. La preparazione, che prevede un triplice allenamento settimanale, ha già dato i suoi frutti nella prima amichevole svoltasi Venerdì 12 contro le Juniores dell’Asd Mussomeli con una vittoria per 0-5.

Senza nome-1La marcia verso l’inizio del campionato si svolge con ottimi risultati infatti anche quest’ultima amichevole finisce con la vittoria per 3 a 1 per i rossoblu in un partita disputata con 3 tempi da 30 minuti. La prima parte di gara si chiude con i padroni di casa in vantaggio per 1-0 i quali approfittano di uno svarione difensivo. Nel secondo tempo entra mentalmente un’altra squadra sbarazzina e che vuole fare bella figura. Sono i rossoblu a fare la partita, con i padroni di casa che non riescono a venire fuori e stentano a creare vere e proprie azioni. Il risultato cambia a circa il 15° della seconda frazione di gara dopo una bella azione tra Giuliano, Morosanu e D’Anna, quest’ultimo che mette in rete con un tiro al volo dal limite dell’area. Il vantaggio arriva, nella terza ed ultima frazione di gara. L’azione parte da Atia che si invola sulla fascia e serve una bella palla a Giuliano il quale si porta al limite d’area e con un tiro ad incrociare mette la palla all’angolino basso sinistro. La terza rete non tarda ad arrivare, infatti subito dopo pochi minuti è Morosanu a prendere palla sulla fascia, serve Caltagirone a centro il quale calcia in porta dal limite e mette a segno il definitivo 1-3.

Analizzando il match si è visto una Asd Acquaviva con buoni ritmi e bel gioco mostrando carattere non perdendo la testa sul svantaggio iniziale.

Adesso il meticoloso programma della preparazione prosegue con gli allenamenti settimanali e probabilmente con altre amichevoli che si svolgeranno nelle settimane successive in attesa del responso di ripescaggio in 2° categoria richiesto dalla squadra rossoblu e il quale esito dovrebbe arrivare nei primi giorni di Ottobre.

137 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Pensionato contro Comune per strada ad alto rischio

Pensionato contro Comune per strada ad alto rischio

SAlvatore Totò SapiaMUSSOMELI -  E’ inviperito contro quello che definisce il menefreghismo istituzionale, il pensionato Salvatore “Totò” Sapia, residente al civico 32 di via Leonardo da Vinci, strada trafficatissima e che induce gli automobilisti, specie nel tratto rettilineo dove lui abita, a pigiare sull’acceleratore. Per altro da quando le scuole hanno riaperto, quel tratto di strada al mattino ed all’uscita dalla scuola (non lontano sorge la cittadella degli studi che ospita cinque istituti superiori), è percorsa da frotte di studenti che per lo più si muovono a piedi. “E io temo –dice il signor Sapia- che in assenza di adeguate contromisure, prima o dopo e Dio non voglia, uno di questi ragazzi sarà vittima di qualche malaugurato incidente perché su questa strada si viaggiaVia Leonardo da Vinci rettilineo come se fosse un autostrada. Io stesso infatti due anni fa rimasi vittima di un incidente stradale e da allora ho chiesto con lettere protocollate degli interventi atti a scongiurare quello che avviene ogni giorno, ma finora nessuno s’è degnato di rispondermi. Hanno anche rimosso i dossi stradali che inducevano quanto meno a rallentare in questo tratto rettilineo e nessuno li ha mai ripristinati. Così come mancano del tutto i segnali stradali che impongano dei limiti di velocità ben precisi. Non parliamo poi dei controlli. Qua non si vede mai nessuno, eppure basterebbe stazionare una mattina quaggiù per toccare con mano come si corre in questa strada e io che ci abito, temo continuo a temere per la mia incolumità”. Il pensionato ci mostra quindi le due lettere datate 30 maggio 2012 e 19 settembre 2012, indirizzate al sindaco e al comando dei vigili urbani (e per conoscenza anche al comando dei carabinieri). In quelle lettere denuncia: “Il pericolo continuo che rappresenta il tratto di strada adiacente la mia abitazione a causa del mancato rispetto dei limiti di velocità e dei sorpassi azzardati di molti automobilisti, che arrivano per mancanza del marciapiedi, quasi a sfiorare la porta del mio ingresso”. Quindi in pensionato chiudeva chiedendo l’adozione di “Provvedimenti urgenti, in quanto si sono verificati da poco tempo indicente che avrebbero potuto avere conseguenze anche mortali. Cito ad esempio l’incidente che ha avuto me protagonista e di cui allego le foto”. Questa la prima lettera. Mesi dopo in assenza di riscontri, il pensionato scrisse di nuovo al sindaco reiterando le sue richieste. Finora però tutto è rimasto com’era.

1.081 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Si è insediato il Capitano della Compagnia

Si è insediato il Capitano della Compagnia

Cap. BalestraMOSSOMELI – Cambio al vertice della Compagnia dei carabinieri di Mussomeli. Lunedì s’è insediato il capitano Luigi Balestra, 29 anni, nativo di Brindisi. L’ufficiale, formatosi nei ruoli regolari all’Accademia Militare di Modena, è laureato in Scienze Giuridiche presso l’università degli studi di Modena e Reggio Emilia ed in Giurisprudenza presso l’ateneo di Roma Tor Vergata. Al termine dell’iter formativo, il capitano Balestra ha ricoperto l’incarico di comandante e insegnante presso la Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias (Sardegna) per poi essere trasferito a Catania. Nella città etnea, nel corso di cinque anni di permanenza, ha diretto il Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Catania Piazza Dante e la Sezione “Catturandi” del Nucleo Investigativo del locale Comando Provinciale. Incarico ricoperto fino al suo arrivo a Mussomeli. Il nuovo comandante sostituisce il capitano Filomeno Montinari destinato ad altro incarico. Come è noto la Compagnia di Mussomeli ha giurisdizione su vari comuni del Vallone: Acquaviva Platani, Sutera, Campofranco, Milena, Marianopoli, Bompensiere, Montedoro, Villalba e Vallelunga Pratameno. Il nuovo comandante in questi primissimi giorni ha avuto il tempo di visitare Mussomeli ed Acquaviva Platani e ieri, nel corso di un breve incontro, ci ha detto: “Ho avuto un impatto positivo. Il territorio è sicuramente molto suggestivo e quello che mi ha colpito subito e come i ritmi sono di certo ben diversi e più rilassanti rispetto a quelli della città”. Il capitano che in questi primi giorni dovrà ambientarsi e quindi conoscere, oltre ai suoi uomini, anche le varie istituzioni del territorio, promette un suo costante impegno per favorire il rispetto massimo della legalità.

 

 

1.367 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…Incendiata l’auto di Totuccio Scannella

19 settembre 2009

IMG_4741MUSSOMELI - Un’auto divorata dalle fiamme. Un’indagine per capire se dietro il rogo si celi la mano di ignoti oppure se l’origine va ritrovata nel semplice guasto meccanico. Rimane comunque alta l’attenzione su un episodio, registratosi la notte scorsa, è che ha avuto come “vittima eccellente” uno dei massimi personaggi del mondo della politica locale: Totuccio Scannella. Ex sindaco dal 1997 ...

Leggi tutto

5 anni fa…Un po’ di Mussomeli a X-factor. Due concorrenti legati alla “città di Manfredi”

16 settembre 2009

AmicoraccaMUSSOMELI - Due concorrenti di XFactor, il talent show di Raidue, accomunati da una città: Mussomeli. Due artisti, alla corte di Morgan, Claudia Mori e Mara Maionchi, che per ragioni di affetti hanno a che fare con la cittadina Nissena. Destino comune per Mattia Amico, 24 anni, residente a Maresso di Missaglia, in provincia di Lecco, e per Virginia Racca, 29 ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro