altissimo destra
politica1
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

consiglio

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Cronaca

Mafia a Milena : la Cassazione conferma le condanne per gli affiliati del clan

Mafia a Milena : la Cassazione conferma le condanne per gli affiliati del clan

Giuseppe-e-Gioacchino-Cammarata-Calogero-e-Salvatore-Amico-e-Giuseppe-TonaCALTANISSETTA – La Corte di Cassazione ha confermato le condanne per associazione mafiosa ed estorsione a
cinque affiliati alla famiglia mafiosa di Milena.. A 12 anni è stato condannato Gioacchino Cammarata, 11 anni sono stati inflitti al fratello Giuseppe, 8 anni ciascuno per Giuseppe Tona e i fratelli Calogero e Salvatore Amico. Oltre a essere ritenuti esponenti della cosca mafiosa di Milena, i cinque sono accusati di avere chiesto il pizzo all’imprenditore Paolino Diliberto – che si è costituito parte  civile nel processo – e ai titolari delle imprese Nola e Tona. Per le estorsioni alle due ultime ditte sono stati condannati  soltanto i fratelli Cammarata.

677 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Castello Incantato per la biblioteca di Villalba: arrivano altri libri!

Castello Incantato per la biblioteca di Villalba: arrivano altri libri!

alcuni dei libri donati

alcuni dei libri donati

VILLALBA – Nuove donazioni di libri per la Biblioteca comunale di Villalba da parte dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali. Una operazione questa che porta la firma di Castello Incantato, infatti il direttore Alberto Barcellona e il nostro Jim Tatano grazie al fondamentale appoggio dei funzionari regionali Salvatore Camerota e Giovanni Taglialavoro hanno potuto arricchire la biblioteca di circa quaranta preziosi volumi tra libri, cd musicali e dvd. Non è la prima volta che la nostra redazione contribuisce alla donazione di volumi alla piccola biblioteca di Villalba, infatti nel maggio scorso c’era stato un primo passo anticipatore con il regalo di una decina di libri.  Inutile sottolineare l’ormai affermato legame del direttore Alberto Barcellona con Villalba, la sensibilità alla causa dei dirigenti regionali, e soprattutto l’accorato intervento del villalbese Jim Tatano che hanno permesso queste proficue donazioni.  C’è voluto poco per fare molto: semplici idee, per nulla costose e di alto guadagno per l’arricchimento culturale.

96 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Mancata approvazione bilancio Sindaco  risponde al Presidente Consiglio

Mancata approvazione bilancio Sindaco risponde al Presidente Consiglio

Centro Anziani inaugurazione 221210 082MUSSOMELI – A seguito della mancata approvazione del bilancio di previsione 2014, relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2014/2016 e atti propedeutici connessi, il sindaco Salvatore Calà ha inviato al presidente del Consiglio Mario D’Amico e per conoscenza all’ Assessorato delle Autonomie Locali della Funzione Pubblica Regione Siciliana, alla Corte dei Conti, al Prefetto di Caltanissetta, al Revisore dei Conti, ai Consiglieri Comunali la seguente comunicazione: “In riferimento alla sua nota del 17 ottobre 2014 prot.23291, con la quale si chiede all’amministrazione di rimodulare i l bilancio di previsione 2014, tenuto conto della posizione degli uffici a tale riguardo (nota del 23.10.2014 prot. n. 23738 che, ad ogni buon fine, congiuntamente alla sua richiesta, si allega), si restituiscono gli atti in oggetto, non essendo i medesimi alla data odierna modificabili, nelle more delle determinazioni che saranno assunte dalla competente Autorità tutoria regionale. Al contempo, si chiede di conoscere quali sono le idonee misure correttive individuate dall’Organo consiliare per eliminare le strutturali criticità del bilancio, in ottemperanza a quanto più volte ordinato dalla Corte dei conti, al fine di una eventuale rimodulazione disposta dal commissario nominato dall’Assessorato delle autonomie locali.Allegata alla lettera c’è una nota a firma della dottoressa Maria Vincenza Castiglione e del Segretario comunale dott.Salvatore Gaetani Liseo indirizzata al Presidente del Consiglio e al Sindaco che pubblichiamo: “In riferimento all’oggetto, in riscontro alla sua del 17 ottobre 2014 prot.23291, con la quale si chiedeva di procedere alla rimodulazione del bilancio di previsione 2014, la presente per esplicitare la posizione degli uffici a tale riguardo. Come è noto il consiglio comunale non ha proceduto nei termini di legge all’approvazione degli atti propedeutici (tra gli altri, il regolamento IUC, che al suo interno disciplinava il nuovo tributo afferente alla gestione del servizio dei rifiuti urbani “TARI”, la cui mancata approvazione costituisce una grave violazione di legge, considerato che non risulta legittimamente applicabile il nuovo regime di cui all’art. 1, commi da 6 4 1 – 666 e commi 682 e 683, della legge 27/12/2013, n. 147 e successive modifiche ed integrazioni). Ciò detto, la particolare fase in cui si versa, a parere degli scriventi, non consente in termini tecnico giuridici una mera rimodulazione del bilancio che non tenga conto e non affronti le conseguenze della mancata deliberazione nei termini del regolamento surriferito e dei correlati provvedimenti relativi ai tributi locali, perché cosi operando sarebbe materialmente impossibile definire uno strumento contabile previsionale rispettoso di tutti i principi dettati dall’ordinamento finanziario degli enti locali, con gravi ripercussioni sugli equilibri di bilancio e sulla già compromessa e drammatica situazione di cassa dell’Ente. Di conseguenza, si rimane in attesa delle determinazioni che saranno assunte dal competente Assessorato delle autonomie locali e della Corte dei Conti, opportunamente informati, rispettivamente, con nota in data 3 ottobre c.a., prot.22145 e con nota in data 06 ottobre c.a., prot.22292.

E’ questa invece la lettera che il Presidente Mario D’Amico aveva inoltrato precedentemente al Sindaco, al dirigente dell’Area Finanziariae al segretario Comunale con la restituzione proposte di deliberazioni.: “Premesso che in data 26-29 e 30 Settembre 2014 non sono state approvate dal Consiglio Comunale le delibere relative agli atti propedeutici al bilancio di previsione 2014( Tariffe) e di conseguenza lo stesso bilancio di previsione 2014. Nella more della nomina del Commissario ad- Acta, secondo quando previsto dalla normativa vigente, si restituiscono, in allegato, le proposte di delibere trasmesse con note prot.nl9647 del 01/09/2014 e prot. n. 19880 del 04/09/2014 al fine di procedere ad una rimodulazione della proposta del bilancio previsionale per l’anno 2014. Tanto si doveva per quanto di competenza.”

254 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, PoliticaComments (0)

Con oraindiretta.it tutti gli eventi sul web, anche i matrimoni

Con oraindiretta.it tutti gli eventi sul web, anche i matrimoni

oraindirettaMUSSSOMELI –  Dare la possibilità di trasmettere qualunque evento, pubblico e privato, sul web. E’ questa la missione di oraindiretta.it, l’ennesima innovazione tecnologica ideata e realizzata dal team di sviluppo di Castello Incantato. Lo streaming è’ la TV di Internet che grazie a una  tecnologia informatica consente di trasmettere, con un costo assai contenuto,  qualsiasi evento  in diretta e /o “on demand  (gli utenti possono vedere o  rivedere in qualsiasi momento  il filmato). Chiunque non possa essere presente fisicamente potrà assistere all’evento attraverso qualsiasi dispositivo: pc, tablet, smartphone e smart tv.  Spiegano gli sviluppatori: “Con l’evento privato avviciniamo i lontani. Lo scenario tipico di questa soluzione si ha tutte le volte in cui le persone vogliono condividere un momento importante della propria vita con i propri cari che, per  distanaza, motivi anagrafici, di salute, impegni professionali non possono essere presenti. Rientrano in questa tipologia i matrimoni, battesimi, prime comunioni, lauree, battesimi e ogni momento che si desidera condividere solo con i propri cari. Invece,  la trasmissione in diretta o on demand  dell’evento pubblico  consente di portarlo fuori dai limiti fisici del luogo in cui si svolge, con una visibilità e un aumento di pubblico potenzialmente infinito.Ottenere maggiore visibilità vuol dire accrescere  il successo  e  il prestigio della manifestazione. Sul nostro sito si possono trovare oltre a tutte le informazioni drelative al servizio di streaming, anche interessanti articoli relativi al web marketing e in generale al mondo dell’innovazione tecnologica e di Internet. Stiamo per ultimare anche le versione in inglese del sito e, in poco più di una 15 giorni, la nostra proposta è stata accolta con favore dal popolo del web”. Per saperne di più basta collegarsi al sito www.oraindiretta.it

507 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Controlli effettuati dai Carabinieri in materia di lavoro

Controlli effettuati dai Carabinieri in materia di lavoro

DSCN2760MUSSOMELI – Una presenza vigile nel territorio, quella dei Carabinieri. Anche in questa settimana, i Carabinieri della Compagnia di Mussomeli e i colleghi del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Caltanissetta hanno proceduto ad effettuare diversi controlli a cantieri edili siti nel territorio di tutta la giurisdizione. L’attività ha avuto come obiettivo la salvaguardia dei diritti dei lavoratori e della tutela della loro salute sui luoghi di lavoro. Oggetto dei controlli sono stati 3 cantieri edili presenti nel comune di Mussomeli, Villalba e Marianopoli. Al termine delle attività sono state accertate violazioni in materia di assunzione di lavoratori e di omesse consegne di lettere di assunzione. Per quanto accertato sono state irrogate diverse contravvenzioni amministrative per un ammontare di 10.000 euro. L’attività di controllo e vigilanza dei Carabinieri sarà intensificata al fine di salvaguardare i diritti e la salute di tutti i lavoratori.

1.826 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

San Giovanni Gemini: 27enne arrestato per droga

San Giovanni Gemini: 27enne arrestato per droga

macalusoMUSSOMELI – Un arresto per droga è stato effettuato dai carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Cammarata a San Giovanni Gemini. Si tratta di Domenico Macaluso, disoccupato 27enne del luogo, già noto alle Forze dell’ordine che, nel corso di un servizio di osservazione predisposto dai militari dell’Arma in via Petrarca, è stato sorpreso nell’atto di cedere un involucro ad un giovane del posto che, bloccato subito dopo, è stato trovato in possesso di un piccolo quantitativo di una sostanza, verosimilmente tipo marijuana. Una successiva immediata perquisizione effettuata nell’abitazione del 27enne ha consentito ai carabinieri di rinvenire ulteriori 7,8 grammi di analoga sostanza ed un bilancino di precisione, materiale ovviamente sottoposto a sequestro. Il giovane al quale l’arrestato aveva ceduto la sostanza stupefacente è stato segnalato alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo – di Agrigento, quale assuntore, per le successive incombenze di legge.

 

2.145 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Anziana scippata di una vistosa collana al collo

Anziana scippata di una vistosa collana al collo

Donna scippataMUSSOMELI – Uno scippo-lampo da professionisti, ancora, nella zona alta del tormentato Rione Dalmazia, dove sembra non esserci alcuno scrupolo a prendere di mira gli indifesi anziani. Ecco i fatti: L’ottantenne signora M.V, nel tardo pomeriggio di ieri, è uscita da casa, con la consueta vistosa collana al collo, per andare a trovare una sua vicina, in prossimità della sua abitazione. Un breve tratto che è costato caro alla anziana signora, sia per lo spavento ma anche per lo scippo. C’erano poche persone in giro e, questa circostanza sarebbe stata favorevole ad un giovane, più che ventenne, che sarebbe apparso assai abile in imprese di scippo, a portare a termine una tale azione che, in un batter d’occhio, avvicinandosi alla Signora, ha scippato la collana d’oro, dileguandosi immediatamente e facendo perdere le sue tracce. Per fortuna nessun graffio alla signora che, comunque, si è messa subito a gridare: le sue grida, tuttavia, hanno soltanto accompagnato la fuga del rapinatore che, intanto, era improvvisamente scomparso. Quando una vicina di casa si è affacciata alla finestra, alle grida dell’anziana spaventata, di quel giovane non c’era più traccia. Un episodio che deve fare riflettere. La prudenza non è mai troppa e, in famiglia, raccomandare ai propri anziani di non portare, abitualmente, collane ed orecchini specialmente quando si cammina a piedi su strada è un consiglio buona e giusto. In ogni caso, segnalare alle Forze dell’Ordine, l’accaduto.

2.362 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Associazione  Symposium non sta allo “sfratto” comunale

Associazione Symposium non sta allo “sfratto” comunale

SimposiumMUSSOMELI – Riceviamo e pubblichiamo: “Facendo riferimento all’articolo del 17 ottobre, pubblicato su La Sicilia, in cui la nostra Associazione Culturale Symposium, risulta essere stata “SFRATTATA” dai locali del Chiostro San Domenico, assegnati precedentemente in comodato d’uso dall’attuale Amministrazione, vogliamo precisare quanto segue: Apprendiamo solamente mediante i giornali della revoca dei locali del Pala-cultura, un epilogo assurdo, che ci vede coinvolti senza aver ricevuto nessuna convocazione, ne tanto meno alcuna comunicazione ufficiale da parte dell’amministrazione comunale. Il tutto assume contorni molto più grotteschi, nel momento in cui ci si sofferma a leggerne le motivazioni, sommarie, mendaci e contraddittorie, che vanno in netto contrasto con tutte le belle parole che sindaco e assessori pronunciano, ogni qualvolta vengono invitati a rappresentare l’amministrazione negli eventi organizzati nel territorio. Premesso ciò, in salvaguardia della nostra reputazione, ci sembra al quanto doveroso mettere in luce la realtà dei fatti, nel rispetto dei nostri associati e di tutte quelle persone, che volutamente, volontariamente e gratuitamente si sono spese collaborando allo svolgimento delle nostre attività;

- Non risulta veritiero, che la nostra associazione non abbia corrisposto il canone stabilito, in quanto, lo stesso è stato regolarmente pagato ogni anno, e che quello previsto per l’anno in corso, sarebbe stato (come sempre) regolarmente versato, autotassandoci, non essendo la nostra un’associazione a scopo di lucro, priva di qualsiasi introito, ma che nonostante tutto, si è sempre impegnata nell’organizzazione oltre che della sacra rappresentazione della “Passione di Cristo” anche di altri eventi nell’ambito di questo territorio. Precisiamo inoltre che, la nostra associazione non è mai stata messa nelle condizioni di operare adeguatamente, in quanto codesta amministrazione, ha fatto solo ed esclusivamente promesse da marinaio, mai mantenute. Mettiamo a conoscenza la cittadinanza del fatto, che il disinteresse e l’approssimazione mostrati, ci hanno indotto a non poter continuare, visto che nell’anno 2012 i nostri cari amministratori, giusto per utilizzare un termine a loro caro, non hanno mai “ottemperato” agli accordi pattuiti nel corso dei vari incontri tra le parti, facendoci gravare sulle nostre spalle, spese che al contrario si sarebbero potute pagare, qualora si fossero seriamente impegnati, nel richiedere ed ottenere i contributi necessari come prestabilito. Nonostante averci lasciato in serie difficoltà, a seguito della loro totale inefficienza, in quell’occasione hanno preteso anche il versamento del canone annuo, senza neanche proporci alcuna compensazione, come avviene con altre associazioni, che per varie situazioni di comodo, sono esenti dal pagamento del canone.
Un’amministrazione in balia del pressapochismo, che ha sempre mostrato scarsa sensibilità e poca avvedutezza nei nostri riguardi.
- Non risulta veritiero che i locali siano stati arbitrariamente inibiti all’accesso, in quanto, l’ulteriore chiusura di sicurezza, è stata preventivamente da noi richiesta e autorizzata dall’ Assessore Enzo Nucera, visto che, purtroppo la loro scarsa e sommaria gestione del tutto, ha fatto si che le chiavi delle stanze della struttura, risultassero essere in possesso di più persone, oltretutto, non autorizzate all’accesso ai locali;
- In merito alla stanza identificata in planimetria al nr. 12, all’interno della quale si sostiene di avere riscontrato l’utilizzo della stessa come mero deposito materiali, si fa notare, come anche in questo caso, i nostri amministratori, siano in totale confusione, in quanto come da accordi prestabiliti, la stanza in oggetto, era stata richiesta solo ed esclusivamente per custodire costumi e materiali di scena, utilizzati per lo svolgimento delle nostre diverse attività culturali.
- Riguardo la contestazione circa la mancata presentazione della relazione relativa alle attività svolte, la riteniamo come un cavillo, una scusa atta a creare ostracismo.
Perché alla fine, se vogliamo dircela tutta, qualsiasi associazione, dovrebbe da parte di una qualsiasi amministrazione, senza badare al colore o appartenenza politica, essere invogliata, coccolata, affiancata, stimolata (e chi più ne ha più ne metta) a continuare, perché è sempre e comunque un patrimonio, di idee e di uomini che fanno sacrifici senza nulla a pretendere per qualcosa che riguarda la COLLETTIVITA’ e non per averne un guadagno né qualcosa in cambio.

359 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CronacaComments (0)

Ai funerali di Vincenzo Ricotta:  canto dell’ “Eccomi” e  pianto degli amici

Ai funerali di Vincenzo Ricotta: canto dell’ “Eccomi” e pianto degli amici

DSCN0490MUSSOMELI – Atmosfera triste, occhi assenti e visi sconvolti all’Oratorio della Madrice con l’Urna del Cristo Morto, sistemata, in fondo, ai piedi del grande Crocifisso, su cui domina la vistosa scritta del “Consumatum est” “Tutto è compiuto” e, davanti, la bara con le spoglie mortali di Vincenzo. Lacrime, dolore e rose di papà e mamma e del fratello Vito sulla sua bara. Come anche sulla bara, c’era l’abitino dell’Arciconfraternita  ed il completino calcistico dell’Asd Acquaviva. Sin dalle 9 del mattino, ieri, la salma del trentunenne Vincenzo, proveniente da Torino, giunta ed accompagnata direttamente all’oratorio, è stata vegliata, per tutta la giornata di ieri, dai familiari, parenti ed amici e dai confrati dell’Arciconfraternita. E’ stato un via vai continuo di amici e di persone che lo hanno conosciuto e che hanno sempre apprezzato il suo animo assai DSCN0494educato e rispettoso. Faceva parte della corale della Madrice ed era assai impegnato nell’organizzare eventi. Un giovane, insomma, che certamente mancherà alla comunità matricese, dove era assai voluto bene. Per le sue esequie sono venuti a Mussomeli, Padre Alfonso Incardona, Padre Domenico Lipani e Padre Alfonso Cammarata. Da Aquaviva, nel primo pomeriggio di ieri, sono arrivati 25 calciatori della Asd Acquaviva. Insomma, in tanti, sono stati presenti per dare l’ultimo saluto a Vincenzo e sono stati veramente in tanti a prendervi parte. Presente il diacono Pierenzo Costanzo, hanno concelebrato Don Pietro Genco, don Salvatore Tuzzeo, Don Calogero Mantione, don Alfonso Incardona, don Alfonso Cammarata e don Domenico Lipani. Ha accompagnato la liturgia funebre la corale della Madrice, di cui Vincenzo faceva parte. In perfetto orario, alle ore 15,30, la salma ha lasciato la sede dell’Oratorio, e con un mini corteo di confrati la salma, portata a spalle, è stata accompagnata nella vicina chiesa Madre dove si sono svolte le esequie in un clima di generale commozione. “La comunità della Madrice – ha detto l’arciprete di Mussomeli piange per la morte del suo figlio Vincenzo. Anch’io mi sento frastornato ed umanamente smarrito; provo tanta difficoltà a dire parole di consolazione a Papà Giuseppe, a Mamma Gina e al carissimo fratello Vito”. Una morte che ha spiazzato tutti e che in tanti, hanno conservato un pezzo del sorriso di Vincenzo per la sua mitezza di carattere. Una vita spezzata e tanti cuori affranti.

5.603 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SocietàComments (0)

Macchina per il Sert

Macchina per il Sert

Ospedale-Mussomeli9MUSSOMELI – Era stato annunziato, e forse anche promesso, ed ora si trova presso i locali ospedalieri la nuova auto a servizio dell’Igiene Mentale e del Sert che dovrebbe essere formalmente consegnata dal Direttore generale dell’Asp ai responsabili dei due servizi territoriali. Nel passato la Cgil aveva segnalato all’Asp la necessità di fornire una nuova auto per i due servizi che utilizzano da tempo una Fiat tipo. Il Direttore Santino Marcello ha individuato nel parco auto dell’Asp una Fiat Panda ultimo modello che è stata trasportata a Mussomeli

305 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…L’acqua è inquinata, il sindaco ne proibisce l’utilizzo per fini potabili

19 ottobre 2009

SANYO DIGITAL CAMERAMUSSOMELI – Divieto di utilizzare l’acqua per usi potabili. A darne notizia è il sindaco di Mussomeli, Luigi Mancuso, che in un avviso rivolto alla cittadinanza informa  “che a seguito di controlli da parte del Laboratorio Analisi Provinciale dell’A.S.P, l’acqua delle condotte è risultata non potabile. Pertanto si proibisce di utilizzarla come bevanda.” Resta da capire se l’inquinamento del ...

Leggi tutto

5 anni fa…Il Busto- reliquie di Santa Giovanna Antida a Mussomeli

18 ottobre 2009

Santa Giovanna 3MUSSOMELI – “Benvenuta fra noi Santa Giovanna Antida”  e ancora “  “1810 – 2010 A servizio della Carità” Questi gli striscioni visibili in piazzale Mongibello. “La Santità è un dono di tutti”, così è stato rimarcato nel manifesto parrocchiale, predisposto dalla Parrocchia di Cristo Re, di cui è parroco il Sac. Salvatore Tuzzeo. E’ stato comunicato anche che le ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro