madonna
politica1
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Cronaca

Contrada Girafi: il vicinato riunito in preghiera e benedizione della statua

Contrada Girafi: il vicinato riunito in preghiera e benedizione della statua

Santa Duminica 10656567_711908468888016_2120245850_nMUSSOMELI – Solitamente le contrade individuano i lembi di terra legate anche alle persone e non si fa fatica ad individuare e a ricordare volti e aneddoti che hanno caratterizzato la quotidianità nella vita campestre. Proprio dalle contrade, dalle cappelle campestri sono affiorate e sono Santa Duminica 10637567_711908498888013_681137735_nstati tramandati usi e costumi che oggi vengono riproposti, seppur nel mutato clima dei tempi. Il vicinato, che ha sempre costituito il punto di forza delle contrade, oggi, si trova ad essere più che mai coeso nelle iniziative che vengono ripristinate o portate avanti e lo fa con il piacere per un momento di aggregazione che identifica il senso dell’appartenenza. A “Santa Duminica”, che non è il nome della contrada, bensì il nome della Santa, venerata nella omonima Cappella di contrada “Girafi”, si è raccolto, nel pomeriggio di domenica scorsa, intorno alle ore 18,30 tutto il vicinato per partecipare alla benedizione della piccola statua di “Santa Duminica”. È stata realizzata dal sempre presente e disponibile Seby Lo Conte, grande amico della famiglia La  moglie di zi Cinu Pizichiaridel defunto Vincenzo Piazza,per gli amici “zi Cinu Pizichiari”, il quale, in vita, aveva manifestato il grande desiderio di vedere realizzata una statua da collocare, appunto nella cappella. E Seby Lo Conte ha esaudito quel desiderio, portato avanti, successivamente, dalla moglie. Nel desiderio del vicinato, adesso, c’ è la ristrutturazione della Cappella. Va detto che ancor prima della Messa, il frate conventuale mussomelese Fra Luigi Sapia ha benedetto la statua.

403 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SocietàComments (0)

Incidente al Tumarrano, coinvolti 4 giocatori dell’Aragona

Incidente al Tumarrano, coinvolti 4 giocatori dell’Aragona

biviotumarranoMUSSOMELI – Si stavano recando ad Aragona per disputare la partita di Coppa Italia Aragona-Grotte, i 4 calciatori dell’Usd Aragona coinvolti in un grave incidente sulla statale Agrigento-Palermo nei pressi di Tumarrano, territorio di Cammarata. Secondo le prime ricostruzioni un’auto condotta da una persona anziana avrebbe tagliato la strada alla Citroen C3 che trasportava i calciatori Casisa, Castiglione, Trapani e Di Domenico e guidata da uno di loro, per evitare l’impatto l’auto è stata indirizzata in una scarpata che costeggia la strada. Immediato l’intervento dei soccorsi che hanno trasportato Castiglione, Trapani e Casisa al vicino ospedale di Mussomeli. Per Di Domenico è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso, che ha trasportato il ventinovenne all’ospedale “S.Elia” di Caltanissetta. A tranquillizzare tutti ci ha pensato il ds Demetrio Galluzzo riferendo che le condizioni dei giocatori non sono gravi, i quattro calciatori hanno riportato delle escoriazioni e delle fratture non gravi. Messaggi di solidarietà e vicinanza arrivano dal presidente della squadra aragonese Angelo Galluzzo: “Il paese e la società intera sono vicini ai ragazzi coinvolti nell’incidente, spero che si possano riprendere presto per giocare e divertirsi a calcio e regalarci ancora tante emozioni”. La partita di oggi è stata rinviata.

 

1.194 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

1 e 2 Settembre a Mussomeli. Riflettori sull’antica festa del castello con corteo storico, bancarelle e processione

1 e 2 Settembre a Mussomeli. Riflettori sull’antica festa del castello con corteo storico, bancarelle e processione

Agostino De AngelisMUSSOMELI – Già di buon mattino, l’antico e superbo maniero è stato attenzionato dagli addetti ai lavori per gli ultimi ritocchi. Assai impegnato l’assessore Nucera, sta seguendo le ultime fasi organizzative con gli stretti collaboratori per potere dare inizio all’appuntamento di quest’oggi pomeriggio, alle ore 17, dinanzi al Palazzo Municipale, da dove snoderà il corteo storico e proseguirà attraverso la via Palermo in direzione di Piazza Umberto I, Piazza Roma, Via corteo storicoCaltanissetta, fino a raggiungere il Castello Manfredonico, dove alle 20, i visitatori potranno ammirare, tempo permettendo, la bravura degli artisti che si esibiranno nella varie performance. Due giorni propizi, dunque, per la valorizzazione del Castello Manfredonico, dell’arte , della cultura e dei suoi protagonisti.

1.672 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ospite presso il santuario il predicatore domenicano Fra Paolo Gerosa

Ospite presso il santuario il predicatore domenicano Fra Paolo Gerosa

Frà Paolo Gerosa O.P.MUSSOMELI – E’ arrivato già a Mussomeli il Padre predicatore della prima ottava della Madonna dei Miracoli che e iniziato il 31 agosto e continuerà fino all’8 settembre. Si tratta del frate Domenicano Padre Paolo Gerosa che sarà impegnato non solo nella predicazione ma anche nelle attività pastorali. Viene e dal Convento di Bergamo e, nel Santuario della Madonna dei Miracoli, in occasione dei festeggiamenti patronali, farà la sua catechesi su “Maria Maestra di Fedeltà e madre della Gioia”. Il religioso avrebbe legami con Mussomeli, che tuttavia non ha mai conosciutovisto prima d’ora, per via di una cugina di suo nonno che ha sposato un tale Vincenzso Lanzalaco di Mussomeli . E se la prima ottava sarà predicata da un domenicano, quale è appunto frà Paolo Gerosa, la seconda ottava è stata riservata al francescano Frà Antonio Caruso.

243 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

In contrada “Quadìa”,  “tammuriniata” “campaniata” e Messa in onore di Santa Fara

In contrada “Quadìa”, “tammuriniata” “campaniata” e Messa in onore di Santa Fara

ids=”166096,166095,166094,166093,166092,166087,166088,166089,166090,166091,166086,166085,166084,166081,166079″]DSCN0213MUSSOMELI – La tradizione non trova sosta e, in contrada Quadìa, quel silenzioso lembo di terra, anche se accompagnato da un leggero venticello, ieri pomeriggio, ha accolto ed accompagnato i pellegrini in direzione della chiesetta che insiste dentro la tenuta della famiglia La Rizza- Indovina. Invitato e presente il vicinato della contrada era schierata, per la Santa Messa, celebrata dal parroco don Ignazio Carrubba, anche la Confraternita del SS. Sacramento di San Giovanni. Fra canti e preghiere, fra “campaniata e tammuriniata”, a fine messa, il piccolo fercolo di Santa Fara, con processione all’interno della stessa tenuta, è stato portato a spalle, sia dalle donne che dagli uomini, in direzione del largo spiazzo della familiare ed ospitale “robba” della famiglia La Rizza-Indovina, dove hanno potuto degustare prelibate ciotoline di fave, cotte, preparate con cura e solerzia dai collaboratori della festa. Ad accogliere DSCN0222e ad intrattenere il vicinato, nel predetto spiazzo, circondato da sedie e su cui era stata allestita una grande tavola per la degustazione, è stato il gruppo folcloristico de “I rabatisi” di Sutera che, con la loro musica popolare, hanno voluto inneggiare alla festa campestre ed allietare la terra di Quadia. “ E’ la tradizione che si rinnova nel segno della festa di Santa Fara e nel segno della nostra famiglia – ha detto uno dei nipoti della famiglia La Rizza – E’ una tradizione che va avanti dai tempi di mio nonno, continua con mia nonna e coi miei genitori e continuerà sicuramente con noi figli e coi nostri figli, perché siamo portati ormai alla nuova generazione e questa festa farà parte della nostra famiglia nel nome del Signore e di Santa Fara”. “ Santa Fara, – ha continuato l’altro nipote – è la protettrice del raccolto, per cui auguriamo a questa contrada e a tutta Mussomeli, la possibilità di avere sempre un raccolto più rigoglioso, tanto benessere, tanta salute, e tanta felicità”. L’assaggio del vino e delle fave cotte, sistemate in due capienti pentole e distribuite ai presenti nelle ciotoline, ha colorato lo scenario pomeridiano dove aleggiava la vita di campagna. La musica e il ballo è stata la ciliegina sulla torta.

971 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, Eventi, SocietàComments (0)

A breve cantiere aperto per la bitumatura strade

A breve cantiere aperto per la bitumatura strade

Municipio-300x225MUSSOMELI – Una gara d’appalto lunga quattro mesi. Più di cento giorni per affidare i lavori per la bitumatura delle strade. Un bando infinito, ma che adesso pare essere arrivato alla sua naturale conclusione, ed anzi- secondo quanto assicurato dal vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Sebastiano Sorce- l’opera dovrebbe essere avviata nei prossimi giorni, forse addirittura la prossima settimana. E dire che il valore dell’intero appalto non è smisurato. L’Amministrazione comunale, per eseguire il restyling delle strade principali del paese, segnate da un’infinità di cicatrici, ha destinato 100 mila euro. Ma tra ribassi sospetti e rinunce eccellenti la gara si è protratta per circa 4 mesi. Ai primi di maggio la pubblicazione del bando relativo alla tranche dei lavori (la fornitura del materiale avrebbe dovuto seguire un iter diverso). A rispondere 57 imprese. Della rosa di società candidate, l’Ufficio tecnico ha compiuto una prima scrematura attraverso un sorteggio dal quale sono fuoriusciti i nomi di 10 soggetti. Questo l’elenco: impresa Antinoro Vincenzo di Mussomeli, impresa La Rocca Angelo di Palma di Montechiaro, impresa Vitellaro Rosario di Favara, impresa Effeppi di Villafrati. Ed ancora la G.C. di Mussomeli, la N.G.A. Costruzioni sempre di Mussomeli, la villalbese Progeco, la mussomelese San Giuseppe, l’impresa San Michele Costruzioni di Favara ed infine la Sicil Service. Alle dieci ditte sorteggiate è stato richiesto di presentare l’offerta più bassa sull’importo a base d’asta di 47,526,74 euro per lavori e 1.421,56 per oneri di sicurezza. Ed il prezzo più conveniente è stato calcolato dalla Nga Costruzioni, grazie ad una percentuale di ribasso pari al 38,1617%. Troppo secondo i funzionari comunali. Un ribasso “sospetto” che ha spinto i burocrati a chiedere all’impresa una giustificazione. Un “chiarimento” che è stato presentato e che ha convinto i dirigenti del settore tecnico. Ma poco prima dell’affidamento ecco un nuovo colpo di scena: la società ha infatti rinunciato all’appalto, costringendo il Comune ad indire una nuova gara, stavolta ad invito e prevedendo l’unificazione delle due tranche: lavoro e fornitura. A conquistare l’appalto, con un ribasso attorno al 30%, la ditta Verga di Castronovo. “In questo momento- spiega Sorce- i tecnici stanno definendo la mappatura degli interventi. E’ quasi tutto pronto, nei prossimi giorni aprirà il cantiere”.

353 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Luminarie per la festa patronale ed è  aria di festa

Luminarie per la festa patronale ed è aria di festa

luminarieMUSSOMELI – Fervono i preparativi con l’approssimarsi della festa patronale. Intanto, da ieri, si è messa in moto la macchina organizzativa per quanto riguarda le luminarie per le strade del paese, curata dalla ditta “Euro Luminaria di Sgrò Alessio e Vincenzo” di Capo d’Orlando della Provincia di Messina. Un lavoro impegnativo e attento quello della sistemazione degli archi, in quanto si deve tenere conto dell’altezza nella sua collocazione, appunto, per non creare problemi durante il passaggio del maestoso fercolo della Madonna dei Miracoli. Lo stesso problema, nel passato, veniva causato, in pieno centro storico, dall’istallazione di cordine stendibiancheria fra le abitazioni dirimpettaie, costringendo il rettore del tempo, ogni sera e per tutti i quindici giorni della festa, a ricordare di togliere, appunto le “cordine”, rimaste proverbiali, nella mente degli anziani e non solo.

471 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Manutenzione all’Elipista

Manutenzione all’Elipista

pOLITO CGIL-MUSSOMELI-CONFERENZA-e1331540495350MUSSOMELI – Ne avevano parlato un po’ ovunque, fino ad arrivare ad una pubblica denunzia sullo stato di abbandono dell’elipista di contrada Castelluccio. Una manutenzione carente che aveva preoccupato non poco i sindacalisti della Cgil che, per voce di Lillo Polito avevano sollevato la questione. Infatti, l’elipista, diverse settimane or sono, presentava in quel luogo i segni di incuria e di abbandono per la presenza di erbacce, per il manto stradale, per l’illuminazione, insomma, un degrado, prontamente denunziato dall’anzidetto sindacato che ha sortito l’effetto positivo avendo avuto, chi di dovere, provveduto all’eliminazione delle erbacce e quindi alla pulizia, eliminando così il pericolo incendio. Adesso, Lillo Polito della Cgil, ha appurato che anche l’illuminazione dell’Elipista è stata attenzionata rendendola efficiente, come anche hanno provveduto alla manutenzione del manto stradale. Proprio ieri mattina ( 27 agosto), il sindacato, manifestando il suo compiacimento per gli interventi effettuati, a voce di Lillo Polito, ha auspicato che, per l’avvenire, chi di dovere, chi ha il compito della manutenzione del lembo di terra riservato all’Elipista, abbia prontamente ad intervenire specialmente al verificarsi di eventuali guasti, appunto, per assicurare in maniera ottimale, in ogni momento della giornata, il servizio dell’elisoccorso.
CARMELO BARBA

260 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

“L’Eolico” a Mussomeli si cerca la soluzione

“L’Eolico” a Mussomeli si cerca la soluzione

no-eolico-in-municipioMUSSOMELI – Nonostante le ferie e le vacanze estive c’è chi ha continuato a cercare una possibile soluzione che metta d’accordo le diverse parti coinvolte nell’ormai nota questione “Eolico Selvaggio”. I consiglieri comunali hanno lavorato e continuano a lavorare sull’importante regolamento che potrebbe, attraverso adeguati vincoli a tutela della popolazione mussomelese e mediante l’individuazione di specifiche aree da destinare all’installazione degli aereogeneratori, riuscire a porre fine ad una diatriba che non accenna ad estinguersi. L’associazione “Terre di Manfredi”, la quale ribadisce la trasversalità del proprio interesse nel tutelare l’intero territorio mussomelese, fa sapere di essere soddisfatta della proposta di regolamento su cui i consiglieri comunali si stanno confrontando. Tuttavia ritiene necessario l’apporto di ulteriori modifiche in particolare per ciò che riguarda la distanza minima tra gli aereogeneratori e le civili abitazioni. D’altro canto, tra gli imprenditori c’è chi, aprendosi al dialogo costruttivo, si è mostrato particolarmente sensibile alle richieste mosse concordando sulla possibilità di dire “sì all’Eolico” ma in aree in cui non vengano lesi gli interessi ma soprattutto i diritti di tutti i cittadini. Tali aree non sono un’utopia. Secondo i bene informati, esistono e sono già state oggetto di studi preliminari basati su analisi anemologiche, che confermano l’adeguatezza di tali siti data l’elevata ventosità rilevata. Sono previsti nuovi ed imminenti incontri sul tema dai quali si attendono ulteriori e, soprattutto, positivi risvolti.

1.027 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Rotonda di Via Caltanissetta: forse eliminato tanfo fognario

Rotonda di Via Caltanissetta: forse eliminato tanfo fognario

rotonda via CaltanissettaMUSSOMELI – In tanti hanno aspettato l’estate per rifarsi di quell’inverno talvolta noioso e talvolta insopportabile, eppure, in piena estate, tanto desiderata, a complicare le cose, ci si è messa quell’ aria maleodorante che tuttora si sprigiona in taluni punti del paese. Non bastano le segnalazioni e le lamentele della gente, in quanto quell’aria appestata rimane ancora là, in attesa che qualcuno la spazzi via con appropriati lavori. Sono diversi i punti in cui permane tale situazione. Forse, quella di Via Caltanissetta, in prossimità della rotonda, sembra essere stata eliminata, proprio in questi giorni, dopo appositi e adeguati interventi. L’auspicio della gente comune è che in simili situazioni l’intervento dell’ente pubblico, o privato che sia, dovrebbe essere sollecito e risolutivo. La gente non può vivere in mezzo al tanfo delle fogne.

487 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…Conclusi i restauri al Castello, riconsegnate alla città la Cappella e la Scuderia

30 agosto 2009

IMG_4217MUSSOMELI - Il Castello Manfredonico è ritornato nella sua interezza alla città. Ridato agli occhi stupiti dei turisti, regalato a quel tour nel maniero che da circa un anno si è rivelato monco per la chiusura di due tra le aree più belle della fortezza: la Scuderia e la Cappella. La scorsa settimana sono stati consegnati i lavori di restauro nelle ...

Leggi tutto

5 anni fa…Eletta la 7^ Castellana della Terra di Manfredi”: E’ Flavia Vullo

29 agosto 2009

cast3MUSSOMELI – Un pubblico delle grandi occasioni quello della 7^ edizione de “Il Bel certame” che ha eletto la Castellana della Terra di Manfredi. E’ stata scelta proprio Lei, votata dai Sindaci dei Comuni partecipanti: Flavia Vullo, che proprio non se l’aspettava Aveva sfilato con Nico Mistretta. Pur raggiante sul viso era assai stupita ed incredula. Il Sindaco Gigi Mancuso Le ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro