altissimo destra
politica1
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

consiglio

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Cronaca

Influenza: anziano muore dopo vaccino, esposto a Caltanissetta

Influenza: anziano muore dopo vaccino, esposto a Caltanissetta

influenza-vaccinoCALTANISSETTA -I familiari di un pensionato di 71 anni di Caltanissetta, morto la scorsa notte al Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia dov’era stato portato ieri sera alle 20, hanno presentato un esposto alla polizia giudiziaria.

I congiunti  sostengono che l’anziano accusava malesseri da quando, due settimane fa circa, il medico di famiglia gli aveva somministrato il vaccino antinfluenzale.

Secondo la famiglia, quando e’ stato accompagnato in ospedale, l’uomo era febbricitante da diversi giorni.

Il decesso e’ sopraggiunto dopo che il pensionato era stato sottoposto a una risonanza magnetica volte ad accertare le cause di dolori da lui patiti e in particolare di un irrigidimento del collo.

La salma e’ stata traslata nell’obitorio dell’ospedale, in attesa che la Procura valuti se effettuare l’autopsia.

( Fonte AGI)

942 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Il Pm chiede la confisca dei beni dell’imprenditore di Bompensiere Angelo Losardo

Il Pm chiede la confisca dei beni dell’imprenditore di Bompensiere Angelo Losardo

Angelo-LosardoMUSSOMELI – La Procura ha chiesto la confisca del patrimonio, del valore di 2 milioni e mezzo di euro, dell’imprenditore di Bompensiere, Angelo Losardo.

Il patrimonio è composto da quattro attività agricole, diciassette terreni e sette conti correnti

Secondo l’accusa l’imprenditore, condannato in appello per associazione mafiosa, avrebbe costruito la sua fortuna proprio grazie alla sua appartenenza all’organizzazione criminale. La Dia ha eseguito, a dicembre 2012, il provvedimento di sequestro preventivo da cui è scaturito il procedimento patrimoniale.

Il pm Stefano Luciani ha anche chiesto l’applicazione della sorveglianza speciale per 4 anni. l’uomo è stato condannato, a luglio scorso,  a 4 anni e 8 mesi in appello per associazione mafiosa, nel processo “Grande Vallone” che a breve approderà in Cassazione.

Il legale di Losardo, l’avvocato Danilo Tipo, ha chiesto invece che il patrimonio venga dissequestrato e restituito in quanto non ne sarebbe stata accertata l’origine illegale.

La sezione misure di prevenzione del Tribunale farà conoscere entro tre mesi la propria decisione

966 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Femminicidio nell’agrigentino, uccisa una rumena di 21 anni

Femminicidio nell’agrigentino, uccisa una rumena di 21 anni

Alina Condurache

Alina Condurache

AGRIGENTO – Una giovane donna rumena e’ stata uccisa la notte scorsa nell’agrigentino.

La vittima e’ Alina Condurache, di 20 anni. Fermato il compagno, Angelo Azzarello, di 24 anni.

Il delitto e’ avvenuto all’interno di un’azienda agricola, in contrada Cipolla, a Palma di Montechiaro. La donna sarebbe stata raggiunta da due colpi di pistola all’inguine al culmine di una lite.

Trasportata all’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata, e’ morta poco dopo l’arrivo al pronto soccorso. Le indagini hanno portato al fermo dell’indagato.

La giovane – secondo la ricostruzione dei carabinieri – conviveva da tre anni con Angelo Azzarello. Nell’ultimo anno, pero’, le discussioni e i litigi si sarebbero fatti sempre piu’ frequenti e ieri sera – alle 23,30 circa – l’uomo le avrebbe esploso contro i due colpi di pistola.

A soccorrere la ventenne sono stati alcuni suoi parenti che vivono nelle vicinanze dell’azienda agricola.

Il ventiquattrenne e’ stato bloccato diverse ore dopo dai carabinieri ed e’ in stato di fermo, indiziato di omicidio. La pistola con la quale avrebbe sparato alla sua convivente non e’ stata, al momento, ritrovata.

925 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

15 anni Governatorato Barba: Don Carrubba  assistente spirituale zonale Misericordie CL ed EN  (Il Video)

15 anni Governatorato Barba: Don Carrubba assistente spirituale zonale Misericordie CL ed EN (Il Video)

Padre Carrubba  assistente spirituale zonaleMUSSOMELiI-Il coordinatore zonale Caltanissetta-Enna delle Misericordie, Santo Cantali, che è anche governatore della Misericordia di Regalbuto, ha partecipato con altri suoi volontari, alla messa di ringraziamento per i 15 anni di governatorato di Carmelo Barba. In un suo breve intervento ha comunicato , in qualità di coordinatore zonale, la nomina di assistente spirituale del gruppo di Misericordie Enna-Caltanissetta, individuata nella persona di Don Ignazio Carrubba. Intanto sono 20 i nuovi volontari, di cui 12 aspiranti ed 8 che, con la vestizione, sono3IMG_7240 (8), passati volontari effettivi , costoro hanno ingrossato le fila della Misericordia, presente sul territorio da circa 28 anni. Intanto gli ultimi  15 anni ininterrotti di governatorato  sono stati trascorsi sotto la guida di Carmelo Barba che ha voluto festeggiare la circostanza con una messa di ringraziamento e con un momento di fraternita. Per l’occasione hanno partecipato ragazzi che, nel passato, hanno espletato servizio civile, come anche, obiettori di coscienza. La cerimonia è stata animata, come nelle grandi occasioni, dal numeroso coro del santuario che ha reso più solenne la cerimonia. Alla fine, i volontari hanno donato al governatore una targa ricordo ed un piccolo video su tale esperienza,  da loro approntato.

480 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Rubato vaso dalla tomba di Giovanni Nola. Lo sdegno di tutti per il vile atto

Rubato vaso dalla tomba di Giovanni Nola. Lo sdegno di tutti per il vile atto

Giovanni Nola

Giovanni Nola

MUSSOMELI – Sembra che la miseria umana non abbia confini.

Un vaso di fiori è stato trafugato dalla tomba dove è sepolto Giovanni Nola, amatissimo imprenditore mussomelese, scomparso prematuramente lo scorso 13 maggio all’età di 27 anni.

Il gesto, sprezzante di ogni valore umano, per parenti  e  i numerosissimi  amici  è stata una vera e propria profanazione, aggiungendo dolore a dolore.

A fare la scoperta  è stata stamane la sorella Marianna che, ogni giorno, insieme ai familiari,  si reca fare visita al fratello.

La stessa, comprensibilmente indignata, ha raccontato l’accaduto: “Questa mattina recandomi al cimitero a trovare mio fratello  ho avuto una brutta sorpresa. Qualcuno ha rubato un vaso con dei fiori posto davanti la cappella. Lo so,è solo un vaso, ma  per è il posto in cui si trova e per la persona alla quale è stato regalato che rende il vaso speciale  ed importante. A te che hai rubato,vergognati!.

Un atto di sciacallaggio che dovrebbe  suscitare sdegno negli autori  i quali, privi scrupoli, hanno commesso un vero e proprio sacrilegio.

Intanto l’accaduto, anche sui social network,  ha ricevuto il biasimo e la condanna unanime di tutta la comunità mussomelese.

3.098 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Elio Di Salvo Mov.5 stelle al Centro destra: “Se davvero credete al “cambiamento”,…..”fatevi da parte”!!”

Elio Di Salvo Mov.5 stelle al Centro destra: “Se davvero credete al “cambiamento”,…..”fatevi da parte”!!”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMUSSOMELI –Ha fatto riferimento ad un articolo pubblicato su Castello Incantato “Verso il voto amministrativo di maggio qualcosa si muove ed il referente locale del Movimento 5 stelle, Elio Di Salvo, e non si è fatto attendere il suo pensiero al riguardo: “E’ doveroso da parte mia e, a nome del MoVimento Cinque Stelle, chiarire che, come ben sanno gli esponenti del centro destra, a fronte di un incontro da “loro voluto”, avvenuto a metà settembre e in cui ci veniva chiesta la disponibilità alle prossime elezioni comunali, a formare una grande “lista civica”, di “cambiamento”, la nostra posizione in merito era, è e sarà, la medesima di allora: “no grazie”. Pur nutrendo grande stima nei confronti di molti di questi esponenti, ritengo che politicamente, siano troppe le cose che ci dividano, ben poche quelle che ci possano unire. Acqua pubblica, referendum propositivo, bilancio partecipativo, gestione pubblica dei rifiuti, agricoltura a km zero e tanto altro ancora, sono solo alcuni dei temi che non ci vedrebbero “correre insieme”. Inoltre, a dirla tutta, sentir parlare di “cambiamento”, chi, in un modo o nell’altro, ha avuto la sua chanche e ha avuto la…“bandiera issata sul pennone” (a volte quello più alto), è come affermare di aver visto Ghandi cercare rissa nei peggiori bar di Caracas! Colgo qui l’occasione, per rinnovare ancora una volta, quella che fu allora, la…”la nostra proposta”! Se davvero credete al “cambiamento”,…..”fatevi da parte”!!”

493 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ospedale oculistica da riaprire e Cgil incontrerà sindaco

Ospedale oculistica da riaprire e Cgil incontrerà sindaco

Ospedale-Mussomeli9MUSSOMELI – Rimane chiuso il servizio di Oculistica all’ospedale “Maria Immacolata-Longo” che tanto riscontro positivo aveva suscitato nei pazienti e la Cgil annuncia battaglia dura ed il coinvolgimento del sindaco Salvatore Calà in tale vertenza. Come si ricorderà tale servizio fu attivato dal prof Vittorio Virgilio nel luglio del 2013 e registrò subito unanimi consensi: da luglio a dicembre 2013, vennero eseguiti ben 100 interventi di cataratta e furono effettuate 344 visite ambulatoriali. Sennonché, lo scorso giugno pervenne una nota a firma del dott. Giuseppe Bona primario del Servizio Oculistica ed indirizzata al responsabile dell’ufficio Cup/ticket, con la quale si disponeva fino a nuove comunicazioni, di sospendere le prenotazioni ambulatoriali di Oculistica per rinviarle a data da destinarsi. Col passare dei mesi, le proteste sono fioccate e lo scorso 22 ottobre, quando il direttore generale Ida Grossi si portò in ospedale per consegnare la nuova Fiat Panda il sindacalista della Cgil Lillo Polito spiattellò uno dopo l’alto i tantissimi problemi che travagliano l’ospedale, a cominciare appunto dalla sospensione del servizio di Oculistica Dopo le proteste del sindacalista della Cgil, il dott. Raffaele Elia direttore del distretto, rese noto che il servizio sarebbe ripartito lo scorso 3 novembre, data poi slittata al 10 per la concomitanza dello sciopero nazionale del Nursind. Il 10 novembre quindi il servizio riprese puntualmente ma gli interventi vennero interrotti a seguito del guasto di un apparecchio. Da allora il servizio non è stato più ripristinato e ieri la Cgil ha fatto sentire di nuovo la sua voce: “Incontreremo il sindaco Calà per coinvolgerlo in questa nuova vertenza a difesa del nostro ospedale. Abbiamo già incontrato il direttore sanitario Marcella Santino che ci ha più volte rassicurati circa l’imminente riapertura del servizio di Oculistica attivato a seguito di una dura battaglia sindacale, dal prof Virgilio. Francamente continuiamo a non capire né perché ci fu l’interruzione a giugno, né il perdurare di tale stato di fatto. Noi chiediamo con forza che il servizio venga riattivato per dare ai pazienti del Vallone di poter essere operati in loco. Le nostre strade disastrate infatti, provocano una fuga di pazienti non già verso l’ospedale di Caltanissetta difficoltosa da raggiungere, ma verso Agrigento. Chiediamo anche l’apertura di ambulatorio per i pazienti ammalati di Alzheimer e l’attivazione del servizio di videolaparoscopia com’era stato annunciato in pompa magna oltre un mese fa. Infine –conclude la Cgil- considerato che il nostro ospedale è rimasto con 66 posti letto, chiediamo che venga coperto l’organico previsto: il 4° ortopedico, gli anestesisti, gli internisti di Medicina, i pediatri, perché dal prossimo anno saranno i numeri a prodotti a decretare il mantenimento in vita dell’ospedale e noi non vogliamo continuare a subire passivamente questo stato di fatto che penalizza il nostro ospedale e tutti gli utenti del Vallone.

171 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Movida con danneggiamenti

Movida con danneggiamenti

cestino in mezzo alla stradaMUSSOMELI – La movida del sabato sera per alcuni adolescenti si traduce in bagordi, disturbi alla quiete pubblica e danneggiamenti. Già nei giorni scorsi infatti, i cassonetti dei rifiuti collocati in via Madonna di Fatima, dove insistono una scuola elementare e la casa di riposo “Padre Calà”, sono stati più volte scaraventati per terra ed agli operai dell’Ato ambiente il mattino dopo è toccato rimetterli a posto e raccogliere i rifiuti sparpagliati un po’ ovunque. Sabato notte i buontemponi non hanno trovato di meglio che spostare dal marciapiede dov’era collocato, un pesante contenitore portarifiuti in ghisa, e collocarlo in mezzo alla strada. Lo hanno praticamente trascinato di peso e piazzato nel mezzo tra il parcheggio riservato ai diversamente abili e la fermata dell’autobus scolastico. “Per fortuna stavolta non l’hanno rotto come già avvenuto in passato” ci ha detto un residente, ed infatti il contenitore è stato visibilmente riparato. “Si tratta di alcuni ragazzi –ha continuato il residente- che per divertirsi non trovano niente di meglio da fare che prendersela coi beni pubblici, ma anche disturbare in piena notte le suore. Infatti scavalcano la recinsione, entrano nel perimetro interno della Casa di riposo e suonano alle porte. Stavolta se la sono presa col contenitore portarifiuti”. Un modo discutibile insomma di trascorrere le ore della notturna movida, con la speranza che nessuno si faccia mai veramente male. Infatti, il contenitore come già detto è pesantissimo, e a schiacciarsi un piede o una mano, basta poco specie quando i sensi non sono proprio del tutto lucidissimi. E certo sarebbe il caso di prendere adeguate contromisure.

903 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ortopedico nisseno condannato per 50 euro

Ortopedico nisseno condannato per 50 euro

tribunalecaltanissettaCALTANISSETTA - Il Tribunale di Caltanissetta, accogliendo la richiesta della Procura, ha condannato per peculato a 2 anni l’ortopedico di San Cataldo R.A.. Il professionista, in servizio all’ospedale “Umberto I” di Enna, non avrebbe versato la quota dovuta all’Asp ennese per una visita effettuata nel suo studio privato di Caltanissetta, così come previsto dalla legge. Nel caso in questione si tratterebbe di una somma di circa 50 euro..

658 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Gossip su una donna, la vittima: “Mai fatto un video porno, vittima solo di  cattiverie”

Gossip su una donna, la vittima: “Mai fatto un video porno, vittima solo di cattiverie”

gossipMUSSOMELI – Si è ritrovata, suo malgrado, in un vortice di pettegolezzi da quando, la settimana scorsa,  qualcuno l’ha additata come la protagonista di un breve  video porno in cui una coppia consumava un rapporto orale e che è stato oggetto di scambi attraverso programmi di messaggistica e condivisione di files,   alimentando il chiacchiericcio che si è presto diffuso in paese.

Spiega la vittima, una donna mussomelese 30enne  che, in esclusiva, ha deciso di parlare con Castello Incantato: “Non capisco per quale scellerata ragione qualcuno, evidentemente in malafede, abbia messo in giro queste voci, dato che dal filmato in questione si evince chiaramente che non sono assolutamente io, basta zoommare il volto della ragazza per rendersi conto che si tratta di una persona diversa che, peraltro, presenta fattezze e peso corporeo inequivocabilmente diversi dai miei.  

Ho deciso di sporgere denuncia, affinchè, il o i colpevoli non restino impuniti. Ho motivo di credere che il video, della durata di 18 secondi, sia stato girato da persone non italiane.

Come mai – continua la donna -non c’è l’audio? Forse qualcuno l’ha tolto ad arte per nascondere la nazionalità dei protagonisti?

Altro che video hard! Io lavoro onestamente, mi prendo cura della  famiglia e non permetto a nessuno di insinuare dubbi sulla mia moralità.Ora chi ha contribuito a diffondere il video, associandolo alla mia persona, attraverso l’invio e la condivisione dovrà pagarne le conseguenze.

Posso guardare a testa alta tutti, io sono sempre stata e continuerò ad essere una persona onesta e lavoratrice. Lo stesso non possono fare coloro che hanno provato a diffamarmi e creare  del male, gratuitamente,  a me e alle persone che mi vogliono bene”. 

 

5.935 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…Via l’antenna Telecom dal Centro Urbano

12 dicembre 2009

SANYO DIGITAL CAMERAMUSSOMELI -  Con una lettera indirizzata  al Ministero delle comunicazioni, alla Telecom Italia di Milano, Enel di Roma, al Sindaco di Mussomeli, al Presidente del Consiglio Comunale, al Presidente della Provincia Regionale, al Direttore Generale dell’ASP, all’Assessore Regionale alla Sanità, all’Assessore del Territorio e Ambiente della Sicilia, è stata inoltrata  una petizione popolare, sottoscritta da diversi cittadini, con cui ...

Leggi tutto

5 anni fa…Nasce il “Tennis club Mussomeli”

08 dicembre 2009

Ass tennistica mussomelMUSSOMELI- Gli amanti mussomelesi. della racchetta hanno deciso di unirsi. Nasce, infatti,la nuova associazione denominata “Tennis Club Mussomeli”. Questa avrà come scopo quello  praticare e propagandare l’attività sportiva del Tennis,  la sua divulgazione. “Intento- spiegano i soci fondatori-  di questa associazione, è indirizzare tutti i bambini e i giovani alla pratica di questo sport seguiti da maestri professionisti. La ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro