VigroAINA
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Cronaca

L’IIS Mussomeli – Campofranco, Ex Hodierna, la scuola per investire nel proprio futuro

L’IIS Mussomeli – Campofranco, Ex Hodierna, la scuola per investire nel proprio futuro

Hodierna IMG_4707MUSSOMELI – In tempi di crisi, quali sono quelli che stiamo vivendo, entrare prima nel mondo del lavoro diventa fondamentale, quasi una necessità. L’acquisizione di un diploma che consente di non affrontare ulteriori anni di università, diventa un’ottima alternativa. Gli istituti tecnici e professionali offrono tutto ciò. Oggi i profili lavorativi più richiesti dal mercato del lavoro, non solo in Italia ma anche all’estero, sono quelli che offre l’IIS Mussomeli-Campofranco in cui è attiva una variegata offerta formativa che va dal settore Amministrazione (ex Ragioneria) a quello della Costruzione Ambiente e Territorio (ex Geometra) dall’Industria ed Artigianato (ex Professionale) a quello Socio- sanitario. Tale offerta contempla inoltre la possibilità, a chi ha particolari esigenze e a tutti quelli che non hanno avuto la possibilità di completare gli studi, di conseguire il diploma attraverso la frequenza di corsi serali. Se il mondo del lavoro cerca tecnici specializzati l’IIS Mussomeli e Campofranco, attraverso lo studio teorico, la pratica nei laboratori e gli stage in azienda, prepara al meglio sia per l’inserimento immediato nel mondo del lavoro che per il proseguimento negli studi universitari in qualsiasi facoltà. “Da un articolo pubblicato sulla pagina de “LA SICILIA” del 15 dicembre 2014 – dicono dalla scuola – il nostro Istituto, secondo un’indagine eseguita dalla fondazione Agnelli attraverso il progetto “Eduscopio”, che aiuta i giovani a scegliere le scuole migliori dopo un confronto rigoroso in base a diversi parametri,.è risultato tra i cinque migliori Istituti Tecnici della Sicilia. Questa l’offerta formativa dell’IIS:

AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, (EX RAGIONERIA,) con tre indirizzi:

  • (INDIRIZZO GENERALE (CORSO DIURNO E SERALE)
  • SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI
  • TURISMO

COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO CORSO DIURNO E SERALE (EX GEOMETRA)

INDUSTRIA E ARTIGIANATO

  • MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA
  • QUALIFICA REGIONALE TRIENNALE “OPERATORE MECCANICO

SERVIZI SOCIO-SANITARI

La dirigente dell’IIS Mussomeli-Campofranco Prof.ssa Carmen Campo sottolinea che “ i diplomi dell’istruzione tecnica e professionale permetteranno agli studenti di:

– Possedere le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per rispondere efficacemente alle richieste del mondo del lavoro

– Continuare gli studi in qualsiasi facoltà universitaria

– Acquisire una solida identità culturale di carattere scientifico, tecnologico ed operativo, in linea con le indicazioni dell’Unione Europea ed anche, nell’Istituto

Professionale (Campofranco), una qualifica regionale triennale di “Operatore meccanico” per un rapidissimo accesso al mondo del lavoro. “

Dice ancora la dirigente – “La finalità ultima degli istituti tecnici e professionali è quella di offrire un tipo di studi che coniuga la formazione generale, nell’ambito umanistico e scientifico, con quella specialistica di settore (insegnamenti teorici e pratici nell’area tecnica e tecnologica) che è strettamente collegato all’innovazione, all’informatica e al mondo del lavoro, e si concretizza attraverso stage, tirocini formativi e alternanza scuola lavoro. Nella nostra scuola si sono formate generazioni di qualificati tecnici, imprenditori e professionisti ed ancora oggi attraverso pratiche e strumenti laboratoriali, di cui la nostra scuola è ben fornita, gli studenti si preparano ad affrontare con successo il mondo del lavoro o gli studi universitari” .

296 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, CulturaComments (0)

Scassinata porta CUP in ospedale

Scassinata porta CUP in ospedale

ospedaleMUSSOMELI – Scassinata la porta del CUP/Ticket (Centro Unico Prenotazione) all’ospedale “Maria Immacolata-Longo” dove ieri mattina, allertati dal vice direttore di presidio Francesco Sorge, sono arrivati i carabinieri per i rilievi del caso. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un reale tentativo di furto o di un atto vandalico, di fatto quando l’altro ieri mattina i dipendenti ospedalieri che gestiscono tale servizio si sono portati sul luogo di lavoro, hanno trovato la porta dell’ufficio forzata. Gli uffici del CUP sono ubicati al primo piano dell’ospedale, a due passi dalla cappella e di fronte al servizio di Ecografia. Chiunque sia stato avrà quindi approfittato del fine settimana quando in quella zona, specie di notte non c’è nessuno e non essendo dotata neppure di telecamere a circuito interno, ha avuto vita facile nel forzare la porta (non è di genere blindato) e quindi introdursi all’interno dove per altro, è custodita la cassaforte con gli incassi dell’ufficio ticket, anch’esso lì ubicato. Ufficio che comunque provvede pressoché giornalmente a depositare gli introiti sul conto corrente dell’Asp. In altri termini, in cassaforte si custodiscono sempre somme esigue, in questo caso l’incasso dei ticket di sabato. Tuttavia la cassaforte non è stata toccata né tantomeno sono stati asportati computer o altro materiale ivi custodito, ma soltanto delle placche allocate nel vano superiore della porta. Forse insomma, chiunque sia stato, temendo la presenza di allarmi, avrà lasciato perdere il gesto criminoso che aveva in mente. Oppure sarà stato disturbato dall’arrivo imprevisto di qualcuno. In mattinata la porta è stata riparata e l’attività è proseguita come di consueto. Tuttavia si ripropone il tema sempre attuale della sicurezza in ospedale dove nel tempo si sono registrati furti di computer e perfino, diversi anni addietro, di una statua a mezzobusto della Madonna ubicata nella cappella e, più di recente, di furti in danno di autovetture di personale ospedaliero e parenti di degenti, parcheggiati nei cortili interni del “Maria Immacolata-Longo”.

615 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Alberi tagliati in ospedale polemiche e sospensioni

Alberi tagliati in ospedale polemiche e sospensioni

taglio alberiMUSSOMELI –   Il rumore delle motoseghe in funzione ha allertato ieri mattina parte del personale ospedaliero in servizio al grosso pino inclinato e pino seccoPronto Soccorso e zone limitrofe. Una rapida occhiata all’esterno e quindi la brutta sorpresa: due operai regolarmente autorizzati dall’ufficio tecnico dell’Asp, come poi è stato appurato, stavano tagliando dei floridi e alti sempreverdi, vecchi di una quarantina d’anni. Alle proteste dei dipendenti increduli, gli operai si sono subito fermati (ma già due sempreverdi erano stati irrimediabilmente mutilati), e quindi a seguito di rapido consulto telefonico tra Direzione sanitaria locale e uffici dell’Asp, è venuto fuori che in quella zona è prevista la realizzazione di una piazzola in calcestruzzo dove verranno posizionate le nuove riserve di ossigeno a servizio dell’ospedale. Sennonché gli alberi si trovano nel perimetro esterno di tale area e non in posizione tale da arrecare fastidio. Quindi? Ancora consulti ed alla fine sembra che siano stati i vigili del fuoco del comando provinciale a richiedere l’abbattimento degli alberi in questione per questioni di sicurezza. Possibile? Forse. Nell’incertezza ieri mattina il taglio è stato sospeso in attesa di fare chiarezza e tentare di salvare almeno gli altri due sempreverdi ancora in piedi, coniugando la sicurezza richiesta col loro mantenimento in vita. “Questi alberi –ha commentato Lillo Polito pini inclinati in ospedale sui cortili internisindacalista della Cgil- hanno la stessa età dell’ospedale e per circa quarant’anni non sono stati disturbati, stamattina invece qualcuno li ha disturbati e in parte li ha pure abbattuti. Non so come stanno le cose, ma credo che si possa trovare un punto di incontro per salvarli degli alberi che rappresentano la vita, così come nel nostro ospedale si fa di tutto per salvare le vite”. Per altro, gli stessi operai che ieri mattina hanno dimostrato buon senso fermandosi subito alle prime proteste, hanno notato che nel perimetro dell’ospedale vi sono ben altri alberi certo più pericolosi tra cui un alto pino che sta seccando ed accanto, un altro poderoso sempreverde parecchio inclinato e quindi a rischio crollo (se dovesse caricarsi di neve). A questo si aggiunga che anche nella cinta superiore dell’ospedale, diversi pini sono stati fatti crescere senza i tutori e quindi sono pressoché tutti in buona parte inclinati proprio verso i cortili interni del perimetro ospedaliero dove si parcheggiano le autovetture. Anche quei sempreverdi andrebbero alleggeriti ad evitare in futuro pericolosi crolli.

429 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Via Madonna di Fatima: spostato pannello affissioni funebri

Via Madonna di Fatima: spostato pannello affissioni funebri

CASSONETTI SISTEMATI 2MUSSOMELI – Finalmente è stato spostato il pannello murario delle affissioni funebri di Via Madonna di Fatima, attualmente collocato all’altezza dell’ingresso delle scuole elementari. Il pannello è stato spostato nel sottostante muro della Casa di Riposdo Padre Calà. Infatti, ieri mattina di buon’ora, personale ed operai dell’Ufficio tecnico comunale, hanno provveduto a spostare il pannello che da tanto tempo ha suscitato mugugni e persino vibrate proteste dei familiari di defunti, specialmente quando i cassonetti risultavano stracolmi di rifiuti e, addirittura, buttati a terra, con uno spettacolo davvero irriguardoso ed offensivo alla memoria dei propri cari scomparsi. Lamentele che finivano ciclicamente sulla stampa e rimaste sempre irrisolte. E’ stato sufficiente il post sul profilo FB di Francesco (Ciccio) Amico a richiamare gli amministratori comunali per risolvere il problema. Così aveva scritto lo scorso 19 gennaio 2016 alle ore 9,32: “Da due anni, i cittadini, tramite i giornali, chiedono di spostare i cassonetti di via Madonna di Fatima per evitare che gli avvisi funebri dei propri cari morti stessero in mezzo all’immondizia. Se è difficile spostare i cassonetti, allora, spostiamo la bacheca in luogo più decente e più visibile, i nostri cari morti vi ringraziano”. Ciccio Amico così ha concluso il suo post: “Per le spese e il lavoro posso pensarci io, senza nessun aggravio finanziario per le cassa comunali. Fatemi sapere”.  Ieri mattina, sembra che tutto sia stato risolto, e i ringraziamenti di Ciccio Amico al Sindaco Catania non si sono fatti attendere. Infatti, ieri a mezzogiorno Altro post e foto sul profilo di Amico annunciava: “La bacheca degli avvisi funebri che da diverso tempo stava vicino ai cassonetti in mezzo alla immondizia, è stata spostata nella stessa via Madonna di Fatima. Problema risolto. Grazie Sindaco per la sensibilità dimostrata.”

634 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Verso il carnevale 2016… con pista di pattinaggio  su ghiaccio

Verso il carnevale 2016… con pista di pattinaggio su ghiaccio

PattinaggioMUSSOMELI –  Pista di pattinaggio con istruttori su ghiaccio ecologico sintetico in Piazza Caltanissetta, messa in funzione mercoledì scorso, su cui i bambini hanno potuto divertirsi col pattini e col casco in testa. Una pista ben visibile al centro dell’attenzione che nel periodo circoscritto, dal 27 gennaio fino al 9 febbraio, potrà regalare emozioni e divertimento. Nei giorni 6 -7 – 8 -9 febbraio è previsto pattinaggio in maschera. C’è sempre una prima volta per sperimentare sul proprio territorio i diversi momenti ludici, e l’assessore Seby Lo Conte, assieme alla Pro Loco, hanno pensato alle giornate di carnevale, facendo arrivare una pista di pattinaggio su ghiaccio ecologico sintetico.

579 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CronacaComments (0)

Mussomeli, «raffica» di furti in abitazione

Mussomeli, «raffica» di furti in abitazione

FurtiMUSSOMELI – Tornano i ladri nelle abitazioni.

E tornano i furti rapidi messi a segno con la stessa tecnica:i malviventi approfittano della momentanea assenza dei padroni di casa, usciti da poco per andare a lasciare i figli a scuola o per compiere delle commissioni.

Stavolta, obiettivo dei “soliti ignoti”, la famiglia di un operaio, di mezza età, A. S.. L’azione è avvenuta martedì mattina in un’abitazione unifamiliare nelle vicinanze della scuola media. Probabilmente i ladri si sono introdotti a casa tra le 8,30 e le 9. Appena entrati, in pochissimi minuti, i “predoni” hanno cercato oggetti preziosi e soldi. Alla fine sono riusciti ad impossessarsi di banconote per il valore di 1000 euro.

Come detto un’azione rapidissima;pochi minuti necessari ai “topi d’appartamento” per forzare la porta e introdursi all’interno dell’immobile. Al rientro, attorno alle 9, l’inquilina della casa si è subito accorta del passaggio di sconosciuti. Qualcuno infatti aveva rovistato nelle stanze dell’appartamento.

Da una ricerca più approfondita è emerso che a mancare erano circa 1000 euro. A questo punto le vittime del raid si sono subito rivolte ai carabinieri della locale Stazione. Ai militari il compito di indagare e di ricercare i colpevoli. Importante è raccogliere le informazioni, relative a persone sospette;attivitàutilissimaapoterconsegnare alla Giustizia i malviventi. La zona in cui si è consumato i lreato si trova in un’area di mattina molto frequentata, considerato che si trova a pochi passi dalla scuola media di via Concetto Marchesi. Non è il primo caso:sono numerosi gli episodi di ladri d’appartamento che utilizzano tale rapida e scaltra tecnica.

Soprattutto il martedì, giornodedicato al mercato settimanale e quindi il momento in cui le massaie con quasi certezza lasciano la propria abitazione

3.164 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ieri sera al cineteatro Manfredi momento di riflessione giornata della memoria 27 gennaio

Ieri sera al cineteatro Manfredi momento di riflessione giornata della memoria 27 gennaio

Giornata memoria 27012016 2   MUSSOMELI – Hanno partecipato, presso il cineteatro Manfredi di Mussomeli, alla celebrazione del “Giorno della memoria” , sia il sindaco Catania , alcuni amministratori di Mussomeli, il vice sindaco di Sutera Pino Landro e i dirigenti scolastici Salvatore Vaccaro, Alessandra Camerota e, in rappresentanza della prof. Carmela Campo dell’ex Hodierna, la prof. Enza Luvaro. Presenti il comandante la stazione CC. Lorenzo Chiatante e Roberta Lanzalaco dell’Arcistrauss e, fra gli altri, alcuni volontari della Misericordia. Ha presenziato anche il novantaseienne Calogero Giardina che, con la sua presenza ha inteso testimoniare quel periodo tristissimo della Guerra, vissuto direttamente. In sala, alunni e genitori. Ognuno ha espresso il suo pensiero, la sua riflessione in ordine a quella immane tragedia: “ perchè gli errori del passato siano un monito per il presente e per il futuro”.A seguire, la proiezione del Film  “La vita è bella” IL VIDEO

712 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Dolore e rassegnazione per la chiusura del convento dei “monaci francescani”: le interviste

Dolore e rassegnazione per la chiusura del convento dei “monaci francescani”: le interviste

Chiesa San FrancescoMUSSOMELI – Una dolorosa rassegnazione serpeggia tra la cittadinanza e seppure qualche garibaldino propone di rivolgersi direttamente al Vaticano per chiedere la revoca della soppressione del convento di San Francesco, in tanti da domenica si stringono in un ideale e silente abbraccio attorno ai due frati qui rimasti e che tra qualche mese dovranno andare via, il Padre Guardiano fra’ Antonio Caruso e l’anziano fra’ Luigi Sapia che giusto a dicembre, festeggiò il suo cinquantesimo di sacerdozio alla presenza del vescovo Mario Russotto e del ministro provinciale Giambattista Spoto. Si è aperto insomma all’insegna delle pessime notizie questo 2016 a Mussomeli con l’arrivo venerdì scorso del decreto emesso dal Minister Generalis Ordinis Fratrum Minorium Convetualium ed a firma del 119° successore di San Francesco, fra’ Marco Tasca. Fra’ Antonio, oltre che in ospedale (dov’è cappellano) e dalle suore della casa di riposo “Padre Calà”, ha dato lettura del decreto anche domenica nella chiesa di San Francesco, a conclusione dell’affollata messa vespertina. E la notizia è divampata in tutta la sua dirompente portata, seppure Padre Antoniofinora nessuna reazione ufficiale si registra in merito. Questo il testo letto: “Con questo decreto in forza della mia autorità di Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, in esecuzione delle mozioni del Capitolo provinciale straordinario 26-28 gennaio 2015, avendo valutato con cura la richiesta del Ministro provinciale della Provincia di Sicilia Italia, delle Sante Agata e Lucia (prot. N 295 e n. 595 2015), con il consenso del Definitorio generale ottenuto durante la sessione del 18 dicembre 2015, secondo le norme delle Costituzioni del nostro ordine, con il presente decreto che il Convento di San Francesco dell’Immacolata in Mussomeli, è soppresso a partire dal 30 giugno 2016”. Il decreto porta la data del 23 dicembre (certo un bel regalo di Natale per Mussomeli!) ed oltre che dal ministro generale fra’ Marco Tasca, è firmato anche dal segretario generale fra’ Vincenzo Marcoli. Invero questo giornale, già lo scorso 18 dicembre proprio in occasione del Giubileo di fra’ Luigi Sapia aveva anticipato come il rischio chiusura fosse non solo concreto ma anche imminente e non più derogato a settembre 2017. Voci non confermate ma neppure smentite e che puntualmente si sono rivelate in tutta la loro dirompente brutalità che vedrà scomparire mezzo millennio di storia francescana in città. Per altro esattamente un anno fa, anche l’allora sindaco Salvatore Calà che certo non era un fervente cattolico scrisse un’accorata lettera al Ministro Generale ed a quello Provinciale. Dopo avere espresso la sua preoccupazione, Calà aggiungeva: “L’eventuale abbandono della terra di Manfredi da parte dei Frati Conventuali sarebbe un autentico terremoto che andrebbe a turbare tutta la comunità che, da sempre, ha voluto un gran bene ai religiosi che hanno rappresentato un sicuro punto di riferimento del territorio per la stima e la fiducia che hanno sempre riscosso dalla gente. E’ innegabile che i Frati Conventuali di Sicilia, a Mussomeli, hanno scritto belle pagine di storia, in quanto il convento di Mussomeli nel lontano passato è stato anche sede di probandato per ragazzi chiamati alla vita religiosa e sacerdotale. Il loro operato è eccellente, la loro gioia è contagiosa, la loro disponibilità così piena che mette in difficoltà tutti”. Il sindaco concludeva la sua lunga lettera pregando i frati “di vagliare e valutare con il cuore ogni eventuale decisione di chiusura dì questo convento”. Tutto inutile.

676 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SocietàComments (0)

Studenti dell’ex Hodierna oggi in teleconferenza con la sede del “Sole 24 Ore”

Studenti dell’ex Hodierna oggi in teleconferenza con la sede del “Sole 24 Ore”

carmela_campo-300x199MUSSOMELI – Così come lo scorso anno anche quest’anno grazie al dott. Salvatore Dilena, presidente dell’ordine dei dottori commercialisti della provincia di Caltanissetta, oggi  28 gennaio 2016, gli alunni dell’ IIS Mussomeli-Campofranco parteciperanno in teleconferenza al “Telefisco 2016”. Un convegno annuale promosso dal “Sole 24 Ore”, giunto alla 25esima edizione, che grazie anche alla rubrica “L’’esperto risponde”, passerà al setaccio tutte le novità fiscali del 2016,
un anno molto significativo sotto il profilo delle norme tributarie introdotte dai provvedimenti degli ultimi mesi: dalla legge di Stabilità alle Semplificazioni fiscali. Gli esperti del Sole 24 Ore attraverso i loro approfondimenti daranno a tutti i partecipanti la possibilità di usufruire di un aggiornamento tecnico preciso e puntuale che consentirà agli operatori del settore di agire nel loro lavoro con più consapevolezza. Il convegno è rivolto agli iscritti all’ordine dei dottori commercialisti e agli esperti contabili, ma è aperto a tutti i professionisti, quadri, dirigenti e funzionari della PA di tutto il Vallone interessati alle applicazioni operative della nuova legge Finanziaria . Anche quest’anno la partecipazione all’evento da parte degli alunni costituirà un momento educativo importante e sarà riportata nel documento di classe come momento di incontro tra scuola e territorio, incontro che sarà reso ancora più saldo e collaborativo grazie al progetto di “Alternanza scuola-lavoro” per il quale è stato siglato un protocollo di intesa tra la dirigente dell’IIS Mussomeli-Campofranco prof.ssa Carmen Campo e lo stesso presidente dell’ordine dei dottori commercialisti, dott. Salvatore Dilena, che vedrà gli alunni del triennio mettere in pratica gli insegnamenti teorici delle discipline professionalizzanti presso imprese e studi di professionisti, per un totale di 80 ore per le terze e di 40 ore per le quarte e quinte.
A seguire il programma della teleconferenza in streaming da Milano:

25° CONVEGNO DE L’ESPERTO RISPONDE
LE NOVITÀ PER LE IMPRESE E I PROFESSIONISTI
Giovedì, 28 gennaio 2016 dalle ore 9.15 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30

PROGRAMMA
INTERVENGONO
Donatella Treu – Amministratore Delegato Gruppo 24 ORE
Roberto Napoletano – Direttore de Il Sole 24 ORE
Rossella Orlandi – Direttore Agenzia delle Entrate
Gerardo Longobardi – Presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili
Luigi Casero – Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze
Enrico Zanetti – Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze
RELAZIONI
Le novità 2016 sull’Iva: la gestione delle note di variazione, il reverse charge e le semplificazioni dichiarative
Benedetto Santacroce
L’assegnazione dei beni ai soci e le altre norme agevolative
Primo Ceppellini
Perdite su crediti, spese di rappresentanza, transfer pricing interno, interessi passivi: le novità
Luca Miele
Super ammortamenti, operazioni straordinarie, affrancamenti: che cosa cambia per le imprese
Roberto Lugano
Il patent box: le agevolazioni per i beni immateriali
Luca Gaiani
Fiscalità internazionale: le novità dai costi black list alle stabili organizzazioni
Marco Piazza
Le novità per i bilanci: Dlgs 139/15, nuovi Oic e criteri di valutazione
Franco Roscini Vitali
Il nuovo regime del minimi, le novità in agricoltura e gli imbullonati
Gian Paolo Tosoni
Come cambia il prelievo sugli immobili
Angelo Busani
La Certificazione unica dei redditi, il modello precompilato e le novità negli altri modelli dichiarativi
Gian Paolo Ranocchi
La riforma delle sanzioni amministrative e penali e le novità della riscossione
Antonio Iorio
L’abuso del diritto e le novità sui termini per l’accertamento
Dario Deotto
Le novità per interpelli e contenzioso
Raffaele Rizzardi
Risposta ai quesiti da parte degli Esperti dell’Agenzia delle Entrate

158 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Ripristinata cartellonistica abbattuta in Via della Regione

Ripristinata cartellonistica abbattuta in Via della Regione

Via Regione, 2MUSSOMELI – Sarebbe il caso di dire che “chi rompe paga” ma nel caso che stiamo trattando, invece, chi ha causato Via Regione 1involontariamente guasti nel territorio, tempestivamente, è intervenuto, in maniera diretta e personale, come qualcuno ha detto, a sistemare ogni cosa. Stiamo parlando di quel malfunzionamento di freni del mezzo che, in movimento nella ripida discesa di Via della Regione, si era violentemente imbattuto sul muro sottostante la palestra comunale di via Madonna di Fatima, provocando la caduta del pannello pubblicitario, il buco nel muro, e lo spostamento di pietra lavica sopra il marciapiede. Adesso, tutto è stato ripristinato e sistemato, dando dimostrazione, così, di alto senso civico verso il bene comune.

261 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…Truffe online, prosciugato il conto di una donna mussomelese

24 novembre 2010

MUSSOMELI – Attenzione alle truffe telematiche. E’ successo anche nel nostro territorio.  Negli ultimi mesi,  un utente postale al femminile   ha trovato la sgradita sorpresa di avere avuto alleggerito tutto il suo credito risultante nella carta prepagata postapay. Infatti, mentre stava controllando, su internet, il saldo, non ha creduto ai suoi occhi quando ha visto operazioni che avevano azzerato la ...

Leggi tutto

5 anni fa…Il Banco di Sicilia si fonde con Unicredit. Al via la riorganizzazione degli sportelli nel Vallone

02 novembre 2010

MUSSOMELI - Da ieri il Banco di Sicilia è diventata ufficialmente Unicredit, attraverso la fusione dell’istituto bancario con altre sei società, e anche per gli sportelli del Vallone sono state introdotte delle novità significative dal punto di vista organizzativo. Le agenzie di Mussomeli, Vallelunga, Villalba, Marianopoli, Campofranco e Sutera da ieri sono passate lo gestione all’interno di ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro