viaggio
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

 

monticelli

 

 

 

Divinity

 

 

 

 

consiglio cartolibreria

 

 

Archivio | Attualità

Castello e centro storico set di un film  con l’attore Lazzaro

Castello e centro storico set di un film con l’attore Lazzaro

MUSSOMELI -  Visita a sorpresa domenica e lunedì del noto attore Salvatore Lazzaro che ha dato il volto a Binnu Provenzano nello sceneggiato tivù “Il capo dei capi” e più di recente è stato protagonista di “Squadra antimafia-Palermo oggi”.L’attore nativo di Bronte (Catania), ha trascorso due a Mussomeli e dintorni (ha anche pernottato), ed ha effettuato dei sopralluoghi sia al castello sia nel centro storico che potrebbero diventare set privilegiati per un film di produzione internazionale (certo già il Brasile), con un cast d’eccezione  Ne dà conferma l’assessore al Turismo Enzo Nucera che dice: “Domenica mattina è arrivato a Mussomeli Salvatore Lazzaro che ha intenzione di realizzare un film tecnico-scientifico nella nostra cittadina. Ho avuto un contatto tramite Tania Costanzo, una nostra giovane concittadina che ha fornito i miei recapiti a Salvo Lazzaro che si è messo quindi in comunicazione con me. Lui è venuto a Mussomeli accompagnato da tre componenti dello staff. Erano circa le 11.30 di domenica e li abbiamo guidati sia nel nostro castello, ma anche in molte altre location del centro storico dove Lazzaro vuole fare degli studi per programmare il film che ha in mente. Ovviamente –continua l’assessore- non s’è voluto sbilanciare molto sulla trama, ma ha detto che si tratta di una produzione importante. Mussomeli quindi diventerà set di questo film tecnico-scientifico, e sia il castello che il centro storico che ha molto apprezzato, in particolare la zona di Sant’Enrico e di Terravecchia, faranno da ottimale scenografia. Le riprese dovrebbero cominciare a settembre, quando la luce sarà migliore per le scene da girare. Per altro –conclude l’assessore Nucera- Lazzaro mi ha parlato di un cast assai corposo che dovrebbe pernottare per circa tre mesi a Mussomeli durante le riprese, il che significherebbe implementare il nostro indotto economico oltre che, a film ultimato, avere un grandioso ritorno di immagine per la nostra città”. Insomma la città di Mussomeli che già in passato è stato teatro di film, potrebbe trasformarsi per alcuni mesi in un autentico set cinematografico. Di Mussomeli per altro è originario anche un altro noto attore di calibro internazionale, ovvero Vincent Riotta che nel “Il capo dei capi” interpretò Masino Buscetta. Ci ha quindi confermato Salvo Lazzaro: “Mussomeli al pari di altri centri si presta bene come location per un film innovativo che riparta dal sud e lo racconti ai nostri giorni, per togliersi di dosso quella patina di negatività che lo circonda. Ho molto ammirato il vostro castello, il vecchio ospedale, il centro storico. Sono stato anche alla diga di Castronovo di Sicilia. Tornerò nei prossimi mesi, credo già a giugno per definire altri aspetti tecnici e procedere quindi con questo progetto che ha già superato la fase embrionale”.

2.490 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

Apparizioni paranormali al Castello, il racconto di una testimone

Apparizioni paranormali al Castello, il racconto di una testimone

MUSSOMELI – Edifici inesistenti che si materializzano e scompaiono improvvisamente. E’ questo uno dei tanti fenomeni enigmatici che si sarebbero manifestati a Mussomeli. Nonostante la ritrosia delle persone a raccontare fatti, all’apparenza inspiegabili, questa settimana vi parlerò di una storia che ha dell’incredibile. Siamo nel 1958, due amici (nella foto a sinistra) in una sera d’estate decidono di battezzare l’auto appena acquistata, facendosi un giro nei paraggi del castello. La coppia rimane in panne a 5 km di distanza dal maniero. I familiari, tre donne residenti in una abitazione di campagna poco distante, preoccupate per il mancato ritorno degli uomini a bordo della vettura, decidono in tarda serata di mettersi sulle tracce dei due, incamminandosi lungo il viale che costeggia il castello. Ed è proprio qui che le tre donne vedono una folta e lussureggiante vegetazione, laddove oggi sorge un boschetto, dirimpetto al vecchio lavatoio comunale. Su un’altura, dove tuttora non esiste edificio alcuno, appare una grande e signorile casa (foto in basso a destra. Le signore atterrite dal fenomeno, ritornarono senza proferir parola a casa. Qui iniziano a piangere, incredule dell’accaduto che li ha viste protagoniste. L’unica testimone ancora vivente, una signora oggi 75enne, ricordando l’episodio mi ha confessato: “Rivivo quei momenti con trepidazione, ricordando questo fatto come se fosse accaduto ieri. E’ singolare che tre persone abbiano visto lo stesso palazzo, nel medesimo punto. Ancora oggi non so darmi una spiegazione”. Questa è una delle tante storie, impregnate di aspetti incomprensibili per la ragione umana, che le persone affermano essere accadute nelle nostre zone. Fenomeni paranormali, allucinazioni collettive o quarta dimensione? Alla prossima,

Athal Wolf*

*pseudonimo di un  nostro collaboratore che si occupa di fenomeni misteriosi

2.277 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

Presentazione a Brescia del libro di prete villalbese

Presentazione a Brescia del libro di prete villalbese

VILLALBA – “Il Circolo Arci Colori e Sapori” e “Noi Siamo Chiesa” di Brescia venerdì sera 3 maggio presenteranno il libro del prete di origine villalbese Paolo Farinella “Habemus Papam – La leggenda del Papa che abolì il Vaticano” (Gabrielli Editori) presso la Casa Del Popolo Colori e Sapori nel quartiere di Brescia Urago Mella in via Risorgimento. Il libro possiede una curiosità profetica perché, come è avvenuto nella realtà, il Papa eletto nella finzione del libro ha scelto il nome di Francesco. Il romanzo storico-teologico di don Farinella evoca con forza un papato modellato sulla figura di Francesco d’Assisi e si affaccia in un periodo aspro e delicato per la Chiesa cattolica e per l’intero tessuto sociale. Un libro che affascina e cattura, scaldando il cuore e ravvivando nella mente le belle speranze e le grandi utopie di chi, ancora e sempre, crede nella possibilità di esserci, di contare e di cambiare. Durante la presentazione ci saranno gli interventi di Don Paolo Farinella, autore del libro, biblista, scrittore e parroco a Genova; di Don Fabio Corazzina, parroco della chiesa di S. Maria In Silva; e di Michelangelo Ventura portavoce del Movimento “Noi Siamo Chiesa” di Brescia.

343 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

Corso socio-politico: ancora qualche incontro

Corso socio-politico: ancora qualche incontro

MUSSOMELI – Continua a grandi passi il corso di formazione socio-politico, promosso dalla diocesi di Caltanissetta. Infatti, sabato scorso, gli iscritti al predetto corso hanno tenuto un incontro, presieduto dal dott. Stefano Vitello, responsabile diocesano del Corso, dove sono state discusse le relazioni dei singoli gruppi sui seguenti autori: R. Murri, L. Sturzo, A. De Gasperi, G. Dossetti, I. Giordani, A. Grandi, G. La Pira, G. Lazzati. Un relatore per  gruppo ha evidenziato non solo il contesto storico ma soprattutto il loro progetto politico-sociale, la spiritualità, il loro modo di pensare e di agire nella promozione del bene comune e l’impegno costante per cambiare la società, tralasciando l’interesse personale. A conclusione degli interventi, il dott. Vitello ha fatto una sintesi ed evidenziato tutto ciò che è in comune ai vari autori e che, come semplificazione, è rappresentato in questo schema: “Ogni politico deve avere chiaro:ilk rispetto della dignità della persona, in quanto tale, tendere al bene comune, e agire spinto dalla solidarietà. Per realizzare ciò necessitano quattro cose: credo, coerenza, concretezza e competenza. Il politico cristiano deve avere in più: carità, preghiera e santità”. Va ricordato che alcuni giorni prima i corsisti avevano partecipato alla conferenza di Mons. Mario Russotto, in merito a questo corso che si sta svolgendo a Mussomeli e a Caltanissetta.

613 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Volontari approvano bilancio 2012 Misericordia

Volontari approvano bilancio 2012 Misericordia

MUSSOMELI – Sabato sera, si è tenuta la riunione annuale degli iscritti della Misericordia di Mussomeli, presso la sala dei Rettori del Santuario, gentilmente messi a disposizione dal padre Correttore don Ignazio Carrubba. Un appuntamento serale, durante il quale la dirigenza ha presentato all’assemblea il bilancio consuntivo della gestione del 2012 con cui il sodalizio ha assicurato il suo ininterrotto servizio nel campo del trasporto sanitario programmato, dando così risposte al territorio. Un servizio di volontariato datato 1987 che rappresenta per la comunità mussomelese un fiore all’occhiello. Nella relazione sono stati evidenziati gli oltre 300 servizi prestati dai volontari coi mezzi di soccorso ed altrettanti per l’accompagnamento degli anziani per disbrigo incombenze personali e visite mediche. Parole di ringraziamento sono state espresse nei confronti dei volontari attivi che hanno assicurato lo svolgimento delle attività. Per il corrente anno sono stati programmati altri corsi di formazione nel campo sanitario e l’attività di volontariato sarà continuata e sviluppata anche nel campo dell’assistenza agli anziani con progetti di servizio civile. In programma imminenti gite sociali in occasione di sagre locali anche perché sollecitate. Sia Il bilancio consuntivo 2012, che chiude quasi a pareggio, e il bilancio preventivo2013, sia le relazioni del Governatore e dei revisori dei conti sono state approvate per acclamazioni.

407 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

LA LETTERA 11  DI DON  SALVATORE  CALLARI

LA LETTERA 11 DI DON SALVATORE CALLARI

CARISSIMI AMICI, non credo di poter dire che siete molti, ma spero di potere affermare  che siete “ buoni”  o addirittura  “ i migliori “. Ebbene, con quanti ci incontriamo in questa pagina telematica, divido la riflessione sulla Domenica  quinta di Pasqua. Mi ispiro solamente  al vangelo della liturgia, un breve tratto di S. Giovanni. Assai breve ma di grande rilevanza per la nostra vita cristiana. Gesù nel cenacolo, traboccante tenerissimo affetto per i suoi, – potremmo pensare anche – preso da sincera e profonda commozione, lascia  il suo testamento, il distintivo più chiaro e convincente della appartenenza a Lui. “ Figlioli, vi do un comandamento nuovo: amatevi come io vi ho amato; da  questo  conosceranno che siete miei discepoli”. E’ tanto facile, fare un commento a queste espressioni, ed è anche tanto difficile.  Difficile nel senso che si rischia di incontrare un senso di “ fastidio “  o di “ superflua insistenza” su questo argomento, conosciuto e …  logorato dalle   “parole di commento “. Può verificarsi, forse, questa inopportuna ipotesi; però se riflettiamo con serenità e senza vana pretesa, potremmo spegnere i sensi di … contestazione, per constatare  che qualche ragione, per insistere sull’argomento c’è. Siamo sicuri di averlo sempre osservato questo comandamento nuovo ?  Che il nostro prossimo è composto  dai nostri fratelli ?  O non piuttosto ci ha dominato l’egoismo, l’indifferenza o la sterile consolazione che ci fa dire : “ io non faccio del male al mio fratello”, dimenticando che l’amore non deve contentarsi di “ non fare del male” ma “deve fare “ il bene. Un amore “fattivo” , un amore visibile che ci fa riconoscere agli occhi degli altri. Del resto S. Agostino, pare che risponda a questa possibile ambiguità, dicendo .”  Non  parlate di amore al vostro fratello”… E’ una chiara  svalutazione delle “parole- chiacchiere”  che tentando di illudere gli altri, riescono a ingannare anche chi “predilige “ le parole  soltanto:

Ma il Santo continua e chiude in maniera categorica : “ Non parlate … ma  amatelo”.

In questo sta la nostra credibilità di cristiani autentici. E’ necessario spogliarsi della presunzione di vivere nella convinzione che il nostro comportamento sia irreprensibile. Talvolta è … una verità esterna. Nel nostro intimo, invece, c’è molto da cambiare. Nella sincerità.  Gesù  aggiungeva : “ come io vi ho amato”. Non vorremo dubitare che Gesù… mentisse e che le sue parole erano …. di facciata ! Un caro saluto a tutti gli amici . P. Callari

229 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Fotografia: aperte le iscrizioni al corso base organizzato dalla PhotoValley

Fotografia: aperte le iscrizioni al corso base organizzato dalla PhotoValley

MUSSOMELI – Altra iniziativa nel campo della fotografia. Dopo il successo della prima edizione, anche quest’anno l’attiva Associazione Culturale PhotoValley, di cui è presidente Tonino Catania, ha deciso di organizzare il “Corso di Fotografia – Livello Base”. Ben 8 incontri, per un totale di 16 ore, che si terranno a partire dal prossimo 3 maggio presso la sede dell’associazione, all’interno dei locali del Chiostro San Domenico, dalle 20:00 alle 22:00. “Non si tratta soltanto di lezioni teoriche. – spiega il presidente Catania – come sperimentato con ottimi risultati lo scorso anno, creeremo delle occasioni ah hoc in cui i partecipanti dovranno mettere a frutto quanto appreso in aula, attraverso esercitazioni pratiche e workshop in esterno. Un metodo “didattico” per rafforzare le loro conoscenze e sciogliere ulteriormente qualsiasi dubbio in materia di fotografia. Anche stavolta poi è previsto almeno un incontro con un esperto del settore, al fine di suscitare maggiormente l’interesse verso tecniche specifiche e svelare qualche trucchetto che potrebbe tornare utile quando si ha tra le mani una macchina fotografica.”
Il corso è pensato sia per chi è a digiuno sui sugli aspetti tecnici ed espressivi della fotografia, sia per chi vuole approfondirla come “linguaggio”, e lo dimostrano dagli argomenti che saranno oggetto di discussione: concetti base della fotografia, conoscenza dei fattori essenziali per una corretta esposizione con prove pratiche, messa a fuoco e profondità di campo, impostazioni parametri e funzioni della fotocamera prima della scatto, composizione fotografica e le sue regole, cenni sulla post-produzione.
Per maggiori informazioni e iscrizioni basta inviare una e-mail a info@photovalley.it o un messaggio sulla pagina facebook dell’associazione https://www.facebook.com/photovalley.mussomeli. Sito web www.photovalley.it.

425 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

La segnalazione del maestro Giuseppe Scarlata di Villalba

La segnalazione del maestro Giuseppe Scarlata di Villalba

VILLALBA – Dopo il nostro articolo sul tetto floreale dello scrittore, giornalista e politico di fama internazionale Michele Pantaleone, qualche villalbese ancora non accetta la memoria, né tanto meno il passato di Pantaleone e ne propone le proprie critiche. Infatti, dopo l’uscita dell’articolo che ha riscosso numeroso interesse, è arrivata la segnalazione del 31enne Maestro Giuseppe Scarlata dai toni un po’ stizziti, e in cui si legge: “Considerando che ultimamente sul vostro sito di informazione si possono leggere messaggi agresti, (vedi articolo su vegetazione casa di Pantaleone), volevo segnalarvi che a Villalba vi sono altre 2 case le quali la vegetazione non fiorisce solo in un periodo ma vi è tutto l’anno. Addirittura ve ne è una dove spunta un albero di fico con relativi frutti, e piante di fico d’india come si vede nelle foto allegate. E in un altra, dove vi è parcheggiata l’autoambulanza, perennemente e ricca di arbusti tipici della macchia mediterranea.” La nota inoltre prosegue: “Si tratta di case disabitate da molto più tempo di quella di Pantaleone, unica cosa che non hanno in comune è che i proprietari non sono politici, né hanno scritto libri, né hanno lottato contro i propri padri.” Se per “propri padri” si riconosce in modo generico, vago, diretto e indiretto, una o più figure coinvolte nella malavita organizzata e non organizzata vivente e non, questo noi non lo sappiamo, ma chi vi scrive si dissocia nel modo più categorico a definire dei mafiosi “padri” di una soltanto, o di qualsiasi altra comunità interessata dal fenomeno criminale. Infine, per evitare il perpetuarsi di polemiche inutili, volte più alla propria visibilità che all’uso della ragione, prendiamo atto di questa segnalazione e ci appelliamo al buonsenso e alla tolleranza di tutti i lettori per l’estinzione sul nascere di tutte le azioni litigiose e di divisione fine a se stesse.

832 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Acquaviva, nuova sede Fratres in Piazza Plado Mosca (video)

Acquaviva, nuova sede Fratres in Piazza Plado Mosca (video)

ACQUAVIVA PLTANI- Nuovo impulso, da domenica sera, con l’inaugurazione della nuova sede della Fratres e con la recente elezione del nuovo direttivo che ha visto il ritorno e la riconferma nella carica di presidente del donatore Lillo Vaccaro. Lo stesso dovrà spendersi per la rivitalizzazione del gruppo, da qualche anno cacciatosi in situazione di stallo. Un ritorno, dunque, per rilanciare una struttura che il prossimo 14 maggio festeggerà i 30 anni di presenza nel territorio. Va subito detto che i lavori della recente Assemblea dei donatori e la successiva riunione del Consiglio direttivo hanno scaturito e definito nomine e incarichi con l’assegnazione del ruolo di Vice Presidente a Giuseppina Ingrao, segretario Paola Genco, cassiere Salvatore Insalaco, Capogruppo Fabiana Castiglione, consiglieri Rita Insalaco e Mario La Rocca. assistente ecclesiastico don Francesco Novara e Medico del Gruppo dott. Giuseppe Orlando. E’ bene sottolineare che, nella mattinata di domenica scorsa, operatori del Centro Trasfusionale di Caltanissetta hanno sostato nella piccola cittadina per incontrare ventidue donatori di sangue per le previste analisi; adempimenti preliminari questi, necessari per la successiva donazione di sangue, dopo i controlli sanitari. Intanto, domenica sera, presenti il sindaco Salvatore Caruso, il Presidente del Consiglio, Loreto D’Anna, il Consiglio direttivo della Fratres, l’arciprete don Francesco Novara e cittadini comuni si sono dati appuntamento nella Piazza Plado Mosca. L’iniziale intervento del Sindaco Caruso, quello dell’Arciprete Novara ed il successivo breve intervento del Capogruppo Fratres Fabiana Castiglione hanno richiamato l’attenzione dei presenti sulla preziosa donazione del sangue, sulla collaborazione da non fare mancare alla Fratres, che necessita di nuova linfa e maggiore impegno. Al taglio del nastro, ad opera del Presidente Lillo Vaccaro e della segretaria della Fratres Paola Genco, insieme al sindaco di Acquaviva Pltani Salvatore Caruso, è seguita la benedizione dei locali, La distribuzione dell’opuscoletto della Fratres ai presenti ed il brindisi finale hanno concluso i festeggiamenti.

1.237 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

A Voi La Parola: “Napolitano e il futuro Governo” (VIDEO)

A Voi La Parola: “Napolitano e il futuro Governo” (VIDEO)

MUSSOMELI - Nella seconda edizione della rubrica  “A Voi La Parola”, abbiamo sondato i pareri dei cittadini sul “Napolitano bis” e la stabilità del futuro governo che andrà a formarsi, chiedendo anche se ritengono probaile un ritorno alle urne. I sentimenti e i sentori dei cittadini sono vari:  approvazione, rabbia, disillusione, rassegnazione. IL VIDEO:

1.522 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande attesa per la proiezione del film della Passione di Cristo 2009 questa sera

23 aprile 2009

MUSSOMELI - E’ un Salvatore Giardina entusiasta, quello che si concede ai giornalisti parlando del passato, del presente ma soprattutto del futuro. Lui non è certo il tipo che si tira indietro quando il gioco comincia a diventare duro, lui che tanto ha dato, lui che tanto ha voluto che anche nel 2009 si realizzasse la messa in scena della ...

Leggi tutto

Sei mussomelesi modelle per la campagna di Toscani

17 aprile 2009

MUSSOMELI- La campagna contro la violenza verso le donne avrà il volto di sei bellissime ragazze mussomelesi. Ieri mattina, lo staff del “Progetto Terremoto”, per conto del fotografo Oliviero Toscani, nella veste di assessore alla Creatività del Comune di Salemi, ha fatto tappa nella “Città di Manfredi” per scegliere le testimonial dell’iniziativa. Dopo una prima selezione, le sei “fortunate” sono ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

VIGRO

 

 

Divinity

 

 

 

 

consiglio cartolibreria

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro