altissimo destra
politica1
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

consiglio

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Attualità

Immediata risposta assessore regionale  a studente Ettore Di Vita

Immediata risposta assessore regionale a studente Ettore Di Vita

VILLALBA – Dopo la lettera aperta dello studente Ettore Di Vita all’Assessore Regionale all’Istruzione e alla Formazione Nelli Scilabra su di chi ricadrà la competenza dei trasporti per i disabili dopo l’abolizione delle province arriva la risposta. “Preliminarmente ti ringrazio – scrive l’Assessore Nelli Scilabra – per la segnalazione riguardante i disservizi che si stanno verificando nella provincia di Caltanissetta relativi ai trasporti degli allievi disabili, e con la presente ti rassicuro circa la particolare attenzione con cui seguirò le vicende segnalatemi, al fine di assicurare nel breve tempo l’avvio a soluzione delle problematiche a cui hai fatto riferimento nella tua lettera, evidenziandoti che tali questioni assumono speciale rilievo nella mia azione politica quotidiana.” “Infine, tengo a rassicurarti – conclude l’Assessore Nelli Scilabra – che con il nuovo anno, le funzioni attualmente di competenza delle Province Regionali, verranno prese in carico comunque dalle nuove istituzioni locali che nelle nuove forme la legge vorrà istituire. Anche in questo caso mi impegno sin da adesso a seguire che le problematiche evidenziatemi saranno avviate a soluzione in breve tempo.”

647 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

Bompensiere ha celebrato la festa del Santo Patrono

Bompensiere ha celebrato la festa del Santo Patrono

BOMPENSIERE –  (di Giusy Cino) La tradizione settembrina assegna alla quarta domenica del mese la festa del santo Patrono: il  SS,Crocifisso.  Ed è stata proprio domenica scorsa  la ricorrenza di tale festività paesana, assai sentita dai bompensierini e che ha visto la partecipazione sia  nei momenti liturgici in chiesa, che devozionali durante la processione,  accompagnata anche dalla Confraternita. Proprio lungo il percorso, durante la sosta del simulacro, ad alcuni devoti  è sembrato che il volto del Crocifisso fosse bagnato e questa circostanza avrebbe richiamato l’attenzione di altri devoti, prolungando appunto la sosta, ma che successivamente, però, si sarebbero resi conto trattarsi di effetto ottico, stante la lucentezza della statua. Intanto nell’ambito delle tradizioni locali, va detto che la vigilia è stata caratterizzata dalla  sagra del pizzetto, che ricorda i tempi in cui si aspettava, appunto, questa festa, per deliziare il palato con questo tipico gelato(FOTO  A FIANCO). Una tradizione che resiste nel tempo. Come anche si perpetua nel tempo il rosario al S.S.Crocifisso recitato in dialetto:

RUSARIU A LU SANTISSIMU CRUCIFISSU

“ Cu voli grazij, cunsigli e favuri Issi a lu Crucifissu a lu Naduri Ca c’è un dulcissimu Signuri Ca teni apìarti li so’ cinqu chiaj Li teni apìarti pi cu bisùagnu n’havi. Cuncidìtila a mia, durci Signuri, la grazia ca vi vìagnu   ‘addumannari; Salvi ,Gesù Crucifissu, ca li grazij ni cunciditi spissu; cunciditili a tutti l’uri, Crucifissu, pi nostr’amuri. Ittàmmuni a li so’ pedi Ca la grazia ni cuncedi; sìamu miseri piccaturi. Misericordia Signuri”.

617 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

Decennale sacerdozio Arciprete don Francesco Novara

Decennale sacerdozio Arciprete don Francesco Novara

ACQUAVIVA PLATANI – Comunità parrocchiale in festa, venerdì scorso, per il 10° anniversario di sacerdozio di Don Francesco Novara. Ordinato 10 anni fa ma ad Acquaviva da soli 2 anni. Una sorpresa per il giovane arciprete, allorquando ha potuto leggere quanto era scritto sullo striscione augurale rivolto alla sua persona, che i collaboratori parrocchiali di buon mattino hanno appeso di fronte alle sue finestre: ” Guidaci sempre sulla strada verso Dio! Auguri Don Francesco”. Festeggiamenti che hanno avuto il momento più significativo, quando la sera c’è stata la celebrazione eucaristica a cui ha partecipato l’acquavivese Padre Liborio Franzù, Erano presenti il sindaco Salvatore Caruso, le Forze dell’ordine, i familiari del parroco festeggiato, il coro parrocchiale che ha animato la liturgia e gran parte della comunità che ha anche contribuito alla realizzazione della festa stessa. Nell’omelia Don Francesco ha evidenziato che :”i sacerdoti sono consacrati per offrire un servizio, e non per spadroneggiare sul popolo; hanno la responsabilità della formazione dal punto di vista pastorale e, in questo ministero di collaborazione con il vescovo, sono impegnati a rappresentare Gesù Cristo, che prescinde dalla bravura, dalla bellezza, dall’età, perché è il sacramento dell’Ordine stesso che gli permette di rappresentare Gesù Cristo con grande responsabilità e umiltà”. Il parroco ha poi aggiunto che “la ricorrenza odierna non mette al centro dell’attenzione solo il festeggiato ma è un’occasione per mettere in evidenza il dono del sacerdozio ministeriale che permette ai sacerdoti stessi di essere, a loro volta, un dono per le comunità: senza sacerdozio non c’è eucaristia, non ci sono sacramenti, non c’è Chiesa”. Padre Francesco ha concluso dicendo “di offrire la nostra vita e il nostro cuore per il bene di tutta la Chiesa; pastore e gregge che siano una sola cosa, come il Figlio di Dio Gesù Cristo e il Padre sono una sola cosa”. E’ seguito il momento di fraternità, durante il quale, nell’oratorio parrocchiale, è stato proiettato un video dei 10 anni di vita sacerdotale ed in particolare, dei due anni trascorsi ad Acquaviva. Un pensiero augurale è stato letto da una componente del consiglio pastorale, a nome dell’intera comunità, esortando il parroco a seguire la sua linea nella conversione della comunità stessa nonostante i suoi limiti. Sono poi intervenuti il sindaco il quale ha gli ha fatto dono di un’ icona d’argento con la Madonna e Gesù bambino , la lettura di una poesia in siciliano e la consegna dei regali offerti dalla comunità. Alla fine, Padre Francesco è apparso assai emozionato ed ha voluto ringraziare la comunità per l’affetto dimostratogli in questo giorno di festa. Il successivo taglio e l’assaggio della torta, offerta ai presenti, ha fatto da cornice ad un evento che, per i credenti, è stato un inno al sacerdozio

893 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

Ettore Di Vita all’Assessore Regionale Scilabra: “A chi la gestione del trasporto disabili dopo l’abolizione delle provincie?”

Ettore Di Vita all’Assessore Regionale Scilabra: “A chi la gestione del trasporto disabili dopo l’abolizione delle provincie?”

VILLALBA – Lo studente Ettore Di Vita scrive all’Assessore Regionale all’Istruzione e alla Formazione Nelli Scilabra chiedendo di saperne di più su quale Ente ricadrà la gestione del trasporto dei disabili presso gli istituti scolastici dopo l’1 gennaio 2014, giorno prestabilito della soppressione delle province in Sicilia. “Durante questi primi giorni di scuola – scrive Di Vita – nella Provincia di Caltanissetta si è verificato un fatto grave: non è partito in tempo il servizio di trasporto dei disabili nelle loro scuole, una cosa a dir poco scandalosa, che va al di là di uno stato civile come penso l’Italia sia. Come può immaginare il disagio per i ragazzi, in particolar modo per coloro che sono dei paesini, è stato grande. Ora dopo una settimana dall’apertura delle scuole il commissario straordinario della Provincia Regionale Raffaele Sirico ha detto: ‘Il servizio sarà assicurato a partire dal prossimo primo ottobre, ma si farà di tutto per anticiparne gli effetti anche prima’. Nel contempo ha spiegato che ‘il ritardo è stato dovuto esclusivamente alla necessità di avere certezza del quadro finanziario in base al quale l’Ente deve operare’. Per i genitori degli studenti disabili, però, la soluzione del problema è soltanto momentanea perché sarebbe limitata al periodo sino a fine anno quando le Province saranno soppresse. Quindi con questa mia lettera voglio richiamare la sua attenzione su questo fatto e le chiedo informazioni su quale Ente ricadrà la gestione di questo importantissimo servizio dopo il 1° Gennaio 2014 quando le Province non esisteranno più.” “Penso – conclude Di Vita – che questo problema non sia soltanto della Provincia Regionale di Caltanissetta ma di tutte le Province della Regione Sicilia. Tutti insieme dobbiamo pretendere soluzioni rapide ed efficaci, e non solo per il trasporto dei disabili”,

577 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

Spettacolo Rondo Siciliano a Vallelunga

Spettacolo Rondo Siciliano a Vallelunga

VALLELUNGA – Esibizione veramente piacevole quella che domenica sera è stata performata dal gruppo Rondo Siciliano insieme al Coro polifonico don Milani. Il gruppo composto da Michele Caruana, Fabio Palmeri, Gessica La Verde e Raul Perna e affiancato dal Coro polifonico don Milani  formato da circa 60 coristi, e accompagnato da un‘orchestra di circa 20 elementi sotto la  direzione dal Maestro Rosario Randazzo si prefigge l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni alla scoperta del repertorio classico con l’uso di arrangiamenti in chiave moderna e l’utilizzo di nuove tecnologie musicali. Un esperimento artistico tra musica classica e pop-rock che a giudicare dall’affluenza di pubblico presente in piazza dalla prima all’ultima nota sembrerebbe ben riuscito.

692 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

Riapre la palestra Comunale a Marianopoli

Riapre la palestra Comunale a Marianopoli

MARIANOPOLI – Riaprono i battenti della palestra comunale. Dopo la pausa estiva, ieri l’Assessore allo Sport Maria Tumminaro ha firmato l’affidamento della palestra comunale all’istruttore Dott. Riccardo Bancheri di San Cataldo. Rispetto alla stagione scorsa nessun cambiamento: stesse quote di iscrizione e stessi orari d’attività. Per l’Amministrazione è un altro importante obiettivo raggiunto.  Una grande soddisfazione che consentirà di potere  continuare ad offrire  a tutta la cittadinanza un servizio importante come la “Ginnastica Correttiva” a costi veramente contenuti e alla portata di tutti con un Istruttore qualificato che nei mesi scorsi ha dato prova della sua grande competenza, serietà ed affidabilità. Per tre giorni la settimana  la palestra sarà aperta a tutti con solo 20 euro al mese e 25 nel caso di corsi specialistici. “Anche per quest’anno – osserva l’Assessore Tumminaro – si evita a molti cittadini di doversi  iscrivere a Caltanissetta o in altri centri con grande risparmio di tempo e di denaro, ma soprattutto si dà la possibilità alle persone  meno abbienti di poter usufruire di un servizio  ormai  diventato importante per la cura del proprio corpo. Oltre all’apertura della Palestra comunale, a breve, l’Amministrazione  darà il via alla ‘Scuola Calcio’ per i ragazzi  fino alla terza media. Sarà un ulteriore servizio sportivo che darà la possibilità agli adolescenti  di occupare il tempo libero in attività salutari  e moralmente apprezzabili. Lo sport non è solo cultura fisica ma anche un modo educativo per allontanare i ragazzi dalle devianze e dalle troppe  insidie negative della strada.”

354 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

“Cerco/offro lavoro a Mussomeli e dintorni”: pagina facebook

“Cerco/offro lavoro a Mussomeli e dintorni”: pagina facebook

MUSSOMELI – Non sempre Facebook , a detta di alcuni, sembra essere un social deleterio e inutile. Se usato bene può anche essere uno strumento utilissimo: non solo per trovare vecchi amici o parenti lontani. Infatti, c’è chi ha pensato a Mussomeli di “usare” il celebre sociale network “in blu e bianco” per cercare di aiutare i propri concittadini (e coloro che abitano nei paesi limitrofi) a trovare un lavoro nel Vallone. A tal fine, infatti, è stata creata una Pagina Facebook, chiamata “Cerco/offro lavoro a Mussomeli e dintorni” (raggiungibile all’indirizzo https://www.facebook.com/pages/Cercooffro-lavoro-a-Mussomeli-e-dintorni/511162892311820 o, semplicemente, digitando il nome della pagina) in cui gli aspiranti lavoratori possono inviare i loro curricula e specificare, eventualmente, se c’è un settore lavorativo preferito. Per contro le aziende possono sfruttare le pagine per cercare lavoratori. Le richieste di lavoratori e datori possono essere fatte pubblicamente (e quindi visibili a tutti) o in privato tramite messaggio agli amministratori della Pagina, i quali s’impegnano a “far incontrare” le esigenze di chi offre e domanda lavoro. Passare da “Cerco/offro lavoro a Mussomeli e dintorni” è un modo per non impantanarsi nella burocrazia e nei limiti selettivi (e non solo) dei Centri per l’impiego (ex Uffici di Collocamento) ed è anche uno strumento del tutto gratuito rispetto alle famose “Agenzie per il lavoro”. Perché il servizio è gratuito? Lo spiegano gli stessi amministratori in un post sulla pagina: “Semplicemente perché vogliamo dare il nostro modestissimo contributo in questo momento di crisi a chi cerca un lavoro e a quelle ditte che non riescono a trovare lavoratori adeguati. Noi vi forniremo i contatti di ditte e lavoratori in base alle Vs richieste. Poi sarete voi a mettervi in contatto diretto. Il nostro servizio si limita ad offrire questa pagina e il nostro tempo, nella speranza di farvi cosa gradita! Chi vuole può anche postare offerte di lavoro viste in giro su internet o sulla stampa, possibilmente nelle zone limitrofe”. I fautori dell’iniziativa fanno sapere che “In sole 48 ore dall’attivazione della pagina, sono già arrivati agli amministratori 4 curricula di giovani in cerca di lavoro”.

1.444 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Stasera Toti e Totino e i Sugarsound a Vallelunga

Stasera Toti e Totino e i Sugarsound a Vallelunga

VALLELUNGA – Stasera lo spettacolo conclusivo dei festeggiamenti in onore della Madonna di Loreto prevede l’esibizione live in piazza Umberto dei Sugarsound, band tributo a Zucchero, che proporrà i migliori brani del bluesman italiano e in conclusione lo spettacolo di cabaret di Toti e Totino, i comici provenienti dalla scuderia del programma televisivo “Insieme, condotto da Salvo la Rosa. Al termine della serata si procederà all’estrazione dei biglietti vincenti.

595 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

Festa liturgica di Padre Pio: Messe nella chiesa di San Giovanni

Festa liturgica di Padre Pio: Messe nella chiesa di San Giovanni

MUSSOMELI -Oggi, festa liturgica del frate Cappuccino Padre Pio da Pietrelcina, Santo contemporaneo proclamato dalla Chiesa. Un Santo popolare, ovunque venerato, a cui si chiede l’intercessione delle grazie. Anche a Mussomeli è venerata l’immagine di Padre Pio nella parrocchia di San Giovanni Battista, dove sono previste la celebrazione di due messe, la prima alle 17,30 e la seconda alle 18,30. Subito dopo, per la via del quartiere, è programmata una breve processione penitenziale, coordinata dal parroco Padre Ignazio Carrubba

731 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

“SOTTO IL TEREBINTO”    (di Don Salvatore Callari)

“SOTTO IL TEREBINTO” (di Don Salvatore Callari)

PROCURATEVI AMICI CON LA DISONESTA RICCHEZZA !  Il Vangelo di questa domenica è un po’ imbarazzante. C’è il rischio, assai concreto, di interpretarlo in maniera sbagliata. Credo che ci possa turbare l’espressione di Gesù : “ il padrone lodò quel amministratore disonesto” E’ bene ricordare, brevissimamente la parabola. Un ricco signore ; molti beni da amministrare; il suo delegato li sciupava in modo fraudolento. Costretto, alle dimissioni, prima di lasciare il posto, con molta scaltrezza, prese degli accordi con i creditori, a danno del suo padrone, per trovare accoglienza presso di loro, ed essere aiutato nelle sue necessità. L’operazione fatta fu intelligente. Il padrone riconobbe la sua abilità ed ebbe parole di elogio. E’ terribile la tentazione di pensare che, all’occorrenza, sia consentito ricorrere a metodi anche scorretti per cavarsi dai guai. Purché si agisca con furbizia, anche truffando, anche rubando, anche ingannando. Ma è chiaro che Gesù non poteva farsi promotore di simili nefandezze e tutto il suo insegnamento va in tutt’altra direzione. E allora ? Gesù fa rilevare che gli uomini ingiusti, criminali, truffaldini, le trovano tutte per raggiungere il loro scopo, e invece, “i figli della luce “, i buoni cristiani, onesti e di buon nome, non sanno darsi da fare per ottenere la salvezza, per testimoniare la propria fede, per osservare le regole del Regno di Dio. Sono indolenti, privi di sincero interesse per la vita eterna, per mantenersi fedeli ai propri impegni cristiani. L’ostacolo più grave può essere la ricchezza. Tanto più se è “disonesta”, cioè ottenuta con mezzi e metodi ingiusti, frutto di palesi ingiustizie e di furti.

Ma anche il possesso di beni legittimamente raggiunto, può diventare una palla al piede che impedisce un agevole cammino di vita cristiana. Essere legati eccessivamente a “ mammona”, cioè “ il dio denaro”, non consente di servire dignitosamente Dio con l’ossequio di obbedienza al suo volere, e non permette di vedere le necessità dei fratelli più bisognosi, ai quali, appunto perché “ in possesso di beni materiali”, si può venire incontro con spirito di carità cristiana. Se si riconosce che si fa parte della comunità, è doveroso aiutare quei membri della comunità che sono meno fortunati.

195 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa…Nasce museo a Campofranco grazie alle elargizioni della famiglia Lucchese

30 ottobre 2009

NicastroLuccheseSalati 20050326CAMPOFRANCO - Un mecenate d’altri tempi, disinteressato alla fama ma attratto dalla bellezza generata dalla storia. Vocato ad un passato mitico che ha concepito idee, che ha formato uomini e che ha fabbricato arte. Un patrocinatore avveduto e prezioso, grazie al quale uno sperduto paesino dell’entroterra Nisseno può partecipare al processo dell’estasi visiva. Può respirare cultura all’interno di un piccolo ...

Leggi tutto

5 anni fa…Padre Taffaro saluta i fedeli. Domenica “l’addio” dopo 20 anni di rettorato

29 ottobre 2009

Cambio Madonna dei Miracoli2MUSSOMELI -  Domenica scorsa, nella messa domenicale pomeridiana del Santuario Maria SS. dei Miracoli, le realtà ecclesiali annesse al Santuario come l’omonima confraternita, la congregazione di San Vincenzo Ferreri ed il Terz’ordine domenicano, si sono stretti attorno all’uscente Rettore Padre Salvatore Taffaro, che per oltre un ventennio ha servito il Santuario diocesano. Sono state invitate, nella loro ufficialità, ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro