AINA
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Attualità

Scuola dell’Infanzia “Avv. La Rizza”  non chiude: attiva anche  nel mese di luglio

Scuola dell’Infanzia “Avv. La Rizza” non chiude: attiva anche nel mese di luglio

 

SANYO DIGITAL CAMERAMUSSOMELI – La Scuola dell’Infanzia paritaria “Avv. La Rizza”, ubicata di fronte la scuola elementare di Via Madonna di Fatima, non chiude, anzi, riapre a luglio per agevolare i coniugi, impegnati, ambedue, in attività lavorative, per l’assistenza dei propri pargoli. Il servizio scolastico, poi, continuerà a settembre, come da consuetudine. Intanto, la responsabile nonché direttrice della scuola “Avv.La Rizza”, Suor Maria Pace, attraverso la nostra pagina di giornale, desidera informare le famiglie che esattamente dal prossimo 3 luglio fino al 31 luglio la Scuola dell’Infanzia rimarrà aperta, compresa di mensa completa con il seguente orario: dalle 8 alle ore 13. Chiarisce, poi, che, dopo la pausa di Agosto, la scuola riprenderà a settembre con l’orario che va dalle 8,00 alle 14,30 e sono previste grandi novità al riguardo ed orari flessibili. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi all’insegnante Rina Diliberto (3396230120)

527 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Convenzione CRI – Asp Caltanissetta

Convenzione CRI – Asp Caltanissetta

DSCN0034MUSSOMELI – Nella tarda mattinata di oggi conferenza stampa, sulla convenzione CRI – Asp Caltanissetta, da parte del direttore sanitario dott. Alfonso Cirrone  Cipolla. E così, dopo 36 anni di perseverante attività a favore del territorio locale da parte del benemerito gruppo donatori di sangue “Fratres”, è arrivata, quasi in punta di piedi, col suo “plotone”, la Croce Rossa Italiana, assente, appunto, da Mussomeli per tutto questo tempo pregresso, durante il quale la Fratres, nell’autentico spirito del volontariato cristiano, è stato a fianco del sofferente, spendendo le proprie migliori energie a suo sostegno. Da stamattina, dunque, dopo l’anzidetta convenzione, quest’altro Ente sarà presente sul territorio che parlerà lo stesso linguaggio della Fratres. Quest’ultima, invitata, non era presente alla Conferenza stampa. (Il video)

1.454 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Nel solco dello Spirito (di Don Salvatore Callari)

Nel solco dello Spirito (di Don Salvatore Callari)

P.Callari 11ABBIAMO SBAGLIATO I CONTI ! … a giustificare l’espressione dovrebbe seguire una dettagliata analisi, una revisione dei conti, scoprire l’errore e rettificare. Ma non ci disponiamo ad affrontare problemi amministrativi di natura contabile. E’ una maniera per introdurci a parlare, nientemeno, di quello che è assolutamente lontano da ogni calcolo umano di tal natura. Una realtà che trascende ogni materialità e che si oppone alle categorie delle nostre scienze, anche a quella matematica.
Infatti : se procediamo con questa scienza, la somma del tre volte uno dovrebbe dare tre, e invece, è… UN SOLO DIO, pur essendo TRINITA’. Questa è la festa che celebriamo, ma non è nostra intenzione volere anche solo accennare una spiegazione dal punto di vista strettamente teologico dottrinale. E’ il punto più”aspro”, quanto alla comprensione intellettuale, per la nostra fede. E tuttavia è il mistero più essenziale. Penso che, sostanzialmente, in concreto, ci interessi l’aspetto che riguarda la nostra vita, nella espressione quotidiana, secondo le nostre reali possibilità, di azione e di comprensione. E allora diciamo: sforziamoci NON di “capire” totalmente, MA di “credere fermamente” ed amare il mistero di Dio. Dice un autore: “Non hai mai pensato che ci siano cose alle quali bisogna prima credere per poterle capire ?” Gesù che ci ha rivelato “l’esistenza della Trinità” non ha mai … preteso di “spiegare”, ma solo farci “constatare” le prove della sua esistenza. E ci ha parlato dell’Amore del Padre che manda il suo figlio; dell’amore di se stesso, capace di “donare la vita per i fratelli “; dello Spirito Santo che viene effuso nei nostri cuori e ci santifica con i suoi doni. E’ come se dicessimo: a noi deve bastare il sapere che Dio è Amore, che ci ama e cha voluto e vuole “una storia di salvezza” vissuta da tutta l’umanità. Ma dicendo delle difficoltà di “comprendere” a pieno il mistero della Trinità, non vogliamo dire che Essa sia astratta e lontana da noi. Basta fare attenzione alla Liturgia, lo strumento più autorevole e sicuro a sostegno della nostra fede, per rendersi conto che noi viviamo in un circuito vitale di comunione con Dio Trinità. Vedi il saluto di apertura delle celebrazioni liturgiche, le formule per l’amministrazione dei sacramenti , le nostre preghiere abituali che si chiudono con il Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto, le benedizioni che accompagnano le nostre vicende familiari, singole e comunitarie. In tutto questo.. è protagonista la Trinità. Vogliamo dire, in sintesi, che cosa è ? E’ un Mistero di Amore che attende una risposta. Non sarà, allora, una risposta di amore ?

179 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Ad Acquaviva Platani Corpus Domini e Breccialfiorata

Ad Acquaviva Platani Corpus Domini e Breccialfiorata

Corpus Domini Acquaviva PlataniACQUAVIVA PLATANI – Sarà ricordata ad Acquaviva Platani negli anni a venire l’edizione 2014 della secolare festa del Corpus Domini. Quest’anno infatti, i giovani volontari della parrocchia Santa Maria della Luce guidata dal parroco don Rosario Castiglione, hanno dato via alla prima edizione della Breccialfiorata del Corpus Domini. L’iniziativa patrocinata dal Comune e dall’Assemblea Regionale Siciliana, prevede l’esposizione di ben cinquanta pannelli artistici raffiguranti immagini sacre, il cui il tema ovviamente non poteva che essere il mistero del Corpus Domini. I pannelli sono stati realizzati da diversi giovani artisti locali che hanno utilizzato una particolare tecnica artistica, ovvero la breccia, che poi è stata artisticamente decorata. Le opere saranno esposte dal 20 al 22 giugno nelle vie e piazza principali di Acquaviva Platani, nell’ambito di un originale percorso artistico che prevede anche diverse manifestazioni culturali religiose. In quei tre giorni sarà anche aperto e quindi visitabile, l’originale museo dell’Emigrazione, un unicum in tutta l’area del Vallone. Questo il programma. 20 giugno: ore 8 posa dei pannelli artistici in via Vittorio Emanuele, via Umberto e Piazzale Mons. Cosimo Lanza. Alle 20 inaugurazione Breccialfiorata del Corpus Domini. Parteciperanno le autorità civili, religiose e militari; l’arciconfraternita Ss. Sacramento di Mussomeli; arciconfraternita Ss. Sacramento di Sutera; arciconfraternita di Bompensiere; Gruppo apostolato preghiera di Acquaviva Platani; Gruppo Lamentatori “Venerdì Santo” di Acquaviva Platani; coro parrocchiale. 21 giugno: visita del percorso sacro–artistico per l’intera giornata. Alle 18.30 santa messa presso la chiesa Madre. Alle 21 in Piazza Plado Mosca il concerto del Coro Polifonico di Mussomeli. 22 giugno: visita del percorso per l’intera giornata. Alle 8.30 santa messa presso l’istituto “S. Antonio”; alle 11 e alle 19 la messa presso la chiesa Madre; alle 20 la processione lungo la Via dei Santi e sosta presso gli altarini in onore di Gesù Sacramentato. A seguire i giochi pirotecnici.

636 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Anche Fratres e Misericordia di Mussomeli  dal Pontefice : “Viva il Papa” delle Misericordie d’Italia in festa

Anche Fratres e Misericordia di Mussomeli dal Pontefice : “Viva il Papa” delle Misericordie d’Italia in festa

10462783_687858931277978_907906473686575719_nMU/SSOMELI – Guidati dal presidente della Fratres Salvuccio Lamonaca e dal governatore della Misericordia Carmelo Barba, una cinquantina di volontari partiranno domattina all’alba in pullman da Mussomeli (ma molti altri hanno preferito viaggiare in aereo) per raggiungere Roma dove sabato, alle 11,30, in piazza San Pietro, insieme con tutte le altre Misericordie e gruppi donatori di sangue Fratres d’Italia, renderanno omaggio ed incontreranno Papa Francesco. I due gruppi di Mussomeli, rappresenteranno il territorio con le sue ansie e i suoi desideri ed allo scopo hanno anche fatto realizzare un megastriscione con la scritta Mussomeli. “Al Papa –dice il governatore Barba- chiederemo di aiutarci a servire meglio quanti chiedono il nostro intervento”. L’arrivo nella città eterna è previsto domani sera. Quindi il 14 giugno dopo la prima colazione, alle 10364073_719122401485933_3047539564497478626_n7.30 il trasferimento in Piazza San Pietro. Alle 9 l’ingresso in piazza dove alle 11.30 avverrà l’incontro con Papa Francesco. Domenica è prevista la partecipazione all’Angelus e seguire il pomeriggio all’insegna delle visite alle bellezze di Roma. Alle 21 partenza in pullman per ritorno a Mussomeli con arrivo previsto la mattina del lunedì. In occasione della visita dei due sodalizi religiosi a Roma, l’artista Peppe Piccica ha realizzato un bellissimo disegno ad inchiostro di china dove si vede in primo piano il volto benevolo di Papa Bergoglio e in fondo l’interno del cupolone di San Pietro. Non si esclude che se dovesse presentarsi l’occasione (i governatori della Misericordia ed i presidenti Fratres saranno vicini al Papa) che tale disegno possa essere consegnato nelle mani del Santo Padre.

462 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

Nel chiostro san Domenico performance degli alunni del Primo Comprensivo

Nel chiostro san Domenico performance degli alunni del Primo Comprensivo

filmato Istantanea 12 (11-06-2014 16-48)MUSSOMELI – La scuola è anche musica. Lo hanno dimostrato proprio gli alunni. E’ stata ritenuta una magica serata quella dello scorso 10 giugno, ultimo giorno dell’anno scolastico 2013/2014, e non solo per i quasi cento applauditissimi ragazzi del “Leonardo’s ensemble” della Scuola Media del 1° Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” di Mussomeli, diretto dal fine anno Istantanea 7 (11-06-2014 16-43)preside Salvatore Vaccaro, ma anche per tutti i genitori, corsisti adulti ed ospiti, allietati anche dal cinguettio degli uccelli, presenti al Chiostro San Domenico, storico, prezioso ed incantevole bene monumentale di Mussomeli, attiguo al Santuario della Madonna dei Miracoli. Il concerto di pianoforte, chitarra, clarinetto e tromba, oltre al basso, ha reso felici ed entusiasti tutti i genitori, oltre al dirigente scolastico, ai docenti ed ai numerosi ospiti presenti, allietati e filmato Istantanea 16 (11-06-2014 16-51)sorpresi dalla bravura dei ragazzi del corso ad indirizzo musicale, preparati e diretti dai bravissimi docenti del 1° Istituto, i proff. Lorenzo Colella (chitarra), Floriana Gallo (pianoforte), Salvatore Scibetta (tromba) e Vincenzo Barcellona (docente di educazione musicale e coordinatore del team musico-strumentale), che ha accompagnato al piano alcuni brani musicali e sostituito il prof. Giuseppe Romano (clarinetto), assente per esami all’università di Napoli. Di seguito alcuni dei brani musicali con relativi interpreti che sono stati suonati magistralmente dai ragazzi del “Leonardo’s Ensemble”: Daniele di Piazza, Sebastiano Monreale, Alessia Genco, Roberto Piccica (chitarra) “Verona” di Bill Frisel, Daniele di Piazza (chitarra) “Bourrée” di J.S.Bach, Maria Josè Maida – Mariafrancesca Savattieri (pianoforte 4 mani) “La Passeggiata”, Sara Cardinale – Ginevra Piazza – Francesca Sorce – Ilenia Spoto (pianoforte 8 fine anno stantanea 20 (11-06-2014 18-44)mani) “Piccolo cabaret”, Gessica Lanzalaco (pianoforte) “Con Grazia”, Territo Marco (pianoforte) “Racconto di Nonna”, MariaRita Aina (pianoforte) “Rigaudon”, Salvatore Del Moro (pianoforte) “Minuetto” di F.E.Bach, Genny Anzalone (pianoforte) “studio 90” di Gnesina, Davide Lo Bue (pianoforte) “Preludio” di J.S.Bach, “Au Claire” de la lune (ensemble di clarinetti), Vincenzo Puntrello-Salvatore Federico (tromba)“Tu vò fa l’americano”, Giuseppe Favata-Kevin Arganello (tromba) “Ave Maria” di Schubert, Kevin Arganello (tromba) “My fine anno Istantanea 22 (11-06-2014 18-45)Way”, Giuseppe Favata (tromba) “Caruso” di L.Dalla, nonché i brani “Love theme” di Morricone – “La vita è bella” di N. Piovani eseguiti da tutto il “Leonardo’s ensemble”. Ecco l’elenco dei ragazzi del “Leonardo’s ensemble” con relativo strumento musicale: Pianoforte: Genny Anzalone, Sara Cardinale, MariaJosè Maida, Ginevra Piazza, Mariafrancesca Savatteri, Francesca Sorce, Ilenia Spoto, Maria Rita Aina, Salvatore Del Moro, Sara Di Maria, Gessica Lanzalaco, avide Lo Bue, Giada Savattieri, Marco Territo. Chitarra: Vincenzo Giardina, Eleonora Messina, Matteo Mistretta, Manuel Nobile, Roberto Piccica, Daniele Di Piazza, Ester Di Salvo, Cettina Fasino, Alessia Genco, Sebastiano Morreale, Francesco Nucera. Clarinetto: Salvatore Alongi, Francesca Castello, Vincenzo Di Pietra, Luana Favilla, Gero Morreale, Giuseppe Murana, Giuseppe Diliberto, Enzo Di Maria, Salvatore Di Maria, Salvatore Fame, Rina Messina, Chiara Mistretta. Tromba: Kevin Arganello, Alessio Capodici, Gabriele Castiglione, Giuseppe Antonio Favata, Salvatore Federico, Vincenzo Puntrello, Giuseppe Volante. Alla fine del saggio, dopo l’intervento conclusivo del dirigente scolastico, che ha ringraziato gli intervenuti e lodato la performance dei ragazzi, sono state inaugurate le bellissime ed interessanti mostre di ceramica (corso di arte e cultura del PON G1), presenti l’esperto prof. Sammartino ed i corsisti; di ricamo (corso CBM di ricamo) presenti i corsisti adulti e l’esperta Giuseppina Catalano; di restauro (corso CBM di restauro) presenti l’esperta Josella Mingoia ed i corsisti adulti. Dopo avere illustrato brevemente i risultati raggiunti nei tre corsi per adulti, il dirigente Scolastico ha donato al rappresentante della nuova parrocchia della Trasfigurazione, Calogero Genco, un completo ricamato per messa, lavoro dei corsisti e dell’esperta del corso, nonché restituito al rettore del Santuario, Padre Ignazio Carrubba, che ha ringraziato, il quadro restaurato di Santa Rosa da Lima, lavoro effettuato dai corsisti e dall’esperta del corso. Sono stati infine premiati, con delle coppe, dal direttore della filiale della Banca San Giuseppe, Onofrio Messina, e dal Presidente del Consiglio di istituto, Massimo Spoto, alla presenza dei proff. esperti di motoria, Giovanni Ognibene e Paola Tona, le classi vincitrici dei tornei di calcio e pallavolo ed i migliori giocatori di pallavolo e calcio. La Prima A è stata premiata per il calcio e la pallavolo, la Seconda A per il calcio, la Seconda C per la pallavolo, la Terza B per il calcio, la Terza C per la pallavolo,Il miglior giocatore di calcio è stato Francesco Casella e la migliore giocatrice di pallavolo Sara Castiglione. Un particolare ringraziamento è stato rivolto, dal dirigente, anche ai genitori e adulti (Josella e Giuseppe Mingoia, Giovanni La Mattina, Maria e Michele Alongi, signora Carmela, arch. Giuseppe Spera, Carmelo Messina, ecc.), che hanno collaborato al restauro del monumento a Paolo Emiliani Giudici di Piazzetta Firenze. Hanno collaborato alla buona riuscita della serata i docenti di musica, i genitori degli alunni del corso di strumento musicale e gli operatori della Cooperativa Agave Mediterranea, che si sono occupati dell’organizzazione logistica del concerto nonchè del trasporto di tutti gli strumenti e degli impianti fonici.

1.068 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Cultura, EventiComments (0)

Nelle chiese solennità della Pentecoste con veglie di preghiera.

Nelle chiese solennità della Pentecoste con veglie di preghiera.

Gesù è il mio SignoreMUSSOMELI –Mentre la comunità credente mussomelese ha partecipato, insieme, sabato sera, nella Parrocchia di Cristo Re, alla veglia di preghiera proprio nella vigilia della Pentecoste , ieri pomeriggio, invece, giorno della solennità, il gruppo del Rinnovamento dello Spirito, la gioventù francescana, la Milizia dell’Immacolata, insomma i gruppi che fanno parte della chiesa conventuale, hanno animato la messa vespertina domenicale, preceduta anche da una veglia di preghiera, guidata dal conventuale Padre Antonio Caruso. Nell’abside, dominava una grande scritta: “Gesù è il Signore” e sull’altare sette lampade accese. Il dinamico e gioviale religioso, cappellano anche dell’Ospedale Maria Immacolata Longo, ha pregato per tutti. “Grazie Spirito Santo, per tutto ciò che tu farai nei nostri cuori, sulle le nostre famiglie, sugli ammalati, su chi è solo, sui giovani: Spirito Santo d’Amore, non ti chiediamo unità”. Una chiesa gremita ed anche partecipata.

358 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Attività di fine anno al Comprensivo “P.E.Giudici”

Attività di fine anno al Comprensivo “P.E.Giudici”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMUSSOMELI – Ricco di appuntamenti l’ultimo scorcio del mese di maggio e della prima settimana di giugno presso l’Istituto Comprensivo Paolo Emiliani Giudici, in cui la Scuola si è attivata con le varie performances finali dei progetti extracurriculari coordinati dall’insegnante Geppina Messina S.S. Infatti, nei giorni scorsi, esattamente il 28 maggio, c’è stata l’inaugurazione del progetto “Piccoli artisti”, coordinato da dai docenti Marcella Falletta e Morena Falletta e coadiuvate dai docenti realizzatori: Vita Piazza, Maria Genco e Patrizia Giovino. Realizzata una mostra ricca di prodotti e manufatti artigianali realizzati con tecniche artistiche diversi. Dunque, oggetti che raccontano la creatività e la passione di ogni alunno partecipante al progetto. Per quanto riguarda il progetto piscina va detto che si tratta di un progetto integrato tra scuola –famiglia e territorio. Infatti, una convenzione con l’Agriturismo Monticelli ha dato il via al progetto che ha coinvolto numerosi alunni della scuola primaria e della scuola secondaria dii primo grado. Docenti accompagnatori sono stati Rosalinda Tomasini e Carmelina Sanfilippo. Per l’altro progetto Free Dance docenti realizzatori sono stati Geppina Messina, Carmelina Scannella, Francesca Munì. Un progetto che, riconosciuto da tanti, da anni affascina e appassiona alunni di ogni età. “L’amicizia” era il tema del progetto di quest’anno. L’amicizia raccontata attraverso coinvolgenti balli, intercalati da canti e poesie. Presenti alla manifestazione tutti gli alunni della scuola e i genitori. Alla fine, premi per i ragazzi. Va segnalato ancora che il 5 giugno s’ è svolta una manifestazione relativa a gioco sport, organizzato dai docenti Gabriella Langela, Geppina Messina, Carmelina Scannella e Francesca Munì che ha visto impegnati gli alunni della scuola primaria. E sono stati gli alunni delle classi 1^ e 2^ primaria ad esibirsi in un mini percorso di atletica, mentre gli alunni delle classi 3^, 4^, e 5^ hanno disputato le finali di calcio a 5. Tale manifestazione ha avuto luogo presso il campetto del parco urbano “Salvatore Genco” e sono stati premiati dai dirigenti dell’Asd Mussomeli col direttore sportivo Salvatore Mancuso, l’allenatore Lucio Sapia, e i dirigenti Alfonso Piazza e Salvatore Sorce.

371 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

Nel solco dello Spirito (di don Salvatore Callari)

Nel solco dello Spirito (di don Salvatore Callari)

P.Callari 11L’URAGANO LI HA SBIGOTTITI…. Si celebra in questa domenica la Pentecoste. Una solennità grande che va in parallelo con la Pasqua, nel senso che le due feste hanno un diretto collegamento: la Pasqua segna il compimento dell’opera che Gesù è venuto a compiere sulla terra, la Pentecoste segna l’inizio della vita della Chiesa, chiamata a continuare l’opera di Gesù.
Il nome indica il tempo che va dalla Resurrezione alla festa di oggi: cinquanta giorni, così come fa rievocare il nome “ Pentecoste” Questa si celebrava anche nell’Antico Testamento, nel cinquantesimo giorno dopo la Pasqua ebraica che ricordava l’immolazione dell’agnello secondo le disposizioni di Mosè, per la liberazione dalla schiavitù d’Egitto. La Pentecoste del Nuovo Testamento ricorda la Discesa dello Spirito Santo, sugli Apostoli e la Vergine SS. che è effuso sulla Chiesa perché possa iniziare la sua missione di salvezza con l’annuncio del vangelo. Gesù aveva detto ai discepoli :
“ andate …predicate… in ogni angolo della terra…. Io vi manderò lo Spirito Santo e avrete la forza necessaria per essere testimoni della mia resurrezione. Gesù ha mantenuto la parola e alcuni giorni dopo la sua ascensione al cielo, manda lo Spirito Santo. L’evento fu straordinario: un grande rombo, un vento gagliardo, un uragano che ha sconvolto gli apostoli e tutti i pellegrini di diciannove paesi che erano convenuti per la festa. Lingue di fuoco si posarono sugli apostoli che, pieni di coraggio e di fervore, cominciarono a parlare delle grandi opere di Dio. Tutti i pellegrini, pur essendo di diverse nazionalità, udirono, ognuno nella propria lingua la voce degli apostoli. E fu Pentecoste : la discesa dello Spirito Santo sulla Chiesa nascente.
Noi nelle nostre preghiere, quando ci rivolgiamo al Signore, credo che “incosciamente” invochiamo il Padre, che scorgiamo presente nella creazione; altre volte indirizziamo le nostre preghiere a Gesù Crito, di cui conosciamo la visibile e concreta testimonianza nell’opera della Redenzione; più raramente, invochiamo, esplicitamente, lo Spirito Santo. Di Lui abbiamo, comunemente, due “segni “ visibili: la colomba e le lingue di fuoco. Lo Spirito … sfugge alla nostra percezione. Eppure Egli è l’anima della Chiesa, cioè la chiesa, in tutte le sue componenti, è guidata, illuminata, sostenuta, dall’azione dello Spirito Santo. Se noi osserviamo tutte le esemplari testimonianze di santità ( dei santi ) e della comune santità ( dei fedeli ) che vivono nella carità, nel servizio ai fratelli, nell’osservanza dei comandamenti, dobbiamo chiederci: “ da dove attingono tanta forza ? “ E’ lo Spirito Santo che con i suoi doni fa della chiesa il tramite della salvezza, testimone del Cristo Risorto.

183 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

E’ cultura all’Oratorio  della Madrice coi professori Luigi Bontà e Sac. Francesco Lo Manto: ricordato il prof. Angelo Barba

E’ cultura all’Oratorio della Madrice coi professori Luigi Bontà e Sac. Francesco Lo Manto: ricordato il prof. Angelo Barba

Convegno  Bontà e Francesco .Lo MantoMUSSOMELI – Quando si parla dell’Oratorio dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento alla Madrice, ai più, il pensiero vola, subito, come per istinto, alle processioni del giovedì santo con l’Ecce Homo, a quelle del venerdì Santo con l’urna della Madrice, o alle partecipate processioni eucaristiche che qui a Mussomeli hanno una radicata tradizione religiosa. E così la fantasia e i ricordi della gente , la fa tornare indietro negli anni specialmente a coloro i quali hanno conosciuto personaggi, usi e costumi, lamentazioni, antiche corone di spine sul capo delle persone nelle funzioni quaresimali, oggi conservate come cimelio del sodalizio. Ed il ricordo Convegno Madrice 07062014diventa, soprattutto, fascino quando si pensa a momenti di aggregazione fra i diversi confrati, di diversa estrazione sociale, non più presenti nella scena di questo mondo che, con la loro partecipazione e collaborazione, hanno colorato la vita confraternale del proprio tempo, arricchendola di simpatici aneddoti di vita quotidiana . E pensabile, dunque, che siano stati loro i veri detentori e divulgatori di tradizioni dell’Arciconfraternita, che nelle alterne vicende della vita, hanno saputo perpetuare usi e costumi del sodalizio, ritagliandosi un ruolo non marginale nel territorio, anzi, assurgendoa punto di riferimento, anche, sotto l’aspetto culturale. E, proprio in quest’ottica, si è tenuto ieri sera, presso l’Oratorio della Madrice, dove erano presenti il cappellano don Pietro Genco, il priore Salvatore Sorce, la dirigenza tutta coi confrati e i rappresentanti delle altre confraternite locali, un importante incontro culturale durante il convegno Madrice confraternita SS.Sacramentoquale è stato presentato il volume curato da Luigi Bontà, Massimo Naro e Centro Studi Cammarata dal titolo “Lo spazio dei fratelli”. Sono intervenuti i relatori prof. Sac. Francesco Lo Manto e prof. Luigi Bontà, che hanno presentato ed argomentato il loro intervento sul volume “Lo spazio dei fratelli”, curato dal Centro Studi “Cammarata” di San Cataldo. Va sottolineato che nel suo esaustivo intervento, il prof. Luigi Bontà si è sempre chiesto, senza ricevere alcuna risposta, “Come mai, in un periodo di crisi nei sodalizi confraternali, a Mussomeli, le confraternite sono ancora attive ed hanno ancora una certa vitalità?”. L’incontro si è concluso con il ringraziamento del Priore Salvatore Sorce, dicendosi soddisfatto per l’ evento della serata, che apre il sodalizio ad una rinnovata stagione culturale di forte spessore. (IL VIDEO)

427 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 Anni fa…Galleria fotografica della sfilata delle macchine d’epoca a Mussomeli

20 luglio 2010

MUSSOMELI: DSCF2371 [gallery link="file" ids="7727,7728,7729,7730,7731,7732,7733,7734,7735,7736,7737,7738,7739,7740,7741,7742,7743,7744,7745,7746,7747,7748,7749,7750,7751,7752,7753,7754,7755,7756,7757,7758,7759,7760,7761,7762,7763,7764,7765,7766,7767,7768,7769,7770,7771,7772,7773,7774,7775,7776,7777,7778,7779,7780,7781,7782,7783,7784,7785,7786,7787,7788,7789,7790,7791,7792,7793,7794,7795,7796,7725,7797,7798,7799,7800,7726"]

Leggi tutto

5 anni fa…IL personal computer e Castello Incantato: Coppia di sposi si confessa

06 luglio 2010

ACQUAVIVA PLATANI – Lei, da nubile ex sarta, da sposata casalinga, lui pensionato con alle spalle  complessivamente 42 anni di attività lavorativa, prima all’Ufficio del dazio e successivamente presso l’azienda  dei telefoni (ASST). Stiamo parlando di due coniugi di origine acquavivese con tre figli, che da tempo vivono a Torino, ma che non hanno mai scissi i ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro