altissimo destra
Politica_1Politica_2Politica_3 oraindiretta Politica_4Politica_5Politica_6
1 in alto sinistra

 

2 sinistra

 

 

consiglio

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Attualità

A Villalba  il triduo per l’Annunziata

A Villalba il triduo per l’Annunziata

VILLALBA – Quattro giorni di attività religiose per il culto della Madonna Maria Annunziata. Si parte con il triduo giorno 27 marzo con l’esposizione della “Tavolata” con le ceste che saranno consegnate alle persone più bisognose; e alle 17:30 dello stesso giorno e del 28 marzo la santa messa; sabato 28, in occasione della vigilia, avrà luogo per le vie del paese la raccolta con l’immagine della Madonna accompagnata dal suono dei tamburi imperiali; alle 17:30 santa messa e vespro solenne in onore della Madonna Annunziata. Il 30 marzo numerosi appuntamenti a partire dalle 8:00 con la santa messa; alle 8:30 ingresso della banda “S. Cecilia” di Villalba; alle 11:00 la messa solenne; alle 16:00 ingresso dei tamburi imperiali per le vie del paese; alle 16:30 sfilata per le vie del paese della banda “S. Cecilia” e dell’orchestra fiati “I Venti Armonici”; alle 17:15 intrattenimento musicale della banda e dell’orchestra fiati in piazza V Emanuele; alle 18:30 santa messa; alle 19:30 solenne processione della Madonna Annunziata; alle 22:00 concerto dell’orchestra fiati “I Venti Armonici” presso il salone del centro diurno “Mons. G. Scarlata”. In conclusione del concerto avrà luogo l’estrazione di un sorteggio a premi.

419 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

1° escursione di Primavera: è successo!

1° escursione di Primavera: è successo!

SUTERA – Grande successo per la “1a Escursione di Primavera” organizzata dall’amministrazione comunale di Sutera con il patrocinio dell’Università di Palermo (Scuola delle scienze di base applicate) e dell’Ordine regionale dei Geologi di Sicilia, con la collaborazione del Corpo Forestale Regione Siciliana (distaccamento di Sutera ), dell’associazione dei geologi di Caltanissetta, l’associazione Giubbe Verdi e il Servizio Protezione Civile della provincia di Caltanissetta. La manifestazione ha coinvolto un gran numero di partecipanti (poco meno di 200), provenienti da diverse zone della Sicilia. In particolare grande interesse hanno suscitato gli interventi dei professori Vincenzo Ilardi e Salvatore Romano in qualità di botanici, Chiara Cappadonia ricercatrice di biologia, dello storico locale Gero Difrancesco, Nicolò Grizzanti in qualità di agronomo e Carmelo Orlando vice presidente associazione geologi di Caltanissetta. Dopo i saluti del vice sindaco Pino Landro, la carovana suddivisa in due gruppi, stante la grande partecipazione, ha iniziato a percorrere un breve sentiero sino ad arrivare alla “Jacca” (Rocca Spaccata) dove gli esperti hanno descritto le caratteristiche botaniche e storiche del territorio, suscitando grande interesse nei partecipanti. La passeggiata é poi proseguita per una breve sosta, resa possibile grazie alla disponibilità  del Sig. Giuseppe Lombardo, dove alcuni volontari hanno distribuito caffè e dolci della tradizione pasquale suterese agli intervenuti. Lungo il percorso gli escursionisti hanno potuto ammirare inoltre antiche costruzioni in gesso chiamati “CUBULI ” risalenti al XIX secolo che venivano utilizzati dai contadini come ricovero temporaneo per le loro esigenze e dei propri animali (di solito asini o muli). L’escursione è poi proseguita lungo un altopiano gessoso confinante con la “Riserva Naturale Monte Conca”. La manifestazione si é poi conclusa presso il rifugio del Corpo Forestale di Sutera ubicato in c/da Scarcella dove numerosi volontari hanno allietato le papille gustative dei numerosi escursionisti distribuendo spaghetti, salsiccia, panini e vino. L’Assessore al Turismo Pietro Alongi che ha fortemente creduto in questa iniziativa ha tenuto a precisare a precisare che l’amministrazione comunale intende promuovere lo sviluppo del territorio anche attraverso la valorizzazione delle bellezze paesaggistiche e naturalistiche del paese. Ha precisato,  inoltre che in un momento storico come quello attuale, di grande crisi economica e di profondo impoverimento culturale la valorizzazione delle risorse naturali rappresentano un ottimo volano di aiuto alla ripresa. “Questa iniziativa, ha detto l’Assessore Alongi, ha rappresentato per il territorio di Sutera un primo momento per far conoscere ai suteresi le ricchezze naturali di cui disponiamo ed é per questo che invito tutti i giovani suteresi a voler pensare realmente alla creazione di attività d’impresa rivolte ad incrementare e gestire il flusso turistico di tipo naturalistico, convinto che nella promozione del nostro territorio risiede in qualche modo il rilancio dell’economia suterese. Con una nota del Comune è stato  fatto  un grande ringraziamento va a tutte le persone e alle associazioni che hanno collaborato per la riuscita della manifestazione, al Dott.Angelo Lombardo per essersi messo a disposizione per eventuali emergenze, a Nonò Salamone per averci allietato con la propria musica e a Pippo Callari per aver messo in mostra alcuni dei propri quadri”. Dal Comune ribadiscono che “l’iniziativa è stata inoltre un momento per rafforzare i rapporti con l’Università di Palermo (Scuola delle scienze di base e applicate) ed è per questo motivo che un ringraziamento particolare, per il grande apporto di sapere scientifico va al Presidente della scuola Valerio Agnesi”.

603 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Consiglio Giustizia Amministrativa  di Palermo dà ragione al Comune inserimento graduatoria

Consiglio Giustizia Amministrativa di Palermo dà ragione al Comune inserimento graduatoria

MUSSOMELI –  Il Comune di Mussomeli ha avuto accolto il ricorso in appello (numero 145/2014) da parte del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, in merito all’inserimento nella graduatoria dell’iniziativa progettuale, presentata ai sensi della linea d’intervento 3.3.2.1 del P.O. FESR 2007/13 (sviluppo delle filiere dell’offerta sportiva), avente per oggetto “Lavori di qualificazione, miglioramento e rifacimento in erba sintetica impianto polisportivo di viale Olimpia” per un importo di 1.200.000 euro.  Il Comune di Mussomeli aveva partecipato al bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana dall’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo, ma appena pubblicata la graduatoria di merito il progetto veniva escluso in quanto, secondo la commissione di valutazione, non avrebbe rispettato i requisiti previsti dall’art. 8 comma 4. L’Amministrazione, non accettando tale decisione, si è attivato immediatamente per fare ricorso (tramite l’avvocato Patrizia Stallone), al TAR Sicilia sezione di Palermo, quest’ultimo ha respinto il ricorso assieme a quello di tutti gli altri Comuni che avevano fatto opposizione alla pubblicazione della graduatoria di merito. Successivamente l’Amministrazione, supportata dal parere dei propri uffici e dal proprio legale, convinta che il progetto presentato rispondeva a tutti i criteri e requisiti previsti dal bando, ha inoltrato ricorso in appello presso il CGA ed in data 20 marzo 2014 è uscita l’ordinanza che ha dato ragione al nostro Comune, nella fattispecie il collegio giudicante ha ritenuto meritevole di essere accolto il ricorso di che trattasi, tenuto conto delle precise deduzioni del Comune di Mussomeli allo schema di rigetto della sua istanza, non valutate dall’Amministrazione Regionale, dalle quali risulterebbe il possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal Bando Pubblico.  In sostanza, dopo questa ordinanza del CGA, il progetto dovrà essere rivalutato dalla commissione di valutazione ed inserito nella graduatoria tra gli interventi ammissibili a finanziamento. “Per l’Amministrazione Comunale – è scritto in una nota dell’Ente a firma del vice sindaco Sebastiano Sorce –  è stata sicuramente una bellissima notizia, poiché premia il lavoro e gli sforzi fatti, ma soprattutto perché crede tantissimo in questa iniziativa. La speranza è che il progetto del nostro campo sportivo possa collocarsi in posizione utile ai fini della concessione del decreto di finanziamento in modo da migliorare e qualificare l’offerta sportiva, sociale ed educativa del nostro paese, realizzare una struttura sportiva moderna ed innovativa a favore dei giovani e non, che vogliono praticare e vivere lo sport. Da non trascurare il significato e le ricadute occupazionali che la realizzazione dell’opera avrà per le imprese e i lavoratori di Mussomeli”.

571 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

Ieri corso Nursind su “Urgenze ed Emergenze Cardiologiche”

Ieri corso Nursind su “Urgenze ed Emergenze Cardiologiche”

MUSSOMELI – Si è tenuto ieri  a Mussomeli la prima edizione del corso su “Urgenze ed Emergenze Cardiologiche” organizzato dal Nursind che ha visto la partecipazione come oratori dei dott. Angelo Barbera e Calogero Geraci e del dott. Infermiere Enzo Zaffuto. Gero Diliberto responsabile formazione Nursind: “Una partecipazione massiccia che ha visto i 50 partecipanti – tra infermieri, medici e tecnici di laboratorio analisi e radiologia – particolarmente interessati da un argomento importante reso ancor più’ appetibile dalla capacità oratoria dei relatori. La seconda edizione del corso e’ prevista per il 30 aprile a San
Cataldo. I posti disponibili sono già esauriti. Ecco perché, vista la richiesta abnorme, stiamo pensando di organizzare per il prossimo maggio a Mussomeli una terza edizione sia di questo corso che di quello sulla comunicazione diseguale”.

519 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

SS 640 presidenti Ance valutano di presentare esposto all’autorità giudiziaria

SS 640 presidenti Ance valutano di presentare esposto all’autorità giudiziaria

CALTANISSETTA – “Facciamo chiarezza sulla SS 640 Caltanissetta-Agrigento”. Così ieri il presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili di Caltanissetta, Michelangelo Geraci che annuncia di voler coinvolgere perfino l’autorità giudiziaria nell’appalto in corso.  “Va chiarito –dice il presidente- che i lavori che l’Empedocle s’è aggiudicata circa il raddoppio della SS 640 Caltanissetta-Agrigento, è un appalto aggiudicato con una legge obiettivo. Ossia un appalto chiavi in mano che esclude varianti in corso d’opera. Varianti che nel caso dovessero rendersi necessarie, prefigurano un’errata valutazione iniziale dei lavori da realizzare. In altri termini, i lavori in questione, non possono usufruire di alcuna variante suppletiva. E tuttavia girano voci che l’Empedocle avrebbe ottenuto una cospicua variante per svariati milioni di euro. Voci di cui non ho contezza, ma che indubbiamente vanno verificate per la serenità di tutti. Ecco perché sto valutando di presentare un esposto all’autorità giudiziaria. C’è  bisogno insomma di chiarezza e noi siamo i primi a pretenderla. A questo si aggiunga che i ritardi nella consegna dei lavori, sono un problema che riguarda esclusivamente l’Empedocle che oggi non può fare come Ponzio Pilato che se ne lava le mani dando la colpa ai sub-appaltatori.  Ognuno deve risolvere da sé i propri problemi interni. Non possiamo neanche tacere sul fatto che continuiamo a registrare diffuse lamentele sugli eccessivi ritardi nei pagamenti. Non vengono pagati neanche i fornitori e questo stato di fatto sta mettendo letteralmente in ginocchio un intero territorio già penalizzato da una crisi dell’edilizia senza precedenti. Sono tanti i contenzioni messi in piedi e di cui abbiamo notizia. Contenziosi che di fatto ritardano i pagamenti.  Ed oggi abbiamo un territorio che economicamente va in malora. Il nostro territorio. Se manca il lavoro manca perfino la dignità, e lo stesso quando il lavoro c’è, ma chi lavora non viene pagato!”

4.733 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Centenaria mussomelese a Milano: andrà il sindaco Calà

Centenaria mussomelese a Milano: andrà il sindaco Calà

MUSSOMELI – Oltre agli auguri del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, riceverà anche quelli del sindaco di Mussomeli Salvatore Calà che a fine mese volerà in Lombardia per festeggiare i cento anni di nonna Giuseppa Genuardi, nata a Mussomeli il 27 marzo del lontano 1914. Una festa in piena regola organizzata dall’associazione culturale “Mediterraneo” presieduta da Franco Mancuso che è anche consigliere comunale di maggioranza. Nonna Giuseppe trascorse parte della sua gioventù la trascorre fra Mussomeli e la frazione Polizzello dove i suoi genitori possedevano delle terre. A 26 anni sposò Vincenzo La Tona ed ebbero due figli: Maria nata nel 1943 e Carlo nel 1951. La crisi del periodo post bellico colpì la famigliola, il lavoro per il capofamiglia era saltuario e le difficoltà a mantenere la famiglia sempre maggiori. Nel 1955 il marito emigrò in Francia alla ricerca di un avvenire migliore, trovò lavoro nelle miniere della Lorena. Un anno dopo Giuseppa lo raggiunge. Il ricordo di quel viaggio è ancora vivo nella memoria dell’arzilla nonnina. Per alcuni anni rimasero in Francia. La figlia Maria nel frattempo si era fidanzata con Salvatore Mingoia che diverrà il suo futuro marito, anche lui di Mussomeli ed emigrato in Francia. Quindi la famiglia decise di rientrare in Italia. Approda a Borgomanero un paese del Novarese dove vi si stabilisce per un paio di anni. Il marito Vincenzo trova lavoro come operaio in un azienda meccanica, la figlia va a lavorare in un fabbrica tessile, il figlio ricomincia da capo la scuola ( ha studiato solo in Francia ) e lei continua a fare la casalinga. Nel 1964 In seguito al matrimonio della figlia, si trasferisce a Milano. Da allora sono trascorsi tanti anni, oggi nonna Giuseppa è nonna di nipoti e pronipoti che col loro affetto hanno saputo colmare il vuoto lasciato dalla perdita dell’amato marito. Nonna Giuseppa è la prima a stupirsi di aver raggiunto il secolo di vita e a fine mese un pezzo di Mussomeli le si stringerà attorno per festeggiare insieme a lei e soffiare sulle cento candeline.

931 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

In viale Peppe Sorce l’anziano Totò Montagnino in carrozzella al passaggio della processione (video)

In viale Peppe Sorce l’anziano Totò Montagnino in carrozzella al passaggio della processione (video)

MUSSOMELI –Quest’anno percorso modificato per la processione di San Giuseppe che ha dovuto seguire un altro itinerario che, a quanto pare, ha dato il suo risultato positito in termini di partecipazione. Al seguito c’erano tanti devoti del Santo, tanti parrocchiani, e persino l’Arciconfraternita del SS. Sacramento, espressamente invitata dalla Congregazione San Giuseppe che fa parte delle realtà annesse alla Parrocchia. Tranne la salita del rione Dalmazia, il percorso processionale è stato tutto pianeggiante ed ha influito, molto probabilmente, sulla partecipazione di un buon numero di persone. Una lunga processione, dunque, che, sulla via del ritorno, esattamente nel viale Peppe Sorce, c’è stata una piccola sosta per lo sparo di giochi d’artificio, a cui ha assistito, nella sua carrozzella, anche l’anziano artigiano, da tempo in pensione, Totò Montagnino, che nel passato si è tanto speso per la Congregazione San Giuseppe. Orgoglioso dell’appartenenza, l’anziano signor Montagnino era stato sempre in prima fila a collaborare con la festa, fino a quando, purtroppo, le condizioni di salute non glie l’hanno più consentito. Ma lui non poteva restare a casa, sapendo che c’era il suo santo protettore in giro per le vie del paese e così si è fatto accompagnare, proprio nel viale Peppe Sorce, poco distante dalla sua casa. L’abbiamo intravisto e lui, assai commosso ci ha detto : “San Giuseppe è il mio Santo, per 90 anni lo seguito sempre, lui mi ha aiutato sempre, ora aspetto altro momento buono e poi lo ringrazierò come prima”. E’ inutile nascondere che per lui è stato un momento di commozione che gli ha procurato, anche, qualche lacrima. Col rientro della processione alle 21 e con l’atto di affidamento delle famiglie al Santo, si è conclusa la festa esterna di San Giuseppe, che ha visto impegnati i pochi falegnami coinvolti nell’organizzazione.

1.190 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

E’ primavera: bambini delle  prime e seconde in festa al Plesso Sac. Giuseppe Messina” (video)

E’ primavera: bambini delle prime e seconde in festa al Plesso Sac. Giuseppe Messina” (video)

MUSSOMELI – Le Prime e seconde classi della primaria del Plesso Sac. Giuseppe Messina del 2° Comprensivo, guidato dal dirigente scolastico prof. Mario Barba, hanno voluto festeggiare, l’arrivo della primavera con una mostra allestita in modo assai significativo, accompagnata da canti e poesie, certamente guidati dai loro insegnanti, col coinvolgimento anche di alcune mamme. Mani sul petto, gli alunni hanno cantato preliminarmente l’inno di Mameli Ad inaugurare la mostra, il Preside Mario Barba che nel suo breve intervento ha detto che I bambini “ci hanno fatto attenzionare a noi l’ingresso della stagione e che ha un significato particolare; infatti le prime e le seconde classi della primaria sono la primavera della nostra scuola”. Ma ancor prima, anche l’insegnante Maria Schillaci aveva preso la parola sottolineando anche l’impegno delle colleghe in questa iniziativa. Presenti anche diverse mamme di alunni, ad ognuna delle quali è stata consegnata una piccola pergamena con la poesia sulla Primavera. Una mostra vivace, dunque, allestita a più mani, soprattutto quella dei bambini. Gioiose e sorridenti, le mamme hanno potuto assistere alla performance dei loro pargoletti nell’esibizioni canore che inneggiavano alla primavera. “E’ primavera, svegliatevi bambini”, così il testo di una canzone. In effetti la primavera è risveglio, musica, vita, sussulto, armonia, è l’inizio di un percorso, fatto di colori, auspicio di felicità, gioia ed allegria”.

748 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Cultura, SocietàComments (0)

NEL SOLCO DELLO SPIRITO  (di Don Salvatore  Callari)

NEL SOLCO DELLO SPIRITO (di Don Salvatore Callari)

DOMENICA DELL’INC0NTRO E DEL CAMMINO! –Non è la “giunta” di Pasqua che ancora deve venire, ma si parla di un incontro assai significativo, per quel che fu, al pozzo di Giacobbe, in quel mezzogiorno di fuoco, e per quel che significa per noi, come insegnamento profondo. E’ proprio il caso di dire : il pozzo è profondo!. L’incontro della donna samaritana con Gesù. Una narrazione ricca, particolareggiata, certamente … gustosa. Offre una gran quantità di spunti di riflessione e tutti di notevole importanza. Ci contenteremo di qualche … spicchio di saggezza e di grande utilità. Ma vorrei arricchire il tema aggiungendo alla “ gioia dell’incontro” la “forza del cammino” Molte cose strane si verificano in quel giorno. ( Strane almeno nel senso di “non abituali”) La più evidente e importante è che Gesù si ferma a parlare con una donna, ( Gesù era un Rabbi e non doveva concedersi questa libertà), poi, il fatto che con lei discute di cose serie (oggi diremmo … teologiche) e che a lei rivela la sua identità ( è il Messia). L’incontro nasce da una circostanza semplice, naturale, abituale: cercare dell’acqua per dissetarsi. Sembra, però, che vogliano giocare “sull’equivoco”: quale acqua , quale sete. E Gesù sposta il discorso e parla dell’acqua che disseta per la vita eterna, cioè la Verità che viene dall’alto, la conoscenza di Dio, del suo amore e dei suoi doni, il desiderio della salvezza. La donna non è abituata a questi discorsi, le sembrano nuovi e strani, ma sono avvincenti e lentamente si lascia suggestionare e convincere. E inizia un cammino, come stentata risalita, una partenza da lontano. La sua vita sconosce totalmente i sentieri della moralità, della saggezza, del rispetto della dignità. La sua vita è un percorso… libertino, fragile, schiavo, di passioni. Gesù riesce a penetrare nel suo animo, vince una certa spavalderia della donna, il suo comportamento bizzarro, la tendenza a nascondersi dietro un’astuzia spiritosa. La conduce riconoscere il suo stato “peccaminoso”, bisognoso di amore e di perdono e la renderà entusiasta messaggera del suo pensiero. Invita i compaesani, li accompagna a incontrare Gesù. Fu come una festa. Tutti accorrevano per ascoltare colui che sembrava essere il Messia atteso. Dovette risuonare , insistente e illuminante, nelle orecchie della donna e forse di tutti i concittadini, l’espressione, calda e affettuosa: “se tu conoscessi il dono di Dio “. Potrà essere un delizioso momento, per noi, leggere o ascoltare la narrazione dell’incontro di Gesù con la samaritana, ma sarà più utile, soffermarci e riflettere: “se tu ( ciascuno di noi ) conoscessi il dono di Dio !” Il dono della fede, della grazia, della conoscenza di Gesù, dei suoi sacramenti. Siamo chiamati, anche noi, ad un “cammino” di purificazione, per giungere “purificati” all’incontro con Gesù in questo prossimo e rinnovato memoriale della Pasqua!

180 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

Piano alienazione patrimonio comunale

Piano alienazione patrimonio comunale

MUSSOMELI – Approvato dalla Giunta municipale presieduta dal sindaco Calà, il Piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare, anno 2014. A seguito di tale approvazione è stata iscritta nel bilancio di previsione dell’Ente la stima presunta di vendita pari ad € 1.437.030,00 derivante dalla realizzazione del piano 2014-2016. Questo l’elenco degli immobili comunali messi in vendita: 1) Auditorium € 486.000,00; 2) Area di verde pubblico € 47.400,00; 3) Campo di Bocce € 115.830,00; 4. Area € 32.000,00; 5) Appartamento € 50.000,00; 6) Palestra di Viale Olimpia € 538.200,00; 7) Capannone in contrada Indovina €. 100.000,00 per un totale di euro 1.369.430,00. A questi beni vanno sommati porzioni di aree di modesta entità, verosimilmente relitti da procedimenti espropriativi per la realizzazione di opere pubbliche e da reflui viari. Questo l’elenco: 1) area Tra Via Santa Maria di Gesù e Via Trieste mq. 57,14 € 18.000,00; 2) area Viale del Castello 112 mq. 250 € 40.000,00; 3) area Via Boccaccio mq. 40 € 1.600,00; 4) area Via Autonomia Siciliana mq. 659 €. 4.000,00; 5) area Contrada Bosco mq.170 € 4.000,00. Tali aree sommano € 67.600,00. Pur essendo comunque in vendita da alcuni anni, tali beni immobili non hanno finora incontrato il favore degli acquirenti, tant’è che dal 2010 ad oggi sono stati venduti soltanto pochi lotti e tra questi un’area edificabile in Piazza Caltanissetta, il macello comunale (ma ci sono ancora strascichi legali per annesse particelle comunali extra-macello, inserite nell’atto notarile per errore), un immobile in via Palermo già utilizzato come asilo e qualche spezzone di aree adiacente case private.

439 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 Anni fa…Stamane sorteggiati i 55 scrutatori, ecco i nomi e i compensi

18 maggio 2010

Mussomeli – Sono 55  gli scrutatori, per le prossime elezioni comuanli del 30 e 31 maggio 2010, sorteggiati stamante fra  le 1093 persone che ne avevano fatto richiesta.  I compensi spettanti sono di 155,92 euro per i presidenti di seggio, 126,68 euro per scrutatori e segretari. Ecco l‘elenco  dei sorteggiati suddiviso per sezione con l’indicazione dei plessi scolastici comunali e ...

Leggi tutto

5 anni fa..Entrato in vigore il senso unico in via Palermo

11 maggio 2010

MUSSOMELI - Un massiccio spiegamento di vigili urbani nel giorno dell’introduzione del senso unico nel tratto finale di via Palermo e nelle vie circostanti. Dopo la rivoluzione del traffico firmata dal commissario straordinario Maria Mistretta, il comandante Vincenzo Calà ieri ha istituito dei picchetti di guardie nei punti di accesso alla strada. Una misura resa necessaria da un introduzione ...

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro