Vigro

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

 

Maltempo, morto pensionato di Campofranco

Maltempo, morto pensionato di Campofranco

mazzaraCAMPOFRANCO –  E’ Giovanni Mazzara, 67 anni, un pensionato di Campofranco, l’anziano morto ieri dopo essere stato travolto dal torrente Morello nella zona di Castronovo di Sicilia. La vittima è stata identificata dopo alcune ore dall’incidente avvenuto ieri al chilometro 15 della statale 189 Palermo Agrigento. A causa delle forti piogge un’ondata di acqua e fango ha investito l’Audi Q5 sulla quale il pensionato viaggiava insieme ad altre tre persone che sono riuscite a mettersi in salvo. Giovanni Mazzara è stato invece trascinato e ritrovato dopo un’ora sommerso dall’acqua e dal fango. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e gli uomini della Polstrada che hanno partecipato alle ricerche. Il medico legale dopo l’ispezione sul corpo del pensionato, che era sposato, ha confermato la causa della morte per annegamento. La statale è stata riaperta alle 2 di notte. Sull’incidente indaga la Procura di Termini Imerese.

10.548 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

 

Maltempo: straripa fiume, chiusa la Palermo- Agrigento. Nel Vallone frane e detriti  ovunque

Maltempo: straripa fiume, chiusa la Palermo- Agrigento. Nel Vallone frane e detriti ovunque

via caltanissettaPalermo – Il maltempo blocca la Palermo – Agrigento. Anas, infatti,  ha comunicato  che “a causa dello straripamento di un fiume è stato bloccato il traffico all’altezza del km 6,000 della strada statale 189 ‘della Valle dei Platani’ in località Lercara Friddi in provincia di Palermo“. Sul posto è presente personale Anas e delle forze dell’ordine per gestire la viabilità e consentire il ripristino della normale circolazione nel più breve tempo possibile. Intanto la pioggia ha messo in ginocchio la viabilità interna.  L’Assessore Toti Nigrelli ha reso noto che “a causa di un fenomeno franoso che ha interessato parte della carreggiata, è stata chiusa al transito la via Caltanissetta, in contrada Ponte”. Resta chiusa pure la Mussomeli Sutera, mentre detriti, fanghiglia e sassi sono presenti sulla sp 38 (Mussomeli – Caltanissetta), sulla Cordovese Fondo Valle e, come segnalato già da stamane, sulla Mussomeli  – Tumarrano.

19.036 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

“La  Mussomeli- Tumarrano un pantano ma nessun cartello segnala il pericolo”

“La Mussomeli- Tumarrano un pantano ma nessun cartello segnala il pericolo”

tumarranoMUSSOMELI –  Dopo neve e ghiaccio ora è la melma a creare disagi alla viabilità.   “In contrada Fosse  per circa 20 metri, per l’intera carreggiata, è  presente  un ammasso di fanghiglia. Esattamente poco prima del cartello che sancisce la fine della provincia di Caltanissetta e l’inizio di quella agrigentina. Il rischio è  di restare impantanati”.  A segnalarlo è l’avvocato Amedeo Cumella che avverte: “Non vi è  alcuna segnalazione dell’ostacolo,ho  invitato l’ autorità competente, l’ex Provincia,   ad intervenire immediatamente per scongiurare il rischio che qualche mezzo in transito in una via trafficatissima possa trovarsi in pericolo a causa del fango. Basti pensare che gli autobus su cui viaggiano gli studenti da e per Cammarata e San Giovanni Gemini percorrono quotidianamente questa strada. Fino a quando non verrà liberata  la carreggiata dai detriti è consigliabile avvalersi del percorso alternativo, ovvero della Mussomeli- Acquaviva“. Ora il timore è che qualora si dovessero verificare ulteriori piogge, previste per le prossime ore,  il fango rischierebbe di bloccare per lungo tempo la viabilità di una strada di vitale percorrenza per gli abitanti dei monti Sicani.

6.965 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Mattarella scrive a un giovane mussomelese

Mattarella scrive a un giovane mussomelese

ginexlettera(di Roberto Mistretta) MUSSOMELI –   «Caro Salvatore, ti ringrazio per la tua lettera e per le considerazioni che contiene. Ti prego di continuare a utilizzare questi intendimenti positivi. Tanti auguri cordiali». Firmato Sergio Mattarella. Destinatario della missiva, scritta a mano direttamente dal Capo dello Stato, è un giovane di Mussomeli, Salvatore Ginex che nei giorni scorsi ha preso carta e penna ed ha scritto un’accorata lettera a Mattarella dove, evidentemente, ha racchiuso i suoi sogni e le sue aspirazioni tipiche di un ragazzo siciliano che vive in terra di frontiera e da quest’angolo di mondo, grazie ai mass media ed ai social, può confrontarsi col resto del pianeta. Cosa abbia scritto nello specifico Salvatore, un giovane come tanti, appassionato di storia e confrate sin da piccolo, non è dato sapere. E se fosse stato per lui, molto probabilmente nulla sarebbe trapelato della missiva che indubbiamente resterà iscritta nella sua storia. E immaginiamo la sua sorpresa quando ha letto sulla busta l’intestazione “Il Presidente della Repubblica”, poi ripetuta nella carte da lettera vergata, come già detto, rigorosamente a mano da Mattarella. E’ stata la sorella Erika che, fierissima del fratello, ha postato la foto della lettera su Fb dove ha ricevuto non pochi complimenti. «Volevo farti sapere – scrive Erika – anche se tu non volevi, che sono fiera di avere un fratello come te. Non è da tutti ricevere i complimenti da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Anch’io, come ha fatto il Presidente, vorrei chiederti di continuare a credere nei tuoi sogni. Complimenti fratellone». E la zia aggiunge: «Grande potere, grandi responsabilità e la tua mente è il più grande potere che hai. Usalo al meglio e credi sempre in quello che fai, hai un gran potenziale. Farai strada nipote». Auguri e auspici ai quali anche noi ci associamo. Indubbiamente non è da tutti ricevere una lettera per quanto breve scritta di proprio pugno dal Presidente della Repubblica, ma a volte sono proprio i più grandi a fare sfoggio di umiltà. E del Presidente Mattarella nessuno può mettere in dubbio il profilo decisamente basso imposto al proprio ruolo. Per altro, come molti forse non ricordano, il Presidente Mattarella, allora ministro della Difesa, invitato dall’allora ministro alle Telecomunicazioni Salvatore Cardinale, il 4 aprile del 2001 intervenne a Mussomeli per l’intitolazione della nuova caserma dei carabinieri, sede di comando di Compagnia, alla memoria dell’eroico brigadiere Antonino Diliberto, assassinato a Mirandola, provincia di Modena, da un criminale che tentava di sfuggire alla cattura

6.982 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Il neo assessore Nigrelli: “A caltanissetta per chiedere  interventi su viabilità delle strade provinciali”

Il neo assessore Nigrelli: “A caltanissetta per chiedere interventi su viabilità delle strade provinciali”

toti-nigrelli-291x310MUSSOMELI – Il consigliere Toti Nigrelli ha deciso di puntare come primo passo, nella nuova veste di assessore, sulla viabilità. Attraverso una nota il giovane imprenditore informa: “Giovedì  mattina, come primo giorno di lavoro, mi sono recato in Provincia di Caltanissetta per incontrare il Dirigente dell’area Lavori Pubblici, il Dott. Renato Mancuso. Gli ho rappresentato la necessità di avviare degli interventi manutentivi sulle strade provinciali ricadenti nel territorio comunale, dove insistono abitazioni di famiglie residenti. Il Dott. Mancuso è stato molto gentile e disponibile e mi ha garantito un intervento tempestivo, quando le temperature saranno più alte e consentiranno la posa in opera dell’asfalto, che altrimenti non farebbe presa sul manto stradale. Su sua richiesta, mi attiverò a inviare una lista delle strade provinciali che necessitano di un intervento prioritario. Inoltre, il Dott. Mancuso mi ha dato ampia disponibilità per una futura collaborazione tra i due Enti”.

994 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Gli abitanti della madrice: “Rimuovete il ghiaccio, siamo intrappolati”. Chiusa la Mussomeli – Sutera

Gli abitanti della madrice: “Rimuovete il ghiaccio, siamo intrappolati”. Chiusa la Mussomeli – Sutera

la foto postata dal signor Catalano

la foto postata dal signor Catalano

MUSSOMELI – La neve è sparita ma molte strade sono ancora non percorribili. Colpa del ghiaccio che quando si deposita nelle vie più ripide rende impossibile il transito delle vettura. “Ditemi come facciamo a uscire dalla Madrice con tutto questo ghiaccio via Catania e Barcellona” si domanda il signor Bruno Salvatore Catalano su Facebook che posta una eloquente foto. Tra gli internauti c’è chi, con ironia, suggerisce di utilizzare gli sci, altri consigliano lo snowboard.  Così mentre i cumuli di neve sono spariti, le lastre di ghiaccio continuano a provocare disagi nel centro storico, nelle strade di campagna e nelle vie di collegamento da e per Mussomeli dove ieri mezzi pesanti e scuolabus sono rimasti bloccati. Chiusa la SP 20, Mussomeli – Sutera,  del tratto compreso tra il Km 1+900 ed il Km 6+600 fino a quando non saranno eseguiti gli interventi necessari;

2.298 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Online “Dipende”, singolo inedito del musicista mussomelese Giovanni Sorce. IL VIDEO

Online “Dipende”, singolo inedito del musicista mussomelese Giovanni Sorce. IL VIDEO

giovannisorceMUSSOMELI –  Da oltre 40 anni siede dietro la batteria da dove ha deliziato le orecchie di diverse generazioni di mussomelese. Giovanni Sorce, musicista, fonico, compositore e cantante mussomelese,  ha interpretato e pubblicato  online  il singolo “Dipende”, brano dalle marcate influenze chillout,  che sta riscuotendo consenso di pubblico su Internet. A 56 anni il tocco sulla batteria è quello di sempre, elegante e raffinato, così come lo sguardo,  profondo e magnetico, l’artista contattato dalla redazione,  racconta: “A dispetto di quello che potrebbe suggerire un ascolto superficiale e frettoloso, Dipende non è una canzone d’amore. Se si presta attenzione alle parole, questo brano  parla della situazione di incertezza attuale che viviamo, dove niente e nessuno è al sicuro. Non c’è  nessuna sicurezza,  a partire dall’acqua che beviamo”. Sulla genesi di questa canzone il batterista spiega: “E’ frutto di internet che offre nuove  e incredibili opportunità.  Attraverso la rete ho conosciuto  Ilya Dragunov, talentuoso chitarrista russo. Entrambi viviamo e veniamo da due mondi diametralmente opposti eppure la musica ci ha uniti.  Ci siamo piaciuti a vicenda. Io ho scritto il testo, la melodia e interpreto il brano, Ilya che è anche polistrumentista ha   suonato e curato gli arrangiamenti. Sei mesi fa sono stato a Mosca e mi ha sorpreso il fatto che in Russia e nei paesi baltici  la musica italiana spopola a tal punto che alcuni gruppi musicali del Belpaese lì vengono idolatrati. Dipende sta trovando riscontro da parte del pubblico e suscitando interesse tra gli addetti ai lavori. Siamo all’inizio e incrociamo le dita ma questi prima segnali più che incoraggianti hanno convinto me e Ilya Dragunov ad andare avanti”.

IL VIDEO

 

 

3.448 Letture

 

 

Scritto in Attualità, In Primo PianoComments (0)

 

Mussomeli: utenti disorientati, notificate circa 1500 cartelle per la Tarsu 2010

Mussomeli: utenti disorientati, notificate circa 1500 cartelle per la Tarsu 2010

Comune di Mussomeli(di Roberto Mistretta) MUSSOMELI – Vengono notificate in questi giorni le cartelle di “Avviso di accertamento d’ufficio e contestuale irrogazione delle sanzioni” relative alla Tarsu 2010. Si tratta di ben 437 avvisi per infedele denuncia (sarebbe stato dichiarato meno di quanto realmente si possiede) e addirittura ben 1057 per omessa denuncia (non sarebbe stato dichiarato nulla). E a chi ritiene che essendo state notificate nell’anno 2017 tali cartelle sarebbero prescritte in virtù dei 5 anni già trascorsi, si contrappone quanto dichiara un consulente esperto in materia fiscale e contributiva. «In pratica – aggiunge il consulente – il contribuente aveva l’obbligo di comunicare entro il 16 febbraio 2011 quanto oggi contestato. I cinque anni quindi andavano a scadere al 31 dicembre 2016 ed entro quella data il Comune ha consegnato all’Ente che procede alla notifica, quindi alle Poste, tali cartelle. Per cui anche se sono state consegnate già nel 2017, non sono scadute. Chiarito questo, se il contribuente ritiene che ci siano degli errori sui mq contestati, può chiedere l’accertamento con adesione, producendo una planimetria dell’immobile oggetto di verifica. Di fatto non contesta la sanzione ma il quantum e quindi continuerà a beneficiare della riduzione di 1/3 della somma dovuta, pagando entro 60 giorni che tuttavia in questo caso, interrompendo tale conteggio, diventeranno mesi in attesa che i nuovi controlli vengano eseguiti. E come la legge ha stabilito, si pagano anche i garage e le aree dei sottotetto al di sopra del metro e mezzo di altezza». Insomma si fa sempre più serrata la lotta agli evasori fiscali o presunti, stante che moltissimi a Mussomeli posseggono ampi sottotetto dove custodiscono vasche per le riserve idriche e certo non sono locali che producono rifiuti, ma tant’è ormai contano i mq quadri posseduti e la composizione del nucleo familiare. Tali dati sono stati ricavati utilizzando il software di gestione e la collaborazione della società Gefil srl che fino all’anno 2012 ha gestito la Tarsu per la Società d’Ambito CL1. Anche per l’Ici, per il 2010 ci sono 156 avvisi di accertamento per un valore complessivo di 37.056 euro (compreso di sanzioni per adesione) e, per il 2011, 165 avvisi per un valore complessivo di 40.976,18 euro.

1.592 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

C’è il sole ma il ghiaccio manda fuori strada i mezzi pesanti.

C’è il sole ma il ghiaccio manda fuori strada i mezzi pesanti.

Tir-in-panne-per-ghiaccio-Mussomeli – Oggi non nevica, le scuole sono riaperte ed è arrivato l’agognato sole. Tuttavia alcune strade sono rimaste bloccate, questa volta non per la neve ma per i mezzi pesanti che a causa del ghiaccio hanno avuto problemi. I maggiori disagi si son avuti nella mattinata quando ancora le temperature basse hanno tradito conducenti di mezzi commerciali. In contrada Monticelli un tir è rimasto fermo a causa del manto sdrucciolevole, impedendo di fatto la circolazione delle vetture che transitavano da e verso Acquaviva. E proprio in prossimità del piccolo centro nisseno è intervenuta la polizia municipale per soccorrere un furgone finito fuori strada. Per fortuna entrambi gli incidenti non hanno comportato danni a conducenti e persone. Inutile dire che le lastre di ghiaccio si formano con maggiore frequenza e intensità dopo il tramonto e fino al mattino occorre prestare particolare attenzione nella guida ma anche nella scelta degli itinerari, cercando di evitare le strade troppo ripide o impervie.

3.464 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Il sindaco: “Gli agricoltori segnalino i danni subiti”

Il sindaco: “Gli agricoltori segnalino i danni subiti”


sidnacoispettorato
MUSSOMELI – Gli agricoltori potranno segnalare i danni subiti dal maltempo. A darne notizia, attraverso un comunicato, è il sindaco che scrive: “A seguito dell’incontro avuto dal sottoscritto, Giovedì 12 gennaio scorso a Caltanissetta, con la dirigenza dell’Ispettorato Agricoltura, nella giornata di ieri – Lunedì 16 gennaio, l’Ispettorato stesso ha trasmesso nota all’Ufficio Intercomunale Agricoltura di Mussomeli al fine di attivarsi affinchè venga divulgata alle aziende agricole del Vallone e quindi di Mussomeli, la possibilità di presentare tempestivamente la segnalazione dei danni subiti, a seguito delle ultime avversità atmosferiche dei giorni scorsi.

Alle segnalazioni faranno seguito le opportune verifiche da parte dell’Ispettorato Agricoltura, finalizzate alla constatazione dei danni, mantenendo in ogni caso sotto costante monitoraggio il proprio territorio e provvedendo al reperimento dei dati da trasmettere con la relazione.

Le Aziende agricole interessate a segnalare eventuali danni subiti, così come previsto dalla Circolare Assessoriale 19/01/06 n. 1, potranno utilizzare il Modello A disponibile presso lo stesso ufficio o presso le associazioni di categoria agricole.

Il mio ringraziamento va al Dott. Biagio Dimauro (Dirigente dell’ispettorato dell’Agricoltura di Caltanissetta), al Dott. Calogero Lunetta (dirigente dell’Unità operativa Credito e Danni dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Caltanissetta) e al Dott. Giuseppe Calafiore (Dirigente dell’UIA di Mussomeli), per il loro tempestivo interessamento”.

1.040 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro