VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate 2018: ecco dove andranno i mussomelesi in vacanza. IL VIDEO

Estate 2018: ecco dove andranno i mussomelesi in vacanza. IL VIDEO

1.624 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Memorial Vincenzo Ricotta, la soddisfazione degli organizzatori

Memorial Vincenzo Ricotta, la soddisfazione degli organizzatori

Mussomeli – Circa 200 i ragazzi che provenienti da Mussomeli (Asd Mussomeli e Don Bosco), ma anche da Vallelunga, Casteltermini, Santa Caterina, Marianopoli, hanno voluto tributare, domenica scorsa,  il proprio omaggio alla figura di Vincenzo Ricotta, ragazzo gentile, leale e garbato che amava lo sport.In occasione della manifestazione sono stati raccolti beni di prima necessità da destinare alle famiglie bisognose. In più si è registrata una partecipazione massiccia da parte del pubblico che ha riempito la tribuna dello stadio Caltagirone di Mussomeli. Un successo pure l’evento tenutosi il giorno precedente alla Palestra comunale con il quadrangolare dove, in onore di Vincenzo, hanno giocato la rappresentativa dell’associazione Vivi, la rappresentativa dei mister delle varie squadre di Mussomeli, la rappresentativa dell’Acquaviva/Chiaramontana, compagini dove in passato hanno giocato Vincenzo, e la rappresentativa dei genitori della scuola calcio. Mario Gero Taibi,  tra gli organizzatori dell’evento ha dichiarato: “questo successo ci spinge ancora una volta a ricordare la figura di Vincenzo. Dopo l’estate ci riuniremo per programmare a maggio il quarto memorial. E’ nostra intenzione, attraverso un protocollo d’intesa con il Coni nonché con gli enti di promozione e le federazioni estendere questa giornata ad un evento regionale per realizzare un connubio tra lo sport e la solidarietà”.Mentre il  dirigente Vincenzo Sorce ha commentato: “Un ringraziamento va a tutti gli sponsor per la disponibilità dimostrata, all’Asd Musomeli, nonché alle mamme che hanno preparato le torte”.  Grande soddisfazione è stata, inoltre, espressa  dai mister della Scuola calcio del Mussomeli Domenico Favata, Michele Torquato, Salvatore La Mattina e Salvatore Castiglione e del presidente dell’Associazione Vivi Federica Prezioso, nonché dal presidente dell’Unaat Vincenzo Sorce Callari che si è occupato del terzo tempo e del presidente dell’Asd Mussomeli Salvatore D’Amico.

291 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

S. Giovanni Gemini: Festa Gesu Nazzareno, le foto di Nicola Calì

S. Giovanni Gemini: Festa Gesu Nazzareno, le foto di Nicola Calì

San Giovanni Gemini  – La festa di Gesu Nazzareno raccontata attravreso gli scatti del fotografo Nicola Calì. Le foto     

 

742 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Si è spento il signor Vincenzo Bullaro, garbato impiegato comunale appassionato di calcio

Si è spento il signor Vincenzo Bullaro, garbato impiegato comunale appassionato di calcio

MUSSOMELI – Stamane,   all’età di 80 anni,  si è spento il signor Vincenzo Bullaro. L’uomo, dopo una lunga malattia, circondato dall’affetto dei suoi figli Dario e Gerardo, e da tutti i suoi cari, all’alba ha detto addio alla vita terrena. “Ad attenderlo tra gli angeli – ricorda una parente – il suo angelo più bello la moglie Enza Trigonella, che lo aveva lasciato prematuramente e che ora lo prenderà per mano per portarlo al Padre Celeste”. Marito e padre esemplare, aveva svolto il suo lavoro come impiegato alla casa comunale fin dall’età di 23 anni, aveva contribuito con impegno e tenacia all’apertura dell’ospedale di Mussomeli, spendendosi personalmente per il bene di tutta la comunità. Da sempre impegnato nella politica e nel sociale, soprattutto negli ultimi anni, quando aveva rivestito il ruolo di segretario nella dirigenza della squadra ASD Mussomeli. Lascia un gran vuoto nella famiglia e in quanti lo conoscevano.

La salma sarà traslata presso la parrocchia, Cristo Re stasera alle ore 20:00.

Le esequie saranno celebrate domani, 16 giugno alle ore 16:00  presso la stessa parrocchia.

Il Direttore, esprime a nome suo personale e della redazione, profondo cordoglio alla Famiglia Bullaro per la scomparsa del Signor Vincenzo Bullaro

5.095 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Venerdì al via il terzo memorial Vincenzo Ricotta

Venerdì al via il terzo memorial Vincenzo Ricotta

MUSSOMELI – L’ Asd Mussomeli   nello specifico la scuola calcio  dei mister Torquato – La Mattina – Castiglione – Favata,  in collaborazione  con L’Associazione Vivi del presidente Federica Prezioso, l ’associazione  Unaat del presidente Vincenzo Sorce Callari e con il patrocinio del Comune di Mussomeli organizzano  nei giorni 15-16-17 Giugno 2018 il terzo memorial nel ricordo di Vincenzo Ricotta ragazzo umile e straordinario, scompareso prematuramente nell’ottobre 2014. Il memorial  riveste  ogni anno un importante  avvenimento per la cittadina Manfredonica ,  per un momento sportivo e sociale.

Il Programma prevede  il 15 Giugno alle h 18.30 un quadrangolare di calcio a 5 presso alla palestra  Madonna di Fatima  tra le rappresentative  dei compagni di squadra  dell’Acquaviva / Chiaramontana squadre ove ha militato Vincenzo, l’associazione Vivi, la rappresentativa dei genitori dei ragazzi delle scuole calcio, e quella dei mister di Mussomeli.

Il 16 giugno invece  alle 15.30 presso il campo sportivo Nino Caltagirone di Mussomeli un concentramento interprovinciale di scuole calcio ,oltre Asd Mussomeli parteciperanno la Don Bosco Mussomeli, la Don Bosco Casteltermini, Il Marianopoli, Santa Caterina , Vallelunga . Alle 19.00 premiazione, la giornata si concluderà alle 19.30 con il terzo tempo.

Mentre Domenica 17 Giugno 2018  alle h 11.00 presso il cimitero comunale avrà luogo un momento di preghiera per Vincenzo.

Parole di elogio arrivano dai Mister La Mattina e Torquato, con grande orgoglio  anche quest’anno vogliamo ricordare  la figura di Vincenzo con la partecipazione  di oltre 250 bambini.

Soddisfatto il mister Castiglione che dichiara: “Ringrazio tutte le associazioni e le scuole calcio presenti all’evento la famiglia Ricotta per la disponibilità. Infine il Dirigente responsabile Vincenzo Sorce : anche quest’anno  organizzeremo una raccolta  di alimenti di prima necessità per le famiglie bisognose  del vallone” .

Felice dell’iniziativa  il presidente dell Asd Mussomeli Salvatore D’Amico che commenta: “abbiamo  fin da subito condiviso questa iniziativa  istituendo anche nel ricordo di Vincenzo un premio per un ragazzo che quest’anno si è distinto per comportamento qualità sportiva e impegno scolastico. Saremo presenti con tutti  gli altri soci all’evento”.

2.037 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Vicecomandante Polizia municipale riceve onorificenza cavaliere della Repubblica

Vicecomandante Polizia municipale riceve onorificenza cavaliere della Repubblica

Mussomeli. A distanza di ben 7 anni dalla richiesta inoltra nel novembre del 2011 dal sindaco Salvatore Calà, il 54enne vice comandante del Corpo di Vigilanza del Comune, il commissario Attilio Frangiamore, per la Festa della Repubblica ha avuto conferita dal Prefetto di Caltanissetta, l’alta onorificenza quale Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Nelle delibera di Giunta a suo tempo adottata, si leggeva: “Un agire onesto ed una vita improntata su di un criterio di rettitudine e di legalità risponde alla normalità di un’etica civile; che, quando a queste encomiabili caratteristiche, si aggiunge un lavoro svolto per la tutela e l’interesse della collettività, a garanzia dei cittadini e per il rispetto delle regole poste dall’ordinamento giuridico e questo operato viene assolto con zelo ed abnegazione, diligenza e professionalità, audacia, temerarietà, spirito di sacrificio, con un equilibrato giudizio ed un razionale pragmatismo che esulano le normali funzioni e sono tali da connotarne l’eccezionalità. L’esemplarità della sua onorata carriera, esplicata con il più alto senso del dovere e della disciplina e con uno sprezzo del pericolo tale che, unito ad un grande spirito di altruismo e ad una solida formazione cristiana, gli ha permesso di salvare per ben due volte delle vite umane, distogliendole dal proposito suicida”.

Nel merito, il Cavaliere della Repubblica diceva: “A prescindere dai motivi addotti, ritengo di avere fatto soltanto il mio dovere e continuerò a farlo. Francamente non mi ricordavo neppure più di tale richiesta inoltrata parecchi anni fa dal sindaco Calà. Poi la Prefettura mi ha informato che il 2 giugno, Festa della Repubblica mi sarebbe stata consegnata la pergamena quale Cavaliere OMRI. Indubbiamente sono contento perché si tratta di un titolo di merito che fa onore ricevere, non solo a me, ma ritengo a tutto il Corpo di cui faccio parte”.

Attilio Frangiamore presta servizio presso il Corpo di Polizia municipale dal 1989. Persona nota in città, dove è nato e dove vive con la famiglia, ha seguito le orme paterne. Suo padre infatti indossò prima di lui l’uniforme da vigile urbano.

Va ricordato che il sindaco Calà, pochi mesi prima di completare il suo mandato, vale a dire gennaio 2015, propose un encomio solenne anche per il vigile urbano Dorio Scaduto che era stato protagonista di un rocambolesco episodio in pieno centro, quando aveva fermato al volo un anziano automobilista che in preda al panico, dopo un incidente, s’era dato alla fuga. E a relazione sull’accaduto, per altro, era stato proprio il suo vice comandante Attilio Frangiamore. 

Di Roberto Mistretta

793 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Aperte le iscrizioni al Grest della parrocchia di ”San Giovanni Battista”

Aperte le iscrizioni al Grest della parrocchia di ”San Giovanni Battista”

Mussomeli- Lunedì 25 giugno prenderà avvio il Grest estivo della parrochia ”San Giovanni Battista”.  Quest’ anno il tema sarà ”Yubi, i custodi delle luci” e tre settimane piene di divertimento e giochi aspettano i bambini.

Dal 25 giugno al 13 luglio, infatti,  i piccoli saranno impegnati in attività ludiche e ricreative, per promuovere il senso dell’amicizia e della solidarietà.

Le iscrizioni sono disponibili presso la Parrocchia di ”San Giovanni Battista” e il ”Santuario Maria Santissima dei Miracoli” .

404 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Perchè l’Intelligenza Artificiale fa paura. Ne abbiamo parlato con lo sviluppatore Pasquale Pellitteri

Perchè l’Intelligenza Artificiale fa paura. Ne abbiamo parlato con lo sviluppatore Pasquale Pellitteri

PALERMO – Con lo sviluppo di realtà virtuale, nuove tecnologie e Intelligenza Artificiale,  quali scenari più o meno apocalittici ci attendono nel breve e medio periodo? Ne abbiamo parlato con Pasquale Pellitteri che ha lasciato Mussomeli da 20 anni e ha lavorato per diverse grandi aziende bancarie e di telecomunicazioni, tra Milano e Torino, come sviluppatore.Ha collaborato con diverse università e come correlatore ha firmato varie tesi di laurea.Oggi lavora, a Torino,  in una delle più grandi software house italiane, Engineering.

Pasquale Pellitteri che fai  nello specifico?

Mi occupo di progetti per grosse aziende e gestisco un team di sviluppatori, lavoro in Engineering, azienda con oltre 10.000 impiegati e un miliardo di fatturato presente in oltre 20 nazioni.

Lavori in un campo a rapidissimo sviluppo, cosa puoi dirci?

E’ vero oggi i campi sono i più svariati dalle applicazioni mobile al cloud,  dai sistemi IOT (internet delle cose) ai big data, dalla realtà aumentata alla realtà virtuale fino a quella che considero la più enigmatica l’ AI cioè l’intelligenza arificiale.

In che senso la più enigmatica?

Vedi delle altre tecnologie che ho menzionato si è sempre pensato come a una evoluzione normale, ma l’IA è qualcosa di diverso e per certi versi incontrollabile.

Pensa che c’è stata una petizioni di svariati scienziati tra cui Stephen Hawking, per gettare l’allarme e dicono che “potrebbe essere il peggior evento della storia della nostra civiltà”.

Inquietante, ma perché?

Perchè la “singolarità” accadrà e non è più questione di se, ma solo di quando.

Cito Jürgen Schmidhuber, uno dei padri dell’intelligenza artificiale “Per singolarità tecnologica si intende il raggiungimento di un punto nello sviluppo di una civiltà, in cui il progresso tecnologico accelera oltre la capacità di comprendere e prevedere degli esseri umani”.

Si pensa che possa avvenire entro 30 anni, altri dicono addirittura entro 15 anni, una data che sembra lontana ma in realtà è molto vicina.

Ma non necessariamente è un avvento negativo…

In realtà non lo sa nessuno, ma ti posso fare degli esempi che avverranno nei prossimi anni, quello di cui parlo sono sviluppi nei centri di ricerca e non di previsioni.

Entro 5 anni i sistemi di traduzione potranno tradurre un libro con le sottigliezze di un umano, le auto che si guidano da sole gironzolano già in California e in altri stati e presto in Europa e i sistemi potranno capire una domanda e dare una risposta coerente.

Questo vuol dire che perderanno il lavoro traduttori, taxisti e centralinisti esempi non marginali e potrei continuare, si pensa che siano a rischio entro 10 anni il 30% dei posti di lavoro in USA.

Un futuro da incubo…

Come dicevo l’Intelligenza Artificiale non è come qualsiasi tecnologia, comunque non necessariamente negativa perché maggior produttività significa anche meno ore di lavoro e più tempo libero, insomma un domani da reinventarci, c’è ancora tempo, il problema è che oggi nessun governo sa cosa fare, poche idee e molto confuse.

D’altro canto l’ IA è oggi presente e la usiamo tutti i giorni, con i traduttori, nei motori di ricerca, nel dare comandi vocali e si è dimostrata valida in tanti settori come la medicina.

E in Italia in questo campo come è la situazione?

Mi piacerebbe dirti buona  ma non è così, oggi c’è un duopolio Cina – USA, ma stanno facendo massicci investimenti anche Russia e India.

Si potrà parlare di coscienza in una Intelligenza Artificiale?

Si tende a determinare la coscienza dal comportamento, in altre parole se reagisce in un determinato modo ad un determinato stimolo siamo propensi a definire che abbia una coscienza, in realtà attualmente non ci sono metodi per determinarlo, il test di Turing da questo punto di vista è inadeguato.

Quindi quando una IA replicherà gli aspetti del comportamento umano saremo propensi a dargli una coscienza.

2.287 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Festaggiamenti al”Paolo Emiliani Giudici” per la fine dell’anno scolastico

Festaggiamenti al”Paolo Emiliani Giudici” per la fine dell’anno scolastico

Mussomeli-L’ 8 giugno gli alunni di 5A / B del plesso P.P.Puglisi, diretto da Alessandra Camerota, insieme ai loro insegnanti F.Munì, A.Augello, C.Scannella, R.Tomasini, G.Messina hanno salutato la fine dell’anno scolastico e la conclusione del primo ciclo d’istruzione della scuola primaria con momenti di preghiera e momenti conviviali. Alti i livelli di emozione e commozione  che hanno reso la serata indimenticabile e straordinaria. La preghiera di ringraziamento per questi cinque anni scolastici giunti al termine,  e l’affidamento per il prossimo ciclo scolastico di scuola secondaria di primo grado  guidata da Padre Luis , animata da fra Igor e fra Vinicius alla presenza  di Gesù Eucarestia, dei ragazzi, dei docenti , dei genitori , dei nonni e delle autorità locali  ha riempito di significato i momenti che si sono poi succeduti. Dopo il momento di preghiera, svoltosi al Santuario della Madonna dei Miracoli, gli intervenuti si sono spostati presso la Sala M.Randazzo dove si  è proiettato il cortometraggio realizzato dagli alunni, ispirato alla poesia di Giacomo Leopardi “Il sabato del villaggio” molto apprezzato dai presenti e su cui il sindaco G.Catania ha speso parole di apprezzamento. A seguire il saluto dell’insegnante Francesca Munì, interrotto più volte dalla commozione della stessa e da un pianto a singhiozzo dei ragazzi. Subito dopo i rappresentanti di classe Rita Catania e Rosalba Dilena, anch’esse tra le lacrime, hanno espresso anche a nome degli altri genitori la loro gratitudine alle insegnanti per ciò che scolasticamente e umanamente hanno fatto per i ragazzi in questi cinque anni. La serata si è conclusa fuori nel chiostro di San Domenico attorno a una mega torta  di ringraziamento.

653 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Al castello guide per un giorno gli studenti del “Padre Pino Puglisi”

Al castello guide per un giorno gli studenti del “Padre Pino Puglisi”

Mussomeli-Giornata bellissima ed indimenticabile per i bambini, i genitori, gli insegnanti, la dirigente scolastica, l’assessore comunale alla pubblica istruzione e i visitatori, che si sono visti guidare alla scoperta del Castello Manfredonico di Mussomeli dai bambini delle terze classi della scuola primaria del plesso “Padre Pino Puglisi” dell’Istituto comprensivo “Paolo Emiliani Giudici”.

Alle 15.30 in punto, una gran folla di visitatori era già presente ai piedi del maestoso maniero.

Alla presenza dell’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Giuseppina Territo, della Dirigente scolastica Alessandra Camerota, di tantissimi genitori e nonni e di occasionali visitatori, le abili guide turistiche si sono arrampicate lungo i sentieri che portano ai piani alti del Castello e con padronanza e sicurezza hanno portato dopo i visitatori sino ai sotterranei, raccontando, tra storia e leggenda, i personaggi e i fatti rilevanti che hanno reso celebre il castello di Mussomeli.

Sempre pronti e attenti alle direttive dei propri insegnanti Maria Catalano, Paolino Noto, Anna Chiarello e Tania Cocuzza, gli alunni hanno interpretato in modo straordinario il ruolo di guide, considerata la loro tenerissima età. Applausi a scena aperta e commozione per la bravura e la dedizione con la quale hanno affrontato il loro impegno di apprendisti ciceroni.

Dagli interventi finali dell’assessore Territo, della Dirigente scolastica Camerota e degli insegnanti, si è percepita la soddisfazione per una scommessa oggettivamente difficile ma stravinta dai bambini.

Felice in volto Pasquale Messina che è stato uno dei formatori dei bambini con i quali si è intrattenuto nelle fasi di preparazione, quasi incredulo lo stesso per la capacità dimostrata dalle piccole guide.

È questa stata l’occasione per salutare anche l’ins. Anna Chiarello che lascerà il prossimo anno Mussomeli e che ha manifestato tutta la sua gratitudine all’intera comunità mussomelese per come è stata accolta durante l’intero anno.

Alla fine, gradita sorpresa per i bambini visibilmente affaticati ed accaldati, un rinfresco curato dai genitori degli alunni delle terze classi è stato l’occasione per salutarsi in vista delle ormai imminenti vacanze estive, con l’impegno per il prossimo anno a realizzare qualcosa di bello e interessante come l’avvincente esperienza vissuta dai piccoli e dai grandi. Una giornata che resterà nella memoria di molti per tanto, tanto tempo, con la piena soddisfazione di tutti.

409 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com