Vigro
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Studenti dell'”Hodierna” di Mussomeli all’incontro con l’Assessore Lagalla a Caltanissetta

Studenti dell'”Hodierna” di Mussomeli all’incontro con l’Assessore Lagalla a Caltanissetta

Caltanissetta – Sabato 16 febbraio nell’ambito delle attività promosse dalla Consulta provinciale degli studenti, presso l’Auditorium “G. Bufalino”, annesso al Liceo Scientifico “A. Volta” di Caltanissetta,  si è tenuto un incontro di studenti con l’Assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione, On. Roberto Lagalla, con il coordinamento del prof. Carmelo Salvatore Benfante Picogna dell’U.S.R. di Caltanissetta.

All’incontro hanno partecipato studenti, rappresentanti della Consulta (Calogero Frangiamore), dei Consigli di classe (Lorenzo Scavone, Roberta Notaro, Laura Diliberto, Salvatore Amico, Andrea Muscarella, Davide Mattina, Calogero Frangiamore, Davide Ascolese, Davide Cilano, Giulia Lumia, Vincenzo DiMaria, Luca Russotto, Gaspare Corbetto e Seby Messina) e del Consiglio d’Istituto (Salvatore Diliberto e lex Valenza) dell’I.I.S. “G.B. Hodierna” di Mussomeli, accompagnati dai docenti, prof.sse Rosalia La Tona e Rosa Mendola; è stata presente Sofia Modica, rappresentante della Consulta per l’I.I.S. “Virgilio” di Mussomeli.

Oggetto dell’incontro è stato l’approfondimento dei contenuti della legge sul diritto allo studio, il cui ddl proposto dall’assessore Lagalla è stato approvato dal Governo regionale ed è in attesa di proseguire l’iter legislativo all’Assemblea Regionale Siciliana.

L’incontro è stato preceduto da un confronto tra gli studenti provenienti dagli istituti di istruzione superiore di tutta la provincia avente ad oggetto sia le attuali e numerose problematiche relative all’edilizia scolastica ed ai trasporti, nonchè un puntuale approfondimento del disegno di legge da parte del presidente provinciale della Consulta, Fausto Terrana.

Il Ddl disciplina tutto il periodo formativo di un soggetto a partire dal livello primario fino ad arrivare al percorso universitario. Nel testo vengono affrontate diverse problematiche legate alla dispersione scolastica, misure per il tempo pieno e per una cooperazione inter istituzionale rivolta ai soggetti più deboli, con disabilità o disturbi dell’apprendimento; sono attenzionate le situazioni relative agli studenti immigrati residenti sul territorio e agli studenti delle isole minori, delle aree montane o sogette a degrado.

La Sicilia è rimasta una delle poche regioni ad avere un vuoto normativo su questo argomento nonostante nel 1985 il D.P.R. avesse delegato la regione a legiferare sull’Istruzione e pertanto è auspicabile l’approvazione della legge sul diritto allo studio al fine di migliorare i servizi scolastici

36 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Marianopoli, avviata  piantumazione di oltre 900 alberi

Marianopoli, avviata piantumazione di oltre 900 alberi

Marianopoli – Nell’ambito degli interventi in agricoltura, al fine di promuovere l’incremento e la valorizzazione delle risorse agricole locali e al fine di reintrodurre nel territorio piante, che con il passare del tempo si stanno sensibilmente riducendo, Il Sindaco Salvatore Noto e l’Amministrazione Comunale di Marianopoli hanno promosso anche quest’anno un’iniziativa finalizzata alla piantumazione di alberi. Con molto orgoglio, gli Amministratori affermano che si è cominciato un ragionamento diverso, rispetto alle procedure culturali passate, in quanto si è pensato di reinserire nel nostro territorio i “vecchi” alberi, per evitare, anche, di perdere memoria del nostro passato.
L’Amministrazione comunale, proprio in questi giorni, ha infatti consegnato ai Cittadini di Marianopoli, che ne hanno fatto richiesta 23 alberi di Nespolo, 11 alberi di Carrubbo, 400 alberi di Mandorlo, 60 alberi di Noce, 169 alberi di Melograno, 26 alberi di Pero, 4 alberi di Sorbo, 64 alberi di Ciliegio e 177 alberi di Olivo.
“Uno degli obiettivi – dichiara Giuseppe Vullo, Assessore all’agricoltura – è stato quello di sensibilizzare le persone su quanto gli alberi siano elementi fondamentali dell’ecosistema. Un altro obiettivo è stato quello di evitare, attraverso la piantumazione degli alberi, l’erosione del suolo e quindi il rischio frane, a cui il nostro territorio è molto a rischio. Gli alberi modificano l’ambiente in cui viviamo moderando il clima, migliorando la qualità dell’aria, riducendo il deflusso delle acque piovane. La reazione degli esseri umani di fronte agli alberi va ben oltre il semplice atto di osservarne la bellezza. All’ombra degli alberi ci sentiamo sereni, in pace, riposati e tranquilli. Lì noi siamo  a casa. L’effetto calmante legato alla presenza di alberi nelle vicinanze può ridurre significativamente i livelli di stress e affaticamento”.

259 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Sutera, sabato la Festa della Demanialità

Sutera, sabato la Festa della Demanialità

Sutera – A Sutera,  sabato 23 febbraio 2019,  avrà luogo la Festa della Demanialità. A renderlo noto, attraverso un comunicato, è l’Amministrazione Comunale.  La ricorrenza sarà celebrata attraverso una “Serata di poesia” nel corso della quale saranno presentate delle opere del Professore Giuseppe Bullara. A seguire, la consegna di una Targa ricordo da parte del Sindaco, Dott. Giuseppe Grizzanti, alla memoria del pittore Pippo Callari e al Dott. Francesco Accordino già Capo della Squadra Mobile di Palermo, collega di Lillo Zucchetto. La serata inizierà alle 18,30 presso l’Auditorium Comunale. L’evento è aperto a tutta la cittadinanza.

239 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Mussomeli, canna fumaria innesca incendio un’abitazione

Mussomeli, canna fumaria innesca incendio un’abitazione

Mussomeli – Sarebbe partito  della canna fumaria l’incendio che si è sprigionato questa sera in una abitazione di Mussomeli.

Secondo le prime indiscrezioni le fiamme si sarebbero innescate dalla canna fumaria che attraversava il sottotetto in legno di un appartamento di viale della Regione.

In mezzo a una folla di curiosi, sono intervenuti i vigli del fuoco per fermare l’incendio, prima che si propagasse in tutto l’edificio.

Proprio dal tetto era visibile all’esterno il fumo da combustione, mentre tuttora un tanfo di bruciato avvolge la zona.

Fortunatamente, sembra che l’incendio non abbia causato feriti, mentre il danno alle cose, secondo quanto trapelato, sarebbe in fase di quantificazione.

2.774 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

A Villalba un convegno per  la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

A Villalba un convegno per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Villalba – Si é celebrata venerdì scorso, 15 febbraio 2019 la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile .  Anche Villalba, attraverso un convegno,   ha avuto l’occasione di svolgere un ruolo importante di sensibilizzazione, sostegno e vicinanza ai bambini e agli adolescenti colpiti da questa malattia, ai guariti e alle loro famiglie.
Riaffermando lo sviluppo della cultura della prevenzione,  la giornata contro il cancro infantile é volta a vincere le paura, le sofferenze , nel ridare speranza , quella gioia per una guarigione  di cui si è potuta da concreta testimonianza.  Come nel caso di  Graziella  una donna che ha dimostrato di avere un forte carattere nel superare le prove che la vita gli ha imposto. O Morena esempio che il tumore  non é sinonimo della parola fine, che si può guarire dopo aver lottato e godersi poi la vittoria . I relatori al convegno dal titolo “Diamo radici alla speranza, sono stati  il Vice sindaco Concetta Territo le dott.sse Ilde Vulpetti e Rosa Domilici che hanno spiegato il ruolo e l’ importanza che ha l’  (Associazione Siciliana Leucemie e Tumori Infanzia) all’interno del reparto oncologico di ematologia pediatrica dell’ospedale civico di  Palermo. Vi è stata poi l’esecuzione canora dei ragazzi delle medie guidati dai loro professori  e la toccante   testimonianza della famiglia Civiletto. Le conclusioni  sono state affidate alla Preside Dott.ssa Graziella Parello. Una Targa ricordo è stata consegnata all’A.S.L.T.I. dall’amministrazione comunale,  infine un  alberello di melograno é stato piantumato nell ‘aiuola adiacente la scuola media come simbolo di speranza e di presenza attiva dell’ASLTI sul territorio.
752 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Le associazioni Symposium, Kleper, Ali Sicani e l’Ordine dei Geologi avviano una stagione di incontri divulgativi

Le associazioni Symposium, Kleper, Ali Sicani e l’Ordine dei Geologi avviano una stagione di incontri divulgativi

Mussomeli – Le Associazioni “Symposium” (musica, cultura, cinema e teatro); “Johannes_Kepler” (associazione scienze astronomiche), in collaborazione con l’associazione Ali Sicane (volo libero), con l’Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia – ORGS e con il patrocinio del Comune Di Mussomeli, attraverso un comunicato, rendono noto l’inizio delle attività divulgative della stagione 2019. Il programma stilato fino al 14 dicembre e che  prevede undici incontri,  il primo dei quali sabato prossimo, 23 febbraio.   “I vari seminari scientifici – si legge –  saranno aperti a tutti, avranno decorrenza mensile (il terzo sabato di ogni mese) e si terranno presso la sala convegni del Palazzo Sgadari di Mussomeli, con inizio alle ore 18:00. Gli esperti coinvolti che relazioneranno nei vari incontri sono lo studioso Ingegnere Desiderio Lanzalaco (che relazionerà in gran parte degli incontri), il geologo Angelo Alfano (componente della consulta provinciale dei geologi di sicilia), il geologo Carmelo Orlando (vice presidente dell’associazione AGEO CL), il professore Antonio Insolia (della facoltà Scienze Astronimiche dell’università di Catania), l’ingegnere Giuseppe Frangiamore, il geologo Roberto Prisco, il drammaturgo dottore Mario Ricotta, il presidente associazione Ali Sicane Bruno Catania, l’esperto in climatologia Giuseppe Langela e il presidente dell’associazione Symposium, nonché direttore degli eventi della Kepler Salvatore Giardina”. Proprio  il direttore degli eventi Salvatore Giardina spiega: “è stato stilato un programma vasto che prevede ben undici appuntamenti mensili. I vari seminari hanno finalità divulgative e di condivisione. Molti giovani avranno dunque la possibilità di avvicinarsi alla conoscenza e all’approfondimento scientifico del nostro pianeta e di tutto ciò che concerne l’astronomia e la geofisica. La conoscenza sta alla base della formazione delle nuove generazioni, ragion per cui ci impegniamo con abnegazione a portare avanti tali attività. Tra le varie associazioni che collaborano è stato avviato un proficuo sodalizio che ci permetterà di condividere le esperienze e le peculiarità di ognuno, mettendole a disposizione di coloro che prenderanno parte agli incontri. I relatori coinvolti saranno in tanti e ognuno ha mostrato grande entusiasmo nel mettersi a disposizione. La diversità di ognuno di essi sarà essenziale per l’arricchimento, perché, come ho sempre sostenuto: la diversità è ricchezza”.

663 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Mussomeli, domani un incontro promosso dall’ANPI “Bella Ciao” sui fatti dell’acqua del 1954

Mussomeli, domani un incontro promosso dall’ANPI “Bella Ciao” sui fatti dell’acqua del 1954

Mussomeli – In occasione del 65esimo anniversario, l’ANPI “Bella Ciao”, con il patrocinio del Comune di Mussomeli e in collaborazione con l’Istituto Gramsci Siciliano e la Camera del Lavoro CGIL di Mussomeli, presenta un incontro di riflessione e dibattito sui “Fatti dell’Acqua” del 1954 che si terrà sabato 16 febbraio 2019, alle 17:30, presso il Salone del convento “San Francesco”.  Il tema ruoterà attorno a quella rivolta popolare partita dal basso, grazie all’opera di tante donne, che finì per coinvolgere 2500 cittadini. Gli insorti manifestavano il proprio malcontento per le inadempienze che avevano privato dell’acqua la popolazione, vessata, nondimeno, dai rincari in bolletta. L’epilogo divenne tragico dopo che i carabinieri, nel tentativo di disperdere la folla, lanciarono dei lacrimogeni. Nella fuga convulsa, le persone si accalcarono lungo l’angusta via della Vittoria: rimasero travolti Vincenza Messina (25 anni), Onofria Pellitteri (50 anni), Giuseppina Valenza (72 anni) e Giuseppe Cappalonga (16 anni).

Gli interventi di relatori specialisti arricchiranno la ricostruzione dei fatti proponendo punti di vista da angolazioni differenti.

Interverranno: Giuseppe Catania sindaco di Mussomeli che porterà i saluti dell’Amministrazione, lo storico Gero Di Francesco e il prof. Carlo Giuseppe Marino, ordinario di Storia Contemporanea dell’Università di Palermo, presidente onorario ANPI Palermo “Comandante Barbato”.

I due relatori forniranno delle interessanti chiavi di lettura per la comprensione delle dinamiche da cui scaturiscono le lotte, in una dimensione urbana, come quella mussomelese, strettamente connessa alla campagna circostante, ricostruendo anche il contesto storico di quegli anni in Sicilia.

Laura Carapezza, segretaria della sezione ANPI “Bella Ciao”, modererà il dibattito.

La sezione ANPI aveva inoltrato richiesta all’Amministrazione comunale affinché la stessa istituisse, a perenne memoria delle vittime di quel tragico evento, una giornata della memoria da celebrarsi ogni 17 febbraio. A seguito di una mozione presentata e approvata dal Consiglio Comunale, l’Amministrazione di Mussomeli ha deliberato l’istituzione della giornata in ricordo delle vittime dei tragici fatti dell’acqua. Tale richiesta era partita dalla riflessione collettiva che le vittime dell’acqua del ’54 erano le vittime di un’intera comunità, al di là delle giuste proteste e delle appartenenze politiche, nella convinzione che la memoria dei fatti tragici accaduti debbano servire da monito etico per tutti, quale autentico valore di unità civica, morale e democratica.

275 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

“Altro che lingue morte”. Al  “Virgilio” si impara l’attualità del mondo classico con il progetto Latigreco che noi parliamo”

“Altro che lingue morte”. Al “Virgilio” si impara l’attualità del mondo classico con il progetto Latigreco che noi parliamo”

Mussomeli – Lunedì pomeriggio, 11 febbraio 2019, presso i locali dell’Istituto “Virgilio”, dopo l’ultimo incontro del progetto “Il Latigreco che noi parliamo”, alla presenza della Dirigente dottoressa Calogera Genco e della referente del progetto, è avvenuta la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione agli alunni degli Istituti Superiori di Primo grado che hanno aderito all’iniziativa. Questo progetto, giunto quest’anno alla quarta edizione, promosso dall’Istituto “Virgilio” e ideato dalla docente di Latino e Greco del Liceo Classico professoressa Gabriella Barba, è stato indirizzato – appunto – agli allievi dell’ultimo anno delle Scuole Medie del Territorio.

L’iniziativa ha voluto creare un efficace legame di continuità tra la Scuola Superiore di Secondo grado e quella di Primo grado, con l’obiettivo di offrire ai ragazzi importanti spunti di riflessione sulla forte valenza educativa e morale del mondo classico e sul ruolo fondamentale del Latino e Greco che, soprattutto nell’era della tecnologia, favoriscono l’ideazione e l’intuizione, aprono la mente, preparandola al Domani perché – come diceva Umberto Eco – “l’avvenire è di coloro che sanno ragionare”. Durante i quattro incontri la docente referente del progetto ha presentato ai ragazzi i primi elementi della lingua greca, favorendo la riflessione sul valore culturale del Latino e Greco che arricchiscono il lessico, aiutano a comprendere appieno l’Italiano, abituano all’attenzione, al ragionamento ma, soprattutto, insegnano agli studenti il “mestiere del vivere” e li preparano, citando Pavese, “a tutta la gamma di dolori e successi che la vita adulta riserva”. Insomma tutto si può dire, tranne che sia inutile studiare il Latino e il Greco!

Viva la soddisfazione degli alunni e dei loro genitori, della Dirigente e della referente del progetto per una esperienza coinvolgente, partecipata e, a detta di una alunna, “formativa” che conferma il ruolo di una Scuola sempre aperta al Territorio, alle esigenze di tutti gli utenti e che, soprattutto, pone al centro della sua azione formativa l’Alunno, unico vero protagonista

1.714 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Gli alunni dell'”Hodierna” di Mussomeli  a Palermo per decidere il proprio futuro

Gli alunni dell'”Hodierna” di Mussomeli a Palermo per decidere il proprio futuro

Palermo – Giorno 13 febbraio gli studenti delle classi quinte dei corsi AFM, CAT e Turismo dell’’I.I.S. “G.B. Hodierna” di Mussomeli si sono recati presso l’Università degli Studi di Palermo per partecipare  al “Welcome Week 2019”, organizzata dal Centro Orientamento e Tutorato (COT); settimana di orientamento in cui Unipa apre le porte agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, alle loro famiglie e agli insegnanti, per presentare l’offerta formativa ed i servizi messi a disposizione dall’Università.

Da lunedì 11 a venerdì 15 è prevista una settimana di incontri ed eventi per orientare gli studenti nella scelta dei corsi di laurea dell’offerta formativa dell’Ateneo, con simulazione e work shop relativi ai test di ingresso, incontri con consulenti di orientamento, colloqui con docenti universitari e tutor nonché stand informativi.

Presso il Polididattico dell’Università gli studenti dell’Hodierna hanno partecipato alla simulazione dei test di accesso ai diversi corsi di laurea scelti dagli stessi; esperienza che ha coinvolto circa ventimila studenti che si sono prenotati.

1.146 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Lavori sulla Ss640, Pagano (Lega): “Presentata interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri”

Lavori sulla Ss640, Pagano (Lega): “Presentata interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri”

Caltanissetta – Un atto ispettivo  del rappresentante nisseno della lega in Parlamento silla Caltanissetta Agrigento. Alessandro Pagano, atraverso una nota, rende noto che: “Come promesso e preannunciato in occasione della maxi manifestazione regionale che  a Caltanissetta il 2 Febbraio 2019, alla presenza di sindaci del comprensorio e del Vescovo, protestò contro il blocco dei lavori per il raddoppio della ss Caltanissetta-Agrigento e della ss Agrigento-Palermo, ho presentato una interrogazione a risposta scritta, avente carattere di estrema urgenza, indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno (per i problemi di ordine pubblico), al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero delle Infrastrutture, al fine di conoscere come intende procedere il governo nazionale di fronte a questa colossale crisi infrastrutturale siciliana”

209 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com