VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Assessore  Tramontana: “A Villalba per lo sport  due pesi e due misure”

L’Assessore Tramontana: “A Villalba per lo sport due pesi e due misure”

Villalba – Una disparità di trattamento tra le associazioni sportive. A denunciarlo è l’assessore allo sport Giuspppe Tramontana che in un in una lunga nota punto il dito contro gli avversari politici che secondo la sua opinione, non solo si sono disinteressati ma hanno ostacolato le realtà associative che nel recente passato si sono occupati di sport. Scrive Tramontana: Da amministratore e da appassionato di sport, rilevo che in questi mesi si è materializzata la passione per il calcio con la nascita di una nuovo societa’ ‘ASD ATLETICO VILLALBA’ che viene iscritta nella III Categoria, che mette insieme quanti ancora in paese si vogliono misurare con l’attività agonistica, compreso il sottoscritto. Non si tratta della rinascita dello sport  in paese. In tanti anni di assenza dalle attività agonistiche, la fiamma dello sport in paese è stata mantenuta dalla ‘ASD VILLALBA’ a cui è stata affidata la cura del complesso sportivo, rendendolo fruibile a chiunque a qualsiasi titolo ha voluto praticare attività sportive- Negli ultimi due anni – continua l’esponente della giunta Plumeri –  le attività della ASD Villalba si sono svolte fuori dal nostro centro sportivo perché i tagli adoperati sul capitolo del bilancio comunale, da parte dell’opposizione, ha reso insostenibile la manutenzione del CIAS. Ora e solo ora, che nasce una nuovo societa’ per concorrere al campionato di terza categoria, notiamo che Il gruppo di opposizione, che in fase di bilancio di previsione aveva decurtato il capitolo di spesa, si adopera in fase di assestamento per rimpinguarlo. Come a voler dire, ora che quelli di prima non ci sono, mettiamo a disposizione, dei nuovi, più fondi di quanti ne potremmo dare, data la calendarizzazione della stagione sportiva e per quel che rimane da qui alla fine dell’anno. Un altro esempio di fumo negli occhi a scopo di mera propaganda in spregio delle regole amministrative. Si vedono già interventi sulla pagina facebook del gruppo politico, che rimarcano differenze e distanze, come se fino ad ora lo sport a Villalba non fosse esistito, come se gli sforzi di un gruppo di genitori impegnati a infondere nei figli il sano seme dello sport non fosse degno di alcuna nota. Risulta stomachevole sentire parlare e sparlare di sport gente che non ha mai mosso un dito per dare una mano, per fare un atto volontario affinchè in paese lo sport e i giovani non si lasciassero irrimediabilmente. Per fortuna  – conclude Tramontana – lo sport è degli sportivi e non dei falsi profeti della politica locale, lo sport unisce.Infatti le due società sportive hanno tracciato già un percorso di attività che deve vedere la condivisione e la integrazione degli atleti adulti con gli atleti di un immediato futuro. La politica, nelle sue azioni deve avere il buon gusto di non isolare nessuno e di favorire i momenti di aggregazione.Gli amministratori che oggi si scoprono sportivi, di parte, potevano manifestare il loro interesse per lo sport nel mese di giugno scorso , quando sono stati eliminati i fondi per il coofinanziamento del centro sportivo, bruciando l’opportunità di avere a Villalba un moderno ed adeguato punto di incontro di tutti gli appassionati di sport”.

429 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Campofranco, 49enne finisce in manette per droga

Campofranco, 49enne finisce in manette per droga

immagine di repertorio

Campofranco – Con due arresti in meno di una settimana Campofranco si conferma una delle piazze di droga e spaccio più attive del Vallone. Ieri i militari della Compagnia di Mussomeli hanno messo le manette a un 49enne che era in possesso di droga. Nel dettaglio i carabinieri, durante una perquisizione dell’abitazione, hanno rinvenuto 100 grammi di hasish. Così per l’uomo è scattato l’arresto e ora si trova nel carcere di Caltanissetta.

1.021 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Caro bollette consorzio: lunedì incontro al municipio di Mussomeli

Caro bollette consorzio: lunedì incontro al municipio di Mussomeli

Mussomeli – Lunedì 22 ottobre 2018 alle ore 17.00 presso il Palazzo Comunale si terra il tavolo di lavoro organizzato in collaborazione con il Movimento Consumatori Caltanissetta e con il Comitato Tutela e Diritti Mussomeli in merito alle esose richieste di pagamento delle quote sociali richieste dal Consorzio di Bonifica n° 4 di Caltanissetta. A darne notizia, attraverso una nota,  è il sindaco di Mussomeli, Giuseppe Catania, che spiega: ” Al Tavolo di lavoro è stata invitata tutta la deputazione nazionale e regionale, l’assessore regionale all’agricoltura e l’assessore regionale alla famiglia, tutti i gruppi parlamentari presenti all’ARS ed i sindaci del vallone. Il lavori del tavolo saranno orientati ad approfondire la questione al fine di individuare i percorsi amministrativi e politici utili a superare la situazione di grande disagio venutasi a creare tra i moltissimi associati”.

171 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

“Campofranco, in casa con 600 grammi di droga”,  i carabinieri arrestano 58enne

“Campofranco, in casa con 600 grammi di droga”,  i carabinieri arrestano 58enne

Campofranco – Il fiuto investigativo dei militari della Compagnia di Campofranco  e quello  sensoriale della dei cani delle unità cifonila hanno permesso  di sottrarre oltre mezzo chilo di sostanza stupefacente destinato al mercato nero del Vallone.  A Campofranco, ieri, i Carabinieri hanno messo le manette a un 58enne, disoccupato e con numerosi precedenti per reati connessi alla droga. Nella sua abitazione 5 fiamme d’argento, col supporto dei quadrupedi,  hanno rovistato e ispezionato ogni angolo della casa. Questa ricerca certosina ha dato i suoi frutti: all’interno di una colonna decorativa è stata rinvenuta la maggior parte della droga, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento. In totale sono stati sequestrati 600 grammi di hashish. Al termine delle operazioni,  il campofranchese è stato portato al carcere di Caltanissetta dove è tuttora detenuto.

1.117 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Finanza, nuovi sequestri e denunce per la tutela del «made in Italy»

Finanza, nuovi sequestri e denunce per la tutela del «made in Italy»

San Cataldo – Nuovi controlli della guardia di finanza e scattano altri sequestri di merce. In questo caso sono stati effettuati durante le fiera merceologica di San Cataldo.

Sette venditori ambulanti sono stati segnalati alla procura per vendita di prodotti contraffatti. Cinque di loro sono stranieri.

Sulle loro bancarelle avevano esposto merce che sarebbe stata  palesemente contraffatta, tra gadget di noti cartoni animati e di società calcistiche, accessori musicali e capi di abbigliamento di grossi marchi nazionali ed esteri.

Ma tutto falsificato, secondo le fiamme gialle. Da qui il sequestro della merce e il deferimento alla magistratura dei commercianti.

L’ispezione alla fiera di San Cataldo è l’ennesimo controllo eseguito dalla guardia di finanza in questi ultimi mesi in tema di tutela di prodotti originali, non contraffatti, e realmente realizzati sul territorio nazionale.

Tra le pieghe del controllo è stato pure rintracciato un senegalese sul quale pendeva un ordine di espulsione dal territorio italiano   ed è stato denunciato per immigrazione clandestina.

444 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Altra vetrina in frantumi, ma va a vuoto il colpo a un centro scommesse

Altra vetrina in frantumi, ma va a vuoto il colpo a un centro scommesse

Caltanissetta  – Nuova “spaccata” ai danni di un locale. La seconda in pochi giorni a Caltanissetta. Qualche sera fa era toccato a un bar nel pieno centro storico. La scorsa notte la scena si è ripetuta in un’area esterna della città.

Questa volta è entrato nel mirino un centro scommesse, il « Better», di via Filippo Paladini. La tecnica utilizzata è stata la stessa delle precedenti azioni.

Gli autori, infatti, avrebbero utilizzato un’auto lanciata a velocità per sfondare le vetrine dell’esercizio. Ma non avrebbero avuto il tempo di prendere nulla.

Perché è immediatamente scattato l’allarme. D’altronde il fragore provocato dalla rottura del vetro, in piena notte,  non poteva che richiamare l’attenzione degli abitanti della zona.

E così è stato. È stata immediatamente avvertita la polizia e una volante è arrivata in zona. L’auto usata dai ladri, in realtà mancati, sarebbe poi risultata rubata nell’Ennese.

In questo caso le indagini sono curate dalla polizia, mentre altri episodi gemelli dei giorni e della settimane scorse, consumati sempre a Caltanissetta, sono al vaglio dei carabinieri.

311 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

L’istituto “Paolo Emiliani Giudici” ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018

L’istituto “Paolo Emiliani Giudici” ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018

Mussomeli – La scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Paolo Emiliani Giudici”, diretta dalla dirigente scolastica prof.ssa Alessandra Camerota, ha partecipato alle celebrazioni ufficiali italiane per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018. Aderendo alle attività proposte dalla FAO, le classi 1^A, 2^A e 3^A del plesso “G. Sacerdote Messina” hanno dedicato l’attività didattica del 16 ottobre al tema della giornata mondiale dell’alimentazione 2018: “un mondo #FameZero entro il 2030 è possibile – le nostre azioni sono il nostro futuro”.

La giornata, coordinata dal docente di scienze prof. Angelo Alfano e con la collaborazione dei docenti Graziella Lomanto, Gaetana Mistretta, Gaetana Calà, Fortunato Cirlincione e da tutti i docenti di sostegno, si è svolta nella sala conferenze “Paolo Emiliani Giudici” di via Pola.

L’evento  si è aperto con la proiezione di un filmato sul significato della Giornata Mondiale dell’Alimentazione e, in particolare, sul significato della fame nascosta: fame cronica, malnutrizione, insicurezza alimentare, rachitismo e sul significato dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) per una generazione Fame Zero, con la presentazione di 2 pannelli raffiguranti i loghi ufficiali degli OSS, di cui uno in lingua inglese.

La parte più importante della celebrazione ha riguardato il mini convegno organizzato e condotto dagli stessi alunni, impegnati nel porre delle domande ad alcuni compagni che hanno fornito risposte sui problemi posti in discussione. Successivamente, i discenti sono stati protagonisti di un video-clip, della durata di 10 minuti, girato nel laboratorio scientifico e negli spazi esterni della scuola. La mattinata si è conclusa con la visione di un ulteriore video riguardante il WFP (World Food Program) e con le conclusioni finali che hanno evidenziato l’interesse e la partecipazione degli alunni all’intera manifestazione. Tale attività ha reso gli stessi protagonisti attivi e fattivi dell’intera manifestazione perché la medesima è stata ideata e realizzata insieme agli insegnanti che hanno fatto da facilitatori al lavoro dei ragazzi che si sono dimostrati partecipi ed entusiasti e, soprattutto, collaborativi in ogni fase dell’evento. Altro aspetto importante e da non trascurare è certamente la consapevolezza che hanno assunto riguardo a talune problematiche quali i cambiamenti climatici e il problema mondiale riguardante la mancanza di cibo; è importante, infatti, che le future generazioni conoscano i problemi e le difficoltà che devono affrontare giornalmente milioni di persone e ragazzi come loro e che sappiano che ci sono delle soluzioni e che queste possono anche dipendere da loro e da noi tutti.

Gli alunni parteciperanno, inoltre, alla settima edizione del concorso poster per la giornata mondiale dell’alimentazione della FAO, rivolta agli studenti di tutto il mondo, di età compresa tra i 5 e i 19 anni, e di qualsiasi formazione ed estrazione scolastica. Gli elaborati, che potranno essere semplici disegni, opere pittoriche o creazioni digitali sui temi della GMA, saranno inviati entro il 9 novembre 2018 tramite il sito della Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

“L’attività didattica proposta – afferma la dirigente scolastica prof.ssa Alessandra Camerota – è volta a far acquisire agli alunni una maggiore consapevolezza riguardo la malnutrizione, la denutrizione, il rachitismo e altre criticità alimentari, in riferimento all’obiettivo per lo Sviluppo Sostenibile N. 2: Fame Zero. Se si parte dai più piccoli, con l’impegno costante di un’agenzia formativa come la scuola, sarà possibile creare una società migliore e responsabile”.

198 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Nuovo  progetto su Piazza Umberto. I cittadini insorgono: “Nessuno violenti l’agorà di Mussomeli”

Nuovo progetto su Piazza Umberto. I cittadini insorgono: “Nessuno violenti l’agorà di Mussomeli”

l’immagine che simula l’aspetto che Piazza Umberto dovrebbe assumere dopo i lavori

MUSSOMELI – Lunedì scorso lo ha annunciato  “gaudium magnum” su Facebook l’assessore Toti Nigrelli:  “Piazza Umberto I s’ha da rifare, attraverso un progetto di 1.200.000€ circa presentato  all’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità”. L’esponente della Giunta Catania ha anche allegato una foto col rendering della nuova fisionomia che dovrà assumere una delle “agorà” più grandi e trafficate di Mussomeli. Il nuovo maquillage ha scatenato una ridda di reazioni, malumori e opposizioni veementissime. In tantissimi hanno eccepito che i lavori più che riqualificare limiterebbero l’accessibilità della piazza, con la creazione, invece dell’abbattimento,  di barriere architettoniche. Il progetto prevede, inoltre, che l’area diventi zona pedonale, così parecchi internauti, soprattutto i residenti in zona, hanno sollevato un’altra obiezione: la piazza è l’unico parcheggio in prossimità di quella porzione  di centro storico ed eliminare questa destinazione in modo permanente significherebbe provocare un disagio insopportabile ai coloro che ancora vivono nella “terravecchia” e agli esercizi commerciali presenti nella zona. Ma è sullo spostamento del monumenti ai caduti che l’opposizione si è acuita, tanto che molti hanno parlato di profanazione della piazza. In una commistione tra sacro e profano che trasformerebbe in dirimpettai l’opera bronzea con la Pietà che è inserita nel calvario sotto il convento di San Francesco . La statua realizzata Francesco Messina ( lo stesso che ha realizzato il cavallo della Rai di Via Mazzini) è stata collocata in quella zona  dal 1924 e molti hanno gridato allo scempio. E’ tuttora in corso una pioggia di dissensi. “La storia si giudica, non si cancella” ha tuonatoil signor Fortunato Tuzzeo,  in modo lapidario ma  significativo e rappresentativo della  moltitudine di persone contrarie al progetto.

5.381 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

l’I.I.S ” G.B.Hodierna”  ha partecipato alla “Staffetta di Scrittura della Legalità”

l’I.I.S ” G.B.Hodierna”  ha partecipato alla “Staffetta di Scrittura della Legalità”

Mussomeli – Ieri l’I.I.S ” G.B.Hodierna”  ha partecipato  con altre 120 scuole disseminate su tutto il piano nazionale alla giornata di start up della “Staffetta di Scrittura della Legalità” 2018/2019, che quest’anno ha preso  il via da Genova. Le classi che hanno aderito hanno stilato una lettera indirizzata ai potenti del mondo per chiedere 10 provvedimenti ritenuti utili per il futuro. La BIMED provvederà poi strutturarne una pubblicazione inoltrandone una copia al Segretario Generale delle Nazioni Unite,al Presidente del ConsiglioEuropeo, al Presidente
della Commissione dei Ministri,la Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

528 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Sorpreso con 45 grammi di droga, denunciato giovanissimo mussomelese

Sorpreso con 45 grammi di droga, denunciato giovanissimo mussomelese

Mussomeli – Assuntori  di sostanze psicotrope sempre poco più che adolescenti, spesso dediti anche alle attività di spaccio. E’ il quadro allarmante che emerge dall’ultimo azione dei carabinieri della Compagnia di Mussomeli, guidati dal capitano Luca Di Niquili. I militari hanno deferito, infatti, in stato di libertà un giovanissimo mussomelese,  appena maggiorenne, per detenzione di hasish ai fini di spaccio. In particolare al ragazzo sono stati rivenuti un  bilancino di precisione, 45 grammi  di sostanza stupefacente, già suddivisa in dosi, e  105 euro in contante. Una situazione che conferma una tendenza a cui operatori del settore, genitori, educatori devono prestare massima attenzione: si comincia a far uso di droghe, facilmente reperibili da tutti,  sempre più presto e,  di pari passo, si è abbassata anche l’età dei pusher.

2 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com