predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maxi blitz contro le cosche agrigentine, in manette il sindaco di S. Biagio Platani, affiliati di Cammarata Casteltermini e S. Giovanni Gemini

Maxi blitz contro le cosche agrigentine, in manette il sindaco di S. Biagio Platani, affiliati di Cammarata Casteltermini e S. Giovanni Gemini

 

CAMMARATA – Quarantasei persone arrestate, due ancora ricercate all’estero, undici ai domiciliari e cinque con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.  Sono questi i numeri del blitz, condattta dai  carabinieri del comando provinciale di Agrigento, su disposizione della dda di Palermo e che ha smantellato la mafia agrigentina, mettendo le manette a presunti uomini d’onore tra i quali quelli di Cammarata, San Giovanni Gemini e Casteltermini.  In carcere finiscono anche il sindaco di San Biagio Platani, Santo Sabella, e uomini d’onore delle province di Palermo, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Catania. Una trentina le estorsione ricostruite, compresa quella ai danni di un centro di accoglienza.

I personaggi chiave sono Francesco Fragapane (rappresentante del mandamento di Santa Elisabetta) che controllava la mafia agrigentina, Giuseppe Nugara (reggente della famiglia mafiosa di San Biagio Platani), Giuseppe Quaranta (uomo d’onore di Favara, referente della famiglia di Santa Elisabetta subito dopo il primo arresto di Fragapane), Giuseppe Luciano Spoto (reggente della famiglia mafiosa di Bivona e rappresentante del mandamento della “montagna”), Calogerino Giambrone, Salvatore La Greca e Vincenzo Mangiapane della famiglia mafiosa di Cammarata e San Giovanni Gemini, Pasquale Fanara (rappresentante della famiglia mafiosa di Favara), Antonino Vizzì (reggente della famiglia mafiosa di Raffadali), Ciro Tornatore (reggente della famiglia mafiosa di Cianciana), Salvatore Di Gangi (reggente del mandamento di Sciacca), Giuseppe Scavetto (rappresentante della famiglia mafiosa di Casteltermini), Giovanni Gattuso (reggente della famiglia mafiosa di Castronovo di Sicilia).

Delicatissima la posizione del sindaco Sabella, che finisce in carcere per mafia:sarebbe stato il “candidato dei boss” e una volta eletto avrebbe garantito ai boss la gestione degli appalti pubblici banditi dal Comune.

4.161 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Domenica prossima la Misericordia in visita a Palermo da Biagio Conte

Domenica prossima la Misericordia in visita a Palermo da Biagio Conte

MUSSOMELI  –  Giorno 28 gennaio alle 07:00 da Mussomeli  una delegazione della Misericordia di Mussomeli, insieme al padre correttore padre Liborio Franzu partirà alla voltà di Palermo per incontrare Biagio Conte. Giunti al capoluogo è prevista la visita alla missione di Speranza  e Carità dove nel pomeriggio il fondatore porterà la sua testimonianza, infine verrà officiata la Santa  Messa  da parte di Padre Liborio  Franzu. Il programma prevede alle sette partenza dal piazziale Monbibello con un pullam di 50 posti, la quota di partecipazione è di 10 euro e prevede il trasferimentoil trasferimento in autobus mentre il pranzo è a sacco. E’ inoltre prevista una raccolta di generi di prima necessità per i più bisognosi, in particolare è possibile donare prodotti a lunga scandenza e vestiti per adulti e bambini da destinare agli assistiti da Biagio Conte

1.149 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Medaglia d’oro per il deportato mussomelese Calogero Giardina

Medaglia d’oro per il deportato mussomelese Calogero Giardina

Mussomeli – Martedì mattina 30 gennaio, alle ore 10:00, Il signor Calogero Giardina, deportato in un campo di lavoro in Germania durante la seconda guerra mondiale, riceverà in prefettura con altri quattro anziani la medaglia d’onore che gli è stata assegnata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’alta onorificenza gli sarà consegnata dal prefetto. Circa un anno fa per iniziativa di Tonino Calà e Francesco Amico, e tramite il segretario provinciale Anpi Giuseppe Cammarata, era stata inoltrata a Roma la richiesta e la documentazione per la medaglia d’onore al signor Giardina. Alla iniziativa di consegna dell’alto riconoscimento parteciperà la famiglia del signor Giardina, il referente dell’Anpi provinciale Giuseppe Cammarata e i rappresentanti locali della sezione “Bella Ciao” Anpi di Mussomeli Tonino Calà e Francesco Amico. Da parte di tutti i soci della sezione “Bella ciao” si esprime soddisfazione e felicitazioni per il signor Calogero Giardina, prossimo a compiere 98 anni.

1.170 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CronacaComments (0)

 

Sicilia Futura: “Daniela Cardinale ci ha messo la faccia, la sua candidatura autorevole e sacrosanta”

Sicilia Futura: “Daniela Cardinale ci ha messo la faccia, la sua candidatura autorevole e sacrosanta”

Mussomeli-L’unione provinciale di “Sicilia Futura”, il movimento politico di centro-sinistra, fondato dall’ex ministro, Salvatore Cardinale,  ha scritto una nota in cui replica alle ultime prese di posizione dei gruppi dirigenti del Pd in provincia di Caltanissetta che contestano la candidatura alla Camera della figlia del leader, Daniela.

Nel documento si legge: “Che le settimane immediatamente precedenti le elezioni politiche del 4 marzo fossero state febbrili non ci sorprende affatto. Quando si tratta di selezionare le candidature a qualsiasi appuntamento elettorale in programma, dalle elezioni comunali fino ad arrivare alle elezioni nazionali, inutile nasconderlo, si alza inevitabilmente l’asticella del confronto tra leadership, dirigenza e base di un partito. E’ fisiologico. Ma tale confronto deve rimanere nei contorni della dialettica democratica, senza sconfinare cioè nello scontro aperto, a tratti violento, a cui si perviene – sovente – quando all’ascolto, al dialogo ed al rispetto nell’interlocuzione, si preferiscono renitenza, pregiudizio e prevaricazione.

Le polemiche di questi giorni intorno  alla candidatura della on. Daniela Cardinale, non si spiegherebbero altrimenti ed accettarne in maniera inerte le forme, nonché soprattutto i contenuti, sarebbe come mettere la testa sotto la sabbia, rinunciando alla politica. Ma chi, come noi, non ha intenzione di rinunciarvi e non è incline ad abbandonare ogni forma di ragionamento, senza girarci troppo attorno, è perfettamente consapevole di come tali polemiche siano manifestamente destituite di fondamento, più semplicemente per due ordini di motivi.

In primo luogo,  – proseguono gli uomini del movimento  filorenziano – avremmo potuto trovare un senso a forme più o meno discutibili e/o condivisibili di rigetto, qualora ci trovassimo innanzi ad una prima candidatura, imposta dall’alto. Ma, con tutta evidenza, non è così. L’on. Daniela Cardinale è alla sua terza candidatura e giusto nella scorsa candidatura non si fece imporre dall’alto, semmai dal basso, mettendoci la faccia e scendendo palesemente in campo, conquistando la fiducia di iscritti e simpatizzanti testimoniata dalla vittoria alle apposite primarie del Pd: il che ne legittima inconfutabilmente l’autorevolezza.

In secondo luogo, l’on. Daniela Cardinale è la deputata uscente del collegio. Una constatazione pacifica. Ineccepibile. Un dato di fatto incontrovertibile. Una circostanza indiscutibile, a fronte della quale non esistono – nè possono esistere – argomenti plausibili che possano giungere, addirittura, a metterne in discussione l’inclusione nel novero delle tre potenziali candidature di genere, cioè femminili, nella lista plurinominale di collegio. Chi e come può spiegare all’elettore, l’esigenza di negare allo stesso la possibilità di valutare l’operato della deputata uscente del collegio, estromettendola dalle tre candidature femminili possibili? E’ una pretesa vuota, a parte l’ingiustificabile ostilità che la riempe. E’ un qualcosa, a dir poco, di irragionevole, per non dire paradossale.

Sin dalla sua nascita  – conludono nella nota – ed ogni qual volta è stata indotta dalle situazioni a farlo, Sicilia Futura ha sempre chiarito di avere una sua precisa idendità politica a livello regionale, che si traduce in simbiosi con il Pd a livello nazionale. E’ assodato, stranoto. Oramai lo sanno tutti, pure i bambini. Orbene, se in un’ottica maggioritaria propria del collegio uninominale, consideriamo il risultato del Partito democratico nel collegio nisseno alle scorse regionali, il che significa non 5 anni fa ma l’altroieri praticamente, il Pd ha perso oltre 5 mila voti rispetto alle precedenti regionali, attestandosi poco sopra i 10.000 voti, con perdita netta di ben 5 punti percentuali, passando dal 15% al 10%, mentre Sicilia Futura ha ottenuto 7.400 voti, con oltre il 7%. Se vogliamo allargare la prospettiva in termini proporzionali al collegio agrigentino ed a quello trapanese, quest’ultimo parzialmente coinvolto dal collegio plurinominale alla Camera, il trend è lo stesso: il Pd con Sicilia Futura non perde. Anzi, è proprio il contrario e ci guadagna. Lo fa soprattutto a livello regionale. Nell’isola complessivamente considerata, rispetto alle precedenti regionali, nonostante la dèbacle del candidato alla presidenza, il Partito democratico ha confermato il suo target ribadito poco dopo dai sondaggi che lo posizionano tra il 13% ed il 14%. Questo lo sa bene Renzi, quando ricorda a tutti che in Sicilia il Pd parte da un buon 20%, giacché dentro ci mette pure Sicilia Futura col suo 6% complessivo raccolto nell’isola alle scorse regionali. Questo lo sanno bene coloro che non vogliono abiurare l’idea e la logica della politica, delle riflessioni e dei ragionamenti che ne stanno alla base e, quindi, delle scelte che ne sono conseguenziali. E la candidatura di Daniela Cardinale risponde, incontestabilmente, a tale logica”.

1.235 Letture

 

 

Scritto in CulturaComments (0)

 

“Intervenga sulla vianilità intrena”. Il presidente Lupo scrive a Musumeci

“Intervenga sulla vianilità intrena”. Il presidente Lupo scrive a Musumeci

Villalba – Ha preso carta e penna e ha scritto a Musumeci . Il presidente del consiglio comunale di Villalba,Antonio Lupo ha formalmente chiesto un incontro con il neo Presidente della Regione per sottoporgli la delicata situazione di “isolamento territoriale in cui versa la zona nord della provincia nissena”. Nella lettera aperta si auspica un intervento da Palazzo D’Orleans per far fronte alle “carenze della viabilità interna” e operare sulle strade intercomunali e provinciali per assicurare un adeguato collegamento  di persone e cose alle prinbcipali arterie di comunicazioni della Sicilia.

563 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Cammarata, sabato e domenica open day al’ ”Archimede”

Cammarata, sabato e domenica open day al’ ”Archimede”

Si svolgeranno Sabato 20 e Domenica 28 Gennaio dalle 16:00 alle 19:00, gli Open Days dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Archimede, per le sedi di Cammarata e di San Giovanni Gemini.

Giovedì 25 Gennaio dalle 15:00 alle 18:00 sarà la volta dell’Open Day presso la sede di Casteltermini.

Gli Open Days saranno delle giornate importanti che l’Archimede dedica all’orientamento, in cui genitori e studenti avranno la possibilità di confrontarsi con i docenti, approfondire i percorsi di studio che l’istituto offre e visitare le varie aule multimediali e i laboratori presenti nelle diverse sedi.

L’istituto Archimede offre due diversi percorsi formativi da potere intraprendere:

Istituto Tecnico settore tecnologico, con tre indirizzi; Elettronica ed elettrotecnica; Chimica materiali e biotecnologie; Meccanica e meccatronica.

Istituto Professionale settore industria e artigianato, con tre indirizzi: Manutenzione e assistenza tecnica; Produzioni industriali e artigianali; Gestione delle acque e risanamento ambientale (solo per la sede di Casteltermini).

Il nuovo corso Gestione delle acque e risanamento ambientale che è stato concesso solo a poche scuole in Italia e ad un numero molto limitato in Sicilia, rappresenta una nota di prestigio per l’intero istituto e sicuramente una risorsa per tutto l’entroterra sicano.

La figura professionale relativa al nuovo corso si caratterizza per la conoscenza dei processi e degli impianti per la tutela del territorio con particolare riferimento alla gestione delle risorse idriche ed ambientali.

Il Dirigente Scolastico, Prof. Antonino Pardi, informa che è sempre possibile visitare l’Istituto Archimede, anche dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle 13.00 e il martedì dalle 15.30 alle 17.00.

Le iscrizioni sono aperte dalle ore 8.00 del 16 gennaio alle ore 20.00 del 6 febbraio.

Le famiglie che non riescono a provvedere all’iscrizione “scuola on line”, potranno recarsi direttamente in segreteria e richiedere supporto al personale incaricato.

329 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Villalba, l’assessore Tramontana: record di differenziata

Villalba, l’assessore Tramontana: record di differenziata


 Villalba- Dal 9 ottobre 2017 è iniziato il nuovo servizio di raccolta porta a porta. A distanza di un mese il Comune di Villalba e passato da una percentuale del 4 per cento,ad una percentuale di  differenziata del 47,5 per cento. ”Sono dati molto soddisfacenti che ci devono proiettare alla soglia,minima del 65 per cento,fissata dalle direttive Europee” ha dichiarato l’assessore Tramontana Giuseppe.

A Villalba col nuovo servizio, non ci sono piu campane di raccolta,gli ultimi cassonetti rimasti saranno tolti il prossimo 30 Gennaio,per far si che la nostra comunita’ viva in un luogo piu pulito e sicuro.
Oltre al calendario di raccolta,che rimarrà invariato ci sarà  un nuovo servizio ”L’isola Ecologica comunale”, che sarà aperta alla cittadinanza il lunedì,  mercoledì  e  sabato dalle 8:00 alle 12:00 e dove si potranno conferire I rifiuti,previo accertamento della corretta differenziazione da parte del personale incaricato.
L’Amministrazione Comunale ringrazia l’ufficio tecnico per il lavoro che svolge quotidianamente ,gli operatori del servizio,la Società S.R.R. Ursula Annaloro per il lavoro svolto,a titolo gratuito,nella progettazione,ma soprattutto vuole ringraziare la cittadinanza per  risultati raggiunti in questo cambiamento storico per la nostra comunità.
568 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Volley femminile, quarta vittoria consecutiva per Albaverde

Volley femminile, quarta vittoria consecutiva per Albaverde

Continua la striscia positiva dell’Albaverde nel girone B del campionato territoriale di 1^ categoria con la quarta vittoria consecutiva, la conferma della regola del 3 a 0 casalingo e della vetta della classifica (anche se le inseguitrici non mollano).

La scorsa domenica è stata la formazione del Polisport Caltagirone a subire la supremazia della squadra nissena che non ha consentito alle avversarie di andare mai oltre i 19 punti a set.

Impostata la squadra sull’asse Carlotta Montagnino, Sofia Curto e Alessandra Erba (quest’ultima protagonista di una prova quasi perfetta anche al di là dei 17 punti finali) Fabrizio Montagnino ha fatto ruotare le altre dieci atlete a sua disposizione riuscendo a ritagliare uno spazio per tutte, compresi due piccoli spezzoni di gara per le under 16 Simona Cutaia e Isabella Fiandaca al loro esordio in 1^ divisione.

Il match ha vissuto di sporadici tentativi delle ospiti di cercare di reggere il ritmo delle padrone di casa con delle sortite nel I e III set che si sono ben presto esaurite alla prima pronta replica di Erba e compagne.

La chiave della gara è da ricercare nel servizio dell’Albaverde che, a parte una serie di alcuni evitabili errori, quando è andato a buon fine ha creato non poche difficoltà alla ricezione avversaria permettendo alle nissene di giocare una serie di free-ball che, grazie alla vena in fase di costruzione di una ispirata Carlotta Montagnino, hanno trovato più che buone finalizzazioni certificate dalle percentuali positive di attacchi.

Questo il dettaglio della gara di domenica scorsa:

ALBAVERDE CL – POLISPORT CALTAGIRONE 3 -0  (25/13; 25/19; 25/16)

Albaverde: Montagnino A. 3, Montagnino C. 5, Raimondi 5, Morelli 1, Cigna 3, Nicosia Ag. 4, Morgana,  Fiandaca, Curto 11, Cutaia, Erba (K) 17, Nicosia Al. (L1), Montagnino E. (L2) All. Montagnino F.

Caltagirone: Sgarlata (K), Napolitano, Regalbuto R. e G., Cardona, Perniciaro, Azzaro, Vona, Massari, Liberto, Gurgone (L). All. Sciuto

 

740 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Sorpreso con armi rubate in casa, giovane ai domiciliari

Sorpreso con armi rubate in casa, giovane ai domiciliari

Lui, finito nei guai per armi, è stato arrestato per saldare il suo conto con la giustizia. Il provvedimento è stato emesso dall’ufficio esecuzioni della procura del tribunale di Gela.

È il ventottenne Antonino Cannizzo, niscemese, che è stato chiamato adesso a scontare la pena, nel frattempo divenuta definitiva, a 2 anni, 5 mesi e 16 giorni.

È agli arresti domiciliari che dovrà trascorrere il periodo di detenzione per un furto di armi consumato nel gennaio 2017.

In particolare per una pistola con matricola abrasa e munizioni, due coltelli da caccia e per finire quattro fucili poi diversi risultati rubati ad un anziano di Niscemi.

È attraverso numeri di matricola che la polizia ha ricondotto quel piccolo arsenale al furto commesso nell’abitazione del pensionato.
Per Cannizzo, a metà gennaio, è scattato l’arresto in flagranza per detenzione di arma clandestina e di quattro fucili rubati. E adesso che la condanna è divenuta non più impugnabile, è stato arrestato.

846 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Sabato “Mussomeli e il suo Castello”, convegno sui tesori storico-artistici manfredonici

Sabato “Mussomeli e il suo Castello”, convegno sui tesori storico-artistici manfredonici

Mussomeli-Importante evento culturale il prossimo sabato, giorno 20 gennaio ore 18,00, presso il salone “Pierino Imperia” della Banca di Credito Cooperativo “San Giuseppe” – Piazzale Concordato – Mussomeli: un appuntamento da non perdere non solo per coloro che amano la propria terra e vogliono conoscere e scoprire i suoi vecchi e nuovi tesori, per gli appassionati di storia locale e del nostro straordinario patrimonio artistico-architettonico e monumentale, ma anche per tutti i cittadini che hanno a cuore il passato ed il futuro della nostra comunità.
Al convegno organizzato dalla nuova associazione “BC Sicilia” di Mussomeli, che si occupa della salvaguardia e valorizzazione dei nostri beni culturali ed ambientali, a cui è stato concesso il patrocinio del Comune, del Consorzio Liberi Comuni di Caltanissetta (ex provincia), si parlerà soprattutto delle recenti scoperte storiche ed archeologiche ed interverranno: il sindaco Giuseppe Catania, la presidente di BC Sicilia dott.ssa Rita Lamonica, il prof. Salvatore Vaccaro, cultore del nostro patrimonio storico-culturale, la dott.ssa Stefania Santangelo, ricercatrice del Centro Ricerche Nazionale di Catania, che ha pubblicato nel 2015 sulla prestigiosa Rivista Italiana di Numismatica (vol. CXVI), lo studio sulle monete d’oro arabe ritrovate nel 1923 ai piedi del castello di Mussomeli, e da allora conservate ed esposte al museo archeologico “Paolo Orsi” di Siracusa, la prof.ssa Rosalba Panvini dell’Università di Catania, Commissario straordinario del Consorzio L.C. di Caltanissetta (ex provincia) e Sovrintendente ai BB.CC. di Siracusa, che si è occupata in modo eccellente, negli ultimi anni, dei vecchi e nuovi ritrovamenti archeologici del nostro territorio.
A tutti i presenti sarà fatto dono di alcune bellissime stampe antiche su Mussomeli ed il suo castello.

703 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CulturaComments (0)

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com