VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Acquaviva, domani il collettivo #EcoAcquaviva e il Comune oganizzano una raccolta rifiuti per le strade

Acquaviva, domani il collettivo #EcoAcquaviva e il Comune oganizzano una raccolta rifiuti per le strade

immagine di repertorio

Acquaviva Platani – Il collettivo #EcoAcquaviva e il comune di Acquaviva Platani, con il sindaco Salvatore Caruso i organizzano, domani alle ora 9, una raccolta di rifiuti sulle strade. “Il Comune – spiegano gli organizzatori – insieme ad alcuni volontari sta organizzando una giornata Ecologica, mettendo a disposizione i propri mezzi, personale e materiali al fine di rendere il nostro paese più ecologico possibile.
In particolare, si sta cercando di sensibilizzare più cittadini, che grazie al loro piccolo sforzo, permetterebbe di avere un paese ancora più bello ed ecologico.
Sforzo essenziale per il nostro  paese, il nostro  pambiente, il nostro   pianeta.

Inoltre, – proseguono i promotori –  il Comune sta facendo tutto il possibile per garantire che il nostro bellissimo paese sia il più pulito possibile. Tuttavia, alcune zone non possono essere gestite regolarmente. Quindi vi invitiamo ad un’azione collettiva di raccolta dei rifiuti in determinate aree, compresa la strada che conduce alla cappella della Madonna delle Grazie. Anche perché ci stiamo preparando per la festa in suo onore.
La festa sarà ancora più bella!”.

721 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Il 31 luglio Piazzetta Firenze in festa per i 20 anni  dell’Associazione Culturale Strauss

Il 31 luglio Piazzetta Firenze in festa per i 20 anni dell’Associazione Culturale Strauss

Mussomeli – L’festeggia il suo ventennale . Una festa vera e propria animerà il 31 luglio Piazzetta Firenze e Via della Vittoria, dove Strauss ha la propria base operativa dal 2015. “Il centro storico- spiegano gli organizzatori –  farà da incantevole scenario ad una storia lunga 20 anni che per raccontarsi ha voluto che si incontrassero tutte le forme di arte in una serata che avrà come filo conduttore la libera espressione dell’estro creativo che del lavoro di Strauss è parte integrante e fondamentale ogni giorno.
Sorprendenti bambini attori, estrosi artisti locali, scatenati giovani musicisti si passeranno il testimone all’interno di una festa che vuole come ospite d’onore la comunità mussomelese e tutti i suoi giovani!.
Dalle 19 si alzerà il sipario su “Annacàmuni”, con “Strauss secondo i bambini” dove i partecipanti di “FUNtastic”, il campo estivo organizzato dai volontari del Servizio Civile di Strauss, racconteranno l’excursus storico dell’associazione dal loro punto di vista, facendosi portatori di valori che non hanno età. Contemporaneamente gli artisti, armati di pennelli, scalpellini e fantasia, animeranno “Art in progress”, laboratorio di arte libera.

Dalle 21 si apriranno, letteralmente, le danze con “Twist ‘n Strauss”, un vero e proprio festival musicale all’interno del quale si alterneranno Gero Riggio, Modiosa, Apotheosis in un racconto dal sapore pop – rock che avrà il suo gran finale con la musica di Skatematti.

In più, tutta la serata avrà più voci narranti che, a partire da “Aperitelling”, condivideranno i momenti più importanti della storia, dell’azione e delle attività di Strauss con il contributo di diversi esponenti della comunità locale:, un racconto “ALTERnativo”, fatto di immagini e testimonianze di chi ha vissuto e vive ancora oggi la realtà dell’Associazione.

“Non mancherà – spiegano i promotori – di certo il tempo per la convivialità, grazie al contributo di ManàManà Cafè e Maximilian Bar che si occuperanno di non lasciarci a stomaco vuoto e bocca asciutta. Verrà dato anche spazio alla creatività degli ospiti presenti che potranno lasciare un segno della loro presenza dipingendo liberamente sulle tele che riempiranno Via della Vittoria”.

378 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Mussomeli, sabato a Villa Ricotta si parla di materia oscura con lo studioso ingegnere Desiderio Lanzalaco

Mussomeli, sabato a Villa Ricotta si parla di materia oscura con lo studioso ingegnere Desiderio Lanzalaco

MUSSOMELI – La nascita della Materia Oscura è profondamente legata ai grandi progressi fatti in Cosmologia, la branca della Fisica che studia la nascita e l’evoluzione del nostro Universo. Molti ne parlano, alcuni la cercano, nessuno sa cos’è: non per niente si chiama “materia oscura”. Di questo elemento così diffuso nell’Universo sappiamo che cosa non è e come non si comporta, ma nessuno è mai riuscito a osservarne direttamente una sola particella. È proprio sull’affascinante argomento, che desta curiosità tra gli appassionati, che # Sabato 20Luglio alle ore 20:00, lo studioso prof. Desiderio Lanzalaco terrà a Villa Ricotta un interessate seminario, tramite il quale ci svelerà i misteri più reconditi dell’elemento più misterioso e affascinante dell’universo. L’incontro sarà aperto a tutti e si terrà nel boschetto della suggestiva Villa  Ricotta

831 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Mussomeli, accordo per smaltire accumulatori a fine ciclo inquinanti

Mussomeli, accordo per smaltire accumulatori a fine ciclo inquinanti

Mussomeli– L’iniziativa, a Mussomeli, è di quelle che guarda alla tutela dell’ambiente. È in questa direzione che viaggia l’intesa tra l’amministrazione comunale e una società dell’Agrigentino.

Sì perché è stato siglato un accordo per risolvere una problematica che, volgendo l’attenzione all’aspetto ecologico, è non da poco.

Il patto con una società favarese, infatti, è legato allo smaltimento di accumulatori per auto giunti a fine ciclo. Saranno smaltiti da specialisti attrezzati per il trattamento di questi rifiuti speciali, pericolosi e fortemente inquinanti se non adeguatamente smaltiti.

In cambio delle batterie esauste conferite in discarica, la società incaricata del servizio di smaltimento consegnerà ai cittadini buoni carburante.

1.095 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Stamane l’autopsia sul corpo di Vittorio Catania, domani i funerali a Cristo Re

Stamane l’autopsia sul corpo di Vittorio Catania, domani i funerali a Cristo Re

MUSSOMELI – Il Pm Pandolfi ha affidato l’incarico al medico legale che stamane ha effettuato  l’autopsia sulla salma di Vittorio Catania, il giovane di 45 anni scomparso  lo scorso 9 luglio,  dopo che era stato ricoverato nel nosocomio agrigentino a seguito di malesseri improvvisi. Questa mattina il dottore Sergio Cinque, medico palermitano, intorno alle 11, alla presenza dei legali della famiglia Catania, gli avvocati Piero Sorce e Gero Salamone, del consulente di parte, dottore Nino Mamola,  ha eseguito l’esame con il quale si vuole fare chiarezza sulle cause del decesso, all’apparenza inspiegabili, dell’uomo assai noto e stimato in paese, la cui morte ha sconvolto l’intero Vallone. Il medico legale avrà novanta giorni di tempo entro cui depositare gli esiti. Sugli accertamenti svolti dal dottore Cinque mediante relazione scritta, il consulente di parte, il medico legale Nino Mamola potrà formulare  riserve ed osservazioni. Secondo indiscrezioni l’esame macroscopico non ha permesso di dare le risposte che la famiglia si aspetta. In altre parole l’esame esterno a la dissezione non avrebbero  evidenziato le ragioni del decesso. Ora saranno gli esami tossicologici e istologici, con ogni probabilità, a restituire quella verità che tutti vogliono. Intanto la magistratura ha concesso il nulla osta e domani, 17 luglio 2019,  la salma dello sfortunato giovane sarà trasferita da Agrigento a Mussomeli, dove alle 16,30 presso la chiesa di Cristo Re verranno celebrati i funerali.

7.361 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Amare Villalba: “Se il sindaco non può amministrare non è colpa della nostra opposizione”

Amare Villalba: “Se il sindaco non può amministrare non è colpa della nostra opposizione”

MUSSOMELI – Continua il ping pong tra consiglieri di maggioranza e il sindaco Plumeri. Nell’ultimo  round ad assestare il colpo sono i consiglieri di “Amare Villalba” che accusano: “Ancora una volta, un consiglio comunale improntato alla violenza verbale, quello celebrato la sera del 9 luglio. C’era da aspettarselo considerato che ancora arde la brace del consiglio precedente del 2 luglio dove abbiamo fotografato il gioco delle tre carte operato dal Sindaco in merito ai Piani tariffari della Tari. E così siamo diventati ancora una volta bugiardi, irresponsabili e delinquenti, parole che non si addicono neanche A a un primo cittadino che ormai è diventato l’ultimo della classe. All’O.d.g. il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e il Documento unico di Programmazione. Noi abbiamo portato numerosi emendamenti allo strumento di finanziario, diminuendo diversi capitoli per impinguare di 135mila € il capitolo per la realizzazione di un cantiere. La decurtazione – proseguono -più rilevante l’abbiamo operata sulla previsione fatta dal Sindaco sui fondi per la progettazione, 90.000 €, a suo dire indispensabili per affidare incarichi esterni visto che l’Ufficio tecnico è sguarnito di ingegnere, dopo il pensionamento dell’Ing. Bordenga. Questa ultima è una storia vecchia , anche negli anni precedenti esisteva lo stesso problema, con il capo dell’Ufficio tecnico a Part-time, e nessuna vera programmazione in termini di strutturazione della capacità progettuale dell’Ente è mai stata messa in campo. Anche l’unico consigliere attivo rimasto al Sindaco ha presentato emendamenti, ma sappiamo benissimo che ciò non segna una distanza tra l’esecutivo ed il loro consigliere, si tratta invece di emendamenti commissionati da una Giunta che emenda se stessa. Siamo anche convinti che il cantiere, da noi messo in programmazione del bilancio non sarà realizzato, visto che quello programmato l’anno scorso, sempre da noi, non vede ancora nessuna luce, eppure queste sono opere alla portata di un qualsiasi ufficio tecnico. E allora riteniamo che il Sindaco non debba stupirsi della nostra mancata collaborazione, non ha mai avuto i numeri in consiglio comunale, non può godere della nostra fiducia come noi non possiamo godere del suo rispetto. Ci siamo rivolti agli organi di controllo della Regione Siciliana per avere una parola chiara circa i suoi sortilegi sui piani di tassazione che maggiormente interessano la cittadinanza e sono parte integrante del nostro bilancio comunale. Dopo aver assunto i chiarimenti del caso, che certo non possiamo aspettarceli da lui , voteremo il bilancio così come lo abbiamo emendato. Se il Sindaco è interessato a spargere ancora veleno in questo ultimo scorcio di mandato , faccia pure, continui a dire che noi non lo facciamo amministrare. Vedremo dove sta il patetico in questa storia pessima di amministrazione, se non può amministrare non lo si deve solo alla nostra opposizione, dimentica che lo hanno lasciato i suoi più strenui difensori, non può amministrare perché non ha nessuna parte di una amministrazione e voler continuare a trascinare questo sbando fino all’ultimo non è resistenza, non è eroismo, è solo egoismo. Oltre che continuare ad offenderci perche’ noi a suo dire continuiamo a “bloccare” la sua grande voglia e capacità amministrativa, potrebbe cogliere l’occasione per dire a tutti i cittadini a che punto è il progetto di Joe Plumeri. Quasi un anno fa è stata data la notizia dell’opera benefattrice del nostro illustre cittadino onorario, ne ha parlato ampiamente la stampa e tutto il comprensorio. Non si capisce come mai un Sindaco che ha portato con enfasi la buona novella, creando molte aspettative nella comunità, ora, a distanza di dieci mesi pratica il silenzio assoluto e contestualmente dopo aver messo in bilancio ben 90.000 € di progettazione , non prevede nulla per uno studio di fattibilità, un parere o una consulenza tecnica a supporto dell’idea progetto da portare alla valutazione del nostro benefattore. Ci sorge qualche dubbio………A fronte delle accuse di irresponsabilità , quando dice che insieme x villalba non ha i numeri, e che amare villalba non usa i suoi numeri per il bene del paese, bisogna ricordargli che senza numeri, specie se in numeri mancanti siano quelli suoi , un sindaco responsabile prende atto della non legittimità del suo ruolo e consegna il paese al giudizio dei cittadini..”.

873 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Al Molino Lomanto il servizio di molitura per avere la farina con il tuo grano, i tuoi cereali e legumi

Al Molino Lomanto il servizio di molitura per avere la farina con il tuo grano, i tuoi cereali e legumi

(di Gabriella Di Salvo) Mussomeli – Oggi parleremo di un vanto per le nostre imprese di Mussomeli, il molino Lomanto, dove si effettua la molitura a pietra, anche per modeste quantita’.
Premesso che il molino Lomanto, vanta ormai 50 anni d’esperienza nel settore,dal 15 giugno ha, inoltre, introdotto, la molitura a pietra, di cereali e legumi, con sistema tradizionale, pulitura e selezione delle materie prime, anche per piccole quantita’. Questo servizio permette di ottenere farine tracciabili, la cui origine è controllata dato che è lo stesso cliente a fornire il grano, i cereali o legumi oggetto di questa tradizionale e antica macinazione  definita molitura.  Anchei piccoli produttori o i possessori di piccole partite  da molire possono ottenete una materia prima  genuina, di qualità  e, soprattutto, tracciabile. In altre parole si sa cosa si mangia. Gli elementi macinanti sono due macine (ruote in pietra molare), il cui diametro esterno può variare dai 600 mm a 1200 mm; sono sovrapposte, quella superiore ruota ed è dotata di un foro centrale per l’ingresso del prodotto, la ruota sottostante non gira. Entrambe sono provviste spesso di scanalature per facilitare l’uscita del prodotto. La distanza fra le macine è regolabile e questo permette di scegliere la granulometria del macinato. Questa tipologia di macchine è particolarmente diffusa nella macinazione dei cereali, legumi ma anche delle castagne ed altri prodotti.

CHI FOSSE INTERESSATO A USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI MOLITURA O A RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI PUO’ CHIAMARE IL NUMERO 0934 991987 O RECARSI ALLA SEDE DELLO STABILMEMTO DEL MOLINO IN VIA VILLALBA, 5 A MUSSOMELI

IL VIDEO di Gabriella Di Salvo

2.572 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Villalba, “Niente  sagra del pomodoro, finanziamenti e servizi essenziali grazie ad Amare Villalba che non ha approvato il bilancio”

Villalba, “Niente sagra del pomodoro, finanziamenti e servizi essenziali grazie ad Amare Villalba che non ha approvato il bilancio”

Villalba – Ninete sagra del pomodoro, servizi essenziali  e nessun finanziamento.  A denunciarlo è l’amministrazione comunale che accusa i consiglieri di “Amare  Villalba” di aver determinato una paralisi ammininistraiva senza l’approvazione del bilancio. “Villalba in agonia. Grazie amara Villalba! Una storia che ha dell’incredibile ma vi assicuro che è tutto vero!”

E’ così che il “Gruppo Insieme per Villalba” esordisce il giorno successivo al Consiglio Comunale,” giorno, dice il Sindaco, che finalmente avrebbe dovuto dare ossigeno al nostro paese con l’approvazione di un bilancio ricco e di molteplici aspettative per i villalbesi, ma che i Consiglieri di Maggioranza hanno miseramente rimandato a data da destinarsi con la scusa di voler approfondire il discorso TARI”.

Ma la confusione come sempre regna sovrana, insieme alle loro strategie di politica spicciola e scadente.

Perché non si può spiegare altrimenti il comportamento tenuto dai Consiglieri durante la seduta, nella quale hanno approvato tutti i loro emendamenti, hanno modificato il bilancio a proprio piacimento, hanno fatto credere alla gente presente che tutto sarebbe andato per il meglio e nel momento dell’approvazione definitiva del Bilancio hanno tirato fuori dal mazzo la carta jolly della TARI con una soddisfazione tale da fare rabbrividire i presenti nonostante il caldo soffocante.

Due argomenti che non hanno nessuna connessione tra di loro, l’una non esclude l’altra e la seconda non ha implicazioni con la prima.

Possiamo chiarire il discorso TARI in qualsiasi momento, ma perché bloccare l’attività amministrativa rischiando che i cittadini non usufruiscano di servizi essenziali e si vada incontro a delle scadenze importanti che sarebbe meglio evitare al fine di favorire la crescita del paese?

Il tutto aggravato dal fatto che sono state azzerate tutte le somme relative alla progettazione, quindi non sarà più possibile accedere ad alcun tipo di finanziamenti né nazionali né europei.

Inoltre non sarà più possibile:

  • stanziare le somme utili all’incarico per la realizzazione del progetto definitivo relativo al maneggio del quale abbiamo ottenuto il finanziamento di €. 600.000,00 ma di cui ormai hanno decretato la rinuncia;
  • partecipare al Bando per la realizzazione del progetto per la Stazione di Compostaggio per l’umido che assicura di ottenere un finanziamento con copertura finanziaria per tutti i comuni con popolazione inferiore a 2.000 abitanti (quindi un finanziamento certo). La realizzazione della compostiera, inoltre, permetterebbe un economia di circa 35.000 euro che corrisponde a circa il 15% di riduzione sul costo totale della bolletta a carico dei villalbesi.
  • dare avvio al Servizio Civico Comunale che offrirebbe assistenza alle fasce deboli e permetterebbe il miglioramento delle condizioni di pulizia del nostro paese e del Cimitero, visto l’approssimarsi dell’estate e quindi delle festività villalbesi;
  • effettuare la manutenzione straordinaria delle strade esterne che deve realizzarsi necessariamente nel periodo estivo;
  • organizzare le festività villalbesi con i fondi comunali perché anche quelli sono stati bloccati;
  • mettere in sicurezza i parchi giochi del paese con conseguente chiusura degli stessi;

Non di meno il prolungarsi di questa situazione di stallo potrebbe portare a:

  • non realizzare le opere richieste proprio dai cittadini attraverso la Democrazia Partecipata;
  • non affidare gli incarichi di assistenza alla comunicazione per i bambini disabili a scuola;
  • un ritardo notevole nel dare avvio alla mensa scolastica;
  • non acquistare gli abbonamenti per gli studenti pendolari che frequentano le scuole superiori;
  • non riuscire a risolvere definitivamente il problema del randagismo a Villalba più volte esposto dai cittadini;
  • paralizzare la Tesoreria Comunale, nonché l’intera macchina amministrativa.

Ed in primis il loro obiettivo è proprio quello di bloccare l’attività di questa Amministrazione, far credere alla gente che questo Sindaco e la sua compagine sono inefficienti, facendo leva in più occasioni sulla mancanza dei “NUMERI” in Consiglio Comunale.

E’ vero “Insieme per Villalba i “NUMERI” non li ha , ma chi li ha perché li tiene nell’abaco e non li sfrutta al meglio invece di addossare poi le inettitudini all’Amministrazione?

Forse non si rendono conto che la loro brama di potere agisce nelle loro menti e li porta a non capire che chi ci rimette veramente è quel paese che loro stessi dicono di volere difendere da un mostro che vive però dentro di loro

A nulla vale la promessa espressa dal Consigliere Tatano, condivisa da tutto il gruppo “Amare Villalba”, di disponibilità ad approvare in futuro singolarmente gli incarichi di progettazione, perchè il futuro è ora.

Il progetto del maneggio e della compostiera, lo abbiamo specificato più volte in Consiglio, sono già in scadenza ed era necessaria l’approvazione del bilancio per concretizzarli subito, ma nonostante la promessa fatta qualche giorno prima dal Presidente del Consiglio, il quale ne assicurava l’approvazione e pochi minuti prima dal Consigliere Tatano, nel momento della votazione della somma necessaria all’affidamento degli incarichi dei progetti anzidetti, il gruppo di maggioranza è venuto meno alla parola data, bocciandoli definitivamente, adducendo come scusa che questi progetti non rientravano nei loro programmi elettorali.

Scusate, ma come si può ancora credere alle loro menzogne, i loro non sono discorsi seri di cui fidarsi, sono frottole raccontate per prendere in giro la cittadinanza.

E’vero che i programmi politici proclamati in campagna elettorale si devono portare avanti, ma è anche vero che questi sono soggetti a delle variabili nel corso del tempo che con flessibilità devono essere accettate e fatte proprie a maggior ragione se esse sono comunque a beneficio della comunità.

E più che i programmi politici bisogna ricordarsi il giuramento che ognuno di noi ha fatto nel momento dell’insediamento, con il quale si ci impegnava ad adempiere al nostro incarico con scrupolo e coscienza, nell’interesse della nostra comunità ed è proprio in funzione di questo principio che dobbiamo abbandonare i pregiudizi ed analizzare invece seriamente e con responsabilità le opportunità che si presentano per potere coglierle al volo, soprattutto quando queste obiettivamente possono portare solo vantaggi per il nostro paese

1.353 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

villalba, il sindaco Plumeri. “Basta falsità, si convochi un consiglio comunale pubblico così che la cittadinanza giudichi chi mente”

villalba, il sindaco Plumeri. “Basta falsità, si convochi un consiglio comunale pubblico così che la cittadinanza giudichi chi mente”

Villalba – All’accusa di falsità, attribuita dal Gruppo Consiliare “Amare Villalba” ad Alessandro Plumeri, non manca la risposta netta da parte del Sindaco stesso il quale, in un comunicato,  dichiara che: « Fermo restando quando detto nel comunicato stampa del 6 luglio e non volendo entrare nel merito delle meschine ed inconsistenti affermazioni fatte dal Gruppo “Amare Villalba”, rispondo al solo scopo di puntualizzare chi è realmente falso e bugiardo.

Infatti a dimostrazione della legittimità del mio operato rimando  alla lettura della nota trasmessa al protocollo dell’Ente il 9.07.2019 con n. 625/int. da parte del Rag. Plumeri, nella quale si attesta che le somme riscosse dal Comune relativamente all’evasione, che potevano essere decurtate nel Piano Finanziario a favore dei cittadini, sono solamente 44,00 euro, lo sono stati al 31 marzo e lo sono tuttora e non 10.000,00 euro o 26.000,00 euro come affermato invece dai Consiglieri di “Amare Villalba”, numeri che non hanno alcun fondamento reale, ma sono frutto della loro fervida immaginazione e sicuramente non della mia falsità.

Tutto questo sarebbe stato capito anche dai Consiglieri di Maggioranza se solo loro avessero dato facoltà al Ragioniere di spiegarsi serenamente in Consiglio Comunale, invece di portarlo all’esasperazione con le loro continue, futili e a mio parere strumentali interruzioni fino al punto che il Ragioniere ha abbandonato i lavori arbitrariamente.

Inoltre voglio precisare, che più di un anno fa questa Amministrazione, proprio al fine di eliminare definitivamente il fenomeno evasione ha dato incarico ad una Società di servizio di Riscossione Coattiva, per il recupero dell’evaso, questo a garanzia di tutti i cittadini onesti, purtroppo la messa in atto del servizio richiede dei tempi tecnici che devono essere rispettati. A fine anno, tutto quello che sarà recuperato diamo la certezza che verrà inserito per l’abbattimento della tariffa relativa all’anno 2020.

Infine do la mia disponibilità, anzi invito il Presidente del Consiglio a convocare un Consiglio Comunale aperto a tutta la cittadinanza per chiarire meglio con un dibattito sereno e trasparente questa importante tematica che interessa tutti i cittadini».

538 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

I consiglieri pro amministrazione contro Munì, Geraci, Amico e Cardinale che non votano il rendiconto di bilancio 2016

I consiglieri pro amministrazione contro Munì, Geraci, Amico e Cardinale che non votano il rendiconto di bilancio 2016

Mussomeli – In un comunicato a firma dei consiglieri Misuraca, Mistretta, Vullo, Valenza J., Nigrelli G., Nigrelli T., Schembri, Modica, i rappresenantanti del civico consesso vicini al sindaco attaccano i colleghi di scranno rei di non deliberato in favore del rendiconto di bilancio 2016. “Giusto un appunto  – scrivono gli otto – per sottolineare come ancora una volta per il bene dei cittadini di Mussomeli la maggior parte dei consiglieri presenti in aula, ad eccezione  dei consiglieri (Munì, Geraci, Amico e Cardinale), abbia votato responsabilmente il rendiconto di bilancio 2016, atto propedeutico alla fuoriuscita dal dissesto finanziario in cui versa il nostro comune e che fa esorbitare le tariffe al massimo possibile chiedendo uno sforzo immane ai nostri cittadini in un momento storico così particolare e difficile come quello che stiamo attraversando.
Certo viene da chiedersi per quali motivi per una scelta così di fondamentale importanza non ci sia stata un unanimità nel voto da parte di tutti i consiglieri, alcuni dei quali (Munì e Geraci) tra le altre cose presenti oggi in consiglio come circa quattro anni orsono, quando in occasione di un’altra decisione altrettanto delicata scelsero alla strada della responsabilità quella dell’astensione, come del resto è successo in quest’ultima seduta consiliare.
Viene da pensare per scelta politica forse, non trovo altro motivo visto che come ammesso anche dagli stessi che si sono astenuti, tutti i pareri, compreso quello criticato nei modi e nel contenuto, anche da parte del settore responsabile dei consiglieri, cioè quello dei revisori dei conti, erano positivi.
Nota invece da cerchiare è la scelta responsabile del consigliere Sciarrino, che vota in maniera oggettiva, oculata e libera da condizionamenti politici.
Infine al quinto punto  – concludono i consiglieri vicini al sindaco – all’ o.d.g. va rimarcato l’ottimo lavoro effettuato dall’amministrazione Catania nel ridurre in maniera esponenziale diverse voci di bilancio, una su tutte quella dell’energia elettrica, che amministrazioni precedenti avevano provato a abbassare ma con scarsi risultati”.
874 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com