VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Attualità

 

Discarica privata a Serradifalco, Di Paola: troppi aspetti ombrosi

Discarica privata a Serradifalco, Di Paola: troppi aspetti ombrosi

Indice puntato contro la realizzazione di una discarica privata a Serradifalco. A sollevare la questione è stato deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Nuccio Di Paola, sull’onda della conferenza di servizi che si è svolta all’assessorato regionale Territorio e Ambiente per autorizzare il sito.

«Ci sono troppi aspetti che restano ancora da chiarire – ha esordito Di Paola – e ribadiamo la nostra preoccupazione riguardo alla realizzazione della discarica privata in contrada Martino, un territorio già vessato da un punto di vista ambientale, per la presenza di un’altra discarica già in esaurimento e la vicinanza di altri siti contaminati, come quello di contrada Bosco».

Secondo lo stesso deputato dell’Ars «la Regione continua ad autorizzare strutture private senza un piano rifiuti… La mobilitazione di un comitato di cittadini contro la discarica – è andato avanti – è un segnale chiaro della preoccupazione di chi abita in quel territorio e le ragioni ci sono tutte. La prima conferenza dei servizi ha ridimensionato il progetto riducendo la capacità di due terzi, ma non siamo così sicuri che non persista l’incompatibilità geomorfologica nell’area interessata. C’è poi da capire bene se le aree siano agricole o meno».

Peraltro, ha evidenziato lo stesso Di Paola, che «il progetto andrà andare in variante al Piano regolatore generale e che il Consiglio comunale è attualmente commissariato».

499 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Acqua a Mussomeli, stop temporaneo all’erogazione per lavori al serbatoio Germano

Acqua a Mussomeli, stop temporaneo all’erogazione per lavori al serbatoio Germano

 Interruzione alla distribuzione idrica nel comune di Mussomeli. Lo stop, in questo caso, sarà momentaneo e non legato a guasti.

Siciliacque, infatti, ha informato il gestore del servizio, Caltaqua, che oggi si renderà necessario un fermo di alcune ore.

È stato disposto dalla società per consentire agli operatori la sostituzione del contatore all’ingresso del serbatoio Germano.

Nei giorni scorsi i tecnici avevano già eseguito tutte le operazioni preparatorie per l’installazione del nuovo misuratore.

Nel concreto è stata programmata la sospensione anticipata del servizio e l’erogazione – secondo programmi – dovrebbe tornare regolare dopo un fermo di 8 ore.

507 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Opportunità imprenditoriali per i giovani, appuntamento a Vallelunga

Opportunità imprenditoriali per i giovani, appuntamento a Vallelunga

Come  cogliere le opportunità legate agli incentivi disponibili con la misura Resto al Sud. È questo l’obiettivo  dell’incontro in programma a Vallelunga.

Per informare i giovani su come sfruttare la misura che offre occasioni. L’incontro è in calendario per venerdì 17 maggio alle 16,30  al centro polifunzionale di piazzale Europa. Prevista, tra l’altro, la presenza del sindaco di Vallelunga, Tommaso Pelagalli.

Ai giovani che saranno presenti sarà spiegato come potere guardare al loro futuro volgendo l’attenzione su  possibili investimenti in più settori produttivi, compreso artigianato, pesca, anello finale della filiera dell’agricoltura, ma anche turismo e servizi alle imprese.

A prospettare le  possibilità che la misura offre sarà il presidente del Gal Isc Madonie, Santo Inguaggiato . Poi interverranno esperti di settore.

In particolare, Carmelo Greco, della Legacoop Sicilia Occidentale, si soffermerà sugli aspetti relativi alla  promozione delle cooperative giovanili; Rosaria D’Arrigo, di Invitalia, impegnata nella nascita di nuove imprese, si concentrerà sulle incentivazioni che rientrano nel piano Resto al Sud; e infine, il responsabile di Gal Isc Madonie, Dario Costanzo, spiegherà nei dettagli il Piano di azione locale (P.A.L.) a supporto di ogni possibile iniziativa di tipo imprenditoriale da intraprendere da parte di giovani.

490 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Sutera, il Presidente Malta: “Nell’ultimo consiglio la minoranza ha dimostrato di non voler stabilizzare i precari”

Sutera, il Presidente Malta: “Nell’ultimo consiglio la minoranza ha dimostrato di non voler stabilizzare i precari”

Sutera – “Tutti i punti all’ordine del giorno sono stati approvati con voto favorevole da parte del gruppo consiliare di maggioranza eletto con la lista “Per Sutera Unita”. A darne notizia il Presidente del Consiglio Nuccia Malta che in una nota ha riassunto gli esiti dell’ultimo civico consesso riunitosi lo scorso 8 maggio. I punti trattati sono stati: Comunicazioni del Sindaco, riguardanti il finanziamento di 40.000,00 euro da parte del Ministero dell’Interno dipartimento per gli affari interni e territoriale, che l’ Amministrazione Comunale ha deciso di stanziare a favore della messa in sicurezza e della manutenzione straordinaria del Palazzo Municipale di Sutera ; Verifica qualità e quantità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie da cedersi in proprietà ed in diritto di superficie; Approvazione Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. Anno 2019 ; Approvazione Documento Unico di Programmazione (DUP) 2019/2021, documento che contiene gli obbiettivi politici dell’Amministrazione Comunale, all’interno del quale sono inseriti i finanziamenti di 11.000,00 euro del PAES , 40.000,00 euro del Ministero dell’Interno,  50.000,00 euro derivanti dal Decreto Crescita per l’efficientamento energetico e 170.000,00 euro che vengono stanziati al Comune di Sutera dall’Assessorato Regionale per le Infrastrutture. “Tale documento – ha spiegato la Malta –  contiene la previsione per la stabilizzazione dei precari comunali, convertendo così i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato”. All’ordine del giorno c’erano, inoltre, l’approvazione del bilancio di previsione 2019/2021 e l’ Aggiornamento compenso Revisore Unico dei Conti dell’ Ente. Punti approvati e condivisi come detto dalla lista che sostiene il sindaco mentre il gruppo di minoranza si è, invece  astenuto dalla votazione in merito alla verifica della qualità e quantità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza e all’approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, dunque degli atti propedeutici all’approvazione del bilancio di previsione. “Il programma elettorale della lista vincente Per Sutera Unita – ha commentato la Malta – , ha previsto la conversione dei contratti di lavoro a tempo determinato dei dipendenti comunali in contratti a tempo indeterminato, riconoscendo, in questo modo, l’importanza dell’operato dei lavorati ‘precariì come servizio necessario per il corretto funzionamento della macchina amministrativa. Il gruppo consiliare di minoranza, evidentemente non si ritiene del medesimo parere a giudicare dal voto contrario degli stessi. Essi hanno votato negativamente l’opportunità data ai dipendenti comunali di sentirsi lavoratori utili e garantiti e non si trovano d’accordo con l’Amministrazione attiva sulla volontà di porre fine ad un sistema di precariato di cui i dipendenti sono vittime da trent’anni. La stabilizzazione dei precari è stata contemplata nel DUP, documento che contiene anche altre voci di importanza capitale per l’intera comunità, come il reperimento dei fondi per la messa in sicurezza di strade ed edifici comunali. Per concludere il gruppo consiliare di minoranza ha votato negativamente l’occasione di migliorare la condizione della viabilità delle nostre strade comunali e la volontà del Sindaco Grizzanti, della Giunta e del Consiglio Comunale di maggioranza di garantire negli anni la posizione lavorativa degli impiegati comunali”.

955 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Marianopoli, sì a nuovi lavori di Caltaqua

Marianopoli, sì a nuovi lavori di Caltaqua

Sì al progetto di adeguamento del collettore esterno di contrada Noce a Marianopoli. Interventi programmati da Caltaqua e che, in questo caso, prevedono un spesa di quasi  un milione e centomila euro e un anno di lavoro.

Entro fine mese sarà definito l’iter anche sotto il profilo tecnico per poi passare alla fase legata al finanziamento dello stesso.

Sotto il profilo espressamente tecnico sono previsti la sostituzione del  tratto terminale di poco più di 370 metri del collettore, il riassetto di tratti di canalizzazioni deteriorate con l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione con un ridotto impatto del fronte di scavo e la realizzazione di nuovi pozzetti d’ispezione.

Nella seconda fase è previsto l’adeguamento dell’attuale rete interna con interventi sui collettori di via Pertini, via Mimiani, Via Nazionale, via Caltanissetta, via Piave, via Pietro Micca, via Pietro Neri, via Duca D’Aosta, via Calvario e sulle fognature della zona a monte nel quartiere agricolo in Via Mussomeli e via Piazza Armerina. È prevista anche la realizzazione di allacci fognari.

393 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Quarta facoltà di medicina in Sicilia, Razza: auspico sede a Caltanissetta

Quarta facoltà di medicina in Sicilia, Razza: auspico sede a Caltanissetta

Una quarta facoltà di medicina a Caltanissetta. La quarta nel «Cuore di Sicilia». È l’auspicio dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Guardano alla Kore di Enna, lo stesso amministratore regionale ha ribadito come «sia stata recepita l’intesa tra tutti i rettori siciliani per una quarta facoltà di medicina».

E lo stesso Razza ha ribadito che «l’auspicio è che la Kore, riscoprendo la sua natura di università della Sicilia centrale, voglia scegliere come sede la città di Caltanissetta».

Sempre lo stesso assessore alla Salute ha evidenziato che «in tal senso ho già manifestato al rettore Puglisi e al presidente Salerno, ed è anche agli atti della giunta, la nostra disponibilità a predisporre un piano di riutilizzo del Cefpas che si trova in un’area confinante con l’ospedale di Caltanissetta che la nostra programmazione ha individuato come hub dell’area. Mi auguro che il Miur possa presto consentire l’avvio del percorso formativo, anche in ragione della necessità enorme di professionalità mediche».

In tale eventualità, una nuova facoltà di medicina nel Nisseno potrebbe venire incontro alle esigenze di un potenziale grande bacino di studenti del centro Sicilia.

605 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Gli studenti del ”Paolo Emiliani Giudici” ospiti della caserma di Mussomeli

Gli studenti del ”Paolo Emiliani Giudici” ospiti della caserma di Mussomeli

Mussomeli – Proseguono gli ormai tradizionali incontri che l’Arma dei Carabinieri, perseguendo il progetto istituzionale di diffusione della c.d. “cultura della legalità” tra i più giovani, sta organizzando con le scuole della provincia nissena nei primi mesi del 2019.  

Nella giornata di ieri i Carabinieri di Mussomeli hanno spalancato le porte della caserma ai ragazzi delle classi medie dell’istituto comprensivo statale “Paolo Emiliani Giudici” di quel Comune. Nell’ambito di un percorso guidato presso gli uffici della sede gli studenti hanno avuto modo di conoscere da vicino i militari dell’Arma facendosi spiegare i compiti, le funzioni, le origini e le quotidiane attività istituzionali. Attraverso un contatto diretto ed informale con i militari presenti gli scolari hanno avuto anche l’occasione di toccare con mano le autovetture di servizio, vederne le strumentazioni, ricevere elementari nozioni su come i Carabinieri svolgono le indagini ed incontrare di persona persino le unità cinofile.

La circostanza è stata particolarmente gradita sia dagli studenti che dagli insegnanti i quali non hanno mancato di palesare il loro entusiasmo per l’evento occorso. Si auspica che l’iniziativa in questione possa essere un ulteriore modo per avvicinare le nuove generazioni alle forze dell’ordine ricreando con queste un rapporto di empatia, fiducia e prossimità, elementi essenziali per un proficuo inserimento degli stessi nel tessuto sociale della vita adulta.

909 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Al “virgilio” storia, tradizioni e arte culinaria della Romania

Al “virgilio” storia, tradizioni e arte culinaria della Romania

Mussomeli – Lo scorso 16 aprile si è celebrata, presso l’IISS Virgilio di Mussomeli, la fase conclusiva del Progetto ‘Intercultura alla presenza della D. S. dott.ssa Calogera Genco, dei genitori degli alunni, dei docenti della II A IPSEOA.

Il progetto, nell’ambito dell’Educazione plurilingue ed interculturale, nel rispetto di quanto previsto nel PTOF, mira a diffondere, tra gli studenti del biennio a cui è rivolto, un atteggiamento positivo in ordine al riconoscimento dell’altro e allo scambio interculturale. Alla buona  riuscita del progetto stesso hanno contribuito senz’altro  i genitori degli alunni rumeni, invitati a raccontare il proprio vissuto,  la storia del loro Paese e, infine, a farci conoscere le ricette tradizionali della Romania. Una fase molto significativa si è svolta nel laboratorio di cucina dove gli alunni della II A, guidati dai genitori e sotto la supervisione del docente di cucina Rosario Frisina, hanno preparato i piatti della tradizione culinaria rumena. Grande l’entusiasmo dimostrato da tutti i partecipanti durante questa eccezionale esperienza   di laboratorio. Hanno preso parte all’attività di cucina gli alunni: Stircu, Canalella, Gervasi, Genco, La Piana; dell’allestimento della sala si sono occupati gli alunni: Sorce e Di Giovanni coadiuvati da alcuni alunni della II B IPSEOA; l’ accoglienza invece è stata curata dalle alunne: Amore, Di Cara, Spoto e Orlando che hanno inoltre  illustrato con cartelloni e  le slide per far conoscere la storia e le tradizioni della Romania.

Il momento clou del progetto è stato sicuramente  quello conviviale della degustazione del ricco buffet che si componeva di varie specialità. Per iniziare gli antipasti: pastrami, salumi, cascaval, telemea, pomodoro, brinza de burduf, kaizer, drob de funghi, caponata; i piatti unici: mamaliga  (polenta), mici o mititei( polpette di forma cilindrica alla piastra), tochitura de porc ( carne di maiale servita con senape), sarmale (involtini di carne e riso avvolti in foglie di verza), fasole cu carnati  (fagioli con salsicce); e per finire i dolci: placinta ( torta con ricotta e uvetta),  cozonac (dolce rumeno tipico delle feste di Natale e Pasqua), amandina ( torta al cioccolato fondente e ripiena di cioccolato con crema al caramello, si prepara a Capodanno), oua rosii (uova rosse, simboleggiano il sacrificio e il sangue di Cristo, si preparano per la Pasqua). La degustazione è stata percepita come una festa per gli occhi e per il palato, ma è stata anche una condivisione gioiosa e allegra che ha coinvolto tutti i presenti, creando un’atmosfera familiare in un clima di perfetta integrazione.

1.203 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Villalba, al via il nuovo Servizio  Civile per 12 volontari

Villalba, al via il nuovo Servizio Civile per 12 volontari

VILLALBA – Il Vicesindaco Concetta Territo, in qualità di Assessore ai Servizi Sociali, comunica attraverso una nota che, “dal 30 aprile 2019, sono state avviate a Villalba, le attività del Servizio Civile Nazionale dopo una breve interruzione dovuta alla conclusione del precedente progetto ‘la Stagione dell’Amore’, che grande apprezzamento ha ricevuto da parte degli anziani beneficiari.

Con il nuovo progetto denominato – prosegue la Territo – ‘Sempre per Sempre’ si vuole dare una continuazione alle attività già intraprese con gli anziani, volte a migliorarne la qualità della vita, supportandoli nelle necessità di tutti i giorni, alleviandone la solitudine attraverso la ricostruzione dei “legami” con il mondo esterno e promuovendone l’integrazione nella comunità di appartenenza.

Il progetto vede impegnati 12 ragazzi villalbesi che per un periodo di 12 mesi svolgeranno la loro opera nell’ambito della propria comunità offrendo assistenza alle fasce più deboli della società”.

Alla cerimonia di avvio delle attività svoltasi, nell’Aula Consiliare del Palazzo Municipale, erano presenti i ragazzi, Riggi Miriam, Di Raimondo Gisella, Savattieri Maria Concetta, Immordino Angelica, Diliberti Calogero Massimiliano, Vinci Marisa, Plumeri Giuseppe, Bonfanti Enza Giusy, Amico Enrico, Alessi Salvatore, Sorce Aldo, Granatella Arianna, il Sindaco Alessandro Plumeri che ha aperto la cerimonia augurando ai ragazzi un sereno e proficuo lavoro e le OLP (Operatori Locali del Progetto).

490 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

Non c’è il quorum, salta la fusione Cammarata San Giovanni Gemini. Spunta anche l’ombra dei brogli

Non c’è il quorum, salta la fusione Cammarata San Giovanni Gemini. Spunta anche l’ombra dei brogli

Cammarata – Questa fusione non s’ha da fare. Alle pendici dei Monti Gemini e Cammarata resteranno i due distinti e omonimi Comuni  dato che il referendum non ha avuto i numeri per suggellare una unione che, secondo le urne, ai più non era gradita . ll quesito, di ieri,  era il seguente: “Volete che i territori comunali corrispondenti al territorio dei Comuni di Cammarata e di San Giovanni Gemini subiscano una fusione degli stessi comuni e che venga costituito il nuovo comune autonomo con la denominazione di Comune autonomo Cammarata Gemini?”

La consultazione referendaria ha dato il suo responso: non è stato raggiunto il quorum.

Ha prevalso l’astensionismo che ha finito per agevolare e  sostenere le ragioni del No.

Resta, quindi tutto come prima dato che a Cammarata ha votato solo il 22,08 % degli elettori (1276 votanti su 5377 elettori) a San Giovanni Gemini ha votato il 26,71 % (1976 votanti su 7398 elettori).

Si ha notizie di probabili strascichi giudiziari dato che sarebbero state presentate denunce ai carabinieri per pretesi brogli.

914 Letture

 

 

Scritto in AttualitàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com