VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Attualità

 

Proclamazione del neo sindaco Giuseppe Catania: domani sera la sua prima uscita ai Vespri solenni del Corpus Domini

Proclamazione del neo sindaco Giuseppe Catania: domani sera la sua prima uscita ai Vespri solenni del Corpus Domini

Catania Sindaco  10MUSSOMELI – Appuntamento alle 11 davanti i cancelli della Scuola elementare di Via Madonna di Fatima per assistere alla proclamazione ufficiale del nuovo primo cittadino di Mussomeli. Già nelle vicine panchine avevano trovato posto alcuni anziani in attesa dell’apertura dei cancelli per entrare nella sezione n.1, dove ci sarebbe stata, a breve, la proclamazione del sindaco da parte del magistrato dott. Simone Petralia. Espletate tutte le incombenze, relative alle operazioni di voto, dello spoglio, e di quanto attinente a tale servizio, a mezzogiorno in punto, il predetto magistrato dott. Catania sindaco 2Simone Petralia ha letto integralmente il verbale di proclamazione di Giuseppe Sebastiano Catania, Sindaco del Comune di Mussomeli a cui sono seguiti scroscianti applausi dei presenti. Hanno applaudito lo stesso magistrato, gli assessori in pectore, Francesco Canalella, Seby Lo Conte, Giuseppe Mancuso e Giuseppina Territo ed alcuni consiglieri comunali, il comandante dei Vigili Urbani. Presenti alla cerimonia, la moglie del neo sindaco Giusy, i genitori Mariannina e Salvatore, parenti, amici ed estimatori del neo eletto sindaco. Subito dopo, il sindaco Catania e quello uscente Calà, si sono diretti verso la casa comunale, ed esattamente nella aula consiliare “Francesca Sorce”, dove è stato accolto dal personale comunale e dai nuovi consiglieri comunali eletti nelle diverse liste presenti nelle ultime votazioni. Il Sindaco Calà ha provveduto, fra gli applausi dei presenti, a fare indossare a Giuseppe Catania la fascia tricolore, additandolo come suo successore sindaco. Un breve saluto del nuovo sindaco ai dipendenti presenti, additandoli come una risorsa da valorizzare. Intanto, domani e dopodomani sera, alle ore 19,30, nella ricorrenza della solennità del Corpus Domini, parteciperà, rispettivamente, ai Vespri solenni ed alla processione assieme ai suoi assessori designati.

 

2.690 Letture

 

 

Scritto in Attualità, PoliticaComments (0)

 

Oggi visita Pastorale del Vescovo.- stasera incontro interparrocchiale coi giovani

Oggi visita Pastorale del Vescovo.- stasera incontro interparrocchiale coi giovani

chiesa S.EnricoDopo i Consigli Pastorali parrocchiali, le confraternite, le catechiste e ministri straordinari della comunione, stasera, presso la Parrocchia di Sant’Enrico incontro del Vescovo con i giovani delle sei parrocchie di Mussomeli. L’incontro sarà preceduto dalla celebrazione della Messa alle 18, presieduta dal Mons. Russotto e con la partecipazione del clero di Mussomeli. Durante la giornata, spazio anche per le Confessioni, appunto presso la Parrocchia di Sant’Enrico

322 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Roccapalumba: storia del grano in Sicilia

Roccapalumba: storia del grano in Sicilia

MargagliottaROCCAPALUMBA –  Domani,  6 giugno 2015 alle ore 16,30 presso il Mulino ad acqua “Fiaccati” di Roccapalumba, oggi uno dei pochi esempi di mulino funzionante (dal 2011 rientra fra le 100 meraviglie d’Italia), dopo la presentazione di Giuseppe Pollina, Presidente della sede locale di SiciliAntica, si terrà la quinta lezione dedicata alla storia e tecnologia dei mulini ad acqua curata dal Professore Antonino Margagliotta. L’intervento intende mettere in evidenza il valore architettonico dei mulini e la tecnologia che li contraddistingue. Sin dall’antichità il ciclo del grano si conclude nel mulino: utilizzando l’energia idraulica dei corsi d’acqua, l’unica nota sino alla rivoluzione industriale, i mulini hanno un ruolo di rilievo nella struttura economica del territorio e nell’organizzazione delle comunità. A partire soprattutto dalla dominazione degli Arabi, con i quali si avvia la strutturazione degli antichi latifundia seminativi, i mulini sono impiantati ai margini delle città e nelle campagne vicine, laddove c’è un fluire di acqua. Quasi mai isolati, come quasi suggerisce il movimento continuo dell’acqua stessa, sorgono in sequenza e nel loro insieme diventano carovane di pietra che determinano un sistema. Il funzionamento di essi perdura nel tempo e finisce alla metà del secolo scorso. Dal modo in cui le diverse parti funzionali (cui corrispondono leggibili volumi elementari) si compongono e si rapportano con i luoghi, nascono infatti significative architetture, erroneamente definite spontanee, che invece sono il risultato di conoscenze tecnologiche e costruttive, per di più spesso legate a forme colte dell’architettura. La superstite presenza di queste architetture, che tanto ancora hanno da tramandarci sulla cultura dell’acqua e della terra, costituiscono un itinerario per muoversi nella campagna e nella storia del paesaggio dove è possibile riscoprire i modi in cui l’uomo, tramite l’architettura, ha saputo trasformare il lavoro in bellezza attraverso il sapiente inserimento delle costruzioni nel paesaggio, sfruttando e nello stesso tempo avendo cura della natura. In conclusione visita guidata e messa in funzione del Mulino stesso e degustazione di pane cunzatu e bruciareddu (mazzetti di grano tostato) per un tuffo nel passato. Va sottolineato che Antonino Margagliotta è Professore di Composizione architettonica e urbana, insegna presso il Corso di Studi in Ingegneria edile – Architettura di Palermo ed il Corso di Studi in Architettura di Agrigento. Laureato dapprima in Ingegneria poi in Architettura, è dottore di ricerca. La sua recente attività di ricerca si incentra sugli spazi per la cultura nella città contemporanea e sul ruolo del progetto di architettura per strategie di sviluppo del territorio. Da anni si appassiona all’architettura dei mulini nei paesaggi della Sicilia occidentale svolgendo campagne di rilievo e catalogazione su incarico della Soprintendenza di Palermo, pubblicando articoli e saggi, promuovendo la conoscenza e la valorizzazione in conferenze e manifestazioni, coinvolgendo gli studenti con lo svolgimento di tesi di laurea. E’ presidente di SiciliAntica – sezione di Castronovo – Cammarata – San Giovanni Gemini.

435 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Alunni acquavivesi a scuola di apicultura

Alunni acquavivesi a scuola di apicultura

DSCN7897ACQUAVIVA PLATANI – Una giornata di scuola fuori dalla quotidianità, senza libri, quasi in cerca di avventura, alla riscoperta del meraviglioso ” mondo delle api”, un argomento che ha appassionato, incuriosito ed anche “deliziato” sia i tredici alunni che le tre insegnanti Anna Maria Scibetta, Maria Catalano e Patrizia Giovino, compresa la rappresentante di classe signora Crocetta Cicero. Va detto gli alunni sono stati guidati ed accompagnati, per l’occasione, presso l’Azienda agricola “Il Mulino” dei fratelli Lanza, per trascorrere alcune ore a contatto con la natura. Hanno voluto proporre una diversa giornata di scuola, finalizzata, principalmente, all’allargamento delle conoscenze degli alunni, coniugando all’apprendimento, un sereno divertimento e tanta spensieratezza, insita nell’età dei bambini. Una giornata interessante per loro in quanto, grazie a questa iniziativa, vissuta in aperta campagna a contatto con la natura, gli alunni, hanno potuto mettere in azione i propri sensi con la vista, l’ udito, l’olfatto, il gusto e il tatto DSCN7845_aammirando, così, le meraviglie del creato. Infatti, hanno potuto osservare l’ambiente, il paesaggio, hanno potuto ascoltare musica, hanno potuto gustare una fetta di torta di miele, ed altri dolci tipici portati dalle famiglie, hanno potuto sentire il delizioso profumo dei fiori e verificare la morbidezza dei suoi petali. Gli alunni, giunti a destinazione, hanno trovato sul posto due apicultori nelle persone del dott. Sergio Messina ed il signor Angelo Tuzzeo che dopo aver DSCN7868dato il loro benvenuto hanno iniziato la loro “lezione teorica” sulle api, accolti nell’aula didattica appositamente allestita. Evidentemente il momento più atteso era quello pratico, anche se pericoloso, ma più interessante e cioè la produzione del miele nelle diverse fasi di lavorazione fino all’assaggio. E così, gli alunni, insegnanti e le famiglie, con le dovute ed apposite attrezzature, si sono recati presso gli alveari per la “lezione pratica”. Dopo la seguitissima spiegazione degli apicultori, l’esperto signor Tuzzeo ha preso da un alveare dei telai, mettendoli nello smielatore, dando la possibilità agli alunni di girare alternativamente la manovella, provocando la fuoriuscita, dal foro, del dolce e profumato miele. Una giornata di apprendimento con cui si sono “guadagnati” anche il piacevole e gradito assaggio. Ma non solo la mattinata, ma anche il pomeriggio, la comitiva scolastica della classe quinta della scuola primaria del Plesso San Giovanni Bosco di Acquaviva Platani, è rimasta in zona recandosi, poi presso il fiume Platani, ammirando il panorama paesaggistico

846 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Cronaca, SocietàComments (0)

 

“Breccialfiorata del Corpus Domini” ad Acquaviva Platani: 2^ edizione

“Breccialfiorata del Corpus Domini” ad Acquaviva Platani: 2^ edizione

BreccialfiorataACQUAVIVA PLATANI – Al via, già da oggi e fino al 9 giugno, la seconda edizione de “La Breccialfiorata del Corpus Domini, che tanto successo ha riscosso lo scorso anno. Un evento artistico-religioso promosso dalla Proloco di Acquaviva Platani, dall’Amministrazione Comunale, dalla Parrocchia Maria SS. Della Luce, dai giovani “volontari” e condivisa dall’Assemblea Regionale Siciliana e dalla Regione Siciliana, inserito nella ricorrenza del Corpus Domini. “Una manifestazione unica e originale – è scritto nel depliant già distribuito dagli organizzatori – ideata e realizzata con tanta creatività e voglia di fare che sicuramente sbalordirà tutti coloro che decideranno di assicurare la loro presenza”. Intanto, è questo il programma che inizia proprio oggi, Alle ore 8, la posa dei pannelli artistici in Via Vittorio Emanuele, Via Umberto e Piazzale Mons. Cosimo Lanza; alle ore 20 è prevista l’inaugurazione Breccialfiorata del Corpus Domini. Parteciperanno Autorità civili, religiose e militari, Confraternite del Comprensorio, Gruppo Apostolato Preghiera di Acquaviva Platani, Gruppo lamentatori “Venerdì Santo” di Acquaviva Platani, coro parrocchiale. Sabato, 6 giugno è prevista, per l’intera giornata, la visita del percorso Sacro-artistico; alle 18,30, la santa messa presso la chiesa “Maria SS. Della Luce”; alle ore 21, concerto di cori parrocchiali. Domenica, 7 giugno, visita del percorso Sacro- Artistico per l’intera giornata; alle 8,30, Santa Messa presso la Chiesa del Purgatorio; alle ore 11, Santa messa presso la chiesa “Maria SS. della Luce”; ore 19, Santa Messa presso la Chiesa “Maria SS. Della Luce”, ore 20, Processione lungo la via dei Santi e sosta presso gli altarini allestiti in onore di Gesù Sacramento. LUNEDI’ 8 giugno, visita del percorso Sacro.Artistico per l’intera giornata; MARTEDI’, giornata conclusiva, Visita del percorso Sacro-Artistico per l’intera giornata; alle ore 19, presso la chiesa “Maria SS. Della Luce”, concerto di fiati. Stasera, intanto, ci sarà la diretta WEB su www.CASTELLOINCANTATO.IT

973 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

“TUTTI A TAVOLA..NON DI SOLO PANE VIVE L’UOMO”.  GREST 2015 già dal 21 giugno

“TUTTI A TAVOLA..NON DI SOLO PANE VIVE L’UOMO”. GREST 2015 già dal 21 giugno

chiesamadre sommatinoSOMMATINO – (A cura di don Marco e l’Equipe) – Anche quest’anno l’Unità Pastorale prevedrà per il tempo estivo la tradizionale esperienza del Grest per i bambini, i ragazzi e i giovani del paese. L’ Equipe e gli animatori sono a lavoro già da fine aprile per la preparazione di questo momento ed evento di condivisione, di anno in anno molto bello e vissuto all’insegna della gioia che viene da Gesù. Quest’anno le attività si svolgeranno dal 21 giugno al 10 luglio presso il cortile del plesso della Scuola Elementare, come sempre, dal lunedì al venerdì, sia di mattina che di pomeriggio. Non mancheranno giochi, attività, nuovi laboratori, uscite in piscina e altro ancora.. Non sarà la solita minestra, dicono gli organizzatori. Il tema di quest’anno è ” Tutti a tavola. Non di solo pane vive l’uomo”, tratto dal sussidio degli Oratori milanesi. Il titolo prende spunto dall’evento dell’EXPO di Milano sulla retta distribuzione dei beni nel mondo. Oltre a sottolineare questo aspetto sociale il sussidio affronta la tematica della tavola in chiave cristiana, vedendo in essa il segno di valori come la condivisione della fede e della vita con gli altri e soprattutto la condivisione per eccellenza per noi cristiani: L’EUCARISTIA. Quest’anno avremo uno staff di 120 animatori e i bambini saranno suddivisi in sei squadre che prenderanno il nome di alcuni alimenti un pò storpiati simpaticamente. ..Non vi anticipiamo nulla.. Insomma, ci sarà da divertirsi…Ma veramente!!!!!! L’invito è rivolto ai bambini, mamme, papà: “ accorrete..” Infatti, a partire dall’ 8 giugno, ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 17,30 alle 19,00, presso l’asilo parrocchiale, si prenderanno le iscrizioni …”.Vi aspettiamo numerosi” TUTTI A TAVOLA! è l’invito di Don Marco e dell’Equipe.

455 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Mussomeli: Solennità ed ottava del Corpus Domini

Mussomeli: Solennità ed ottava del Corpus Domini

Programma Domini DSCN3424MUSSOMELI – Iniziano sabato prossimo, a mezzogiorno, con lo sparo di 21 colpi di cannone, i festeggiamenti nella ricorrenza della solennità del Corpus Domini. Alle ore 18 è previsto il giro del paese del Complesso bandistico “Mons Mellis”; alle ore 19,30 Vespri solenni e la “Cantata dei Fratelli”. Parteciperanno le Autorità civili e militari. In prima serata è previsto un momento ricreativo ed assaggio di prodotti tipici locali.Nella giornata di domenica, invece,  è previsto alle ore 7 sparo di 21 colpi a cannone. Le messe saranno celebrate alle 7,30, alle 9,00 e alle 11,00. La celebrazione della Messa solenne è prevista alle ore 18,00, mentre la processione del Santissimo Sacramento per la tradizionale Via dei Santi, con la partecipazione delle autorità, civili, militari e religiose, e delle Confraternite, Associazioni e congregazioni è prevista alle ore 19,30. La solennità proseguirà durante la settimana, che prevede alle ore 18 celebrazione della Santa Messa ed immediatamente dopo seguirà la processione eucaristica che per quanto riguarda la Parrocchia Madrice avrà il seguente percorso: dal Piazzale Madrice si proseguirà per la Via Santa Margherita, Via Compagnia dei Verdi, Via Arcidiacono Amico, Via Minneci, Via Trabia, Via Scalea, Piazza Umberto, Via Palermo, Via Santa Croce (all’altezza del Bar Piccadill), Via Sac. Giuseppe Sola, Via Damiano Chiesa, Via Dalmazia, Via Madonna di Fatima, Via della Regione, Via Caltanissetta fino al rientro della processione nella chiesa dei Monti. La giornata di martedì è riservata alla Parrocchia della Trasfigurazione, il mercoledì alla parrocchia di Cristo Re, il giovedì alla parrocchia di Sant’Enrico, il venerdì è riservata alla Visita pastorale del Vescovo nella parrocchia di Sant’Enrico; il sabato è la giornata riservata alla Parrocchia del Carmelo e la domenica alla Parrocchia di San Giovanni. Il prossimo 21 giugno è la festa del Cuore di Gesù di Santa Maria.

924 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Primo caffè del sindaco Catania prima di varcare la soglia della Casa Comunale

Primo caffè del sindaco Catania prima di varcare la soglia della Casa Comunale

Catania varca la soglia del MunicipioMUSSOMELI – Il primo caffè del sindaco Giuseppe Catania, stamattina, intorno alle ore 9,30, prima di varcare, anche se in forma non ufficiale, nella qualità di primo cittadino,la soglia del Palazzo di città. Un caffè col segretario Salvatore Gaetani Liseo, con tutti Capi Area del Comune, Antonella Cordaro, MariaVincenza Castiglione e Carmelo Alba, Presenti gli assessori designati Seby Lo Conte e Francesco Canalella ed il personale dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco Enzo Mingoia ed Enza Mulè.E’ presumibile che l’insediamento possa avvenire probabilmente fra domani o dopo domani.

3.733 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Politica, SocietàComments (0)

 

Scuola agraria taglio di una classe e proclamato lo stato di agitazione

Scuola agraria taglio di una classe e proclamato lo stato di agitazione

Virgilio ipsasr 200MUSSOMELI – Personale scolastico in agitazione all’IIS Virgilio diretto dalla prof Rina Genco, per il taglio di una classe prima all’IPSASR che col nuovo anno scolastico rischia di ritrovarsi con una classe pollaio dove sono presenti anche due alunni portatori di disabilità. Alla notizia di tale taglio, il personale docente e non docente s’è riunito in assemblea l’altra sera ed ha elaborato una formale protesta a cui seguono oltre cinquanta firme, inviata agli organi competenti ed ha indetto lo stato di agitazione: “Ritenendo tale taglio fortemente penalizzante per l’organizzazione del lavoro, per la didattica, per le famiglie e per gli studenti, e per la sicurezza”. La nota quindi continua: “Nell’IPSASR si sono registrate ben 35 iscrizioni di cui 2 con disabilità. L’articolo 16 del DPR 81/2009, prevede che le classi del primo anno di corso degli istituti e scuole di istruzione secondaria di II grado, sono costituite di norma con non meno di 27 allievi e che gli eventuali resti della costituzione di classi con 27 alunni, sono distribuiti tra le classi dello stesso istituto e senza superare comunque il numero di 30 studenti per classe”. Dopo avere richiamato la norma che prevede non più di venti alunni per classe dove sono presenti disabilità, rimarcano come non sarà possibili ridistribuire in altro indirizzo gli altri 15 alunni rimanenti. “Non si comprende –si legge ancora- come codesta Direzione territoriale non abbia attivato le due classi prime al Professionale Agrario che storicamente ha sempre avuto, mettendo a repentaglio la didattica, l’organizzazione del servizio ed anche la sicurezza. Infatti è notorio che le aule scolastiche debbano avere una superficie minima di 1,96 mq per alunno e pertanto una classe di 35 alunni con 2 insegnanti (curriculari e di sostegno), presuppone un’aula di ben 74 mq che l’istituto non possiede”. La nota si conclude chiedendo di riconsiderare la problematica e sdoppiare la prima classe nel rispetto dei parametri normativi, numerici e di sicurezza.

644 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Mussomeli sceglie Giuseppe Catania Sindaco : gli applausi anche dei sostenitori degli altri due candidati sindaci (Il video)

Mussomeli sceglie Giuseppe Catania Sindaco : gli applausi anche dei sostenitori degli altri due candidati sindaci (Il video)

giuseppe-catania-mussomeli-535x300MUSSOMELI – Giuseppe Catania, sindaco di Mussomeli per volontà popolare con i suoi 2.961 voti (46,04%), seguito da Amedeo Cumellla con 2.068 (32,15) e da Rino Genco con 1.403 voti (21,81%). Fin dal primo pomeriggio la sede del Comitato elettorale del neo sindaco Catania era già occupata da molti sostenitori e mano mano la gente formava fuori dei capannelli per commentare e seguire l’evoluzione dello spoglio delle schede che man mano si rivelavano assai favorevole per la vittoria elettorale e la guida del Palazzo di Città. E mentre le ore passavano, si consolidava no i risultati e al nuovo sindaco Giuseppe Catania arrivavano gli auguri da più parti. Euforia in crescendo, specialmente dai suoi sosteniori ma anche di componenti di altri schieramenti. Il papà, la mamma del nuovo sindaco, la moglie Giusy, i familiari tutti hanno vissuto i momenti dello spoglio coni profonda commozione e di gioia. Papà Salvatore parla del figlio Giuseppe, eletto sindaco di Mussomeli, definendolo un “carusu buanu”. In tarda sera, il comitato elettorale ha improvvisato un gioiosa corteo col nuovo sindaco Catania, a cui sono stati tributati gli applausi dei sostenitori degli altri due candidati sindaci Amedeo Cumella e Rino Genco. Un corteo per condividere la gioiae la commozione del nuovo sindaco con tutta la sua comunità. Il corteo si è fermato davanti al Santuario della Madonna dei Miracoli dove ha sostato per una breve preghiera di ringraziamento. Va detto che Castello Incantato ha seguito, in diretta, l’evento non solo dallo studio di Ediset, dove c’era lo staff formato dal direttore Alberto Barcellona, Giuseppe Taibi, Salvatore Falletta, Giuseppe Alessi e Giuseppe Ferraro, ma anche dalle postazioni mobili con Alberto Arcoleo e Carmelo Barba.


 

4.404 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Politica, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com