Vigro

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Attualità

 

Pomeriggio e sera oggi  carnevale prolungato a Villalba

Pomeriggio e sera oggi carnevale prolungato a Villalba

Carnevale VillalbaVILLALBA – Piace proprio tanto il Carnevale ai villalbesi al punto di bissare e prolungarlo di una settimana. Infatti sabato 21 febbrai si riproporrà la sfilata dei carri allegorici per le vie del paese a partire dalle 18:30, e alle 21:30, tempo permettendo, l’appuntamento in piazza per la serata danzante con il Dj locale Bruno Immordino.

516 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Foto vince concorso nazionale e valorizza il castello manfredonico chiaramontano

Foto vince concorso nazionale e valorizza il castello manfredonico chiaramontano

foto vince 2MUSSOMELI – Le suggestioni del mercato medievale inserito nel magico scenario del castello manfredonico-chiaramontano hanno convinto gli esperti di un colosso commerciale europeo. E così, grazie all’inventiva di Antonio D’Angelo, capo filiale della sede di Mussomeli ed alla disponibilità del Comune di Mussomeli che ha messo a disposizione gli abiti storici e la location del maniero, la foto immortalata dallo Studio Photocolor di Franco Amico, è risultata tra le poche vincitrici del concorso nazionale indetto dal colosso commerciale, per valorizzare prodotti di lusso offerti nei periodi festivi a costi accessibili. I dipendenti della filiale di Mussomeli, tutti giovani e con indosso gli abiti storici, hanno posato in un contesto ricco di storia e di cultura, e quello scatto adesso troneggia al centro (tra altre foto scelte in tutta Italia) in un mega-cartellone esposto in tutte le oltre 600 filiali del colosso commerciale sparse sul territorio nazionale. Insomma in Val D’Aosta come in Trentino ma anche nell’isola di Malta (partecipava al concorso), adesso sanno che in Sicilia e precisamente a Mussomeli, esiste un castello trecentesco che vale la pena di visitare e conoscere. E questo grazie dicevamo all’inventiva di Antonio D’Angelo che pur essendo nativo di San Cataldo si sente mussomelese al 100%. D’Angelo per altro dirige una filiale che si chiama Mussomeli-Castello, proprio perché si trova a cento metri di uno dei manieri più belli d’Europa. Il concorso in questione dicevamo, riguardava dei prodotti particolari che vengono proposti nei periodi festivi come Pasqua e Natale in tutte le 600 filiali presenti in Italia. Venne quindi richiesta una foto dei dipendenti per valorizzare quei prodotti in contesti gioiosi o particolari. Da qui il colpo di ingegno: perché non esaltare quei prodotti in una location d’eccezione come il castello di Mussomeli? Tutte le foto partecipanti sono entrate in una selezione, ma solo le vincitrici e queste appunto quella di Mussomeli ben contestualizzata al centro del poster, saranno pubblicate in un magazine che sarà distribuito in tutte le filiali, dove lavorano circa 15.000 dipendenti. Mussomeli ed il suo castello insomma, adesso sono conosciuti in maniera capillare stante la diffusione del colosso commerciale nel territorio nazionale, un enorme ritorno di immagine per la città. Questi i nomi dei giovani che hanno preso parte allo scatto vincente in abiti d’epoca: Antonio D’Angelo, Salvina Murana, Jessica Genco Russo, Santina Beccaccio, Gabriele Gallo Cassarino, Maria Giovanna Guagliardo, Maria Sorce, Tiziana Di Maria, Erika Bruccoleri, Cinzia Romito.

1.300 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Vittime dell’acqua 61 anni fa

Vittime dell’acqua 61 anni fa

MORTI DELL'ACQUA 1954MUSSOMELI – Sono trascorsi ben 61 anni da quando nel lontano 17 febbraio del 1954, Mussomeli salì alla ribalta della cronaca nazionale per i tragici fatti dell’acquea. Nessuno quest’anno ha ricordato quelle vittime innocenti. E nessuno finora, ha raccolto l’ennesimo appello scaturito lo scorso, a conclusione della sobria cerimonia religiosa officiata da padre Sebastiano Lo Conte nella cappella cimiteriale per ricordare il 60° anniversario di quella tragedia tutta mussomelese. Ovvero di intitolare una strada alle quattro vittime dell’acqua (cinque se si considera la creatura che una di loro portava in grembo). Eppure a quell’incontro erano presenti assessori e consiglieri comunali, rappresentanti sindacali e della Camera del Lavoro, di comitati cittadini e della Fratres e della Misericordia. E tra loro c’era anche il 78enne Giuseppe Nola figlio di Onofria Pellitteri che mentre sua madre moriva calpestata dalla folla, lavorava in campagna, e Frank Amico figlio di Calogero che all’epoca aveva sette anni quando suo padre, uno dei tanti innocenti, fu poi arrestato all’alba dalla polizia del ministro Scelba, con l’accusa di avere provocato quella tragedia. Queste le vittime innocenti calpestate dalla folla impazzita: Vincenza Messina di 25 anni madre di 3 bambini ed incinta del suo quarto figlio, Onofria Pellitteri di 50 anni madre di 8 figli, Giuseppina Valenza di 72 anni e il giovanissimo Giuseppe Cappalonga di 16 anni. Fatti tragici che oltre ai quattro morti, provocarono una trentina di feriti e quindi, nell’aprile successivo, una retata di arresti di gente per lo più innocente, tra cui un bambino di due anni disabile, Vincenzo Mangiapane, finito in carcere con sua madre Angela Torquato. Il neo eletto Consiglio comunale, nel settembre del 1952 aveva affidato all’Ente Acquedotti Siciliano, la gestione dell’acquedotto a Mussomeli. L’Eas si impegnava ad ammodernare le condutture e a fornire 8 ore d’acqua al giorno. Il canone per i privati era di circa 3.000 lire annue, gli altri che usufruivano delle pubbliche fontane avrebbero versato un canone annuo di 500 lire. Da subito l’Eas fu inadempiente, ma in quei giorni di inizio di febbraio del ’54, cominciò ad inviare le bollette sia per tutto il ’53 che per l’anno appena iniziato. Il 16 febbraio del 1954 un migliaio di persone, andò a protestare davanti al Comune. Il giorno dopo successero i terribili fatti di sangue, davanti al municipio di via Della Vittoria. Per disperdere la folla il maresciallo dei carabinieri Giuseppe Sturiale, diede l’ordine di lanciare le bombe lacrimogene. Scoppiò il panico e quando nel fuggi fuggi generale caddero i primi, successe il finimondo, ci furono morti e feriti calpestati dalla folla impazzita. Eppure neppure una stele nonostante le proposte ricorda quella tragica giornata né le vittime. E forse è ora che tale memoria venga recuperata una buona volta.

842 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Cronaca, SocietàComments (0)

 

Nuovi soccorritori alla “Misericordia”: altri corsi in arrivo

Nuovi soccorritori alla “Misericordia”: altri corsi in arrivo

CorsoMUSSOMELI – Otto nuovi volontari della “Misericordia” hanno conseguito l’attestato di primo livello nella sessione d’esame di mercoledì scorso, presenti il direttore Sanitario del Corso dott. Giuseppe Misuraca, il Rappresentante Regionale Assessorato della Salute I.P. Coord. Dott. Roberto Piazza, il rappresentante SUES 118 Massimiliano Alaimo ed il governatore della Misericordia Carmelo Barba. Gli esaminandi sono stati dichiarati idonei, avendo dato prova di avere raggiunto gli obiettivi formativi. I volontari in questione sono Frangella Federico, Adriana Valenza, Vincenza Maria Nicosia, Gessica Ricciardi, Domenico Di Maria, Maria Antonella Russo, Enza Lo Bello e Salvatore Corradengo. Ai nuovi soccorritori verranno rilasciati i relativi attestati previsti dal D.A. n.33289 del 22/11/2000 e successive modificazioni ed integrazioni. Intanto, dal sodalizio fanno sapere che nel 2015 sono previsti altri corsi per i propri volontari.

731 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

A Marianopoli: i giovani fermano il divertimento il pensiero per Aldo Naro

A Marianopoli: i giovani fermano il divertimento il pensiero per Aldo Naro

Giovani Marianopoli 10246709_10203677410035558_7424172529014426096_nMARIANOPOLI – La tragedia del giovane Aldo Naro ha scosso le coscienze della gente, rimasta attonita a sentire questa ferale notizia. Fiaccolata a San Cataldo, a Palermo ma anche a Marianopoli un piccolo gesto di vicinanza alla famiglia del giovane Aldo da parte dei giovani. In un comunicato del vice sindaco di Marianopoli Salvatore Noto cos’ si legge: “Ci siamo fermati! Marianopoli è una piccola comunità che dista pochi km dalla vicinaSan Cataldo. Una comunità scossa dalla tragedia del giovane Aldo NaroAldo Naro. Martedì quasi tutti i giovani della comunità manchese festeggiavano il tradizionale Carnevale…in stile discoteca! A mezzanotte su richiesta del sottoscritto nella qualità di Vice Sindaco abbiamo fermato la musica ed abbiamo acceso le luci….un minuto di silenzio ed un applauso di tutti i giovani, e non solo, presenti in ricordo di Aldo. Un piccolissimo gesto che i giovani hanno voluto fare. Un abbraccio virtuale al dolore inconsolabile della famiglia e degli amici di Aldo. Alberto Romano uno dei giovani presenti ha chiesto di fare una foto in ricordo di questo tragico avvenimento. Le parole che hanno scandito questo delicato momento sono state: “I giovani devono divertirsi…e ognuno di loro, alla fine del divertimento, ha il diritto/dovere di tornare a casa. I genitori hanno il diritto/bisogno di sapere che il proprio figlio tornerà a casa”. Ciao Aldo dalla piccola Marianopoli”.

801 Letture

 

 

Scritto in Attualità, CronacaComments (0)

 

Domenica prossima “Sagra mandorlo in fiore”

Domenica prossima “Sagra mandorlo in fiore”

AGRIGENTO – In occasione della 70° Sagra del Mandorlo in Fiore, domenica 22 febbraio riparte il Treno Storico SDSCN3080iciliano da Palermo alla volta di Agrigento Centrale. Un appuntamento ormai consolidato, giunto alla quinta edizione promosso da Treno Doc in collaborazione con diversi enti tra cui SiciliAntica. La partenza dalla stazione di Palermo Centrale è prevista alle 7.45 con arrivo a Agrigento Centrale alle 10.30. Fermate intermedie sono a Bagheria (8.00), Termini Imerese (8.22), Roccapalumba-Alia (08.55), Aragona Caldare (10.00) Agrigento Bassa (10.15). Durante il tragitto verrà presentato il libro di Daniele Billitteri “I Racconti del Treno”, del quale saranno letti alcuni racconti dalla giornalista Marta Genova di carrozza in carrozza e ci sarà la possibilità di parlare con l’autore delle emozioni sul viaggio in treno. Il viaggio sarà inoltre allietato dalla musica Folk di Angelo Salvatore Daddelli&I Picciotti e dalla presenza della ballerina Maria Alba Mangione che intratterranno i passeggeri. Nel corso della giornata si avrà del tempo libero a disposizione per partecipare alla 70^ Sagra del Mandorlo in Fiore che, per quel giorno (come da programma del Comune di Agrigento), prevede la sfilata dei gruppi Folkloristici da Piazza Pirandello allo stadio Esseneto. Per comodità sul treno sarà distribuita a tutti i partecipanti una cartina della città di Agrigento. Il ritorno è fissato alle 17.40. Chi lo desiderasse, con un piccolo supplemento di 5 euro, da prenotare contestualmente all’acquisto del biglietto, potrà alle 12.55 raggiungere la Valle dei Templi a bordo delle automotrici storiche ALn 668 (senza garanzia del posto a sedere); tale opportunità, che vedrà in servizio contemporaneamente ben due convogli storici di proprietà Fondazione FS Italiane , permetterà ai viaggiatori, una volta scesi a Tempio di Vulcano, di raggiungere a piedi il Tempio della Concordia, per assistere alla premiazione dei gruppi Folkloristici. Nella quota in surplus richiesta è compreso l’ingresso al Giardino della Kolymbetra, gestito dal FAI, e che è necessario attraversare per portarsi all’interno della zona archeologica.Il ticket costa 20 euro ed è acquistabile presso la sede della Globalsem Viaggi di Palermo in via Giusino 51 (tel. 0917848420) o mediante acquisto online. Per info: info@trenodoc.it www.globalsemviaggi.it – www.trenodoc.it.

654 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Alla Madrice carnevale per i bambini del catechismo

Alla Madrice carnevale per i bambini del catechismo

IMG-20150217-WA0020MUSSOMELI Un pomeriggio all’insegna del sano divertimento quello trascorso nel saloncino della Parrocchia Madrice, dai bambini del catechismo con le loro catechiste che hanno organizzato, i giovani che hanno animato e le mamme che hanno anche preparato dolci fatti in casa. IMG-20150217-WA0019Musica, balli, giochi e coriandoli hanno allietato un grigio, piovoso e freddo pomeriggio di carnevale dei bambini che hanno sfoggiato le loro belle e originali mascherine. “ Ed ora, accantonata la festa più allegra dell’anno – hanno sottolineato le catechiste – in attesa di tempi migliori per tutti, diamo spazio alla Quaresima, tempo liturgico in cui il cristiano si prepara, attraverso un cammino di penitenza e conversione, a vivere in pienezza il mistero della morte e risurrezione di Cristo”.

875 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Presentazione libro “Luigi Gedda – nella storia della Chiesa e del Paese”

Presentazione libro “Luigi Gedda – nella storia della Chiesa e del Paese”

Gedda DSCN3079CALTANISSETA – Azione cattolica e azione politica per un nuovo umanesimo: il contributo dei cattolici per la ricostruzione del Paese : Interessante iniziativa di carattere culturale per venerdì 20 febbraio alle 17,30, presso l’ Auditoriun “Mons. Giovanni Speciale” del Museo diocesano del Seminario vescovile, organizzata dall’Associazione Alcide De Gasperi e dall’Azione Cattolica Italiana: la presentazione del volume “Luigi Gedda – nella storia della Chiesa e del Paese” a cura di Ernesto Preziosi.

256 Letture

 

 

Scritto in Attualità, EventiComments (0)

 

Concluse le Quarantore nella chiesa dei Monti ed  è già Quaresima

Concluse le Quarantore nella chiesa dei Monti ed è già Quaresima

Monti Istantanea 1 (17-02-2015 21-58)MUSSOMELI – Oggi mercoledì le ceneri e, per i credenti, l’imposizione delle ceneri sul capo. Celebrazioni di messe oggi nelle parrocchie, e nella Monti Istantanea 1 (17-02-2015 22-05)chiesa Madre, come ha annunciato, ieri sera, l’Arciprete don Pietro Genco, a chiusura delle Quarantore nella chiesa dei Monti, la celebrazione è prevista per le ore 18,30. Intanto, si sono concluse, proprio ieri sera, per la prima volta, le Sante Quarantore nella chiesa dei Monti, come aveva concordato il Monti Istantanea 2 (17-02-2015 22-00)clero locale, in considerazione della temporanea chiusura al culto della chiesa di Sant’Antonio Abate, che si protrae da tempo, per lavori di manutenzione da eseguire. Ultima serata conclusiva, quindi, ieri sera, a cui hanno partecipato il parroco don Salvatore Tuzzeo, don Francesco Lomanto, il diacono Pierenzo Costanzo e l’Arciprete don Pietro Genco che ha presieduto la celebrazione. C’è stato il canto finale di ringraziamento al SS.Sacramento e, alle fine, una piccola processione all’interno della chiesa.Con oggi è incominciato il periodo quaresimale.

483 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

Carnevale: niente consueto annuale raduno pomeridiano in piazzale Mongibello e squillo di tromba quaresimale

Carnevale: niente consueto annuale raduno pomeridiano in piazzale Mongibello e squillo di tromba quaresimale

squilli di trombaMUSSOMELI – Negli altri anni il piazzale Mongibello, nei giorni di Carnevale, e cioè la domenica ed il successivo martedì, era stato luogo di raduno per la sfilata dei carri allegorici. Quest’anno, invece, per il mancato carnevale cittadino, già precedentemente comunicato dall’assessore Nucera in una nostra intervista, piazzale Mongibello è rimasto nella quiete della sua quotidianità, fino a quando, intorno alle ore 17, un isolato squillo di tromba è riecheggiato nell’aria, come ad annunciare l’inizio della Quaresima. Va detto, a tal proposito, che, secondo la tradizione, allo scoccar della mezzanotte, con l’inizio del mercoledì delle ceneri, i trombettisti quaresimali annunciano appunto tale ’inizio. Ma quest’anno, qualcuno ci ha pensato sette ore prima della mezzanotte, visto che Carnevale era festeggiato negli altri paesi: insomma, in pieno carnevale, Mussomeli aveva strade silenziose e tutt’altra atmosfera. Va anche sottolineato che quell’ anticipato squillo di tromba quaresimale è andato a finire su un post di facebook dove un internauta così ha scritto: “Comunico che alle ore 17,00 in Piazzale Mongibello si era già in piena Quaresima, come avvertiva il suono mesto di una tromba !!!” . Un mancato carnevale 2015 che ha lasciato a tanti l’amaro in bocca.

548 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro