VigroEuronic Roccella
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Cronaca

Criminalità: anziana rapinata in casa nel Nisseno

Criminalità: anziana rapinata in casa nel Nisseno

furtogioielliCALTANISSETTA – Oggetti in oro il cui valore è da quantificare e due pistole sono il bottino di una rapina compiuta nella notte in casa di una pensionata di 82 anni a San Cataldo (CL). I malviventi, tre con il volto coperto, sono entrati in azione intorno alle due, dopo aver forzato una porta che si trova dietro l’ingresso principale della villetta di via Beppe Montana alla periferia di San Cataldo. La pensionata, che vive da sola, è stata bloccata all’interno della camera da letto mentre i rapinatori portavano via la refurtiva. L’anziana è stata portata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dove si trova attualmente in osservazione. Indaga la polizia.

434 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Giallo su 17enne ritrovato privo di sensi, ora è in rianimazione a Enna

Giallo su 17enne ritrovato privo di sensi, ora è in rianimazione a Enna

118-ambulanza-0005MUSSOMELI –Privo di sensi e riverso a terra. A fare la scoperta. Lunedì scorso,  sarebbero stati dei passanti che hanno trovato A.F., 17enne mussomelese in piazzale Monti, alle spalle della centralissima via Scalea. Da quello che è trapelato a prestare i primi soccorsi sarebbe stata una pattuglia dei vigili urbani che si trovava nelle vicinanze, allertata da coloro che si sono accorti delle cattive condizioni di salute in cui versava il ragazzo. Sembra che il giovane  rigurgitasse ma dagli esami a cui è stato sottoposto è risultato negativo all’uso di droghe e alcool. A prestare le prime cure sarebbero stati il personale del 118 e  i sanitari dell’ospedale Mussomelese che ne hanno disposto il trasferimento al reparto di rianimazione del nosocomio di Enna dove si trova tuttora ricoverato in stato di coma. Intanto si infittisce il giallo sulle cause che hanno determinato il malessere del giovane che è tuttora in prognosi riservata e, pare, in coma farmacologico.

AGGIORNAMENTO ORE 12:10 Il ragazzo è uscito dal coma e il suo quadro clinico è in netto miglioramento.  Fortunatamentee il giovane non è in pericolo di vita.

3.718 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Sutera, il presidente dell’Associazione Kamicos: “Il direttivo ha risanato debiti e raggiunto importanti traguardi, ora rassegno le mie dimissioni”

Sutera, il presidente dell’Associazione Kamicos: “Il direttivo ha risanato debiti e raggiunto importanti traguardi, ora rassegno le mie dimissioni”

direttivokamicosSutera – Parla il dott. Paolino Scibetta, presidente dell’Associazione Kamicos, consolidata protagonista  della vita culturale del comune nisseno. In un comunicato in cui rivendica i risultati conseguiti e traccia un bilancio dell’attività svolta, scrive Scibetta: “L’associazione Kamicos, della quale ho avuto l’onore di esserne il Presidente, si trova ad attraversare un momento storico cruciale nel quale può sentirsi pienamente soddisfatta di avere raggiunto gli obiettivi che sembravano miraggi appena un anno fa’.

L’associazione che da anni guida le sorti della manifestazione simbolo della Città di Sutera, ‘Il Presepe Vivente’, ha affidato all’ultimo Direttivo, le redini e la gestione della stessa, affinché non andasse persa la custodia e la valorizzazione del quartiere Rabato. A ciò si è associato un intento promozionale mirato al far continuare a vivere quello che da qualche anno è uno de “I Borghi più belli d’Italia” attraverso l’ormai consueta riproposizione natalizia degli antichi mestieri legati alla civiltà contadina dei primi del ’900.

Nulla di così – prosegue il presidente – ovvio e scontato dunque per un’associazione che nasce circa un ventennio anni fa’ proprio con il Presepe Vivente e di esso ne ha sempre seguito le sorti, con l’impegno profuso dai vari Presidenti che si sono succeduti negli anni, se non fosse che proprio alla assunzione dell’incarico di questo Presidente, in quest’ultimo anno, ne registrava una situazione economica debitoria, con un direttivo dimissionario e una mancanza di logici presupposti per pensare di organizzare una successiva manifestazione.

Il nuovo direttivo veniva regolarmente eletto e, consapevole dell’enorme responsabilità assunta, iniziava a lavorare, potendo contare sul supporto economico e logistico dell’Amministrazione comunale, cosa questa di fondamentale e basilare importanza.

Poste in essere tutte le misure atte a ridimensionare le spese, il nuovo direttivo iniziava ad effettuare tagli razionali alle voci di spesa per le quali era possibile ovviare, anche mediante strumenti “a costo zero” quali sponsorizzazioni e forme di volontariato da parte dei soci, delle altre associazioni locali, di simpatizzanti a vario titolo e dei membri del Direttivo a pieno regime.

Il Presepe Vivente veniva a essere messo in scena tra mille difficoltà affrontate con uno spirito di grande entusiasmo e uno spirito solidaristico, intrinseco nell’essere Associazione, che ha ispirato e, deve continuare ad ispirare la vita dell’Associazione stessa ma anche con una nuova fiducia grazie al sostegno e alla guida spirituale dell’Arc. Francesco Miserendino, al quale va il mio personale ringraziamento.

L’edizione 2015/16 del Presepe Vivente di Sutera, nonostante le ristrettezze, anche grazie ad un’accorta strategia di pubblicizzazione ha snocciolato numeri molto positivi in quanto a presenze di visitatori, grazie anche alle ottime condizioni climatiche, ma anche in fatto di riduzione dei costi, formula questa che si ė rivelata assolutamente vincente grazie alle maestranze locali e agli artisti.

A conclusione di questa edizione i bilanci della manifestazione sono in attivo, risultato, questo, impensabile fino a qualche tempo prima e ciò a fronte di mesi in cui si è dovuto fare un lavoro di risanamento di situazioni pregresse.

Un ringraziamento va ai miei compagni di direttivo Lina Milioto e Valentina Difranco che con abnegazione mi hanno coadiuvato e sostenuto in questa impresa, a tutti i soci dell’associazione e all’Amministrazione Comunale che ci ha supportato in ogni azione sia dal punto di vista logistico che economico.

A sei mesi dell’edizione 2015/2016 il Presidente, ritenendo di avere assolto al mandato che lo aveva guidato in ogni sua azione, rassegna le proprie dimissioni, convoca per il 3 settembre l’assemblea dei soci per l’elezione del nuovo direttivo auspicando che il direttivo futuro si muova su questo solco appena tracciato, recuperi il senso di volontariato e collaborazione attiva da parte dei membri dell’associazione e di coloro i quali vorranno entrare a farne parte o collaborare con essa”.

550 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Rubato camion a impresa edile “Di Vincenzo” a Caltanissetta

Rubato camion a impresa edile “Di Vincenzo” a Caltanissetta

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Caltanissetta – Ancora uno  dei depositi dell’impresa di costruzioni “Di Vincenzo S.p.A.” di Caltanissetta nel mirino dei ladri. Dopo il tentato furto di qualche tempo fa nel deposito di via Rochester adesso i ladri sono riusciti nel loro intento portando via un camion ed una serie di attrezzi. La scoperta del furto compiuto durante la scorsa notte è stata fatta dai metronotte che nel periodico controllo hanno notato il cancello dello spiazzo antistante il capannone aperto. Sono intervenute le volanti della polizia per le prime indagini

572 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Diventa virale il video di Joe Ricotta che racconta la Sicilia in 3 minuti. Oltre 3 mln di visualizzazioni

Diventa virale il video di Joe Ricotta che racconta la Sicilia in 3 minuti. Oltre 3 mln di visualizzazioni

js

joe ricotta e salvatore rizzo

MUSSOMELI – Si chiama ” Sicily”, il video commissionato da Joe Ricotta businessman di Acquaviva Platani,   proprietario a Londra del Nonna’s Kitchen, ristorante dove vanno a trovarlo John Travolta, Sylvester Stallone e il meglio del jet set internazionale,  ha totalilizzato in pochi giorni milioni di visualizzazioni. Marius Mele, regista   del videoclip, durante i 3 mesi in cui  ha realizzato le riprese, ha girato la Sicilia in lungo e in largo, percorrendo oltre 15 mila chilometri per scovare i luoghi che avessero la più alta capacità descrittiva per sintetizzare le innumerevoli bellezze della Sicilia. Dopo 5 mesi dedicati al montaggio il video, inserito su http://www.sicily.co.uk, il portale della società di Joe Ricotta, ottiene subito il consenso degli internauti con centinaia di migliaia di visualizzazioni. Ma è nell’ultimo mese che il filmato ha avuto un’impennata di click, complice l’eurodeputato grillino Ignazio Corrao che il 3 agosto condivide il video su Facebook. In tre giorni “Sicily “viene visualizzato da oltre 1,2 milioni di utenti e condiviso da 45mila account. Ci dice Salvatore Rizzo, architetto mussomelese e stretto collaboratore di Joe ricotta, : “L’idea di Joe Ricotta è vendere turismo 365 giorni all’anno. Ci sarebbero tanti percorsi da creare, quello greco, quello normanno, quello arabo, quello barocco, quello romano. Il portale sta promovendo la Sicilia nel mondo, divulgando le bellezze storico, naturalistiche ed architettonico della nostra isola. Gli steop successivi sarnno quelli di sviluppare l’offerta turistica e i prodotti siciliani.”.

IL VIDEO

 

 

6.904 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Coppa Italia Eccellenza – Il Mussomeli si impone sulla Nissa

Coppa Italia Eccellenza – Il Mussomeli si impone sulla Nissa

14184300_866592760152087_2992277822000355754_nCaltanissetta – Il Mussomeli, battendo per 2 a 1 la Nissa, si aggiudica l’andata del primo turno di Coppa Italia. Partita condizionata dal forte caldo e da un terreno di gioco in non perfette condizioni (ricordiamo che la Nissa è “ospite allo Stadio “Pian del Lago”, che è invece utilizzato dalla locale squadra di rugby).

La cronaca – La partita vede all’inizio un Mussomeli più manovriero e una Nissa più attendista, con il Mussomeli che sfiora il gol con il giovane Lo Presti. Con il passare dei minuti la squadra di casa prende campo e trova il vantaggio con Strano ben servito con un lancio lungo da Italiano. Il Mussomeli prova a pareggiare i conti, ma Failla, dopo aver saltato Pandolfo in uscita, non riesce ad inquadrare il bersaglio da posizione defilatissima. Il pareggio non tarda comunque ad arrivare: azione di Panepinto sulla destra che salta un avversario e con un bel cross serve Lo Presti. Il giovane palermitano si accentra e con un bel tiro a giro trafigge l’incolpevole Pandolfo. Nel secondo tempo la partita è meno bella, con le squadre stanche a causa del gran caldo. Il Mussomeli ci prova con Ceraulo direttamente da calcio di punizione, ma la palla colpisce il palo interno. La palla aveva probabilmente superato la linea, ma l’arbitro lascia correre. Pochi minuti dopo è la Nissa a recriminare. Strano in area di rigore cade per un presunto fallo di Mangiapane ma ancora una volta l’arbitro lascia correre. Al 39′ il Mussomeli passa in vantaggio. Lucchese recupera palla in prossimità della linea laterale, si accentra ma prima di entrare in area viene steso. Ad incaricarsi della battuta è ancora Ceraulo che questa volta è più fortunato e centra la porta portando in vantaggio la sua squadra. Da qui alla fine non succede più niente e il Mussomeli, al fischio finale, può festeggiare la vittoria. L’appuntamento è ora per domenica 4 settembre alle ore 16 allo Stadio “Tonino Caltagirone” di Mussomeli per il ritorno.

497 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Danneggiamenti alla Curia Vescovile, scoperto e denunciato  medico-sabotatore

Danneggiamenti alla Curia Vescovile, scoperto e denunciato medico-sabotatore

vescovadoCALTANISSETTA – Lo hanno sorpreso mentre armeggiava nel vano contatore dell’acqua della  curia vescovile. È un medico che gli agenti della Digos, appostati in zona, hanno subito intercettato e denunciato per danneggiamento aggravato.

È un 51enne nisseno che, mentre stava manomettendo l’impianto del Vescovado, è stato seguito in ogni sua mossa dagli agenti appostati poco distanti. Poi, nel momento in cui ha terminato, giusto perché commettesse il reato, è stato bloccato. Con sé aveva attrezzi da scasso e una bomboletta di schiuma espansa per otturare  – secondo l’accusa – i tubi dell’acqua. In zona sono poi intervenuti anche sezione volanti e scientifica sempre della polizia.

Il professionista è stato trasferito in questura e lì ha ammesso di essere stato l’autore dei precedenti danneggiamenti alla Curia, fino al taglio dei tubi dell’acqua. Non avrebbe fornito una chiara spiegazione, però, le ragioni delle sue azioni limitandoli a non meglio definiti contrasti.

Nel bagagliaio dell’auto dell’uomo è stata poi rinvenuta altra attrezzatura utilizzata per i precedenti raid in Vescovado e altro materiale ancora – in particolare i seghetti utilizzati qualche giorno fa per tagliare i tubi – è stato trovato nella sua abitazione. Ma non è tutto. Perché nel suo telefono cellullare sarebbero state trovate fotografie da lui scattate che documenterebbero i danneggiamenti. Da qui la denuncia.

965 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Non ce l’ha fatta il 48enne Enzo Scannella, era caduto lo scorso 13 agosto

Non ce l’ha fatta il 48enne Enzo Scannella, era caduto lo scorso 13 agosto

enzoscannellaMUSSOMEL-L’incidente si è, purtroppo, trasformato in tragedia. Enzo Scannella si è spento, ieri mattina a Palermo dove era stato ricoverato dopo una caduta . L’incidente in cui era rimasto vittima il 48enne mussomelese si era verificato il 13 agosto scorso quando l’uomo era caduto , le condizioni dell’uomo erano apparse subito critiche tanto che i sanitari  del “Longo” ne avevano disposto il trasferimento d’urgenza all’ospedale di Villa Sofia. Un’agonia durata 2 settimane durante la quale medici hanno provato a strapparlo alla morte mentre  parenti e amici avevano confidato fino alla fine, ma ieri è arrivata la ferale notizia: Enzo si è spento,  lascia la moglie  e la figlia . La salma del giovane arriverà  oggi pomeriggio alla chiesa di Sant’Enrico dove domani alle 16,30  verranno celebrati i funerali.

15.165 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

Gli dà fuoco  in piazza, ventenne in cella per tentato omicidio

Gli dà fuoco in piazza, ventenne in cella per tentato omicidio

romitoCaltanissetta – Lo ha cosparso di benzina per poi dargli fuoco. Ma è stato smascherato e arrestato dei carabinieri. In manette è finito il ventenne di Riesi, Vito Emanuel Ciccia Romito, che in passato ha già avuto problemi giudiziari per droga.

Ora è stato arrestato con la pesante accusa di tentato omicidio. Quello di un 41enne di origine romena che vive in paese. Quali siano state le ragioni della brutale aggressione è uno dei passaggi che l’inchiesta deve ancora chiarire.

Tutto s’è consumato in piena notte nel centro storico di Riesi, tra Piazza Garibaldi e corso Vittorio Emanuele. Una telefonata giunta alla centrale operativa dei carabinieri ha avvertito di un uomo gravemente ferito perché dato alle fiamme. In effetti i militari hanno poi appurato che era stata gettata forse benzina su lui per poi essere bruciato. E ha riportato gravissime ustioni.

I carabinieri hanno subito raccolto testimonianze e hanno passato al setaccio le immagini girate dagli impianti di videosorveglianza della zona. In breve tempo hanno scoperto il sospetto autore e si sono messi sulle sue tracce.

Lo hanno rintracciato e su disposizione della procura arrestato. È stato rinchiuso al carcere Malaspina di Caltanissetta con l’accusa di tentato omicidio

1.368 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

Spacciava ai domiciliari, giovane scoperto e denunciato

Spacciava ai domiciliari, giovane scoperto e denunciato

spacciodrogaCaltanissetta – Spacciava droga mentre era agli arresti domiciliari. Questa l’accusa che la polizia ha mosso a carico di un  giovane nei cui confronti è scattata adesso una denuncia per detenzione e spaccio di stupefacenti. Tegola piovuta sul capo di un 21enne di Caltanissetta.

È stato scoperto dopo che la polizia, ha seguito i movimenti di un ragazzo che stava raggiungendo, nel pieno centro storico, l’abitazione di un giovane attualmente detenuto in casa. Lo hanno seguito e appostandosi hanno notato che i due, attraverso le sbarre di un cancello, si sarebbero scambiati qualcosa. Hanno atteso che il visitatore andasse via e lo hanno subito fermato. Con sé aveva una stecchetta di hashish di poco più di mezzo grammo avvolta nel cellophane.

Il controllo s’è subito spostato nell’abitazione del recluso e lì  è stato trovato altro “fumo”. In particolare altre quattro stecchette, molto simili nel confezionamento a quella sequestrata pochi istanti prima al compratore, già suddivise in dosi. In totale sono stati sequestrati in casa un paio di grammi di sostanza o poco più. Inoltre gli agenti della squadra mobile hanno pure recuperato un paio di coltelli con le lame ancora sporche di droga. Da qui la denuncia per detenzione e spaccio del ventunenne già ai domiciliari, mentre l’acquirente è stato segnalato alla prefettura per il suo nome venga inserito nel registro degli assuntori.

Sempre la polizia, del nucleo prevenzione crimine di Palermo, durante controlli antidroga effettuati a Caltanissetta ha fermato un’aut, una Lancia Y, con quattro sospetti a bordo. Tra loro un ventunenne, che non ha mai avuto problemi con la giustizia, è stato trovato con un grammo di hashish e pure per lui è arrivata la segnalazione in prefettura.

951 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 anni fa… Il Mussomeli vince la finale dei play-off. I rossoblù sono promossi in Prima Categoria.

01 maggio 2016

MUSSOMELI - La finale dei play-off che riporta il mussomeli in Prima Categoria non può e non poteva essere una partita normale. Un grigio pomeriggio di fine aprile, un insolito sabato di calcio, un migliaio di spettatori accorsi al Tonino Caltagirone fanno da cornice a un avvenimento che i presenti faranno tanta fatica a dimenticare. La ...

Leggi tutto

5 anni fa…Foto Settimana Santa

22 aprile 2011

[gallery]

Leggi tutto

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro