Vigro

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Cronaca

 

Terremoto: ad Amatrice anche una delegazione nissena

Terremoto: ad Amatrice anche una delegazione nissena

amatrice-neveCaltasnissetta – C’è anche una delegazione siciliana ad Amatrice, dove stamattina una nuova scossa di terremoto ha fatto rimpiombare la cittadina nell’incubo del 24 e 25 agosto, guidata dal sindaco di Niscemi Franco La Rosa e dai responsabili della protezione civile e delle associazioni di volontariato del comune nisseno. Sono arrivati ieri e si fermeranno fino a domani; agli abitanti del comune terremotato hanno portato come gesto di solidarietà indumenti e altri beni racconti a Niscemi. “Ci sono state due scosse fortissime – dice al telefono La Rosa – la terra trema e continua a farlo. Da stamattina ci sono state almeno una cinquantina di scosse di assestamento. La gente è disperata ha rivissuto l’incubo”. “La protezione civile – aggiunge il sindaco di Niscemi – sta cercando di rendere fruibile la circolazione, ma siamo bloccati dalla neve. Ci troviamo a quattro chilometri da Amatrice, nella frazione di Sommati, dove è ubicato il campo della protezione civile e da qui non ci possiamo muovere. Da ieri sera siamo isolati per la neve, nonostante gli interventi vigili del fuoco. La gente è preoccupatissima”. Da ieri la delegazione siciliana si trova ad Amatrice, perché il comune di Niscemi è legata da un patto di amicizia siglato nel 2013. Quattro anni fa, proprio ad Amatrice si sono svolti gli stati generali dei ‘comuni dimenticati’, di cui fanno parte 150 sindaci. A presiederlo è proprio il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, suo vice è il sindaco di Niscem

786 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Sutera, chiesto lo stato di calamità

Sutera, chiesto lo stato di calamità

suteraSutera – Frane, manifestazioni rinviate, danni alle colture e agli allevamenti.  Sono alcune delle motivazioni che hanno spinto la Giunta Comunale di Sutera a deliberare la “Richiesta di dichiarazione stato di calamità naturale per le avverse condizioni metereologiche verificatesi a far data del 6 gennaio 2017”.  Tra i danni evidenziati quali presupposto per il riconoscimento della calamità L’Amministrazione ha evidenziato “la sospensione del Presepe Vivente di Sutera  per i giorni 6 e 7 gennaio 2017, un movimento franoso di vaste proporzioni con un fronte di circa 80 metri, a ridosso della Via Mussomeli, una delle principali via di accesso dell’abitato, il ricorso a ditte private dotate di automezzi per lo sgombero della neve, spargimento sale”

1.809 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

“Sequestro di persona ed estorsione” , in tre sotto accusa

“Sequestro di persona ed estorsione” , in tre sotto accusa

estorsioneCaltanissetta – Sono accusati di avere rapito un ex assistente di volo per spillargli soldi. E per questa vicenda, seppur con una contestazione un po’ meno pesante, sono già stati condannati in primo grado. Ora in tre tornano sul banco degli imputati nel tentativo di scrollarsi di dosso il precedente verdetto di colpevolezza.

In appello sono chiamati il salumiere cinquantacinquenne Antonino Ferraro – difeso dall’avvocato Sergio Iacona – il venticinquenne Eros Bruzzaniti – difeso dall’avvocato Dino Milazzo – ed Elia Di Gati – assistito dall’avvocatessa Vania Giamporcaro – condannati per tentata estorsione, rispettivamente, a 5 anni e 6 mesi, 2 anni e 8 mesi e, l’ultimo, a un anno e 8 mesi.

La procura, di contro, aveva contestato ai tre l’ipotesi di sequestro di persona a scopo estorsivo aggravato dai metodi mafiosi.

Per l’accusa avrebbero sequestrato in casa uno steward nisseno per poi, il mattino successivo, farsi consegnare soldi. I fatti in questione risalgono al settembre di otto anni addietro.

220 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Anche oggi la neve non abbandona Mussomeli. Domani  graduale  miglioramento

Anche oggi la neve non abbandona Mussomeli. Domani graduale miglioramento

foto stefano indelicato

foto stefano indelicato

MUSSOMELI – Ormai la neve non fa più notizia nè crea stupore, desta piuttosto sentimenti di insofferenza per i tanti disagi provocati da questa lunghissima ondata di gelo. Anche per effetto dell’ordinanza del sindaco gli studenti  non sono andati a scuola, nel 2017 i banchi sono  vuoti, tra maltempo e vacanze natalizie, da quasi un mese! Anche i sindaci di Villalba, Cammarata e san giovanni Gemini hanno ordinato lo stop forzato degli istituti scolastici. nel paese manfredonico ha smesso di nevicare da 20 minuti, la coltre ha provocato disagi per chi doveva recarsi al lavoro e, più in generale, per chi ha avuto necessità di muoversi con mezzi o a piedi. Intanto da domani la situazione dovrebbe migliorare ,con massime in aumento, ma è nella giornata di  venerdì  che si assisterà a un netto abbandono del maltempo  con temperature superiori previste tra i 5 e i 10 gradi.

2.478 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Storia nissena dell’Ottocento, presto un inedito di Antonio Lanzirotti

Storia nissena dell’Ottocento, presto un inedito di Antonio Lanzirotti

dfszfCaltanissetta – “Un protagonista della società nissena dell’Ottocento, Antonio Lanzirotti”. Questo il tema al centro di un incontro a Caltanissetta che s’inserisce nel quadro del ciclo di appuntamenti organizzati da Sergio Mangiavillano. Tutto a cura della Società nissena di Storia patria.

”Il barone Lanzirotti – ha spiegato Antonio Vitellaro di Storia patri – è un personaggio di grande rilievo storico, un fervente mazziniano, repubblicano, che ha subito una sorta di damnatio memoriae per essere stato un personaggio scomodo, antisistema, oscurato dal più famoso fratello minore, l’avvocato Guglielmo Luigi Lanzirotti”.

Antonio Lanzirotti ha scritto una storia d’Italia dal 1860 al 1870, rimasto inedito, e a Antonio Vitellaro a breve ne curerà la pubblicazione.

347 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Torna la neve, termometro fermo a zero gradi. Foto e video

Torna la neve, termometro fermo a zero gradi. Foto e video

neve17MUSSOMELI – Stamane c’erano state le prime avvisaglie con un moderato nevischio .

A mezzogiorno i fiocchi si sono fatti più consistenti iniziando a imbiancare il paesaggio, sempre più alpino, di Mussomeli.neve172

Fortunatamente la precipitazione è durata per un tempo ridotto, non sufficiente a far formare la neve.

Resta la preoccupazione che al calar della sera le temperature si abbassino ulteriormente e una eventuale precipitazione potrebbe dar luogo alla formazione della coltre di neve.

Intanto in questo martedì a mezzogiorno il termometro segnava zero gradi w se non c’è la neve non manca il ghiaccio che è insidioso e temibile per veicoli e pedoni.

Intanto secondo le previsioni meteo nelle prossime ore potrebbero aversi rovesci a carattere nevoso al di sopra dei 600 metri.

IL VIDEO

3.321 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Servizio civico, approvata la graduatoria dei trimestrali a Mussomeli

Servizio civico, approvata la graduatoria dei trimestrali a Mussomeli

serviziocivicoMUSSOMELI. Una boccata di ossigeno per tanti padri e madri di famiglia che in questi tempi di crisi e di penuria lavorativa, avranno la possibilità di rendersi utili lavorando per tre mesi al Comune e quindi portando a casa un piccolo gruzzolo, ovvero in totale 1.200 euro per tre mesi (400 euro al mese) per 80 ore lavorative mensili. Il sindaco Giuseppe Catania rende infatti noto che venerdì è stata approvata, con determina, la graduatoria di merito dei soggetti richiedenti l’am – missione al servizio di assistenza civica, finanziato dall’assessorato regionale con risorse previste nel piano di Zona triennio 2013-2015. Al Comune di Mussomeli spettano 29.400 euro e le 24 persone ammesse saranno impegnate per tre mesi, per 20 ore settimanali, in lavori di pubblica utilità per il Comune quali manutenzione del verde pubblico, piccoli lavori di manutenzione di edifici comunali e strade, pulizia del centro abitato, supporto al servizio mensa. La graduatoria contenente l’elenco degli ammessi al servizio potrà essere visionata all’Ufficio Servizi Sociali. “L’avvio di queste attività – commenta il primo cittadino di Mussomeli – consentirà di raggiungere due obiettivi: mettere in campo azioni di contrasto alla povertà; realizzare interventi utili per l’intera comunità”.

1.371 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Caltanissetta, secondo caso di meningite in un meno di un mese. Questa volta forma più grave

Caltanissetta, secondo caso di meningite in un meno di un mese. Questa volta forma più grave

repartomalattieinfettiveCaltanissetta – La sintomatologia sarebbe quella tipica della meningite. E un primo esame ne avrebbe riscontrato l’affezione di tipo batterico, forma più grave di quella virale.

Il paziente è arrivato all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta presentando questi sintomi. E fa il paio con un primo caso che s’è registrato a ridosso di Natale. Pure in quella circostanza, il 22 dicembre per l’esatezza,  un pensionato settantenne di Santa Caterina, come ora il paziente di San Cataldo, è arrivato in ospedale con una infiammazione batterica.

I medici del Sant’Elia, intanto, hanno subito provveduto alle procedure di profilassi, mentre l’uomo è stato affidato al reparto di malattie infettive dello stesso nosocomio

1.664 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

Trovato con armi rubate in casa, giovane va in cella

Trovato con armi rubate in casa, giovane va in cella

acsf<Caltanissetta – É stato arrestato per armi. Per una pistola, munizioni e coltelli e anche per quattro fucili di provenienza furtiva. Sono stati scoperti dalla polizia di Niscemi in casa del 28enne Antonino Cannizzo che è stato arrestato detenzione di arma clandestina con matricola abrasa e di altre armi proventi di furto.
Durante una perquisitone nella sua abitazione, scattata perché ritenuto l’autore di un furto in casa, gli agenti hanno prima trovato una Beretta calibro nove nascosta in bagno con relative munizioni e poi un paio di coltelli.
Poi l’uomo ha spontaneamente consegnato ai poliziotti altre armi. In particolare due fucili semiautomatici calibro 12, una doppietta calibro 12 e una carabina ad aria compressa.weaf
Erano stati rubati venerdì scorso nell’abitazione di un anziano niscemse al quale erano stati presi pure 5.700 euro in denaro e oggetti d’oro.
Cannizzo, che in passato ha già avuto problemi giudiziari per furto e rapina, è stato arrestato e tradotto in carcere.Le armi sono state sequestrate e quelle rubate saranno poi restituite al proprietario.

1.798 Letture

 

 

Scritto in CronacaComments (0)

 

“Merce taroccata a Mussomeli”, perizia sconfessa le accuse

“Merce taroccata a Mussomeli”, perizia sconfessa le accuse

IF

IF

Mussomeli – La merce sequestra in un negozio di Mussomeli non sarebbe stata né contraffatta, né sarebbe stata una imitazione di note griffe.

Era stata requisita dalle fiamme gialle nella rivendita di una donna straniera che da tempo vive nel Nisseno.

La quarantaduenne – assistita dall’avvocato Sandro Valenza – è stata poi trascinata in giudizio per rispondere di ricettazione, vendita di prodotti industriali con marchi falsificati e segni distintivi contraffatti.

Queste le contestazioni che hanno preso vita da un controllo eseguito dalla guardia di finanza nell’ottobre di tre anni fa nell’esercizio commerciale.

Lì, secondo la tesi accusatoria, erano stati trovati in vendita decine di pezzi ritenuti taroccati. Perché avrebbero imitato produzione di noti marchi. Per la maggior parte accessori da donna. Una settantina di articoli in tutto tra cinture, scarpe, borse, portamonete e borsette da donna. Tutti requisiti.

Ma un più attento esame da parte degli esperti, avrebbe adesso escluso parte di quella tesi accusatoria che ha trascinato la giovane commerciante sul banco degli imputati.

4.633 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo PianoComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro