VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Eventi

 

“Anche al sud su può fare impresa” è la giornata informativa che il Rotaract club Mussomeli Valle del Platani presenta il 1 aprile a Palazzo Sgadari

“Anche al sud su può fare impresa” è la giornata informativa che il Rotaract club Mussomeli Valle del Platani presenta il 1 aprile a Palazzo Sgadari

Mussomeli – Sabato 1 aprile alle ore 16:30 a Mussomeli nei locali di Palazzo Sgadari, il Rotaract Club di Mussomeli Valle del Platani con il patrocinio del Comune di Mussomeli organizza una giornata informativa che ha come obiettivo la presentazione delle misure a sostegno per l’avvio di un’attività imprenditoriale. Saranno presentati, oltre agli strumenti che riguardo il microcredito come strumento di inclusione finanziaria, anche le nuove misure per l’avvio di attività imprenditoriali sul territorio del vallone.

Al workshop saranno presenti: Il Sindaco del Comune di Mussomeli Giuseppe Catania che presenterà la misura che interessa le aree di crisi non industriale, contratto di sviluppo turistico, zona franca per la legalità; rappresentanti della BCC San Giuseppe di Mussomeli; Padre Michele Quattrocchi direttore Pastorale sociale e del lavoro della Caritas Diocesana di Caltanissetta; Dott.ssa Mirjam Ognibene rappresentante della MECC (microcredito di economia di comunione); Geom. Angelo Zagarella responsabile Selfiemployment – Garanzia Giovani; Dott. Francesco Spicola responsabile progetto Policoro di Agrigento.
A testimonianza dei finanziamenti ottenuti interverrà anche la ditta “Essedue distribuzione” di Gaetano Melillo.

“Il Rotaract club è impegnato da più di vent’anni al servizio della comunità locale con svariate iniziative – dice Vincenzo Terrazzino Presidente del Rotaract Club di Mussomeli V.P. – e anche in questo momento di crisi vuole contribuire allo sviluppo delle imprese del vallone dando un input a tutti coloro che vogliono avviare un’attività imprenditoriale. Con il Gruppo siamo riusciti ad organizzare questo workshop in collaborazione con il Comune di Mussomeli, nella persona del Sindaco Giuseppe Catania che ha sposato sin da subito la nostra iniziativa. Abbiamo coinvolto anche un funzionario della Regione Sicilia il Geom. Angelo Zagarella che è responsabile Selfiemployment e di Garanzia Giovani per il locale ufficio oltre ad altri rappresentanti di enti ed associazioni che potranno dare un supporto informativo sull’argomento. Colgo l’occasione per invitare all’evento tutti gli interessati.”

Modererà l’incontro la Dott. ssa Sonia Mattina.

518 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Trionfo per “In passio Domini”, manifestazione organizzata dall’Arciconfraternità del SS sacramento su riti  e lamentazioni dell Settimana Santa

Trionfo per “In passio Domini”, manifestazione organizzata dall’Arciconfraternità del SS sacramento su riti e lamentazioni dell Settimana Santa

(di Roberto Mistretta) Mussomeli. Il grande patrimonio dei beni immateriali di cui la Sicilia è scrigno senza fondo, domenica presso la chiesa madre di Mussomeli, ha dato un assaggio delle proprie potenzialità.

E solo se una politica  lungimirante e competente fosse capace di valorizzare quell’enorme ricchezza che ruota sui riti e sulle antiche lamentazioni della Settimana Santa, l’interno della Sicilia sarebbe altrettanto noto e battuto dal turismo d’élite al pari di altri e più rinomati centri dell’isola.

E turismo significa ricchezza. Conoscenza. Divulgazione. Commercio.

Grazie alla caparbietà del più antico sodalizio di Mussomeli, l’arciconfraternita Ss. della Madrice che tre anni addietro avviò il percorso per fare diventare questo centro “Paese della confraternite” domenica a Mussomeli s’è tenuta la seconda edizione dell’evento: “In Passio Domini voci delle tradizioni in Sicilia”.

Di mattina, a distanza di 27 anni, sono tornati a Mussomeli gli studiosi del comitato Italiano dell’ICTM (International Council for Traditional Music), la più grande società di etnomusicologi del mondo che nel 1990, guidato dalla prof Elsa Gugino, registrò e filmò processioni e lamentazioni.

Una trentina di persone che sono stati ospiti a cena del sindaco (che ha pagato di tasca propria i coperti), così come sempre ha dato il suo contributo la Bcc “San Giuseppe”.

E’ stato nel pomeriggio però che l’evento ha sciorinato la sua pietas popolare cominciando alle 16 presso l’oratorio della Madrice col “Rito penitenziale delle cadute”. E quindi alle 19, dopo la messa ecco il partecipato “Concerto di canti polivocali della Settimana Santa”.

Dopo  i saluti del Superiore dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento Bruno Imperia, del confrate Pippo Sorce, del dott. Ignazio Macchiarella, del prof Sergio Bonanzinga, del prof Luca Recupero (MoMu Mondo di Musica), ha fatto seguito l’interessante  introduzione all’ascolto di Giuseppe Giordano (Università degli studi di Palermo).

 

Poi è stata la vota dei cantori  del Ss. Crocifisso di Licodia Eubea (Catania) coi loro manti neri e voce femminile;  Confraternite dell’Ecce Homo e della Madonna del Rosario e di San Giuseppe di Alimena (Palermo); il numeroso  Gruppo polifonico “Lu Lamentu” di Cianciana nei loro manti viola  e i Lamentatori di Raffadali (Agrigento) che hanno stupito con la voce del piccolo lamentatore Giuseppe.

 

E infine i padroni di casa,  ovvero i lamentatori dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento di Mussomeli e i commenti finali dell’arciprete Don Pietro Genco.

 

Roberto Mistretta

 

 

960 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

“In Passio Domini”: oggi l’arrivo degli studiosi, domani intera giornata dedicata alle tradizioni poolari

“In Passio Domini”: oggi l’arrivo degli studiosi, domani intera giornata dedicata alle tradizioni poolari

MUSSOMELI – Evento da non perdere domani a Mussomeli per appassionati e studiosi di tradizioni e lamentazioni che trovano il loro apice nella Settimana Santa. Titolo dell’evento: “In Passio Domini, voci delle tradizioni in Sicilia”, organizzato dall’Arciconfraternita del SS. Sacramento e patrocinato dal Comune di Mussomeli, dalla Bcc “San Giuseppe”, dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e dall’associazione musicale Mondo di Musica (“MoMu”) con la quale l’Arciconfraternita collabora in seno al progetto “Voci della Tradizione in Sicilia”. Il programma prevede l’arrivo degli studiosi oggi pomeriggio con la visita al castello manfredonico chiaramontano e ai principali monumenti del territorio. A seguire la cena agli studiosi offerta dall’Amministrazione comunale. La giornata di domani invece sarà suddivisa in due momenti: di mattina quella più tecnica riservata agli studiosi di settore; di pomeriggio, quella più “popolare” con l’esibizione dei vari cantori. La giornata inizierà alle 9,15 a Palazzo Sgadari, dove si svolgerà la sessione conclusiva dell’incontro annuale del comitato Italiano dell’Ictm (International Council for Traditional Music), la più grande società di etnomusicologi del mondo, operante in stretta collaborazione con l’Unesco, con sede nell’Università di Cagliari. A coordinare l’evento saranno Sergio Bonanzinga (docente ordinario dell’Università di Palermo) e Ignazio Macchiarella (presidente del comitato Italiano dell’Ictm). Nel pomeriggio (ore 16), presso l’oratorio del SS. Sacramento della Madrice, si assisterà al “Rito penitenziale delle cadute”, mentre alle 19, nella Chiesa Madre, si terra il “Concerto di canti polivocali della Settimana Santa”. Il programma prevede i saluti introduttivi del Superiore dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento Bruno Imperia, del confrate Pippo Sorce, di Ignazio Macchiarella, di Sergio Bonanzinga, di Luca Recupero (“MoMu”). Quindi l’introduzione all’ascolto di Giuseppe Giornado (Università degli studi di Palermo) e l’esecuzione dei “lamenti” dei cantori del Ss. Crocifisso di Licodia Eubea (Catania), Confraternite dell’Ecce Homo e della Madonna del Rosario e di San Giuseppe di Alimena (Palermo), Gruppo polifonico “Lu Lamentu” di Cianciana e Lamentatori di Raffadali (Agrigento) e l’Arciconfraternita del SS. Sacramento di Mussomeli. In chiusura, il saluto dell’arciprete Don Pietro Genco. Il direttivo dell’arciconfraternita a tale proposito dichiara: «Sarà un gradito ritorno quello dell’Ictm che torna a riunirsi a Mussomeli per una sessione di studi. Gli studiosi avranno la possibilità di assaggiare le prelibatezze del territorio tipiche di questo periodo e alcune delizie appositamente preparate dai ragazzi dell’Istituto Agrario della prof. Rina Genco e del prof. Maurizio Palumbo che si sono tanto adoperati per l’occasione Quindi questo patrimonio culturale immateriale si conferma un’autentica risorsa per la comunità, infatti molti posti letto sono stati occupati e tanti sono i riflettori accesi sul nostro territorio, sulle confraternite e sui lamenti». I confrati parlano di ritorno dell’Ictm perché già il 25 marzo del 1990, con la presentazione del disco sui Lamenti di Mussomeli che porta il logo dell’Ictm, si registrava la sua presenza a Mussomeli proprio con Ignazio Macchiarella, Sergio Bonanzinga e con la prof. Elsa Guggino che si è adoperata senza posa, tanto da risultare davvero benemerita per l’Arcoconfraternita e per il “Paese delle confraternite” grazie alle sue ricerche in questo campo. «Quindi – concludono i confrati – ancora una occasione tramite i secolari lamenti per far conoscere questo campanile (Mussomeli) al cosmo intero»

Roberto Mistretta

605 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Per il weekend: motori, gusto e cultura a Mussomeli

Per il weekend: motori, gusto e cultura a Mussomeli

Mussomeli –  Sarà un fine settimana ricco di eventi per Mussomeli.

Per gli amanti dei motori il 1° Rally Città di Mussomeli, trofeo “Peppino Farina” – Memorial “Lillo Zucchetto” che partirà già dalla mattina di sabato 25 marzo con le verifiche tecniche delle vetture e proseguirà domenica alle 09:00 con la partenza delle prove speciali. I percorsi a cronometro, che si ripeteranno 3 volte, sono denominate “p.s. Peppino Farina” quella che va da Mussomeli ad Acquaviva in sequenza di 1°, 3° e 5° di circa 5,82 Km, e la “p.s. Lillo Zucchetto” in sequenza di 2°, 4° e 6° che va dalla SS 189 (Villaggio Faina) a Sutera di circa 5,20 km. L’arrivo è programmato per le ore 16:00 a Mussomeli con successiva pubblicazione della classifica e premiazione.

Per gli amanti del gusto è in programma la “festa del cioccolato” già avviata stamattina e che si concluderà domenica sera. I 15 stand allestiti in Piazza Umberto con la partecipazione di maestri cioccolatieri provenienti da varie parti d’Italia saranno aperti dalle 10: alle 24:00.

Per gli amanti della cultura ci sarà l’evento organizzato dall’arciconfraternita SS. Sacramento della Madrice “In Passione Domini” che inizia già la mattina alle ore 9:15 a Palazzo Sgadari, dove si svolgerà la sessione conclusiva dell’incontro annuale del comitato Italiano dell’ICTM (International Council for Traditional Music) e proseguirà nel pomeriggio dalle 16:00 con il “rito penitenziale delle cadute” che si svolgerà all’Oratorio della Madrice e successivamente con il concerto dei canti polivocali della settimana santa all’interno la Chiesa Madre.

Nei giorni di sabato 25 e domenica 26 verranno appositamente aperti ai visitatori sia il museo archeologico che il Castello di Mussomeli dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

 

1.250 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Mussomeli, 26 marzo “In Passione Domini” voci della tradizione in Sicilia. Sessione conclusiva degli incontri annuali del Comitato Italiano dell’ICTM

Mussomeli, 26 marzo “In Passione Domini” voci della tradizione in Sicilia. Sessione conclusiva degli incontri annuali del Comitato Italiano dell’ICTM

Mussomeli – Noi mussomelesi siamo molto legati ai “lamenti” intonati nel periodo quaresimale che accompagnano i simulacri durante le processioni del Giovedì e venerdì santo. Un “canto” tramandato da generazioni a generazioni, una tradizione di “musica” polivocale senza accompagnamento strumentale, voci armoniose di cantori che si accavallano durante l’esecuzione.

Anche altre comunità hanno saputo mantenere intatte queste tradizioni. Canti di dolore in dialetto che raccontano Passione e morte di Gesù Cristo.

Domenica 26 marzo, 5 gruppi di “lamentatori” provenienti da Licodia Eublea (CT), Alimena (PA), Cianciana (AG), Raffadali (AG) e l’Arciconfraternita del SS. Sacramento di Mussomeli si esibiranno eseguendo i canti che accompagnano la Pasqua nei rispettivi paesi.

Avvenimento molto interessante è la 2°edizione dell’evento “In Passio Domini voci delle tradizioni in Sicilia”, iniziativa che già ha riscosso un grande interessamento sia fra le comunità dalle quali provengono i cantori, sia dal mondo accademico ma anche da studiosi provenienti da oltreoceano.

La giornata inizierà alle 9:15 a Palazzo Sgadari, dove si svolgerà la sessione conclusiva dell’incontro annuale del comitato Italiano dell’ICTM (International Council for Traditional Music) che è la più grande società di etnomusicologi del mondo, operante in stretta collaborazione con l’UNESCO ed ha sede presso il Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università di Cagliari. Dopo i saluti del Sindaco Giuseppe Catania, a coordinare l’evento saranno il professore ordinario dell’Università di Palermo Sergio Bonanzinga e il Presidente del comitato Italiano dell’ICTM il dott. Ignazio Macchiarella.

Nel pomeriggio, alle 16:00, presso l’Oratorio del SS. Sacramento si assisterà al “rito penitenziale delle cadute”.

Alle 19:00 presso la Chiesa Madre, si terra il “concerto di canti polivocali della settimana santa” con i saluti introduttivi del Superiore dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento Bruno Imperia, del confrate Pippo Sorce, del dott. Ignazio Macchiarella (Presidente del comitato Italiano dell’ICTM), Sergio Bonanzinga (Università degli studi di Palermo), Luca Recupero (MoMu Mondo di Musica). Introduzione all’ascolto di Giuseppe Giornado (Università degli studi di Palermo) e l’esecuzione dei “lamenti” dei cantori del SS. Crocifisso di Licodia Eubea (CT), Confraternite dell’Ecce Homo e della Madonna del Rosario e di San Giuseppe di Alimena (PA), Gruppo polifonico “Lu Lamentu” di Cianciana (AG), Lamentatori di Raffadali (AG) e l’Arciconfraternita del SS. Sacramento di Mussomeli. Saluto conclusivo dell’Arciprete Don Pietro Genco.

Un evento emozionante il cui unico obiettivo è la valorizzazione e la promozione del canto tradizionale della Settimana Santa.

578 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

“Rosario Livatino, il giudice Santo”, si presenta il nuovo volume

“Rosario Livatino, il giudice Santo”, si presenta il nuovo volume

“Rosario Livatino, il giudice Santo”. É il titolo del volume che verrà presentato in più tappe a cura di Domenico Airoma, vice presidente del “Centro Studi Rosario Livatino” di Roma.

L’opera raccoglie gli atti del convegno studio realizzato alla sala dei gruppi parlamentari a Roma, alla presenza delle massime autorità dello Stato, in occasione del 25° anniversario dell’uccisione del giudice Rosario Livatino per il quale, il 21 settembre 2011, è stata avviata dall’arcivescovo don Franco Montenegro la fase diocesana del processo di canonizzazione, ormai alla conclusione.

Il primo appuntamento è per venerdì 24 marzo alla chiesa madre di Raffadali dove interverranno, oltre all’autore, anche Carmelina Pistone, referente “Libera” per la provincia di Agrigento, mentre relazionerà don Giuseppe Livatino, postulatore della causa diocesana di canonizzazione del servo di Dio.

Altra tappa, sabato 25 marzo, a Canicattì alla parrocchia di S. Chiara, sempre alle 19 così come a Raffadali. L’introduzione sarà di Alvise Gangarossa del presidio “Libera” di Raffadali e relazionerà ancora don Giuseppe Livatino.

Concluderà Domenico Airoma, mentre i lavori saranno moderati da Valentina Garlandi, presidente dell’Associazione “Amici del giudice Rosario Livatino”.

415 Letture

 

 

Scritto in Cultura, EventiComments (0)

 

Mussomeli, assegnata auto di servizio all’UIA nella giornata inaugurale del corso per l’acquisizione del patentino per l’acquisto e l’uso di prodotti fitosanitari

Mussomeli, assegnata auto di servizio all’UIA nella giornata inaugurale del corso per l’acquisizione del patentino per l’acquisto e l’uso di prodotti fitosanitari

Mussomeli – Ieri 20 marzo alle ore 16.30 è iniziato il 1° corso presso la sede dell’Ufficio Intercomunale dell’Agricoltura di Mussomeli nella nuova aula di formazione.

Erano presenti oltre al Dirigente dell’U.I.A. il Dott. Agr. Giuseppe Calafiore nonchè Direttore dei corsi di formazione, i docenti formatori accreditati presso il Dipartimento Regionale dell’Agricoltura Antonino Messina , Sebastiano Sorce ed il Tutor Pasquale Morreale.

Ha partecipato all’inaugurazione del corso anche il vicecomandante della tenenza della Guardia di Finanza di Mussomeli Maresciallo Roberto Gargiulo.

L’aula è stata gremita di corsisti, sia agricoltori che futuri utilizzatori professionali di prodotti fitosanitari i quali hanno gradito non solo la nuova ubicazione dei locali in cui si svolgeranno i corsi di formazione, ma soprattutto gli orari per lo svolgimento delle lezioni, organizzati appunto in modo tale da venire incontro alle esigenze degli stessi richiedenti.

Il Dott. Calafiore soddisfatto nel nuova dislocazione degli spazi interni all’ufficio, precisa: “l’allestimento della sala è stato frutto di un riassetto ergonomico degli ambienti che ospitano l’ex UMA e che comunque non ha comportato nessun onere per l’Amministrazione in quanto si sono utilizzati beni mobili inventariati provenienti dalla ex Condotta Agraria di Mussomeli ed ex Sportello Verde di Mussomeli. La nuova aula, avente una capienza di 30-35 posti a sedere, servirà per ospitare gli utenti partecipanti a corsi di formazione e/o ad incontri divulgativi. Sarà altresì utilizzata come sede di esami per il rilascio del certificato di abilitazione all’acquisto ed all’utilizzo dei prodotti fitosanitari e loro coadiuvanti.”

Continua il Dott. Calafiore: “grazie ai curati avvisi del giornale Castello Incantato è stato possibile portare a conoscenza gli agricoltori e gli operatori agricoli dei corsi di formazione, ed infatti sono pervenute all’UIA più di 300 istanze e molte altre sono state raccolte dalle organizzazioni di categoria operanti nei paesi limitrofi.”

La giornata inaugurale del corso, è stata inoltre caratterizzata dall’assegnazione di un auto di servizio all’U.I.A. di Mussomeli. Una FIAT Panda 4×4 a disposizione delle necessità di sopralluogo e/o controlli nelle aziende agricole nel territorio di competenza dell’ufficio.

3.036 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

San Cataldo, si terrà domenica 26 il convegno “Mafia e Colletti Bianchi”

San Cataldo, si terrà domenica 26 il convegno “Mafia e Colletti Bianchi”

San Cataldo – Un convegno di grande attualità si svolgerà domenica prossima 26 marzo alle ore 17,00 presso l’Auditorium della Banca Toniolo di San Cataldo con il tema “Mafie e Colletti Bianchi” organizzato dal Centro Europeo Culturale ” Salvatore Scifo” Onlus di San Cataldo.

A presentare il convegno sarà il Rag. Aldo Tullio Scifo presidente onorario del Centro Europeo Culturale S. Scifo.

Dopo il saluto e l’apertura dei lavori del Prof. Elia Atanasio Giuseppe, presidente del Centro organizzatore, del Prof. Alberto Maira reggente regionale di Alleanza Cattolica e del sindaco del Comune di San Cataldo l’Ing. Giampiero Modaffari, modererà ed introdurrà i lavori il Prof. Don Massimo Naro docente nella Facoltà Teologica di Sicilia – Palermo.

Relazioneranno il Dott. Aldo Rocco Vitale, dottore di ricerca in Storia e Teoria generale del Diritto europeo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e il Dott. Domenico Airoma, Procuratore della Repubblica Aggiunto al Tribunale di Napoli Nord e vice presidente del Centro Studi Rosario Livatino, è coautore insieme ad Alfredo Mantovano del libro che verrà presentato“I®Rispettabili. Il consenso sociale alle mafie” che sarà dato in omaggio a tutti i presenti in ragione di una copia per famiglia.

Dalla mattina e sino alle ore 20:00 si potrà visitare gratuitamente nel Foyer dell’Auditorium della Banca Toniolo sita in corso Vittorio Emanuele al civico 171, la mostra su “Legalità, criminalità organizzata e patriottismo: costruzione del mito di Joe Petrosino nella letteratura popolare tra le due guerre mondiali” realizzata dall’Istituto per la Dottrina e l’Informazione Sociale (IDIS).

385 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Giorbate Fai: nuovi tour guidati per il fine settimana nella provincia nissena

Giorbate Fai: nuovi tour guidati per il fine settimana nella provincia nissena

Caltanissetta – Dalla visita guidata ai saloni del palazzo Moncada, al tour nella “Zolfara Persico” di Gabara. Sono le due tappe programmata nel Nisseno dal Fondo ambiente italiano, noto sotto l’acronimo di Fai e presieduto da Alessandro Narbone, per il 25 e 26 marzo prossimi.

Nello storico palazzo di Caltanissetta che attualmente ospita il museo Tripisciano si potrà assistere alla rievocazione storica in abiti d’epoca della famiglia Moncada, con drammatizzazione a cura del regista Michele Albano.

A fare da ciceroni saranno gli studenti delle scuole “Rosso di San Secondo, “Senatore Di Rocco” e liceo scientifico “Volta”. Mentre al primo piano dello stesso palazzo sarà allestita una mostra fotografica a cura dell’associazione “Fotonauti di Caltanissetta”.

Nelle sale museali si potranno ammirare le opere messe a disposizione dalla rete museale del centro Sicilia, con la partecipazione del museo archeologico regionale di Caltanissetta, del museo diocesano del Seminario vescovile “Speciale” di Caltanissetta, del museo della “Zolfara di Montedoro” e del museo di “Storia naturale e arte mineraria” di Sommatino.

Alla zolfara Persico, invece, a fare da ciceroni saranno i ragazzi del liceo classico “Ruggero Settimo”, del “Galileo Galilei” e del “Rapisardi”. E sarà possibile rivivere la storia delle miniere dei carusi e dei picconieri, grazie a un cantastorie e di attori figuranti in abiti d’epoca. Sarà visitabile il 25 e 26 marzo di mattina dalle 9.30 alle 13,30 e il pomeriggio dalle 15,30 alle 18. Domenica 26 marzo solo dalle 9,30 alle 13,30.

341 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

Domani allo Sgadari convegno sul progetto “SOCIAL WORKING COMMUNITY”

Domani allo Sgadari convegno sul progetto “SOCIAL WORKING COMMUNITY”

MUSSOMELI –  La “Futurnoi” di Mussomeli , organizza il convegno di chiusura del progetto “SOCIAL WORKING COMMUNITY” finanziato nell’ambito dell’avviso ministeriale che avrà luogo domani  martedì 21 marzo2017. dalle ore 16.00 alle ore 18.00 a Mussomeli presso i locali della Sala delle Adunanze di Palazzo Sgadari, Piazzetta Firenze. L’evento, rivolto a giovani, operatori e rappresentanti di enti, organizzazioni, gruppi residenti nella regione sede, sarà un’occasione per informarsi circa le opportunità che il progetto ha creato per i suoi giovani

674 Letture

 

 

Scritto in EventiComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro