Sett Santa VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | In Evidenza

 

Vincenza Amico, la “precaria d’Italia”, oggi pomeriggio  su rai 2 a “La Vita in Diretta”

Vincenza Amico, la “precaria d’Italia”, oggi pomeriggio su rai 2 a “La Vita in Diretta”

ROMA – In un periodo in cui la previdenza è l’argomento più dibattuto nei salotti televisivi di tutta Italia, un caso emblematico sugli effetti che il “decreto salva Italia” avrà sulla quiescenza degli Italiani arriva da Mussomeli. La professoressa Vincenza Amico, infatti, nota per essere entrata di ruolo come insegnante di arte alla veneranda età di 63 anni, torna a far parlare di se. Oggi infatti sarà ospite della trasmissione televisiva di Raiuno La vita in diretta, condotta da Mara Venier e Marco Liorni, che tratterà delle pensioni  a seguito della manovra del governo Monti. La nuova normativa infatti rischia di vanificare il meritato riconoscimento, costringendo la nostra concittadina a un secondo duro percorso, prima di ottenere il meritato riposo. La professoressa però non si perde d’animo e con il suo serafico humor dice: “la provvidenza non manca mai”. Nel  frattempo continua a godersi il suo momento di notorietà. Un pensiero ci assale: non è che voglia seguire le orme, sul sentiero dell’arte, percorso dalla figlia Adriana Tuzzeo? L’attrice, interpellata, risponde: “Considerato quanto accaduto finora, non mi meraviglierei di niente. Per mia madre non è mai troppo tardi. Chi vivrà vedrà”.

2.393 Letture

 

 

Scritto in In EvidenzaComments (0)

 

5 anni fa…Foto Settimana Santa

5 anni fa…Foto Settimana Santa

3.445 Letture

 

 

Scritto in Cultura, Eventi, In Evidenza, SocietàComments (0)

 

5 anni fa…Truffe online, prosciugato il conto di una donna mussomelese

5 anni fa…Truffe online, prosciugato il conto di una donna mussomelese

MUSSOMELI – Attenzione alle truffe telematiche. E’ successo anche nel nostro territorio.  Negli ultimi mesi,  un utente postale al femminile   ha trovato la sgradita sorpresa di avere avuto alleggerito tutto il suo credito risultante nella carta prepagata postapay. Infatti, mentre stava controllando, su internet, il saldo, non ha creduto ai suoi occhi quando ha visto operazioni che avevano azzerato la carta prepagata e cioè i suoi 500 euro  versati al momento della richiesta. Chieste le dovute iformazioni, all’utente è stato detto che,  nel suo caso, proprio nell’ambito  informatico è stato messo in atto il phishing (“spillaggio (di dati sensibili)”, che si estrinseca in  una attività illegale che sfrutta una tecnica di ingegneria sociale, ed è utilizzata per ottenere l’accesso a informazioni personali o riservate con la finalità del furto d’identità mediante l’utilizzo delle comunicazioni elettroniche, soprattutto messaggi di posta elettronica fasulli o messaggi istantanei, ma anche contatti telefonici. Grazie a messaggi che imitano grafico e logo dei siti istituzionali, l’utente è ingannato e portato a rivelare dati personali, come numero di conto corrente, numero di carta di credito, codici di identificazione, ecc. Attenzione, dunque, ai falsi messaggi telematici che arrivano per posta elettronica. Usare massima prudenza e, in questi casi, sarebbe opportuno contattare direttamente il personale postale. il malcapitato  utente è intenzionato a presentare denuncia.

3.428 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Cronaca, In EvidenzaComments (0)

 

5 anni fa…Il Banco di Sicilia si fonde con Unicredit. Al via la riorganizzazione degli sportelli nel Vallone

5 anni fa…Il Banco di Sicilia si fonde con Unicredit. Al via la riorganizzazione degli sportelli nel Vallone

MUSSOMELI – Da ieri il Banco di Sicilia è diventata ufficialmente Unicredit, attraverso la fusione dell’istituto bancario con altre sei società, e anche per gli sportelli del Vallone sono state introdotte delle novità significative dal punto di vista organizzativo. Le agenzie di Mussomeli, Vallelunga, Villalba, Marianopoli, Campofranco e Sutera da ieri sono passate lo gestione all’interno di un distretto unico, quello di Mussomeli appunto, diretto da Giovanni Sciaulino, il quale dipenderà dalla Direzione commerciale di Ragusa senza ulteriori intermediazioni. “Questo – si legge in una nota- a riprova del fatto che il futuro vedrà una gestione più vicina alle esigenze del territorio, in un ambito internazionale, con riduzione dei tempi di risposta e con la erogazione di prodotti e servizi evoluti per la migliore soddisfazione della clientela”. Intanto  lunedì è avvenuta la fusione per incorporazione del Banco di Sicilia nella Capogruppo Unicredit banca. “Tale cambiamento – continua la nota- è inserito nell’operazione One 4 C: un programma di evoluzione dell’approccio al mercato focalizzato sui bisogni dei clienti e che tende ad accrescere la vicinanza ai territori in cui operiamo. I clienti del Bds intratterranno rapporti esclusivamente con Unicredit Banca: non ci sarà alcun disagio poiché tutto rimarrà invariato”.

1.774 Letture

 

 

Scritto in Archivio storico, In Evidenza, SocietàComments (0)

 

5 Anni fa…Le Suore Salesiane festeggiano i loro cinquant’anni di presenza a Vallelunga

5 Anni fa…Le Suore Salesiane festeggiano i loro cinquant’anni di presenza a Vallelunga

VALLELUNGA – Veglie di preghiera, incontri con i giovani, mostre fotografiche e una messa conclusiva di ringraziamento. Questi gli eventi con i quali la settimana scorsa è stato festeggiato il cinquantesimo anno di presenza delle “Suore Salesiane Oblate del Sacro Cuore” a Vallelunga. Una presenza che ha segnato intere generazioni, grazie all’attività educativa rivolta in particolare ai bambini (con la scuola dell’infanzia), ai gruppi giovanili e ai ragazzi del catechismo. Una missione lunga cinquant’anni, che ancora oggi viene portata avanti dalle uniche due suore presenti: Suor Concettina Pinzone (Direttrice dell’Istituto) e Suor Laura Calà. Le celebrazioni si sono concluse domenica mattina con la messa delle 11, durante la quale il Parroco, Don Giuseppe Zuzzè, ha ringraziato le monache per l’opera svolta in tutti questi anni. Subito dopo, tutte le suore presenti, tra cui anche la Madre Superiora regionale Suor Maria Laura Fria, sono state premiate con una targa ricordo dai piccoli alunni della Scuola “Santi angeli custodi”. Nella foto da sinistra: Suor Laura Calà, Suor Maria Amenta, Suor Concettina Pinzone, Suor Maria Luisa Gironda, Suor Giuseppina Galgiardo, Suor Giuseppina Caguina, Suor Maria Laura Fria, Suor Giuseppina Fiorella, Suor Carmela Salamone, Suor Lilia Puletto, Suor Grazietta Cirino, Suor Vincenzina Saglibene e Suor Antonietta Gervasi.

2.030 Letture

 

 

Scritto in In Evidenza, SocietàComments (0)

 

5 Anni fa…Ugole d’oro in tv, a Mussomeli le audizioni di “In…canto”

5 Anni fa…Ugole d’oro in tv, a Mussomeli le audizioni di “In…canto”

MUSSOMELI – (di Rina Genco). Sono iniziate ieri le selezioni per la trasmissione televisiva “in…canto”, che sarà condotta da Biagio De Martino a partire dal gennaio prossimo su TRM. Quest’anno le selezioni si terranno presso l’Agriturismo Monticelli di Mussomeli ogni venerdì, mentre la trasmissione verrà registrata nei locali del teatro Regina Margherita di Racalmuto. Sonia Baio, Piero Lattuca, Stefano Trizzino, Fofò Arnone ed Enzo Savarino, conosciuto come Vincent autore, affiancheranno Biagio De Martino nel selezionare, tra i più di seicento iscritti, solo centoventi candidati. Centinaia di “ragazzi”, di tutte le età, cercheranno di colpire lo staff con la loro voce e il loro carisma. Dovranno dimostrare il loro talento perché sarà proprio questo il comune denominatore di chi accederà alle dodici puntate previste per la trasmissione.Non mancheranno, anche quest’anno, ospiti di elevato spessore artistico, come nelle precedenti edizioni. Al termine di ogni puntata, che andrà in onda ogni domenica dalle 21:00 alle 23:00, verrà selezionato un vincitore. Questi, insieme a quattro coriste e ad una valletta/cantante scelti direttamente da De Martino, parteciperanno alla tredicesima e conclusiva puntata della dodicesima edizione del programma, che determinerà i tre vincitori che potranno accedere al famoso festival di Castrocaro. Agli altri finalisti è riservata la possibilità di firmare un contratto con la “clodio management” di Roma, che darà loro la possibilità di continuare a dimostrare il proprio talento.

RINA GENCO

1.971 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, In EvidenzaComments (0)

 

5 anni fa….Conclusi gli eventi medievali. All’interno la galleria fotografica

5 anni fa….Conclusi gli eventi medievali. All’interno la galleria fotografica

MUSSOMELI – Festa, annuale settembrina per l’antico maniero. anche se, per la verità, con meno presenze di turisti, rispetto agli anni precedenti. C’è da dire che anticamente l’1 e 2 settembre era una fra le più importanti fiere di Sicilia, dove affluiva bestiame da ogni parte di Sicilia per il relativo mercato. Tempi ormai remoti, quando si pensa che per raggiungere Mussomeli, ci si affidava, molto spesso ai mezzi di fortuna. Insomma, secondo alcuni,  era tutto un altro mondo, durante il quale, però, “si poteva anche sognare,  oggi ci hanno tolto finanche questo”, come ha detto qualcuno.. Certamente molto diversa la vita di allora .. “Con poco ci si accontentava”, diceva un anziano signore, che non se l’è sentito di salire in cima al castello. “Oggi, sembra essere tutto telecomandato anche la festa del Castello”, ha chiosato una signora, ferma nel piazzale , in attesa di salire in cima al maniero. C’è da dire che  La festa del Castello resiste e si perpetua principalmente  con le bancarelle che in effetti “fanno” la festa. Postazioni, dunque, con attrezzi tipici della civiltà contadina e non solo , ma anche postazioni da “centro commerciale”. Sono stati,  infatti, centinaia e centinaia di metri di suolo occupato per le bancarelle, verso cui sono stati puntati gli occhi dei visitatori. Il momento atteso è stato il tardi  pomeriggio di martedì,  allorquando dal viale dei Normanni è sfilato il mini corteo storico, a cui hanno partecipato anche la Castellana 2010, eletta qualche giorno fa al teatro all’aperto, Anna Casabona, e Cettina Schifano la terza classificata.  Preceduto dagli sbandieratori, il corteo si è diretto verso il Castello, dove, poi, sono continuati gli eventi, animati ed allietati da musici, mangiafuochi e dal bravissimo Alessandro che ha  narrato, in gergo siciliano, accompagnato da un sottofondo musicale, la storia del Castello di Mussomeli. C’è stata anche “una schermaglia d’amore”, con testi elaborati dalla dottoressa Liliana Gencorusso, Sono stati intepreti Nicoletta Sorge, Davide Nucera e Giuseppe Amico. che hanno avuto il gradimento dei presenti. Una collaborazione non secondaria è stata quella della Proloco, i cui attivi componenti sono stati in prima linea con Seby Lo Conte e Salvatore Piazza in testa: Anche il personale dell’Ufficio turistico ha tenuto sotto controllo la situazione. A fare gli onori di casa, l’Assessore Enzo Nucera ha accolto i visitatori,  sia all’ingrresso, che  in cima al maniero. Presenti anche gli assessori provinciali  Piero Milano e Fabiano Lo Monaco. Anche il sindaco Calà, compiaciuto, ha assistito agli eventi della serata. Intanto,  presso la scuderia del castello,  il gruppo degli Ottoni eseguiva il suo repertorio mentre i visitatori si alternavano nelle visite, che si sono protratte  a dopo la mezzanotte. Una notazione:  i visitatori hanno pagato 1 euro  per l’entrata al Castello.

4.115 Letture

 

 

Scritto in In Evidenza, SocietàComments (0)

 

5 Anni fa…Galleria fotografica della sfilata delle macchine d’epoca a Mussomeli

5 Anni fa…Galleria fotografica della sfilata delle macchine d’epoca a Mussomeli

MUSSOMELI:
DSCF2371

2.082 Letture

 

 

Scritto in In Evidenza, SocietàComments (0)

 

5 anni fa…IL personal computer e Castello Incantato: Coppia di sposi si confessa

5 anni fa…IL personal computer e Castello Incantato: Coppia di sposi si confessa

ACQUAVIVA PLATANI – Lei, da nubile ex sarta, da sposata casalinga, lui pensionato con alle spalle  complessivamente 42 anni di attività lavorativa, prima all’Ufficio del dazio e successivamente presso l’azienda  dei telefoni (ASST). Stiamo parlando di due coniugi di origine acquavivese con tre figli, che da tempo vivono a Torino, ma che non hanno mai scissi i legami con la terra che ha dato loro i natali. Stiamo parlando, appunto di Rita Frangiamore e Orazio Giambrone. Una coppia affiata, assai religiosa, che coltivano il senso dell’amicizia. E’ stato, appunto, il loro amico Salvatore Caruso, alcuni anni addietro, a segnalare il sito www.castelloincantato.it , attraverso cui potevano attingere notizie paesane e quindi tenersi aggiornati della quotidianità del loro paese, sentendosi, purtroppo, estranei a tale contesto pèrche inseriti nella vita dinamica di Torino. L’invito dell’amico Caruso non passò inosservato e la signora Rita chiese alla figlia di curiosare su tale sito, dove in effetti venivano riportati fatti di cronaca e non solo. “Lo trovai subito interessante, ci ha detto la signora Rita, scoprendo successivamente, che il sito migliorava anche di qualità e soprattutto per il fatto che le notizie venivano arricchite di servizi fotografici che ci facevano vivere aria paesana. Inizialmente, le visite internet  erano saltuarie, ora ogni giorno mi collego con Castello Incantato. Ma non solo, ho fatto e conti nuo a fare  il passaparola ed ora sentiamo il dovere di ringraziarvi, io e mio marito Orazio, per questo servizio offerto alle comunità del nostro territorio. Debbo aggiungere che ho avuto un po’ di difficoltà, quando avete cambiato sito, ma ora mi sono abituata e guardo tutto su Castello incantato, dalla pubblicità, al meteo, dalle notizie anche i commenti, che spero vengano ripristinati  con regole precise” C’è da dire che la coppia acquavivese, nei vari spostamenti nel periodo di vacanza, fra gli oggetti da portare c’è il portatile, come vero compagno d’informazione.

2.001 Letture

 

 

Scritto in In Evidenza, Società, TecnologiaComments (0)

 

5 anni fa…Acquaviva Platani, svaligiato il bar. Il bottino ammonta a 7000 euro

5 anni fa…Acquaviva Platani, svaligiato il bar. Il bottino ammonta a 7000 euro

Acquaviva Platani – Ladri in azione nella centralissima piazza Plado Mosca. Nottetempo ignoti si sono introdotti nel bar e hanno trafugato 7000 euro. I malviventi hanno sottratto  l’incasso della giornata che ammontava a circa 700 euro e  svuotato e  rubato, all’interno di videopoker e  slot machine, il denaro delle giocate (oltre 6mila euro).  A denunciare l’accaduto  è stato lo stesso gestore del bar, un mussomelese, che, di buona mattina, recatosi al lavoro, si è accorto che qualcuno si era  intrufolato nel locale dopo aver forzato l’ingresso principale. Sul furto stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Mussomeli.

2.167 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In EvidenzaComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro