VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Politica

 

Il Sindaco Catania annuncia: “Mi candido alle regionali con l’UDC”

Il Sindaco Catania annuncia: “Mi candido alle regionali con l’UDC”

MUSSOMELI –  Per le prossime  elezioni regionali si era prenotato Gero Valenza, al fotofinish  in volata è spuntato il sindaco Giuseppe Catania. Il primo cittadino annuncia l’intenzione di competere per approdare a Sala D’Ercole. Era nell’aria  che a Catania la striscia tricolore stesse stretta ma finora, secondo i bene informati, il sindaco di Mussomeli era intenzionato ad andare a Roma. Oggi a sorpresa il comunicato in cui scrive: “Ho sempre creduto in principi, per me fondamentali, quali la ricerca della cooperazione tra individui e tra istituzioni, la centralità dell’essere umano, il rispetto per i valori sacri della vita, la salvaguardia della famiglia e della propria identità, la dignità del lavoro e dei lavoratori, la funzione sociale del capitale. In definitiva, tutti i sani principi indicati dalla Dottrina Sociale della Chiesa.

Chi mi conosce sa anche del mio impegno per i giovani ed il sociale e conosce anche l’impegno profuso in questi due anni e mezzo di amministrazione, insieme ad una squadra coesa e compatta, nel tentativo di valorizzare il proprio territorio e difenderlo da politiche orientate a marginalizzare le aree interne come la nostra.

Ed è proprio in virtù  – prosegue Catania – dell’esperienza maturata in questi mesi di amministrazione ed in virtù del percorso intrapreso da mesi con MCL (Movimento Cristiano Lavoratori), con il Presidente nazionale Carlo Costalli e con l’On. Decio Terrana che ritengo sia indispensabile dare voce a questo territorio e puntare ad una rappresentanza diretta del mio paese e dell’intera area interna sui tavoli regionali che decidono le politiche economiche, sociali e di sviluppo di un comprensorio.

Per questo motivo ho deciso di scendere direttamente in campo, per queste elezioni regionali, a fianco di un uomo – Nello Musumeci – che ha dato dimostrazione di integrità morale e di capacità amministrativa della cosa pubblica.

Annuncio, pertanto, la mia disponibilità alla candidatura alle prossime elezioni regionali 2017 tra le fila dell’UDC.

Ringrazio il Leader Nazionale, On. Lorenzo CESA ed il Coordinatore Provinciale Giuseppe Galletti, per il sostegno e la fiducia che mi è stata accordata.

Ci tengo peraltro a sottolineare che questa mia candidatura, con una eventuale elezione, mi consentirà (perché previsto dalla legge) di continuare a portare avanti il mio ruolo da sindaco rispettando l’impegno che ho assunto con i miei concittadini.

Anzi mi permetterà di poter agire in modo ancor più efficace all’interno dell’amministrazione regionale per il bene del mio territorio abbandonato ormai da troppo tempo.

Orgoglioso di rappresentare questo territorio”.

2.139 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

MASSIMO ALLENZA, COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA “LEGA- NOI CON SALVINI”

MASSIMO ALLENZA, COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA “LEGA- NOI CON SALVINI”

(DI GIUSEPPE MICCICHE’) MUSSOMELI – Massimo Allenza assume l’incarico per i comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini, Casteltermini (provincia di Agrigento). Castronovo di Sicilia (provincia di Palermo), nonché Acquaviva Platani, Campofranco, Sutera, Villalba, Marianopoli, Montedoro, Bompensiere, Serradifalco, Resuttano (provincia di Caltanissetta) di Commissario Straordinario del partito “Lega – Noi con Salvini”. Allenza, noto imprenditore di Mussomeli nel settore caffeario, da sempre fedelissimo di Alessandro Pagano,  ha seguito con entusiasmo il partito intorno la fine del 2016 perseguendone i fini politici. I presupposti, con questo incarico, saranno quelli di far nascere velocemente i coordinamenti della Lega-Noi con Salvini nel territorio a lui affidato. Il neo commissario dichiara: “Sono onorato dell’incarico affidatomi, porterò avanti questa missione con serietà e fermezza perché le idee di Matteo Salvini meritano di essere conosciute in tutti i comuni della Sicilia anche i più remoti e lontani. Dirò di più la Lega nasce proprio nei comuni più piccoli del Nord e adesso con l’entusiasmo cercheremo il radicamento anche al Sud e nella Sicilia più profonda”.

1.491 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Alessandro Plumeri eletto all’ufficio di presidenza dell’Anci Sicilia

Alessandro Plumeri eletto all’ufficio di presidenza dell’Anci Sicilia

Villalba – (di Giuseppe Miccichè) Il Consiglio regionale dell’Anci Sicilia ha nominato i componenti dell’Ufficio di Presidenza e del Comitato direttivo. Fra i componenti il Sindaco di Villalba Alessandro Plumeri che ha dichiarato “L’incarico ricevuto è motivo di orgoglio per me e per la comunità che rappresento, anche in considerazione del fatto che mai nessun sindaco della provincia di Caltanissetta ha fatto parte dell’ufficio di presidenza dell’ANCISICILIA. Il mio impegno sarà costante e determinato, soprattutto nei confronti delle politiche dei piccoli comuni.”
I lavori di elezione di sono svolti in questa mattinata a Villa Niscemi nel capoluogo siciliano e ha visto eletti anche: Luca Cannata, sindaco di Avola, riconfermato vice presidente vicario; la carica di vice presidente va, invece, a: Paolo Amenta, consigliere comunale di Canicattini Bagni, Giulio Tantillo, consigliere comunale di Palermo; Attilio Licciardi, sindaco di Ustica, Giancarlo Garozzo, sindaco di Siracusa, Calogero Firetto, sindaco di Agrigento.
L’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) ha sede a Roma e aderiscono circa 7000 Comuni senza distinzione d’importanza demografica, è una Associazione unitaria a carattere nazionale. Nasce nel 1901, ma fu soppressa dal fascismo nel 1927. Ricostituita nel dopoguerra si pone degli obiettivi come promuovere lo studio e l’approfondimento di problemi che interessano i comuni associati e di ogni materia riguardante la pubblica amministrazione prestando attività di consulenza e assistenza; promuove iniziative per l’educazione civica dei cittadini e per diffondere la conoscenza delle istituzioni locali, nonché la partecipazione dei cittadini alla vita delle autonomie locali.

626 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Loreto Ognibene nominato Commissario Straordinario  della “Lega- Noi con Salvini”

Loreto Ognibene nominato Commissario Straordinario della “Lega- Noi con Salvini”

VALLELUNGA – Loreto Ognibene, nominato Commissario Straordinario  della Lega- Noi con Salvini  per il comune di Vallelunga”, lo ha annunciato oggi l’On. Alessandro Pagano, Segretario Regionale Sicilia Occidentale della Lega- Noi con Salvini.Nell’assumere l’incarico di commissario del Comune di Vallelunga, Loreto Ognibene, architetto, libero professionista da tempo impegnato in politica, con un notevole excursus politico, ha cosi dichiarato: “Dopo attente valutazioni, assieme a tantissima gente di Vallelunga,  ho sposato il progetto politico di Salvini, perché a mio avviso, attualmente egli è l’unico politico in Italia in grado di mettere ordine alla confusione generale che regna nel Paese e che può dare le giuste risposte ai cittadini. L’Italia e gli Italiani, prima di tutto, questo è il mio pensiero, specie quelli che soffrono e sono diventati più poveri”

 

Plauso per la nomina arrivano dal Coordinatore provinciale della Lega Noi con Salvini, Arialdo Giammusso e dal Coordinatore cittadino di Mussomeli Ing. Gero Lombardo.

3.478 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Il presidente del Consiglio Gero Valenza: “Pronto a confrontarmi per le regionali”

Il presidente del Consiglio Gero Valenza: “Pronto a confrontarmi per le regionali”

MUSSOMELI – La conferma di una voce che ormai insisteva da tempo è arrivata ieri dall’interessato. Gero Valenza, attuale presidente del consiglio e già sindaco di Mussomeli, correrà per uno scranno a sala D’Ercole. “Domani (oggi per chi legge, ndr) ci sarà una riunione a Catania – spiega il medico – dove verranno definite le candidature. Io ho dato la mia disponibilità, è chiaro – prosegue – che se dovesse arrivare il placet sono pronto a mettermi in gioco. Naturalmente al fianco di Nello  Musumeci”.

2.549 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

A Mussomeli la candidata di Sicilia Futura Colletto. Nel nisseno con  Micari anche Miccichè e Ventura

A Mussomeli la candidata di Sicilia Futura Colletto. Nel nisseno con Micari anche Miccichè e Ventura

MUSSOMELI – Mercoledì presso la sede di Sicilia Futura a Mussomeli , si è svolto un incontro con la  d.ssa Grazia Colletto, candidata alle elezioni regionali del 05 Novembre 2017 in quota al movimento il cui leader è l’ex ministro Totò Cardinale.

L’avv.Nellina Martorana, consigliere del Pd che con Sicilia futura sostiene l’aspirante governatore Micari,  dopo aver dato il benvenuto   alla candidata  ed a tutti i presenti,  ha  illustrato   alcuni aspetti salienti del   curriculum vitae  del medico che parteciperà alla prossima tornata elettorale. Dopo la laurea in Medicina e chirurgia conseguita  nel 1983 presso l’Università degli studi di Catania con il massimo dei voti: 110 e lode,  comincia la propria esperienza professionale in vari campi della Sanità.

Attualmente impegnata in attività di Staff  Direzione Strategica dell’ASP.

E’ anche consigliere all’ordine dei medici di Caltanissetta da tre mandati, portavoce provinciale per “SICILIA FUTURA” ed è  alla sua prima candidatura.

Il Segretario Provinciale di Sicilia Futura, avv. Salvatore Licata, prosegue la presentazione con un proprio intervento  esprimendosi con parole di compiacimento verso la d.ssa Colletto che ha avuto modo di conoscere ed apprezzare già da diversi anni.

All’incontro si sono susseguiti gli interventi del coordinatore provinciale Salvatore Licata, del dott. Alessandro Mazzara e di Enzo Aronica,  dell’Asp di Caltanissetta che collaborano giornalmente con la d.ssa Colletto. In questa competizione elettorale in provincia di Caltanissetta dovrebbero confrontarsi , a sostegmo del rettore Micari, anche l’ex assessore regionale e deputato in carica Gianluca Miccichè e il consigliere comunale di Gela Giuseppe Ventura.

1.170 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Regionali. Miccichè (FI): Mancuso, Federico e Ricotta, il tridente di Forza Italia per vincere a Caltanissetta

Regionali. Miccichè (FI): Mancuso, Federico e Ricotta, il tridente di Forza Italia per vincere a Caltanissetta

“Michele Mancuso, Pino Federico e Adriana Ricotta: questo è il tris vincente a Caltanissetta”, così il coordinatore regionale siciliano Gianfranco Miccichè, a seguito dell’incontro tenutosi ieri a Palermo con i tre componenti della lista di Forza Italia del nisseno in vista delle elezioni del 5 novembre.  “Qualità ed esperienza sono gli ingredienti che porteranno al successo Forza Italia, anche nel nisseno – continua Miccichè -. Vogliamo gente preparata, all’altezza del ruolo; ed è per questo che abbiamo puntato su una squadra forte ma che al contempo rappresenti il volto pulito, serio e capace della politica. Una squadra coesa – conclude Miccichè – che sappia ben rappresentare le istanze del territorio nisseno”

1.123 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Mussomeli, PD e Sicilia Futura attaccano Catania: “Il Sindaco faccia un bagno di umiltà”

Mussomeli, PD e Sicilia Futura attaccano Catania: “Il Sindaco faccia un bagno di umiltà”

Continua la querelle tra il Sindaco Giuseppe Catania e i consiglieri di opposizione di PD e Sicilia Futura. Attaccano il primo cittadino attraverso una nota in cui si legge:

“Il sindaco Catania continua pervicacemente ad arrampicarsi sugli specchi per eludere le precise e legittime domande dei sottoscritti consiglieri comunali dei gruppi PD e Sicilia Futura.

Disertando, infatti, su questioni del tutto opinabili che riguardano la competenza e la responsabilità di altri soggetti istituzionali, evita accuratamente di rispondere alle richieste di chiarimenti della minoranza consiliare e di parlare delle responsabilità amministrative della sua Giunta.

Agli scriventi (e si ritiene anche ai mussomelesi) interessa poco sapere se e quando, con quali procedure lunghe e complesse, le strade provinciali potranno essere acquisite dall’Anas, tra l’altro in maniera assai onerosa.

Inoltre non si deve certo spiegare che i Consiglieri comunali hanno il dovere, prima ancora che il diritto, di svolgere la loro funzione ispettiva, così come al sindaco è fatto obbligo di rispondere alle domande che gli vengono formulate con estrema correttezza ed onestà intellettuale. La risposta è dovuta non solo agli interroganti ma soprattutto alla comunità cittadina.

Sappiamo anche noi che le strade provinciali hanno bisogno di una efficace manutenzione straordinaria e lo sappiamo così bene da esserci attivati efficacemente con iniziative al più alto livello regionale e nazionale che hanno prodotto cospicui finanziamenti che in tempi brevi consentiranno l’apertura dei cantieri.

È questo che dispiace alla maggioranza Catania? È per non dare il giusto riconoscimento dell’iniziativa a chi ne ha merito che si convocano i consigli straordinari e urgenti capaci solo di spandere fumo a volontà? Si cerca forse di sviare l’attenzione dei mussomelesi dopo aver tentato goffamente di attribuirsi questi meriti?

Non sarebbe più pertinente ai poteri e ai doveri di una amministrazione comunale convocare un consiglio straordinario per parlare delle strade del centro abitato, delle erbacce che infestano tante zone del paese, della sporcizia che regna sovrana in tutte le vie, dei costi per i cittadini per servizi inefficienti?

Avevamo consigliato al primo cittadino un bagno di umiltà e insistiamo! Se vuole dare una prova seria di attaccamento al paese chieda scusa ai mussomelesi per tutte le bugie che ha profuso senza risparmiarsi nulla. Chieda scusa per le promesse elettorali non mantenute circa i finanziamenti europei che sarebbero arrivati a fiumi!

Per quanto ci riguarda continueremo a fare il nostro dovere con scrupolo e coscienza, convinti come siamo che il nostro ruolo di controllori, proprio di una democrazia matura, deve essere esercitato senza sconti.”

1.353 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Mussomeli, replica dei consiglieri dell’opposizione al Sindaco sulle dichiarazioni circa gli argomenti della seduta straordinaria del Consiglio Comunale del 9 agosto

Mussomeli, replica dei consiglieri dell’opposizione al Sindaco sulle dichiarazioni circa gli argomenti della seduta straordinaria del Consiglio Comunale del 9 agosto

Pubblichiamo quanto ricevuto dai Consiglieri comunali del PD e di Sicilia Futura:
“Per rimediare alla figuraccia fatta nell’ultimo Consiglio comunale, il nostro Sindaco si è lanciato, come è solito fare, in esternazioni funamboliche che da sole bastano a spiegare e consolidare le ragioni che ci hanno determinato nella convinzione di contestare la “straordinarietà e urgenza” di una convocazione farsa e di non votare una delibera assolutamente inutile.
Che lo scopo costantemente perseguito dalla nostra Amministrazione comunale sia quello di creare diversivi per distrarre l’attenzione dei mussomelesi dalle responsabilità di una giunta che galleggia in un vuoto pneumatico ormai è chiaro anche ai cittadini più distratti. Ma che si voglia continuare in questa direzione magari ribaltando su altri le proprie responsabilità ci sembra veramente troppo!
Veniamo succintamente ai fatti: come ribadito anche in aula consiliare, l’ANAS, anche nell’audizione all’ARS, ha dichiarato di non essere in grado di sopportare il peso di nuove acquisizioni di strade provinciali per la mancanza di risorse umane e finanziarie.
Quant’anche, in un’ipotesi remota, ciò dovesse avvenire, la Regione dovrebbe corrispondere adeguate risorse finanziarie per sopportare i nuovi oneri e dovrebbe formalizzare richiesta al M.I.T. (Ministero Infrastrutture e Trasporti). Quali tempi richiederebbe una simile operazione lo lasciamo immaginare ai nostri concittadini.
Il Patto per la Sicilia stanzia diverse decine di milioni su tali strade che si perderebbero qualora esse mutassero la propria natura di strade provinciali in strade ANAS. Su tali finanziamenti, che il nostro Sindaco una volta si attribuisce come merito e un’altra mette in dubbio, non si può discutere per il semplice fatto che risultano da atti certi del Consiglio dei Ministri e del Governo regionale.
La competenza ad appaltare e a realizzare è del commissario per il rischio idrogeologico della Regione Sicilia. Dalle notizie certe fornite da tale organismo si desume che si sta lavorando alacremente alla realizzazione del progetto esecutivo a cui faranno seguito le gare d’appalto con relativo affidamento sempre a cura del commissario.
Rivendicare quindi, come fa il nostro Sindaco, la competenza negandone contestualmente la copertura finanziaria appare opera di acrobazia con “triplo salto mortale e senza rete”.
Di quale straordinarietà e di quale urgenza, stiamo parlando? Forse di quella che deriva dalla necessità di mascherare un’acronica inefficienza amministrativa ormai sotto gli occhi di tutti?
Lo stesso circolo mediatico, le stesse dichiarazioni roboanti con Consigli comunali straordinari tenuti anche nel nostro anfiteatro sono state prodotte dagli sceneggiatori della maggioranza sulle questioni relative al Punto nascita del nostro ospedale, assicurando che l’Amministrazione con i suoi nuovi ed autorevoli sodali avrebbe risolto ogni problema! Con quali risultati? Il nulla!
Il Sindaco, infine, definendoci “travestiti”, ci chiede di declinare le nostre generalità politiche come se fossimo dei parveniue senza storia e radicamento culturale, per il solo fatto che osiamo pensarla diversamente da nostri amici, alcuni dei quali peraltro stimiamo molto.
Noi apparteniamo alla cultura riformista, laica e popolare, pratichiamo la tolleranza ed il rispetto per le idee altrui anche quando non le condividiamo, amiamo criticare ma anche proporre, siamo uniti da progetti che tendono a migliorare la qualità della vita e ci sforziamo di realizzarli anche quando siamo all’opposizione.
Lei Sindaco, a quale famiglia politica appartiene? Da quale cultura è sorretto? Come intende perseguire i suoi obiettivi strategici per migliorare le condizioni di vita dei nostri concittadini? Siamo fermamente convinti che Lei pratichi forme esasperate di qualunquismo, populismo ed assemblealismo che non sono strumenti atti a costruire!
In conclusione, Sindaco, le consigliamo un bel bagno di umiltà! Studi perché ne ha di bisogno, si prepari, scelga una direzione politica senza continuare ad oscillare dalla Lega al PD passando per tutto quello che ci sta di mezzo e poi ci faccia sapere.
Potrebbe essere l’inizio per quella interlocuzione seria che sino ad ora è mancata … e non per colpa nostra.”

 

952 Letture

 

 

Scritto in In Primo Piano, PoliticaComments (0)

 

Le strade provinciali diventano di interesse nazionale con il voto del Consiglio Comunale di Mussomeli

Le strade provinciali diventano di interesse nazionale con il voto del Consiglio Comunale di Mussomeli

MUSSOMELI – Il consiglio comunale, in seduta straordinaria, ha approvato la proposta presentata, settimane fa, al comune di Mussomeli, finalizzata alla modifica dell’attuale classificazione delle strade provinciali SP 16 – SP 23 – SP 37 – SP 38 – SP 46 – SP 40 – SP 112 (che comprende la intercomunale n°5) – SP 121 – SP 19 STRADE DI COLLEGAMENTO TRA LA SS189 AG-PA, LA SS640 AG-CL, LA A19 PA-CT, per complessivi 84,0 km, in strade di interesse nazionale (tra le quali la Mussomeli – Caltanissetta), nel tratto di collegamento tra la SS189 AG-PA, la SS640 AG-CL e A19 PA-CT. Questa modifica consentirebbe di passare la competenza manutentiva all’Anas.

“Semplici – dichiara il sindaco Giuseppe Catania – sono le motivazioni che hanno portato l’ amministrazione comunale, insieme con tutte le amministrazioni del Vallone, ad elaborare e presentare la proposta”.  Esse vengono elencate e sintetizzate nel comunicato del sindaco: ridimensionamento dell’operatività dei Liberi Consorzi e, in particolare, del Libero consorzio della Provincia di Caltanissetta che ha subìto una drastico taglio dei trasferimenti che impediscono interventi ordinari di manutenzione viaria;  eccessiva incidenza, in termini di estensione in km, delle strade di competenza della ex provincia di Caltanissetta rispetto alle altre province di dimensioni e popolazione superiore e l’ esclusione delle aree del Vallone e della provincia di Caltanissetta nel suo complesso dalla SNAI Strategia Nazionale Aree Interne e dalla conseguente linea di contributi dedicati.

“Dispiace constatare – dice Catania – che la proposta che, per una volta, non ha solo un carattere rivendicativo ma, al contrario, propositivo, sia passata con i soli voti dei consiglieri di maggioranza dell’amministrazione Catania e del consigliere di Pensare Solidale, trovando invece il voto contrario da parte dei consiglieri di opposizione in quota Sicilia Futura e Pd”. E ancora: “Risulta singolare notare che i consiglieri Pd di Mussomeli abbiano votato in difformità rispetto a tutti gli altri colleghi consiglieri Pd degli altri paesi, di fatto, andando contro anche all’azione di supporto esercitata dallo stesso partito al pari di altri partiti presenti alla audizione tenutasi alla IV Commissione all’Ars”.

Catania afferma, inoltre che sarebbe privo di fondamento giuridico  quanto affermato dai consiglieri del Pd e Sicilia Futura circa la possibile perdita di finanziamenti del Patto per il Sud in caso di cambio di classificazione delle strade. Infatti, tali fondi sarebbero finalizzati alla mitigazione del rischio idrogeologico a prescindere dalla titolarità della strada ed, inoltre, nel caso specifico, la stazione appaltante risulta essere il comune di Mussomeli e, dunque, il titolare del finanziamento il comune e non la provincia. 

Sulla vicenda interviene anche il comitato cittadino di “Pensare Solidale”. “Nel consiglio comunale del 9 Agosto – recita una nota –  abbiamo votato Si alla proposta di riclassificazione delle strade da provinciali a statali con relativo passaggio all’Anas per quel che compete la manutenzione ordinaria delle stesse”. Ciò nondimeno: “Unitamente ai consiglieri di minoranza, Pensare Solidale ha stigmatizzato la modalità con cui è stato convocato il Consiglio Comunale tenuto conto che, in ben due riunioni di preconsiglio, era chiaramente emersa la indisponibilità da parte dei consiglieri di minoranza ad indire un consiglio comunale straordinario perchè, a parere degli stessi, non sussistevano i presupposti per lo stesso e per il fatto che la maggior parte dei Consigli comunali dei paesi vicinori erano stati convocati in seduta ordinaria.”

610 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, PoliticaComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro