Vigro
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Politica

 

Democrazia partecipata, Pensare Solidale: “L’avviso pubblico non indicava l’area tematica”

Democrazia partecipata, Pensare Solidale: “L’avviso pubblico non indicava l’area tematica”

MUSSOMELI –  Non fa smettere di discutere l’erogazione di fondi della democrazia partecipata che domani saranno uno dei punti focali del consiglio comunale in agenda alle 18. Sulla punto, attraverso una nota, interviene il movimento Pensare Solidale che scrive:  «In riferimento all’ennesima polemica scaturita in città, che sempre più assume tratti pirandelliani, cioè la vicenda “Democrazia Partecipata”,  in virtù del fatto che è coinvolta l’Associazione Pensare Solidale, sia a livello ufficiale (anche  in maniera fuorviante) , sia con il solito “curtiglio” e chiacchiericcio da parte di chi utilizza squallidamente questa vicenda per buttare fango per l’ennesima volta su Pensare Solidale e sui suoi componenti.
Pensare Solidale ha partecipato con tre proposte all’avviso pubblico inerente la “Democrazia Partecipata” del 18/12/2018 (pubblicato sul sito web del Comune di Mussomeli  il 19/12/2018) , tale avviso pubblico era privo dell’indicazione sull’area tematica individuata sulla destinazione del fondo (Sviluppo economico e turismo), la stessa era riportata esclusivamente nella Delibera di Giunta. Pertanto, aldilà delle critiche rivoltaci per “mancanza di  progettazione”, da parte nostra, nelle proposte ci siamo attenuti esclusivamente al testo dell’avviso pubblico che invitava tutti i cittadini, associazioni e partiti politici ad avanzare istanze, suggerimenti e proposte, quale forma di democrazia partecipata, per la realizzazione di progetti e servizi di interesse comune, senza riportare, come detto in precedenza, l’area tematica.
Il 27/12/2018 viene convocata l’assemblea per il 28/12/2018 per decidere quale delle proposte beneficerà del fondo destinato alla democrazia partecipata. Le proposte di Pensare Solidale vengono escluse poiché non conformi alla tematica, pertanto l’assemblea vota ad unanimità il progetto “Battichiè”.
Come Pensare Solidale, ci viene comunicato che le nostre proposte (1. Realizzazione di pensilline da collocare in prossimità degli istituti scolastici; 2. Acquisto di un defibrillatore semiautomatico da collocare presso il Cine Teatro Manfredi; 3. Acquisto di divise per il corpo di Polizia Municipale) , considerata la validità e l’importanza, verranno inserite nel bilancio comunale 2019/2020.
Detto ciò, non si mette assolutamente in discussione la bontà e la validità del progetto “Battichiè”.
Prendiamo atto che le proposte da noi presentate ed indirizzate alla comunità, ritenute “utili e condivisibili” , verrebbero  inserite nel bilancio comunale, nella speranza che vengano realmente attuate.
Ben vengano iniziative  che mirano alla promozione del territorio, poichè anche noi nel recente passato le abbiamo promosse e realizzate (Festival Solidale) finanziati da sponsor e cittadini, con il patrocinio gratuito del Comune. Ben venga che le associazioni vengano aiutate dagli enti, anche con soldi pubblici, nel realizzare le proprie iniziative, sia nel settore turismo, sia nei settori culturali, sociali ed assistenziali.
Ma come opposizione, al di là del polverone di polemiche, si chiede che venga fatta chiarezza sulle procedure seguite per l’ affidamento di soldi pubblici destinati alla “Democrazia Partecipata”, colmando le lacune nel regolamento venute fuori da questa vicenda, affinchè “incidenti” del genere potranno successivamente essere evitati.  Anche questo è diritto e dovere delle opposizioni e rientra nelle attività democratiche in uno Stato di Diritto.
Auspichiamo, inoltre,  per il prossimo futuro il coinvolgimento di tutto il tessuto sociale della comunità, comprendendo più aree tematiche e categorie che compongono il tessuto stesso.
Come gruppo Pensare Solidale, confermiamo pubblicamente la piena stima e fiducia al Consigliere Comunale Salvatore Cardinale.
Infine, al dì la della mancata capacità di progettazione o meno a noi rivoltaci, nel rispetto dei ruoli istituzionali e del regolamento comunale, ci permettiamo di sollecitare l’attuazione di tutte le mozioni da noi presentate in Consiglio Comunale e votate all’unanimità dallo stesso (quindi compresa la maggioranza) e che da circa quattro anni ad oggi stanno a marcire nei cassetti comunali».
660 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Mussomeli, Lunedì consiglio comunale di fuoco

Mussomeli, Lunedì consiglio comunale di fuoco

Mussomeli – La data è fissata, lunedì 25 marzo alle 0re 18, il luogo pure,  la sala consiliare “F. Sorce”.  Un consiglio comunale che vedrà duellare maggioranza e opposizione su diversi punti. La tenzone avrò inizio con la “Mozione relativa alla richiesta di revoca destinazione di quota parte dei trasferimenti regionali di parte corrente con forme di democrazia partecipata”.  In altre parole  Salvatore Cardinale,  Enzo Muni,  Gero Valenza e colleghi di minoranza  chiederanno di eliminare gli atti con coi l’Amministrazione ha  erogato quasi 8 mila euro all’associazione “Futtitini”. “soldi che erano di tutti ma di cui la maggior parte di persone era all’oscuro – denunciano dall’opposizione – finiscono in toto a una sola associazione, per un solo evento e , soprattutto, con modalità discutibilissime  sul piano amministrativo, procedurale”.   Si continuerà con la mozione. “Protocollo di intesa per l’utilizzo occasionale e temporaneo del Castello di Mussomeli da parte della Pro Loco per il programma Priceless Cities”. La giunta Catania dovrà difendersi dall’opposizione  che accusa il sindaco di aver agito attraverso un affidamento discrezionale del castello di cui i consiglieri avversari erano all’oscuro. Poi sarà la volta di  votare la proposta, sempre della minoranza, di un regolamento riguardante la definizione agevolata delle controversie tributarie, “C‘è tempo fino al 31 marzo per adottare uno strumento- spiega il consigliere Enzo Munì -che presenta vantaggi per cittadini e cassa comunale. I contribuenti vengono messi nelle condizioni di pagare con sgravi e agevolazioni. Il comune ha la possibilità di incassare dal gettito fiscale somme che, altrimenti, andrebbero definitivamente perse o comunque riscosse con aggravio di tempo e denaro”.  Si discuterà poi del “Riconoscimento  dei debiti fuori bilancio  relativa alla Causa Pintavalle e Lanzalaco contro il Comune. l’ultimo punto è  la proposta di deliberazione urgente riguardante il regolamento comunale per la destinazione di quota parte dei trasferimenti regionali di parte corrente con forme di democrazia partecipata.

1.408 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

La replica al Comitato di Azzurra Cancelleri: “Mie parole stravolte da chi non comprende la lingua italiana”

La replica al Comitato di Azzurra Cancelleri: “Mie parole stravolte da chi non comprende la lingua italiana”

MUSSOMELI – Azzurra Cancelleri ribatte a muso duro  alle accuse del comitato “Viabilità Negata nel Vallone” . “La lingua italiana – scrive la sorella di Giancarlo,   vicepresidente della Regione –  è una lingua meravigliosa ma, per alcuni, evidentemente difficile da comprendere ed interpretare, soprattutto quando si specula volutamente decontestualizzando una frase ed utilizzandola impropriamente al solo fine di fare polemica, come quella appena fatta sulla ricostruzione del Ponte Bailey.

Ebbene sì, sarei stata accusata di aver fatto un ‘intervento inopportuno’ in un mio post Facebook (che non è un comunicato, tanto per essere precisi!), annunciando trionfalmente ‘la realizzazione dell’opera nel minor tempo possibile, essendo stati abbondantemente abbattuti i tempi assai lenti della burocrazia’.

Per chi ha un buon rapporto con la lingua italiana non sarà certo difficile comprendere che il mio post dice, in verità, l’esatto contrario e, cioè, testualmente che: ‘…una sola conferma arriva da tutta questa vicenda: il lavoro intrapreso dal Governo per eliminare il cancro della burocrazia che intasa ogni procedura deve essere sostenuto con forza e portato avanti nel più breve tempo possibile’.

Ergo, volendo rendere il passaggio ancora più comprensibile, non si è scritto che si è stati celeri nella ricostruzione del Ponte (a fronte di un tempo di posa di soli 22 giorni ricordiamo che ne sono passati circa 160 di gravosa ed inutile burocrazia), ma che si deve fare presto nell’abolire la burocrazia che è la sola ed unica causa di ritardi ormai divenuti inaccettabili.

A chi parla, a sproposito, di speculazione rispondo ancora che, trattandosi di Strada Provinciale, la competenza in merito alla ricostruzione non era chiaramente nazionale ma che il Governo sta facendo tutto quanto in Suo potere nominando, nel Decreto Sblocca cantieri, un Commissario Straordinario per l’emergenza della viabilità secondaria, nel tentativo proprio di accorciare tempi divenuti drammaticamente biblici e venendo così incontro alle esigenze dei territori e dei cittadini.

Nessuno si prende meriti, ma non accettiamo di diventare il capro espiatorio designato”.

1.339 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

SP 38 Martedì  il Ponte Bayley, Catania: “Abbiamo lavorato senza comunicati, burocrazia siciliana lumaca”

SP 38 Martedì il Ponte Bayley, Catania: “Abbiamo lavorato senza comunicati, burocrazia siciliana lumaca”

Mussomeli  –  Il genio militare Martedi 19 marzo prossimo inizierà i lavori di montaggio del ponte Bailey utile a ripristinare la viabilità della S.P. 38 Mussomeli – Caltanissetta. A darne notizia il sindaco di Mussomeli che in una nota precisa: ” Questa vicenda del montaggio del ponte è assolutamente emblematica della situazione di grande farraginosità del sistema burocratico nazionale ed in particolare del sistema burocratico siciliano.

Un lavoro che poteva essere realizzato in poche settimane ha dovuto attendere ben 6 mesi per essere avviato a causa dei lacci e lacciuoli della burocrazia.

In tutto questo periodo, come amministrazione comunale di Mussomeli abbiamo lavorato in modo costante ed incessante e molto spesso sotto traccia, senza comunicati e articoli per far si che gli enti competenti (il Libero Consorzio dei Comuni di Caltanissetta nella sua qualità di proprietario della strada provinciale SP 38) ed il genio militare trovassero la quadra per avviare finalmente i lavori. Pressione costante e continua che è stata da me personalmente e dall’intera amministrazione esercitata attraverso continue lettere a tutte le istituzioni competenti (Regione, Provincia, Prefettura), attraverso tavoli di lavoro presso la prefettura e la provincia, attraverso il coinvolgimento di tutte le Istituzioni e dei parlamentari regionali e nazionali, attraverso un lavoro sinergico e costante con il comitato per la viabilità negata del vallone e per ultimo attraverso la minaccia, da parte mia, dell’avvio dello sciopero della fame se non si fosse sbloccato nulla entro questa settimana.

Finalmente dicevo abbiamo la data ufficiale di avvio dei lavori di montaggio del ponte Bailey: martedi 19 Marzo che consentirà di portare a complimento i lavori di ripristino”.

768 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Villalba, sistemate alcune strade interne. Il sindaco: “Ora l’eliambulanza atterra, presto altri lavori”

Villalba, sistemate alcune strade interne. Il sindaco: “Ora l’eliambulanza atterra, presto altri lavori”

Villalba – In paese vengono sistemate alcune strade. A darne notizia è il sindaco Alessandro Plumeri che, attraverso una nota, fa sapere che “ieri vi è stato un intervento di manutenzione straordinaria di alcune strade interne dell’abitato, nella stessa giornata sono iniziati e ultimati i lavori, mediante la posa in opera di conglomerato bituminoso (tappetino) a caldo con apposita macchina finitrice”. In particolare, precisa il primo cittadino: “Le aree interessate sono  tratto Via Nicolò Palmeri a valle della Via Interprovinciale; il tratto in C/Da Vascelli (davanti ex Mattatoio); Piazzale davanti il Centro mercato ortofrutticolo, che sarà adibito per permettere l’atterraggio dell’elisoccorso considerato che Villalba è sprovvisto di elisuperficie”. Plumeri preannuncia altri lavori. “E’ intenzione dell’amministrazione  – assicura il sindaco – dopo l’approvazione del prossimo bilancio Comunale,  continuare il lavoro iniziato con la sistemazione di altri tratti di strada sia interno al paese sia all’esterno nelle vie rurali”.

914 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, PoliticaComments (0)

 

Il presidente del Consiglio Lupo: “Nuove fermate alla stazione di Villalba grazie a collaborazione. Premiamo i capaci non i fedeli”

Il presidente del Consiglio Lupo: “Nuove fermate alla stazione di Villalba grazie a collaborazione. Premiamo i capaci non i fedeli”

Villalba – E’  soddisfatto il presidente del Consiglio Comunale di Villalba Antonio Lupo, uno dei fautori delle nuove tratte  domenicali su rotaie che passeranno dal paese delle lenticchie. Scrive Lupo: “La notizia è che a partire dal 10 marzo 2019 alla stazione di Villalba fermerà, nelle giornate di domenica, il treno 3810 (Palermo C.le – Siracusa) con partenza da Villalba alle ore 18.40 il treno 3809 Catania C.le – Palermo C.le con partenza da Villalba alle ore 17,20. Unica fermata intermedia tra Termini Imerese e Caltanissetta Xirbi.

Questa fermata (precedentemente non esistente) è stata aggiunta da Ferrovie dello Stato a seguito di specifica richiesta fatta dai Comuni dell’area c.d. “Il Vallone” dopo un incontro organizzato dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Villalba e che ha visto l’adesione dei Sindaci di Mussomeli, Marianopoli, Villalba e dal Presidente del Consiglio Comunale di Marianopoli e da Presidente e dei Consiglieri Comunali di Vallelunga, unitamente ai capigruppo consiliari ‘Amare Villalb’” e ‘Insieme per Villalba’.

Ciò si è ritenuto necessario in virtù delle segnalazioni di molte famiglie aventi i propri figli che frequentano le Università di Enna, Catania e Palermo.

La fermata di domenica consentirà, infatti, ai ragazzi ed a quanti necessitano di spostarsi di avere un ulteriore alternativa per raggiungere i predetti capoluoghi di Provincia eliminando così i disagi dovuti all’isolamento in cui versa il comprensorio.

 Gli Amministratori Comunali più avveduti hanno ben compreso che devono, oltre a farsi trovare preparate, essere disposte a collaborare maggiormente tra loro, uscendo da logiche campanilistiche che non hanno più ragion d’essere. O si cresce tutti quanti o tutto il sistema della Zona nord della provincia di Caltanissetta si indebolisce sempre più.

Ogni iniziativa che porti benefici al comprensorio è meritevole di apprezzamento e la circostanza che il successo sia da addebitare a persone che si spendono ogni giorno per il bene comune deve far riflettere quando occorre mettere in atto il processo di selezione della nuova classe dirigente premiando i capaci invece dei fedeli.

Un merito speciale agli amministratori che hanno collaborato all’iniziativa ed un grazie sentito per i dirigenti regionali che ne hanno permesso la positiva conclusione”.

971 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Vallelunga, l’assessore Izzo sposa il movimento di Lagalla e aderisce a “IdeaSicilia”

Vallelunga, l’assessore Izzo sposa il movimento di Lagalla e aderisce a “IdeaSicilia”

Vallelunga – Nuove adesioni per IdeaSicilia, movimento fondato dall’assessore regionale Roberto Lagalla e coordinato, per la provincia di Caltanissetta, da Angelo Bellina insieme a Salvatore Giglia. A renderlo  noto sono gli stessi sostenitori dell’ex rettore che in una nota precisano: “A Vallelunga Pratameno aderisce l’assessore Rosamaria Izzo, figura di provata esperienza politico-amministrativa, in carica da due legislature e nelle ultime elezioni la più votata con oltre 300 preferenze. Stimata e apprezzata professionista, Rosamaria Izzo, da otto anni assessore in carica, è riuscita ad ottenere ottimi risultati sul territorio, lavorando sempre con lo stesso impegno e spirito di servizio”. La diretta interessata ha commentato: “Ho deciso di aderire a questo nuovo progetto politico  per la stima che nutro nei confronti del coordinatore Bellina e di Giglia e, soprattutto. per l’ottimo lavoro che sta svolgendo l’assessore Lagalla”.

“Conosco Rosamaria Izzo da diversi anni – dichiara Bellina – è una persona stimata e molto preparata, quindi ritengo possa essere di grande aiuto per il nostro movimento, non solo a Vallelunga Pratameno ma anche in tutti i comuni dell’area nord della provincia di Caltanissetta. A breve arriveranno nuove adesioni per il Comune di Gela.”.

 

635 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Cardinale (Pensare Solidale): “La precarietà lavorativa degli Asu è una situazione insopportabile”

Cardinale (Pensare Solidale): “La precarietà lavorativa degli Asu è una situazione insopportabile”

MUSSOMELI – Dopo che ieri gli articolisti presso lil Municipio di Mussomeli, gli articolisti che ancora non hanno un contratto, si sono runiti per manifestare il dissenso su una situazione di instabilità che pende sulle vite di persone che hanno una famiglia, alcuni dei quali anche cinquantenni il consigliere Salvatore Cardinale (Pensare Solidale)  interviene sulla vicenda. “Esprimo convinta solidarietà – scrive il sindacalista-  ai lavoratori ASU impegnati presso il Comune di Mussomeli e nelle parrocchie  della nostra comunità che in questi giorni stanno attuando una legittima forma di protesta al fine di avere riconosciuto anche a loro quanto già conquistato da altro loro colleghi più fortunati. Il diritto ad avere un lavoro stabile.

Un momento della seduta

Questi lavoratori nati originariamente come fruitori  di una misura concepita contemporanea si sono via via trasformati nell’emblema di una precarietà lavorativa che dura ormai quasi 30 anni e che ha determinato, considerata l’esiguità del salario minimo loro corrisposto  e privo di contributi previdenziali,  l’impossibilità per gli stessi di programmare serenamente un loro futuro.

 A mio avviso i tratta di un fatto indegno in uno stato di diritto, poiché mentre la Regione ha introdotto e successivamente iniziato un percorso di stabilizzazione per i contrattisti continuano ad essere  letteralmente ignorati dalla regione e dallo stato, che pur li hanno creati, i tantissimi lavoratori ASU.

 Una situazione – conclude Cardinale –  che  ritengo non  più accettabile e per la quale chiedo all’amministrazione di essere al fianco di tutti i lavoratori ASU in questa  battaglia di civiltà atteso che non si può più tollerare l’indecente ipocrita irresponsabilità e ponziopilatismo tanto della regione Sicilia quanto dello Stato”.

882 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Marianopoli, avviata  piantumazione di oltre 900 alberi

Marianopoli, avviata piantumazione di oltre 900 alberi

Marianopoli – Nell’ambito degli interventi in agricoltura, al fine di promuovere l’incremento e la valorizzazione delle risorse agricole locali e al fine di reintrodurre nel territorio piante, che con il passare del tempo si stanno sensibilmente riducendo, Il Sindaco Salvatore Noto e l’Amministrazione Comunale di Marianopoli hanno promosso anche quest’anno un’iniziativa finalizzata alla piantumazione di alberi. Con molto orgoglio, gli Amministratori affermano che si è cominciato un ragionamento diverso, rispetto alle procedure culturali passate, in quanto si è pensato di reinserire nel nostro territorio i “vecchi” alberi, per evitare, anche, di perdere memoria del nostro passato.
L’Amministrazione comunale, proprio in questi giorni, ha infatti consegnato ai Cittadini di Marianopoli, che ne hanno fatto richiesta 23 alberi di Nespolo, 11 alberi di Carrubbo, 400 alberi di Mandorlo, 60 alberi di Noce, 169 alberi di Melograno, 26 alberi di Pero, 4 alberi di Sorbo, 64 alberi di Ciliegio e 177 alberi di Olivo.
“Uno degli obiettivi – dichiara Giuseppe Vullo, Assessore all’agricoltura – è stato quello di sensibilizzare le persone su quanto gli alberi siano elementi fondamentali dell’ecosistema. Un altro obiettivo è stato quello di evitare, attraverso la piantumazione degli alberi, l’erosione del suolo e quindi il rischio frane, a cui il nostro territorio è molto a rischio. Gli alberi modificano l’ambiente in cui viviamo moderando il clima, migliorando la qualità dell’aria, riducendo il deflusso delle acque piovane. La reazione degli esseri umani di fronte agli alberi va ben oltre il semplice atto di osservarne la bellezza. All’ombra degli alberi ci sentiamo sereni, in pace, riposati e tranquilli. Lì noi siamo  a casa. L’effetto calmante legato alla presenza di alberi nelle vicinanze può ridurre significativamente i livelli di stress e affaticamento”.

644 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

Lavori sulla Ss640, Pagano (Lega): “Presentata interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri”

Lavori sulla Ss640, Pagano (Lega): “Presentata interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri”

Caltanissetta – Un atto ispettivo  del rappresentante nisseno della lega in Parlamento silla Caltanissetta Agrigento. Alessandro Pagano, atraverso una nota, rende noto che: “Come promesso e preannunciato in occasione della maxi manifestazione regionale che  a Caltanissetta il 2 Febbraio 2019, alla presenza di sindaci del comprensorio e del Vescovo, protestò contro il blocco dei lavori per il raddoppio della ss Caltanissetta-Agrigento e della ss Agrigento-Palermo, ho presentato una interrogazione a risposta scritta, avente carattere di estrema urgenza, indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno (per i problemi di ordine pubblico), al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero delle Infrastrutture, al fine di conoscere come intende procedere il governo nazionale di fronte a questa colossale crisi infrastrutturale siciliana”

326 Letture

 

 

Scritto in PoliticaComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com