VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Società

 

Delitto nel Milanese, arrestato un nisseno

Delitto nel Milanese, arrestato un nisseno

È un nisseno l’autore di un delitto nel Milanese. E che sia l’autore lo ha pure confessato ammettendo di averlo accoltellato in uno scantinato.

La vittima è il trentaseienne di Villa Guardia, Antonio Deiana, del quale si erano perse le tracce da sei anni. Era il 20 luglio del 2012. Tre anni prima stessa lupara bianca aveva inghiottito il fratello.

Il carnefice di Antonio Deiana sarebbe, invece, il quarantasettenne  Luca Sanfilippo di Mazzarino.

Il corpo, dopo  l’uccisione, sarebbe stato seppellito in una buca scavata nello stesso scantinato in cui si sarebbe consumato l’omicidio. Poi avrebbe coperto tutto con la calce.

V’è il dubbio, da parte degli inquirenti che Sanfilippo abbia potuto agire da solo. Ma attualmente è il solo nome finito al centro del dossier per questo accoltellamento. Un altro nome v’è finito ma sol perché avrebbe aiutato il mazzarinese a sistemare il cadavere in quella buca prima che poi fosse ricoperta con una colata di cemento. E  lui è indagato di occultamento di cadavere.

Secondo la tesi accusatoria è per dissapori nel mondo della droga che l’agguato sarebbe maturato. Deiana, secondo  la tesi degli inquirenti, avrebbe chiesto a Sanfilippo un locale nel quale avrebbe dovuto consegnare cocaina.

Ma tra loro sarebbe accaduto qualcosa prima. E Sanfilippo lo avrebbe accoltellato in quello stesso scantinato di una palazzina di Della Pila a Cinisello Balsamo.

704 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

Festa del ”Sabato del popolo”:  La galleria fotografica

Festa del ”Sabato del popolo”: La galleria fotografica

Mussomeli- L’ antica e tradizionale festa del ”Sabato del popolo”, che precede la quarta domenica del tempo di Quaresima, la domenica ”laetare”,  raccontata attraverso gli scatti di Michela Sorce.

 

752 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Mussomeli piange il Professore Lillo Alaimo, decano della cultura umanistica

Mussomeli piange il Professore Lillo Alaimo, decano della cultura umanistica

Mussomeli – Si è spento una icona della cultura e dell’insegnamento umanistico di Mussomeli e del Vallone. Stamane ha esalato il suo ultimo respiro il Professore di lettere Lillo Alaimo. Orginario di Canicattì dove era nato il 1 marzo 1924, risiedeva  a Mussomeli dal 1951 dove ha insegnato dapprima nella scuola parificata di Padre Deodatoin cui ha ricoperto anche l’incarico di  preside. Nel 1954 ha sposato l’insegnante Mariannina Pennica dalla cui unione sono nati Aldo, notissimo cardiologo e Gabriella docente. Nella sua lunga carriera ha insegnato a Sutera dove è stato anche  preside. In seguito ha svolto la sua professione di professore di materie umanistiche nell’amata Mussomeli, fino al pensionamento. Ricordato da tutti per la solidissima preparazione, lo scrupoloso metodo didattico, il garbo e la rettitudine morale. Ha formato diverse generazioni di discenti, molti dei quali sono stati protagonisti di brillanti carriere.Impossibile citarli tutti,  a titolo esemplificativo ricordiamo il magistrato Paolo Giudici e il professore Giacomo Mancuso. Lascia i figli e l’adorato nipote Alberto che, ripercorrendone  le orme, è professore di lettere. Stasera alle 20,30 la salma verrà accompagnata dalla abitazione in via La Rizza nella chiesa di San Francesco dove domani alle 15,30 si celebreranno le esequie.

Il direttore esprime, a nome suo personale e della redazione, profondo cordoglio al dottore Aldo e alla famiglia  Alaimo per la scomparsa dell’indimenticabile Professore Lillo.
3.247 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Gli alunni dell’ Istituto Comprensivo Milena-Campofranco a scuola del Primo Soccorso

Gli alunni dell’ Istituto Comprensivo Milena-Campofranco a scuola del Primo Soccorso

Ancora una volta gli alunni dell’Istituto Comprensivo Milena- Campofranco, nella sede di Montedoro, sono stati protagonisti di una giornata all’insegna dell’impegno, della conoscenza e della formazione.

Lo scorso mercoledì  è stato realizzato un incontro formativo sul Primo Soccorso rivolto a tutte le classi della Scuola Primaria e alle classi 1°, 2° e 3° della Scuola Secondaria di primo grado, per far conoscere ai discenti l’insieme delle azioni che permettono di aiutare una o più persone in difficoltà, nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi qualificati.

Tale attività risulta essere parte integrante di un progetto curriculare, portato avanti dal professore di Scienze, Angelo Alfano, che si inserisce all’interno del Piano dell’Offerta Formativa, con tematiche legate all’educazione alla salute, per fornire agli allievi elementi conoscitivi e formativi sulle funzioni vitali del corpo umano e sul loro riconoscimento, e sulle modalità di primo intervento in urgenza. L’intervento formativo nasce dalla collaborazione tra l’IC Milena e Campofranco, nella persona della dirigente, dott.ssa Calogera Maria Genco, e il Direttore della C.O. Sues 118 per le province di Caltanissetta, Enna ed Agrigento, dott. Giuseppe Misuraca. Una giornata didattica incentrata proprio sul Primo Soccorso, curato in maniera eccellente dagli infermieri professionali Sebastiano Nisi ed Enzo Schifano.

”Tutti gli alunni presenti – fanno sapere dalla scuola – hanno mostrato un particolare entusiasmo nel seguire le attività svolte durante il corso della giornata, partecipando attivamente anche con domande e interventi volti ad approfondire le proprie conoscenze in materia; gli stessi infermieri sono stati entusiasti dell’interesse e del coinvolgimento dell’intera scolaresca”.

571 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Al Santuario, tradizionale festa del ”Sabato del Popolo”

Al Santuario, tradizionale festa del ”Sabato del Popolo”

Mussomeli – Tradizionale  annuale appuntamento, il sabato 10 marzo, con la festa del “Sabato del Popolo”. Un’antica ricorrenza che vede riunite oltre le locali cinque confraternite, anche le congregazioni, le autorità, il clero, gli istituti religiosi e i volontari.

Alle ore 18:30, sarà celebrata la santa messa  al Santuario Maria SS. Dei Miracoli, mentre la funzione religiosa si concluderà con l’adorazione eucaristica e la Benedizione.

 

900 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Mussomeli, “scinnuta dell’Addolorata” nella chiesa di San Giovanni

Mussomeli, “scinnuta dell’Addolorata” nella chiesa di San Giovanni

Mussomeli- Giovedi 22, alle ore 19:30, presso la chiesa di San Giovanni Battista di Mussomeli in prepazione alla settimana santa, avverrà la “scinnuta dell’Addolorata” ossia la discesa del simulacro dalla nicchia per essere venerata dai fedeli.

Un rituale emozionante, che apre le tradizioni pasquali della città di Mussomeli  e richiama  tantissima gente .

L’artistico simulacro  dell’Addolorata del Biancardi realizzato intorno al 1875  rientrerà nella  propria  nicchia  il sabato Santo.

834 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Campofranco, ieri l’ultimo saluto al professore Angelo Lo Piparo

Campofranco, ieri l’ultimo saluto al professore Angelo Lo Piparo

Campofranco – Si sono svolti ieri a Campofranco, tra la commozione generale di parenti e amici provenienti da tutta la provincia di Caltanissetta, i funerali dell’insegnante Angelo Lo Piparo, scomparso prematuramente all’età di 64 anni dopo una lunga malattia. Lutto anche all’istituto  Hodierna di Mussomeli dove l’uomo insegnava educazione fisica. ” Allegro, ironico, pronto alla battuta e sempre disponibile e comprensibile  con studenti e colleghi in ogni occasione”, questo il ricordo commosso di una professoressa che ha lavorato con lo sfortunato docente. Lascia la moglie, la figlia, la sorella e la mamma.

3.908 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

È del Nisseno il decano dei medici siciliani, premio al centenario Ganga

È del Nisseno il decano dei medici siciliani, premio al centenario Ganga

È del Nisseno il più anziano medico della Sicilia. È il quasi centenario – traguardo che taglierà il 29 gennaio – Salvatore Ganga di Niscemi.

Da oltre settant’anni è iscritto all’ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Caltanissetta.

Per festeggiare l’evento è in programma per domenica 28 gennaio, alle 11, una cerimonia nell’aula consiliare del comune di Niscemi. A medico a riposo verrà consegnata una targa.

La celebrazione per volontà del presidente dell’ordine, Giovanni D’Ippolito, per rendere omaggio al decano della medicina la cui iscrizione all’albo professionale risale al lontano 1948.

A 26 anni – il 23 novembre 1945 –  Ganga si è laureato alla facoltà di medicina dell’università di Catania. Due anni dopo, si è trasferito a Niscemi per esercitare la professione medica.

«La figura e la saggezza del nostro collega – ha spiegato il presidente Giovanni D’Ippolito – sono un patrimonio di cultura ed esperienza irrinunciabile per i giovani medici, ma anche una preziosa risorsa di umanità per la nostra società».

626 Letture

 

 

Scritto in SocietàComments (0)

 

Mussomeli, al “Virgilio” gli studenti producono  caciocavallo e pecorino

Mussomeli, al “Virgilio” gli studenti producono caciocavallo e pecorino

Mussomeli-Nei giorni scorsi si sono svolte le attività di caseificazione all’IPSASR “Virgilio” di Mussomeli. I ragazzi della II A coinvolti nella caseificazione hanno messo in pratica nuove tecniche di produzione del Pecorino siciliano e del caciocavallo, sperimentando la produzione senza la “ scotta” e, per il caciocavallo, l’acidificazione della pasta nel siero. Tali attività sono state inserite nell’ambito del Percorso Triennale, con la finalità del conseguimento della qualifica di operatore agro-alimentare.
Grande soddisfazione è stata espressa dalla dirigente scolastica, dott.ssa. Calogera Genco, che ha elogiato gli alunni, che hanno mostrato partecipazione e interesse per le citate attività formative.
La scuola ha l’obiettivo di integrare le attività e i contenuti disciplinari con le opportunità offerte dal mondo del lavoro, dove la figura del casaro è oggi tra le più richieste.
Gli alunni sono stati impegnati, in un primo incontro, nella produzione della ricotta e del pecorino, prodotto esclusivamente con latte di pecora intero, fresco e coagulato (“cagliato”) con caglio di agnello.
Il latte da caseificare era proveniente da un’azienda casearia del territorio, appartenente ad un alunno diplomato presso l’ Istituto Professionale negli anni precedenti e titolare di un’azienda multifunzionale. Il latte deriva da pecore allevate al pascolo spontaneo, senza utilizzi di mangimi e di fieno e questa caratteristica conferisce delle peculiarità nutrizionali di pregio e un gusto deciso.
Nel secondo incontro, gli studenti si sono cimentati nella produzione del caciocavallo, altro formaggio tipico della regione Sicilia, prodotto con  latte di bovini con l’aggiunta di caglio, fermenti lattici e sale. Il caciocavallo è uno dei più antichi formaggi siciliani ed ha una fantastica singolarità,  quella di poter essere gustato in ogni momento della sua stagionatura. In ogni fase va assumendo, un sapore ed un odore sempre più consistente: freschissimo, fresco o tenero o morbido, semistagionato e stagionato.
I siciliani, maestri di cucina, lo hanno adottato sfruttandolo in tutti i modi, dal mangiarlo come semplice formaggio a condimento di mille piatti.
Le attività di caseificazione, iniziate in queste settimane, continueranno per tutto l’anno con momenti laboratoriali periodici, che permetteranno agli alunni di conoscere tecniche di produzione innovative e per fare in modo che i formaggi, siano uno dei prodotti trainanti dell’agroalimentare siciliano. Il laboratorio di caseificazione rimarrà aperto anche in occasione dell’Open day, per offrire l’opportunità ai ragazzi delle scuole secondarie di I grado, di conoscere l’interessante offerta formativa che va dalI’ Istituto professionale per l’Agricoltura- antimeridiano e corso serale- all’Istituto professionale Alberghiero. La produzione della ricotta, infatti, verrà destinata ai laboratori di cucina dell’Alberghiero, per realizzare i prodotti tipici del territorio, come “teste di Turchi”, cannoli e cassatelle. I laboratori di trasformazione e di cucina dell’Istituto rimarranno, altresì, aperti nelle giornate di sabato mattina del mese di Gennaio, per permettere ai ragazzi delle scuole medie del territorio, insieme alle loro famiglie, di conoscere ed apprezzare le iniziative prese dal “Virgilio”, che coniuga i momenti di formazione professionale con il mondo del lavoro.

1.018 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

«Operare per i più bisognosi», presenti anche amministratori di Mussomeli, Villaba ed Acquaviva

«Operare per i più bisognosi», presenti anche amministratori di Mussomeli, Villaba ed Acquaviva

Sindaci e assessori di diversi Comuni hanno rinnovato il loro contributo aderendo alle iniziative a cura dell’associazione «Casa famiglia Rosetta», così da rafforzare il lavoro capillare che lega servizi pubblici e servizi privati sociali.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche il sindaco di Mussomeli, Giuseppe Catania, il sindaco Alessandro Plumeri di Villalba, l’Assessore Giuseppe Vullo e il consigliere comunale Palma Diminuco di Marianopoli, il vicesindaco Giuseppe Mendola e l’assessore Massimo Castellana di Acquaviva Platani, oltre ad esponenti delle amministrazioni comunali di Caltanissetta, Santa Caterina, Mazzarino, Butera e Sommatino.

La finalità è sempre quella di operare per i più bisognosi.

E in tal senso «Casa Rosetta» volge particolare attenzione ai servizi per tossicodipendenza, alcol dipendenza e gioco d’azzardo patologico, servizi per la riabilitazione articolati in centri diurni, servizi ambulatoriali, extramurali e domiciliari; servizi per persone con sindrome da Hiv ed a persone con disabilità e case alloggio.

Dal confronto è emersa l’importanza di estendere sempre questi servizi dando vita a una rete che integri pubblico e privato, così come è stato evidenziato che «i servizi per le famiglie e le persone più bisognose rivestono e devono rivestire un ruolo di prim’ordine nell’intervento sociale e nelle programmazioni politiche».

Per questa ragione sono in programma altri incontri con lo scopo di dare vita a un programma da presentare al governo regionale.

734 Letture

 

 

Scritto in Attualità, Eventi, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com