VigroEuronics
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Società

 

Mussomeli, gli alunni del ‘Virgilio’ diventano olivicoltori

Mussomeli, gli alunni del ‘Virgilio’ diventano olivicoltori

Mussomeli-Interessante e piacevole è stata l’attività di raccolta delle olive, effettuata nei giorni scorsi, dagli alunni della classe 3°A dell’IPSARS “ Virgilio” di Mussomeli ,presso l’azienda-laboratorio della scuola, diretta dalla dirigente scolastica, dott.ssa Calogera Genco.
Gli studenti, accompagnati e guidati dal docente agronomo, prof. Sorce Salvatore e dal collaboratore- addetto aziendale, Sig. Marcello D’Alessandra , hanno vissuto una bella giornata didattico-formativa, effettuando dapprima la raccolta delle olive, e poi partecipando assieme al docente alla estrazione dell’olio, effettuata presso l’oleificio Mancuso di Mussomeli.
I ragazzi hanno così potuto osservare i macchinari utilizzati per l’estrazione, ed hanno ascoltato con vivo interesse ed entusiasmo la spiegazione che il Prof. Sorce Salvatore ha fatto in loco, sul processo di trasformazione delle olive in olio con il metodo del sistema continuo , sulla classificazione degli oli e infine sull’utilizzo della sansa di olivo .
Gli alunni hanno mostrato di gradire la didattica sul campo, di certo più stimolante della teoria e, incuriositi, hanno lavorato e successivamente hanno posto diverse domande, riguardanti il settore oleario, riguardanti l’interesse sempre più crescente nel mercato di olio biologico, la differenza tra metodi di trasformazione a freddo o a caldo, la classificazione e commercializzazione degli oli.
Per questo motivo, l’azienda agraria, oltre ad essere una grande risorsa per la scuola e per i ragazzi , si conferma un laboratorio a cielo aperto per le ricerche e le sperimentazioni che gli studenti dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura portano avanti nei vari settori agrari ed in particolare in quello dell’olivicoltura, diventato strategico per la realtà economica del territorio.
Queste attività pratiche , consentono agli studenti di incrementare il loro bagaglio culturale, in questo comparto, divenuto sempre più importante per l’economia agricola dell’entroterra collinare siciliano.

974 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Cammarata, sabato e domenica open day al’ ”Archimede”

Cammarata, sabato e domenica open day al’ ”Archimede”

Si svolgeranno Sabato 20 e Domenica 28 Gennaio dalle 16:00 alle 19:00, gli Open Days dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Archimede, per le sedi di Cammarata e di San Giovanni Gemini.

Giovedì 25 Gennaio dalle 15:00 alle 18:00 sarà la volta dell’Open Day presso la sede di Casteltermini.

Gli Open Days saranno delle giornate importanti che l’Archimede dedica all’orientamento, in cui genitori e studenti avranno la possibilità di confrontarsi con i docenti, approfondire i percorsi di studio che l’istituto offre e visitare le varie aule multimediali e i laboratori presenti nelle diverse sedi.

L’istituto Archimede offre due diversi percorsi formativi da potere intraprendere:

Istituto Tecnico settore tecnologico, con tre indirizzi; Elettronica ed elettrotecnica; Chimica materiali e biotecnologie; Meccanica e meccatronica.

Istituto Professionale settore industria e artigianato, con tre indirizzi: Manutenzione e assistenza tecnica; Produzioni industriali e artigianali; Gestione delle acque e risanamento ambientale (solo per la sede di Casteltermini).

Il nuovo corso Gestione delle acque e risanamento ambientale che è stato concesso solo a poche scuole in Italia e ad un numero molto limitato in Sicilia, rappresenta una nota di prestigio per l’intero istituto e sicuramente una risorsa per tutto l’entroterra sicano.

La figura professionale relativa al nuovo corso si caratterizza per la conoscenza dei processi e degli impianti per la tutela del territorio con particolare riferimento alla gestione delle risorse idriche ed ambientali.

Il Dirigente Scolastico, Prof. Antonino Pardi, informa che è sempre possibile visitare l’Istituto Archimede, anche dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle 13.00 e il martedì dalle 15.30 alle 17.00.

Le iscrizioni sono aperte dalle ore 8.00 del 16 gennaio alle ore 20.00 del 6 febbraio.

Le famiglie che non riescono a provvedere all’iscrizione “scuola on line”, potranno recarsi direttamente in segreteria e richiedere supporto al personale incaricato.

712 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Villalba, l’assessore Tramontana: record di differenziata

Villalba, l’assessore Tramontana: record di differenziata


 Villalba- Dal 9 ottobre 2017 è iniziato il nuovo servizio di raccolta porta a porta. A distanza di un mese il Comune di Villalba e passato da una percentuale del 4 per cento,ad una percentuale di  differenziata del 47,5 per cento. ”Sono dati molto soddisfacenti che ci devono proiettare alla soglia,minima del 65 per cento,fissata dalle direttive Europee” ha dichiarato l’assessore Tramontana Giuseppe.

A Villalba col nuovo servizio, non ci sono piu campane di raccolta,gli ultimi cassonetti rimasti saranno tolti il prossimo 30 Gennaio,per far si che la nostra comunita’ viva in un luogo piu pulito e sicuro.
Oltre al calendario di raccolta,che rimarrà invariato ci sarà  un nuovo servizio ”L’isola Ecologica comunale”, che sarà aperta alla cittadinanza il lunedì,  mercoledì  e  sabato dalle 8:00 alle 12:00 e dove si potranno conferire I rifiuti,previo accertamento della corretta differenziazione da parte del personale incaricato.
L’Amministrazione Comunale ringrazia l’ufficio tecnico per il lavoro che svolge quotidianamente ,gli operatori del servizio,la Società S.R.R. Ursula Annaloro per il lavoro svolto,a titolo gratuito,nella progettazione,ma soprattutto vuole ringraziare la cittadinanza per  risultati raggiunti in questo cambiamento storico per la nostra comunità.
923 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Milena, stilato da sindaco e cittadini documento contro lo smembramento dell’Istituto di Milena-Campofranco

Milena, stilato da sindaco e cittadini documento contro lo smembramento dell’Istituto di Milena-Campofranco

MILENA – Ieri sera, 11 gennaio, una folta delegazione di genitori, cittadini, rappresentanti del consiglio d’istituto e docenti è stata ricevuta dal sindaco di Milena, dott. Giuseppe Vitellaro. Alla fine della riunione è stato stilato un documento condiviso all’unanimità dall’assemblea e dall’Amministrazione Comunale, con il quale si invitano le autorità politiche del territorio ad  intervenire energicamente per scongiurare l’eventuale smembramento che mira a far perdere l’identità socio-culturale .  Sulla vicenda il  MeetUp di Milena, che “ha interessato la propria deputazione nazionale e regionale, nelle persone della portavoce al Parlamento italiano on. Azzurra Cancelleri e del portavoce al Parlamento Regionale Siciliano on. Matteo Mangiacavallo  che hanno prodotto una nota indirizzata all’Assessore alla pubblica istruzione della Regione Siciliana, al fine di evitare la soppressione dell’Istituto Comprensivo ‘Milena-Campofranco’, che raccoglie le comunità scolastiche di Milena, Campofranco, Bompensiere e Montedoro.  Nel documento prodotto ieri si chiede  di valutare il mantenimento dell’Istituto Comprensivo di Milena-Campofranco nell’attuale composizione -Milena, Campofranco, Bompensiere e Montedoro-, al fine di tutelare i diritti delle famiglie dei territori della media Valle del Platani, o come extrema ratio di procedere con l’aggregazione dell’I.C. Serradifalco all’I.C. Milena-Campofranco.
“La stessa assemblea cittadina  – scrivono i pentastellati -ha inoltre deciso di sensibilizzare l’opinione pubblica con una manifestazione che si è tenuta, nonostante la pioggia, questa mattina, 12 gennaio, alla quale hanno partecipato tutti gli studenti ed i loro genitori dell’Istituto Comprensivo “Milena-Campofranco”; dopo la manifestazione ha fatto seguito un’assise pubblica, alla presenza dei genitori, alunni, cittadini, dell’on. Mancuso, del vicesindaco Vincenzo Nicastro e della DS prof.ssa Genco. Durante la stessa assemblea ha manifestato, inoltre, la propria vicinanza l’on. Azzurra Cancelleri, che a nome del gruppo dei portavoce nazionali e regionali del M5S ha dato la propria disponibilità nel continuare a perorare la causa dell’I.C. di Milena-Campofranco”.

1.077 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Niscemi: L’amministrazione Conti rinnova protocollo d’intesa con l’Ufficio del lavoro.

Niscemi: L’amministrazione Conti rinnova protocollo d’intesa con l’Ufficio del lavoro.

Si è svolto l’altro ieri un incontro in cui è stato siglato il rinnovo del protocollo d’intesa volto al mantenimento, alla riorganizzazione e al potenziamento dell’ufficio del lavoro in città, sito nei locali comunali del mercato ortofrutticolo. Vista l’importanza di questo Ufficio che garantisce un servizio necessario per un notevole bacino di utenza , è stato tenuto un tavolo tecnico per effettuare tutte le valutazioni del caso per mantenere attivo lo sportello del Paese.

Erano presenti il Sindaco Massimiliano dott. Conti, il Dirigente del Servizio XI CPI di Caltanissetta, Gela e Mussomeli del Dipartimento lavoro di Caltanissetta dott. Carmelo Rizza , il Dirigente del Centro per l’impiego di Gela, Niscemi, Butera e Mazzarino dott. Angelo Carbone, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione del Servizio XI CPI di Caltanissetta , Gela e Mussomeli dott. Enzo Nucera , il vicesindaco del Comune di Niscemi dott. Pietro Stimolo, il Medico Competente dell’Ufficio dott. Franco Matraxia e Franca Pepi funzionario del Centro per l’impiego di Niscemi.

Il protocollo d’intesa è stato rinnovato non solo per il mantenimento dell’ufficio del lavoro in città, ma anche con un’ottica di ampliamento e potenziamento del servizio in modo che possa costituire un punto di riferimento per i Comuni vicini. Il primo cittadino di Niscemi ha voluto precisare l’inattendibilità della voce che si era sparsa in città una ventina di giorni fa relativamente alla chiusura dell’ufficio del Centro per l’Impiego di Niscemi , che invece rimarrà aperto al pubblico nei locali comunali del mercato ortofrutticolo dal lunedì al venerdì.

791 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Presepe di Sutera, è «il più ecologico d’Italia»

Presepe di Sutera, è «il più ecologico d’Italia»

Il presepe vivente di Sutera s’è confermato il «più ecologico d’Italia». Giunto alla ventesima edizione, sono ormai gli ultimi giorni per visitare la rivisitazione della Natività.

Nel suggestivo quartiere Rabato è ancora visitabile nel pomeriggio, nella fascia oraria compresa tra le 17 e le 21, nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 gennaio. È peraltro disponibile il servizio bus navetta.

«Da qualche anno – è stato evidenziato –  all’aspetto rievocativo si è aggiunto  quello dell’attenzione verso i temi ambientali, attraverso la possibilità offerta ai visitatori di differenziare i rifiuti prodotti nel corso della visita, con il sistema uno@uno, che gli è valso il titolo di primo presepe rifiuti free».

Un ulteriore fiore all’occhiello. Già, perché la collaborazione tra il Comune di Sutera, la «Uno@Uno» differenziata e l’associazione «Kamicos» ha guardato anche all’educazione alimentare, rivolgendosi ai più piccoli

A loro distretto produttivo agrumi di Sicilia e il consorzio di tutela arancia rossa di Sicilia offrono, infatti, la possibilità di assaggiare salutari spremute di arance rosse siciliane.

2.492 Letture

 

 

Scritto in Eventi, SocietàComments (0)

 

Da «Casa Rosetta» ponte della solidarietà con il Mozambico

Da «Casa Rosetta» ponte della solidarietà con il Mozambico

Visita, per una “cinque giorni”, di una delegazione ufficiale della Unidos, Rede national sobre drogas e Hiv, del Mozambico, alle strutture ed ai servizi della associazione «Casa famiglia Rosetta».

«Costruiamo un ponte di solidarietà – è stato spiegato – capace di collegare due terre, Sicilia e Mozambico, separate da oltre seimila chilometri, ma unite da uno spirito comune, quello della lotta contro la droga, l’emarginazione e la povertà».

La delegazione è composta da Manuel Fernando Condula, educatore che opera sul fronte riduzione del danno Lucilia Rosina Agostinho. Al loro fianco il fondatore e presidente della associazione, don Vincenzo Sorce.

In agenda diverse tematiche sociali sul fenomeno delle dipendenze patologiche, soprattutto da sostanza, quale problema rilevante in Mozambico.

«La Rede National Unido – è stato evidenziato – si propone di creare comunità terapeutiche sul territorio mozambicano e collaborare con l’associazione “Casa Rosetta” per formare personale qualificato capace di dare risposte concrete ai bisogni della popolazione con particolare attenzione a quelle che sono le peculiarità e le diversità di genere». Realtà molto differenti ma ccomunate dalla volontà di fornire risposte concrete a chi le attende.

1.018 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Un anno per la visita cardiologica e il giorno fissato manca il personale. Il cardiologo Aldo Alaimo: “Noi del SBV pronti ad assisterla gratuitamente”

Un anno per la visita cardiologica e il giorno fissato manca il personale. Il cardiologo Aldo Alaimo: “Noi del SBV pronti ad assisterla gratuitamente”

CALTANISSETTA – Nel gennaio scorso aveva prenotato una visita cardiologica al Presidio ospedaliero S. Elia che era stata fissata per il 20 di dicembre: alla vigilia dell’appuntamento (cioè il 19 dicembre 2017, martedì pomeriggio), ha ricevuto una telefonata che la informava che la visita non poteva essere effettuata, perché non ci sarebbe stato personale presente, e che l’accertamento sarebbe stato rinviato a data da destinarsi. Volendo prenotare una nuova visita, non si sarebbe potuta anticipare prima di 14 mesi.  La donna, ex dipendente pubblico, e con problemi cardiaci,raccontato la sua disavventura a “La Sicilia”  quanto le è successo «perché questa è la dimostrazione che la povera gente, quella che non può permettersi una visita a pagamento, può davvero andare incontro a tragiche conseguenze. Personalmente sono andata più volte, a causa dei miei problemi, da un medico privato, ma una visita costa più di 100 euro e togliere questa somma dalla mia pensione incide notevolmente». «Quando l’altro pomeriggio mi hanno telefonato dal S. Elia non potevo credere a quello che mi hanno detto – continua la donna – e così ieri mattina, accompagnata da una mia amica, mi sono recata in ospedale. Mi hanno ribadito che non c’è personale per le visite e che mi avrebbero richiamato. Nel frattempo ho prenotato l’altra visita per l’ecocardio, con data 25 febbraio 2019».In verità, nella prenotazione del S. Elia, c’era un’altra possibilità per la paziente: dopo che prenotò la visita nel gennaio scorso, avrebbe potuto effettuarla il 19 giugno scorso all’ospedale di Gela. «Ma io non ho macchina e avrei dovuto trovare qualcuno che mi accompagnasse a Gela – conclude la donna – così come nella nuova prenotazione si fa riferimento alla possibilità di essere visitati nel reparto di Gela, comunque in data 15 maggio 2018, e cioè sempre tra sei mesi…» il l sindacato  gli Specialisti Accreditati Esterni  per le branche a visite,   esprime la propria solidarietà attraverso una nota a firma del vice segretario cprovinciale, dottore Aldo Aliamo  in cui si legge:  “Non posso che comprendere i disagi e le vessazioni subite dalla paziente cardiopatica che ha denunciato questo grave caso di malasanità.Noi Specialisti del Territorio, Convenzionati Esterni, siamo pronti a prendere in cura in convenzione senza alcun onere,la paziente, assicurando la visita e gli accertamenti di cui ha bisogno subito dopo l’Epifania. Col nuovo Assessore Razza e con il Presidente della Regione Musumeci stiamo portando avanti un progetto di abbattimento delle liste di attesa che sicuramente vedrà risolte tante disfunzioni del sistema.”.

318 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

Villalba, gli assessori Tramontana e Lamonaca, custodi del cimitero a Natale e Capodanno

Villalba, gli assessori Tramontana e Lamonaca, custodi del cimitero a Natale e Capodanno

Nei giorni scorsi gli assessori Tramontana e Lamonaca in sintonia con l’ufficio tecnico e gli operatori che prestano servizio di apertura e chiusura del cimitero comunale,hanno stilato il calendario per il periodo delle festivita’ natalizie.Gli assessori hanno deciso di comune accordo e senza pensarci su,che ad aprire nella giornata del Natale,e il giorno del nuovo inizio dell’anno sarebbero stati proprio loro, lasciando cosi liberi gli operatori di trascorrere I giorni delle festivita’ in  compagnia delle loro famiglie.

Gli assessori al riguardo precisano:”Natale e Capodanno al servizio della cittadinanza.
Ringraziamo gli operatori per la disponibilita’ mostrata
Viste le tante richieste pervenute da parte dei cittadini,ma soprattutto dei concittadini provenienti da fuori a trascorrere le festivita’ natalizie con i loro familiari,abbiamo dato loro l’oppurtunita’e la serenita’ di far visita ai loro cari.”
1.286 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

”Blue Whale”: il capitano Balestra incontra gli studenti del ”P. E.Giudici”

”Blue Whale”: il capitano Balestra incontra gli studenti del ”P. E.Giudici”

Nell’ultimo mese di attività scolastica, prima della pausa natalizia e delle festività di fine e inizio anno, all’Istituto Comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” si sono svolti degli incontri sul tema “Blue Whale”, tenuti dal capitano Luigi Balestra, comandante della compagnia dei carabinieri di Mussomeli, con gli alunni e i genitori della scuola secondaria di primo grado: venerdì 17 novembre, ore 10:00, plesso “Sen. Giuseppe Mormino” di Sutera; martedì 21 novembre, ore 10:00, plesso “S. Giovanni Bosco” di Acquaviva Platani; martedì 5 dicembre, ore 15:15, plesso “Sac. Giuseppe Messina” di Mussomeli; martedì 19 dicembre, ore 15:15, plesso “Padre Pino Puglisi” di Mussomeli.

Il gioco “Blue Whale” è altamente pericoloso perché innesca atteggiamenti e comportamenti imitativi aggressivi e auto aggressivi senza che via sia un filtro consapevole e critico che possa difendere i ragazzi da pratiche nocive e letali. La naturale curiosità degli stessi alunni, inconsapevolmente, può determinare il desiderio di provare per gioco senza capire la gravità dello stesso, procurando turbamento e disagio psicologico agli stessi.

Incontrando gli alunni, il capitano Luigi Balestra ha voluto sottolineare il motivo della sua iniziativa concordata con il responsabile legalità prof. Tonino Calà e la dirigente scolastica Alessandra Camerota. Dopo avere visto una inchiesta delle “Iene” sul tema spinoso della “Balena blu”, l’atroce dolore di una madre per la perdita di suo figlio che si era tolto la vita ha indotto il comandante a riflettere sulla pericolosità del fenomeno, anche a seguito del caso di una ragazza che si è verificato nella città di Caltanissetta. Gli alunni hanno rivolto tante domande al capitano mostrando interesse e curiosità. L’alto ufficiale si è molto soffermato sul valore sacro della vita, citando il testo della Costituzione Italiana dove vengono ribaditi i principi e i valori etici che i nostri padri costituenti hanno voluto riaffermare nei primi 12 articoli. Parlando poi di un passato che non è più e di un presente proiettato verso il futuro, una citazione colta della poesia “Il sabato del villaggio” del grande poeta Giacomo Leopardi, annotazione volta a confermare il valore indiscusso e meraviglioso della vita, anche in presenza di problemi e di difficoltà. L’ultimo incontro che si è tenuto al plesso “Padre Pino Puglisi”, apprezzato da alunni e genitori presenti, è stato arricchito con la presentazione di slide tematiche e la proiezione di un cortometraggio dal titolo “Non temere”, realizzato dai giovani della “Misericordia” di Mussomeli che erano presenti. A conclusione dell’incontro, la dirigente scolastica Alessandra Camerota ha posto in rilievo il fatto che nella nostra scuola, da diversi anni, si realizzano progetti sulla legalità, incontri con testimoni del nostro tempo e una particolare attenzione all’insegnamento della Cittadinanza e Costituzione, disciplina da potenziare nelle stesse dichiarazioni programmatiche del Ministro della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli: “Uno dei compiti più importanti della scuola – ha detto – è quello di sviluppare negli studenti competenze di cittadinanza attiva ispirati ai valori della responsabilità, legalità, partecipazione, inclusione e solidarietà. Per questo, siamo convinti che il potenziamento di nuovi strumenti di conoscenza legato anche all’approfondimento in tutte le scuole della nostra Costituzione possa contribuire al sostegno di una cittadinanza europea attiva e consapevole, che si fondi sulla conoscenza e sul rispetto delle norme a fondamento del nostro vivere comune e che in futuro permetta ai ragazzi di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa”.

1.307 Letture

 

 

Scritto in Attualità, SocietàComments (0)

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com