predil 1Predil ceramiche VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio | Sport

 

Incontro per definire l’organizzazione del rally città di Mussomeli

Incontro per definire l’organizzazione del rally città di Mussomeli

MUSSOMELI – Si è svolto mercoledì un incontro tra gli Organizzatori  del rally di Mussomeli e il Sindaco Giuseppe Catania, il Vice Sindaco Francesco Canalella e ll’Ass. con delega allo sport  Seby Lo Conte che spiegano i promotori dell’evento ” ha  sancito una piena sinergia e una proficua collaborazione tra la macchina organizzatrice del Rally e l’Amministrazione Comunale”.

“Che il sindaco creda nel Rally, in quanto motore di sviluppo turistico – proseguono gli organizzatori – , lo ha dimostrato la sua immediata disponibilità a finanziare, con fondi propri, l’iscrizione della gara al calendario Aci sport, purché l’evento dia massima visibilità al nostro territorio con iniziative speciali inserite all’interno del periodo di gara.

Saranno – concludono -, pertanto, valutate a breve, in collaborazione con albergatori e ristoratori,  idee che possano incrementare il commercio turistico locale. Un modo nuovo e semplice per valorizzare i due settori, commercio  e sport, e per una buona riuscita della gara, con la garanzia del Comune di Mussomeli”.

284 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SportComments (0)

 

Motori, al Tindari Rally in gara diversi equipaggi nisseni

Motori, al Tindari Rally in gara diversi equipaggi nisseni

Ci saranno anche i nisseni Carmelo Lanzalaco e  Antonio Marchica su Renault Clio N3 al terzo Tindari rally con 106 equipaggi iscritti ed il Tony Cairoli fest, la celebrazione del nono titolo mondiale motocross per la leggenda pattese delle due ruote.

L’attesissimo appuntamento motoristico è in calendario per il week-end alle porte  con formula “rally day” ed è  organizzato dalla Scuderia Cst Sport

In gruppo N si presenta agguerrita la classe 2000 con la presenza degli stessi  leader nisseni Carmelo Lanzalaco ed Antonio Marchica su Renault Clio,

Altra classe sotto i riflettori è la A6 con gli occhi puntati sulla giovane promessa nissena Salvatore Lo Cascio che sarà navigato da Michele Castelli sulla Peugeot 106

Dopo i positivi test anche in salita torna in gara l’esperto nisseno Fabrizio La Rocca sulla Mini John Cooper Works in versione racing start plus,

Nell’affollata classe N2 sarà in gara un altro portacolori  niseeno detentore del titolo regionale 2016,  Salvatore Farina.

Gli equipaggi si sfideranno lungo le due spettacolari prove speciali “San Piero Patti” e “Moreri” da percorrere 3 volte, intervallate dai riordinamenti e parchi assistenza presso la zona Industriale di Patti. Il traguardo finale sarà ancora sul Lungomare di Patti Marina.

279 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Notte fonda per il Mussomeli, ennesima sconfitta e ultimo posto confermato

Notte fonda per il Mussomeli, ennesima sconfitta e ultimo posto confermato

MUSSOMELI – Sono ormai finite le attenuanti per mister Aprile e i giocatori dell’A.S.D. Mussomeli. Ieri infatti è arrivata l’ennesima sconfitta per i rossoblù, sconfitta arrivata dopo un appena discreto primo tempo e un secondo nel quale la squadra di casa non è praticamente entrata in campo, lasciando il pallino del gioco al volenteroso Caccamo di mister Tarantino. La squadra palermitana si è dimostrata una squadra bella dalla cintola in su, ma molto vulnerabile in difesa, ma il Mussomeli, facendo il gioco degli avversari ha lasciato troppo campo a Cutaia e compagni, che non si sono fatti di certo pregare a tagliare la difesa rossoblù soprattutto con i fratelli Clemente e con Scillufo pericoloso, a dire il vero solo con i calci piazzati. Eppure il Mussomeli sulla carta è una squadra che dovrebbe e potrebbe veleggiare in altre posizioni di classifica. Probabilmente a Dicembre, qualche calciatore che non si è dimostrato all’altezza andrà via e arriverà qualche sostituto all’altezza del campionato di Eccellenza, nella speranza di non rimanere ulteriormente attardati dalle squadre che precedono in classifica. Nel frattempo bisognerà provare a salvare il salvabile già da Domenica nell’ostica trasferta di Favara.
Mussomeli: Sgroi, Russo, Minnone, Sciacca, Licari, Fecarotta, Buccafusco, Corbetto, Messina B., Fricano, Scarpinato. A disposizione: Lo Monaco, Curto, Cairella, Spoto Messina G., Spina, Calabrese. Allenatore: Marco Aprile.
Polisportiva Nuova Città di Caccamo: Ceesay, Ventura, Galbo, Arlotta, Levantino, Sardina, Nicosia, Cutaia, Scillufo, Clemente P., Clemente M.. A disposizione: Riina, Migliore, Di Giovanni, Sawo, Taulli, Priolo, Perna. Allenatore: Pietro Tarantino.
Photogallery a cura di Tanino Romito
307 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Arriva il primo punto con il Campofranco ma il Mussomeli non si schioda dall’ultimo posto. Le foto e il video

Arriva il primo punto con il Campofranco ma il Mussomeli non si schioda dall’ultimo posto. Le foto e il video

MUSSOMELI – La quinta giornata del girone  A di  Eccellenza porta una buona  notizia per il Mussomeli: arriva il primo punto contro i cugini dell’Atletico Campofranco.  Sono proprio i giallorossi a portarsi in vantaggio nella prima frazione con Trataglia. Bravi i ragazzi di Mister Aprile a reagire e a ripristinare il pareggio con Scarpinato. Un risultato utile maturato contro un avversario, tradizionalmente ostico per il Mussomeli, che solleva il morale. Tuttavia i rossoblù, seppur in ripresa, restano da soli all’ultimo posto per cui ci sarà ancora da lavorare sodo per risalire la china.

Il video e le foto di Tanino Romito

 

Stralcio video dell’incontro  

La photogllery 

560 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Profondo rossoblu. KO interno del Mussomeli con il Monreale. Le foto di Tanino Romito

Profondo rossoblu. KO interno del Mussomeli con il Monreale. Le foto di Tanino Romito

MUSSOMELI – Alla terza di campionato di Eccellenza, girone A,  al “N. Caltagirone” l’Asd Mussomeli ne esce con le ossa rotte ed è fermo all’ultimo posto a zero punti. Anche nel calcio,si sa, se due indizi possono essere una coincidenza, tre indizi fanno una prova. Il club  manfredonico è in piena crisi. Così la partita del riscatto si è trasformata nel  match del tracollo. Eppure il Monreale che ha meritato la vittoria sembrava essere alla portata del Mussomeli che, invece, contro i palermitani,  si è mostrato impalpabile, inconsistente, leggero e approssimativo. Già nei primi minuti si sono manifestate le prima avvisaglie che i meccanismi di gioco dei padroni di casa erano inceppati. Un Monreale aggressivo dopo appena cinque minuti è riusciuto violare la porta difesa da Sgroi. E’ La Mattina ha gonfiare la rete anche grazie a uno svarione difensivo dei rossoblù. Il gol subito come una doccia fredda sembra scuotere il Mussomeli ma è solo un’illusione:  la reazione è flebile e i ragazzi di Mister Aprile mettono in movimento solo un paio di volte, con Messina,  l’ex Ilardi. Nella ripresa a nulla sono valsi i cambi nel tentativo di acciuffare un pareggio che non solo non è arrivato ma che con l’espulsione di Alessandro Messina per reazione all’80’ ha permesso al Monreale di raddoppiare con De Luca. Inutile il gol di Minnone al 93’ che non ha riacceso le speranze né cancellato la prestazione opaca dei rossoblù. Ora è giusto chiamare le cose col proprio  nome. La squadra manfredonica ha perso la bussola ed è apparsa smarrita e disorientata contro un Monreale forse con  meno blasone ma cdi certo più sostanza .  A dispetto di quello che potrebbe valere sulla carta, infatti,  il Mussomeli così come ha giocato in questo primo scorcio di campionato non può ambire nemmeno alla salvezza. Serve un esame di coscienza corale per capire le cause di questo corto circuito che ha mandato in tilt testa e gambe dei rossoblù.

Le foto di Tanino Romito

1.362 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Lo spettro della crisi incombe sul Mussomeli dominato dal Cus Palermo per 3 a 1

Lo spettro della crisi incombe sul Mussomeli dominato dal Cus Palermo per 3 a 1

MUSSOMELI – A preoccupare non è il fatto che oggi contro il Cus Palermo l’Asd Mussomeli non abbia  ottenuto i tre punti o che non sia neppure riuscito a  strappare un pareggio.  La quiete di Mister Aprile, della dirigenza, dei sostenitori rossoblù è turbata dall’evidente consapevolezza che la compagine mussomelese non ha mostrato convinzione e condizione (più fisica che mentale) necessari per conseguire  un risultato utile. Questa la cronaca di un match che ha visto i padroni di casa primeggiare nell’arco di tutti i novanta minuti. In meno di 10 minuti il club palermitano si porta in vantaggio con Mercanti che con un tiro dai 15 metri insacca alla destra di Sgroi. Il Mussomeli, nei dieci minuti successivi,  spreca almeno tre chiare occasione da goal più per svogliatezza che per sfortuna. Il Cus, al contrario,  è cinico  e lucido e raddoppia con uno splendido pallonetto confezionato da  Mercanti servito da un Correnti in stato di grazia. Al decimo della ripresa è Virga, con la complicità della difesa mussomelese,  a portare i padroni di casa sul 3 a 0. Nove minuti più tardi  Spina sigla  il gol della bandiera. Nel finale c’è tempo per qualche sussulto con il Mussomeli che ha provato un paio di volte a rendersi pericoloso e, sopratutto,  con il  Cus che colpisce  un palo e una traversa.  Domenica prossima serve la svolta:  al “N. Caltagirone” arriverà a il Monreale che, come il Mussomeli,  è reduce da due sconfitte nelle prime due gare. Vincere sarà per i ragazzi di Mister Aprile l’imperativo categorico. In casa rossoblù se non è crisi manca poco, una ulteriore sconfitta rimetterebbe tutto e tutti in discussione.

804 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

“Rally Event Santa Teresa Riva, nisseni in gara a caccia di successi

“Rally Event Santa Teresa Riva, nisseni in gara a caccia di successi

Caltanissetta – In gara, all’undicesima edizione del “Rally Event Santa Teresa Riva”, ci sarà una coppia tutta nissena che punta alla vittoria di classe e a un buon piazzamento assoluto.

È il giovane equipaggio tutto nisseno composto da Antonio Guttilla  e da Totò Giglio. Il primo è alla sua seconda esperienza rallystica della carriera, l’altro vanta un’esperienza ben più consolidata nei rally.
Saranno in corsa, su una Peugeot 106 Gti 16v,  nell’agguerritissima classe A6. Dovranno vedersela, come principali antagonisti in classe, con i coniugi di Sant’Alessio Siculo, Tino Leo e Giuliana Duro, compagni di vita e compagni nell’abitacolo.

L’11° Rally Event, in programma sabato 16 e domenica 17 settembre, si articola su 10 prove speciali – tre da ripetersi altrettante volte, una prova spettacolo –  con start sabato sera da piazza Antonino Stracuzzi, a Santa Teresa Riva ed arrivo domenica, sempre nello slargo dedicato al compianto pilota santateresino. Complessivamente, il percorso del rally misura 245 chilometri, 62 dei quali costituiti da tratti  cronometrati.

410 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Incidente sulla Pa Ag per 5 giocatori del Campofranco, a Cinà asportata la milza

Incidente sulla Pa Ag per 5 giocatori del Campofranco, a Cinà asportata la milza

il luogo dell’incidente

CAMPOFRANCO – Una brutto notizia si abbatte sulla società giallorossa guidata da Mister mattina. Oggi pomeriggio sulla famigerata Palermo Agrigento, cinque calciatori dell’Atletico Campofranco sono rimasti coinvolti in brutto incidente nei rpessi di Misilmeri. Si tratta di  Cinà, Scalisi, Vitrano, Corso e Serio. A riportare i danni più gravi è stato Alfonso Cinà a cui i medici del “Buccheri La Ferla” gli avrebbero asportato la milza, il difensore avrebbe riportato lesioni anche alla gabbia toracica. Danni anche per Gioacchino Serio che avrebbe subito la frattura del setto nasale. Gli altri atleti avrebbero  riportato lesioni di lieve entità.  Ancora da chiarire le dinamiche dell’incidente occorso ai cinque calciatori che pare stessero facendo ritorno a Campofranco.

16.777 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SportComments (0)

 

Esordio da incubo per il Mussomeli travolto in casa dal Dattilo

Esordio da incubo per il Mussomeli travolto in casa dal Dattilo

MUSSOMELI. Non poteva esserci peggiore esordio in campionato per il Mussomeli. La squadra di Marco Aprile ha infatti perso con un netto 0-4 casalingo al cospetto di un Dattilo Noir che, sulla base del risultato, non s’è capito bene se forte di proprio oppure se a contribuire a questo rotondo risultato la squadra di casa non ci abbia messo di suo. Certo è che lo 0-4 casalingo è un risultato che ci sta tutto per gli ospiti, ma anche che amareggia non poco tutto l’ambiente calcistico mussomelese. Una sconfitta del genere, per di più in casa, non è facile da digerire e il tecnico Marco Aprile dovrà interrogarsi parecchio sulle cause di questa sconfitta. Perché è chiaro che, al di la dei meriti dell’avversario, il Mussomeli visto oggi al Nino Caltagirone non è sembrato in grado di opporre la benché minima resistenza agli avversari. Una gara da incubo. Nemmeno il tempo di cominciare che già il Dattilo Noir è andato a segno con Iraci abile ad infilare la porta di Noto su uno spiovente di Convitto non trattenuto da Noto e sul quale l’attaccante trapanese ha potuto comodamente segnare la rete dello 0-1. Otto minuti più tardi, al 16′, c’è stato il raddoppio su una leggerezza in fase di disimpegno che ha regalato allo scatenato Convitto la palla del raddoppio. E siccome il Mussomeli non è riuscito a reagire per come avrebbe dovuto, ecco che poco prima la fine del primo tempo al Nino Caltagirone s’è messo a piovere sul bagnato in quanto ancora Convitto è riuscito ad eludere la marcatura di Lucchese e ad insaccare il pallone dello 0-3. Nella ripresa gli ospiti hanno infine arrotondato lo score ancora con Convitto. Questa la cronaca spicciola di una sconfitta sulla quale bisognerà fare una seria ed approfondita riflessione. La società s’è mossa parecchio sul mercato mettendo a segno ottimi colpi, ma è chiaro che manca la necessaria amalgama. Marco Aprile dovrà lavorare tanto e bene per consentire a questa squadra di assumere una propria identità tecnica e tattica; nel frattempo l’ambiente incassa una dura sconfitta che certamente non fa morale e che lascia l’amaro in bocca. Si dirà: siamo alla prima giornata e ancora c’è tempo. Tutto questo è vero ma fino ad un certo punto poiché nel calcio non contano i se i ma. Valgono invece i risultati. Che, con l’auspicio che, quanto prima possano finalmente arrivare, finora, tuttavia, in questa primissima fase della stagione, per il Mussomeli non sono ancora arrivati. Per il resto, sempre nello stesso girone, da segnalare l’ottima partenza dell’Atletico Campofranco che ha schiantato con un secco 0-3 esterno la Pro Favara con una doppietta di Serio e gol di Polito.

ECCELLENZA GIRONE A – 1^ Giornata

 

Alba Alcamo – Marsala Calcio 0-0 giocata sabato.
Città di Casteldaccia – Kamarat 3-0 giocata sabato.
Licata – C.U.S. Palermo 3-2
Mazara – Polisportiva Castelbuono 1-0
Mussomeli – Dattilo Noir 0-4
Nuova Città di Caccamo – Canicattì 0-0
Parmonval – Monreale 2-1 giocata sabato.
Pro Favara – Atletico Campofranco 0-3

1.082 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Mussomeli, il tribunale federale territoriale ha prosciolto l’ex presidente del Mussomeli Enzo Munì

Mussomeli, il tribunale federale territoriale ha prosciolto l’ex presidente del Mussomeli Enzo Munì

La procura, un paio di mesi fa, aveva deferito e chiesto quattro mesi di inibizione per l’ex presidente Enzo Munì e 600 euro di multa alla società per un post pubblicato sulla pagina facebook della squadra calcistica da un tifoso dell’ASD Mussomeli. Dichiarazioni lesive sull’onorabilità ed il prestigio dell’Istituzione calcistica e della L.N.D. (Comitato Regionale Siciliano) che la società stessa, a suo tempo, non ha mai smentito.

Lo sfogo di un tifoso a fine dello scorso campionato, che ha visto riscrivere la classifica dopo i fatti che riguardavano il Marsala-Castelbuono che in quel post, datato 12 maggio 2017, scriveva: “Ieri con molta probabilità è morto il calcio in Sicilia. … Un sistema malato e privo di regole. Un sistema dove chi deve decidere cambia idea improvvisamente. Un sistema che non tiene conto di quello che realmente accade sul campo ma che ribalta a piacimento i risultati di un campionato già marcio di suo. … non si può giocare e prendere in giro delle Società, dei giocatori e soprattutto dei tifosi che hanno riso, pianto e sognato per i risultati della propria squadra. …”.

Con il proscioglimento dell’ex presidente Munì, il tribunale federale territoriale ha riconosciuto che non sussisteva responsabilità alcuna nè da parte del presidente nè della società per quel post che esprimeva profonda delusione per le vicende di fine campionato

“Giorno cinque settembre mi sono difeso dinanzi al tribunale federale – dice l’ex presidente Enzo Munì – e con il proscioglimento finalmente viene messa la parola fine a questa vicenda.”

1.614 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SportComments (0)

 

 

 

 

 

 

This site is protected by wp-copyrightpro.com