VigroBanner censimento
1 in alto sinistra

 

 

 

 

monticelli

 

 

 

 

 

 

 

cinema

 

 

Archivio | Sport

 

Claudio Bologna si aggiudica il 6° Autoslalom città di Cammarata

Claudio Bologna si aggiudica il 6° Autoslalom città di Cammarata

CAMMARATA – In una gara emozionante, domenica scorsa, Claudio Bologna, alla guida della sua Formula Gloria C8 S, si è aggiudicato il 6° Autoslalom città di Cammarata.  Ha conquistato il gradino più alto del podio, precedendo il pilota locale Vincenzo Leto, su Elia Avrio ST 09, e Onofrio Vito Alba con la sua Alba SP 01 Kawasaki, per la Catania Corse. Nella ideale classifica in rosa, a spuntarla è stata Ilaria Rapisardi, al volante di una Suzuki Swift Sport, che ha così fatto sua la sfida tutta in famiglia con la madre Rosa Maria Ristagno su Fiat Seicento SP, della S.G.B Rallye. Tra le attività di base il più abile si è rivelato alla conclusione Massimiliano Lo Conti della scuderia S.G.B Rallye su Renault 5 GT.T, mentre tra le storiche si è imposto Pietro Amorello con la sua Fiat 600 Promozione a cura del Team Palikè con la locale Scuderia Germini Corse.

 La gara tra i birilli è tornata nella cittadina agrigentina dopo 10 anni.  Ha vinto Bologna grazie al miglior tempo di 135,98 ottenuto nell’ultima manche, precedendo Vincenzo Leto di quasi tre secondi. Emozioni sul tracciato lungo la strada provinciale 24 che collega Cammarata a Santo Stefano di Quisquina. Nel corso della prima manche la pioggia ha portato alla sospensione della gara, ripresa poco dopo grazie all’intervento degli ufficiali di gara, che hanno rimesso in sicurezza il circuito.

Una sfida più che speciale è stata quella ha messo di fronte Rosa Maria Ristagno, con la sua Fiat Seicento SP, della S.G.B Rallye, e  Ilaria Rapisardi, alla guida di una Suzuki Swift Sport. Una sfida tutta in famiglia che ha visto Ilaria battere mamma. Per la giovane pilotessa, alla sua prima esperienza su strada, il miglior tempo personale, che le ha permesso di sopravanzare Rosa Maria, è arrivato all’ultima manche. Ilaria si è così aggiudicata la palma rosa del 6° Autoslalom Città di Cammarata.

Nei rispettivi gruppi Vincenzo Leto, secondo assoluto, ha primeggiato nell’E2SC. Sebastiano Cusmano, Giuseppe Cacciatore e Gero Zucchetto hanno, invece, conquistato il gradino più alto del podio rispettivamente nei gruppi E1ITA, N e A. Giuseppe Marranca della S.G.B Rallye, con la sua Opel Corsa GSI , si è imposto nel gruppo Speciale; Fabrizio Vullo (Peugeot 106 R.), della S.G.B Rallye, infine, si è imposto nell’RS. Tra gli Under 23, presenti alla gara, il migliore è stato Michele Antinoro, della S.G.B Rallye, su Peugeout 106 R. Alle sue spalle Mariano Lombardo, della Caltnessetta Corse, su Peugeot 205 R.

Il 6° Autoslalom Città di Cammarata è  stato promosso dal Team Palikè Palermo, che vede al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito, affiancato per l’occasione dalla Muxaro Corse ASD di Sant’Angelo Muxaro, in sinergia con la locale Scuderia Germini Corse, coordinata dal pilota Nazareno Pellitteri e da Angelo Infantino. Patrocini dei comuni di Cammarata e San Giovanni Gemini. Prossimo appuntamento per il Team Palikè lo slalom Città di Misilmeri il 22-23 luglio.

 

761 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Arti marziali, nuove cinture ai maestri Torregrossa e Raimondi

Arti marziali, nuove cinture ai maestri Torregrossa e Raimondi

Caltanissetta – Consegnato ufficialmente il 2° dan al senpai Luca Raimondi del dojo di Sommatino , al senpai Luigi Rio il 1° dan del dojo di Palermo e al senpai Alfonso Torregrossa del dojo di Caltanissetta il 2° dan. Promozioni che sono state attribuite dopo aver svolto l’esame in Giappone. Parallelamente si è svolto il prestigioso stage nazionale della World So Kyokushin Karate Italia Ikko con una due giorni con allenamenti anche all’aperto in spiaggia e in mare ed ha visto impegnati atleti e i tecnici di tutta l’Italia. Durante lo stage sono state consegnate ufficialmente le cinture nere ed i diplomi di grado provenienti dalla World So Kyokushin del Giappone con una cerimonia per il conferimento dei dan agli atleti che hanno sostenuto l’esame di cintura nera a Parabita, sotto la supervisione di Shihan Roel Wildeboer 8° dan Karate Kyokushinkai Olanda e dal Presidente Ikko, responsabile nazionale Kyokushinkai karate Csen , Shihan Casto 6° dan.

671 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Quando lo sport… divide e violano botte da orbi

Quando lo sport… divide e violano botte da orbi

imagine di repertorio

Caltanissetta – Quando lo sport… divide. E volano botte da orbi perché non trovavano l’accordo su come giocare. E alla fine, né cricket, né calcio. Ma mazzate a più non posso tra una trentina di ospiti del centro di accoglienza di Pian del lago

E alla fine il bilancio è stato di una quindicina di contusi medicati negli ospedali di Caltanissetta ed Enna.

Due i gruppi contrapposti – pakistani e nigeriani – che non sono riusciti a mettersi d’accordo se giocare a pallone o a cricket.

E piuttosto che dividersi, giocando ognuno a ciò che avrebbe voluto, tra le due fazioni è nata un’accesissima discussione.

Dalle parola ei fatti il passo è stato breve. Brevissimo. Probabilmente attendevano solo la scintilla perché la miccia, probabilmente per altro, era già innescata.

In un attimo s’è scatenato il finimondo con un calci, pugni e schiaffi alla cieca.

Sono intervenute le forze dell’ordine che hanno dovuto faticare non poco prima di riuscire a divider i due  gruppi.

E con la conta dei danni, in quindici sono stati poi accompagnati in ospedale perché più o meno feriti in quella violenta bagarre.

1.156 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

ASD Mussomeli e comune discuteranno su scenari calcistici futuri

ASD Mussomeli e comune discuteranno su scenari calcistici futuri

MUSSOMELI – Venerdì  alle 19.30 a Palazzo Sgadari si terrà un’assemblea cittadina

promossa dall’amministrazione comunale e dall’ASD Mussomeli. “Insieme si vince…per Mussomeli!: sportivi, tifosi, simpatizzanti e tutti coloro che hanno

a cuore il calcio a Mussomeli sono stati invitati a partecipare.

“Sarà un momento importante e delicato per il futuro prossimo.

L’obiettivo fissato è  quello di trovare ‘soluzioni’ e discutere sui possibili scenari ‘costruttivi’ per sostenere il calcio a Mussomeli.

E’ quasi un obbligo morale salvaguardare 41 anni di storia.

Da qualche anno a questa parte si va avanti da soli e questa società è stanca” recita un documento.

Occorre aiuto e sostegno dal punto di vista economico ed umano. Il comune non

ha mai contribuito economicamente, gli sponsor sono sempre meno, così come le

persone che vengono a sostenerci la domenica al campo. “Vogliamo capire se, per il

prossimo anno, c’è la concreta possibilità di avere un sostegno. Bisogna capire che il

Mussomeli ha una storia lunga 41 anni e che è di tutti, sicuramente non di questa

attuale società che non può far tutto se lasciata da sola.”

Viene ribadito che tutte le soluzioni sono possibili:

ingresso nuovi soci, mettersi da parte se qualche altra cordata di persone vuole

prendere il totale controllo societario, lasciare la guida della società a chi lo chiedesse

ma con il sostegno dell’attuale dirigenza. C ‘è un titolo da

difendere: un campionato, di Eccellenza o di Promozione da affrontare e una storia

costruita con il sacrificio di tante persone da salvaguardare. Si discuterà di tutto questo e di altro.

591 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SportComments (0)

 

Sabato prossimo a Mussomeli 2° memorial “Vincenzo Ricotta” all’insegna della solidarietà

Sabato prossimo a Mussomeli 2° memorial “Vincenzo Ricotta” all’insegna della solidarietà

MUSSOMELI – Anche quest’anno l’ ASD Mussomeli insieme con l’Associazione Vivi ricorderà la figura  di Vincenzo Ricotta scomparso alcuni  anni fa  a causa di un male incurabile.

Sabato 3 giugno, presso la palestra comunale, avrà luogo il 2° memorial “Vincenzo Ricotta” per ricordare un giovane esempio di dolcezza e sensibilità d’animo, come ha detto l’allenatore della scuola calcio Salvatore Castiglione al quale hanno fatto eco le parole dei mister Michele Torquato  e Salvatore La Mattina.  

A quella che sarà  una giornata  all’insegna  dello sport e dell’aggregazione sono state invitate alcune scuole calcio  della provincia di Caltanissetta e  Agrigento  che faranno giocare i bambini delle categorie piccoli amici pulcini  ed esordienti.

Il programma prevede   un momento di fraternità ed accoglienza alle h 15.00 e a seguire  tornei di calcio  a 5 e, grazie alla  collaborazione  con l’ associazione Vivi e Bimbilandia sono previsti altri momenti ludici.  Il responsabile del settore giovanile  del Mussomeli calcio, Vincenzo Sorce: “La giornata  del sabato  sarà un momento di solidarietà. Ogni  bambino porterà in dono generi alimentari per quelli bisognosi di Mussomeli”.

1.918 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, In Primo Piano, SportComments (0)

 

Respinto il ricorso di Mussomeli, quasi certo l’appello dei rossoblu

Respinto il ricorso di Mussomeli, quasi certo l’appello dei rossoblu

MUSSOMELI. Come era facilmente prevedibile è stato respinto dal Giudice sportivo il reclamo del Mussomeli . Nel comunicato uscito pochi minuti fa, è stato osservato <in via preliminare che il reclamo in oggetto è stato inviato oltre i termini previsti; lo stesso deve pertanto ritenersi inammissibile, precludendosi in tal modo l’esame di merito>. Pertanto, è stato deliberato di <dichiarare inammissibile il reclamo avanzato dalla Società Mussomeli 1976, addebitando alla stessa la relativa tassa e di dare atto del risultato conseguito in campo (1-1). Probabile, se non quasi certo, a questo punto, che il Mussomeli, retrocesso per aver perso il play out a Favara, ricorrerà in appello.

Read the full story

1.422 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Play out: il Mussomeli non ce la fa e retrocede a  Favara. Ora si attende il verdetto del giudice sportivo

Play out: il Mussomeli non ce la fa e retrocede a Favara. Ora si attende il verdetto del giudice sportivo

MUSSOMELI – Il Mussomeli non ce l’ha fatta a battere fuori casa la Pro Favara dalla quale è stato sconfitto 1-0. Un gol di Joel Cannizzaro al 16’ del primo tempo ha costretto alla resa la squadra di Sorce che, nell’arco di tutta la gara ha lottato strenuamente con ogni sua forza per tentare di riequilibrare il match. Una partita equilibrata nella quale il Mussomeli ha avuto tra i piedi anche le occasioni per pareggiare, ma alla fine il risultato ha premiato i padroni di casa che potevano contare su due risultati su tre. Il Mussomeli ha schierato: De Miere, Susso, Mangiapane, Guerreri, Mangiapane, Pizzoleo, Panepinto, Rizoli, Stassi, Venuti, Minnone. A disp: Di Martino, Lucchese, Russo, Musarra, Landolina, Failla. La partita ha visto i favaresi partire meglio e sbloccarla. Un gol che ha permesso agli agrigentini di impostare il match come meglio volevano sul piano tattico e delle ripartenze. Il Mussomeli non s’è dato per vinto e , nonostante la sconfitta, ha tentato in ogni modo di riportarsi in parità  riaprire una gara che, alla fine, ha visto la Pro Favara conquistare la salvezza. Ma non finisce qui la stagione del Mussomeli. Oggi il giudice sportivo si esprimerà sul ricorso del Mussomeli presentato avverso il Paceco per aver schierato proprio nella gara con il Mussomeli un giocatore il cui tesseramento non sarebbe stato regolare. L’impressione è che il presidente Munì sia intenzionato ad andare sino in fondo con la giustizia sportiva e non. La società del Mussomeli, di certo, non si fermerà alla retrocessione odierna. Un capitolo che ha finito per danneggiare enormemente una piazza calcistica come quella di Mussomeli composta da persone serie e da gente che ha sempre onorato i propri impegni con giocatori e tecnici. Una piazza e una città che si sono visti danneggiati ed offesi da un epilogo che l’ha condannato a giocare fuori casa contro la Pro Favara e non in casa contro il Castelbuono come avrebbe dovuto essere. Ora si attende la risposta del giudice sportivo. Che se sarà negativa, con una pronuncia di inammissibilità, quasi certamente comporterà il ricorso in appello. In quella sede bisognerà vedere se gli atti del ricorso saranno o meno rinviati al giudice sportivo. Bisognerà vedere tante cose. Sarà certamente un’estate calda per il Mussomeli.

1.708 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Vertice dei 4 club nei Play Out: si gioca  domenica. Mussomeli a Favara per il colpaccio

Vertice dei 4 club nei Play Out: si gioca domenica. Mussomeli a Favara per il colpaccio

MUSSOMELI – Domenica di play out per il Mussomeli, Questo lo si sapeva. Ma non saranno al “Nino Caltagirone” contro la Polisportiva Castelbuono, come previsto inizialmente, ma contro la Pro Favara fuori casa. Alla fine, il teorema Castelbuono, pur tra inammissibilità varie, ha retto e l’ha avuto vinta rivoluzionando la griglia dei play out e costringendo un danneggiatissimo Mussomeli a dover affrontare in gara unica, e con l’imperativo della vittoria (pena la retrocessione in Promozione), la Pro Favara. I numeri in materia di sfide esterne, manco a dirlo, in questa stagione sembrano propendere tutti contro questo Mussomeli che fuori le mura amiche ha sempre espresso un rendimento ben al di sotto di quello fatto invece registrare tra le mura amiche. Senza dire che la Pro Favara in casa non è facile da battere come dimostrano i risultati in stagione. Ma nel calcio non si può mai sapere, e allora sotto con Pro Favara – Mussomeli. Una gara che vede chiaramente favoriti i padroni di casa che potranno giocare per due risultati su tre (pareggio e vittoria) contro un Mussomeli obbligato a vincere per non retrocedere. Una partita che ovviamente vale una stagione e alla quale la squadra di mister Sorce arriverà con la miglior formazione possibile. Ma una cosa era affrontare il Castelbuono (smobilitato) in casa, altro giocare con la Pro Favara fuori casa! Ovviamente il Mussomeli è intenzionato a non mollare e a dare battaglia sul campo. Ma la novità forse più rilevante di tutta questa vicenda è un’altra: i rappresentanti delle quattro società che formano la griglia dei play out si sono dati convegno venerdì sera all’Hotel Ventura a Caltanissetta dove, tutte insieme, hanno condiviso la scelta di scendere in campo domenica per onorare i rispettivi impegni in campionato, ma, al di la di come finiranno le sfide dei play out, tutte insieme mettere in atto ogni iniziativa per tutelare le ragioni di tutte e di ognuno. Un fatto importante, perché superate le ovvie divisioni di parte, i rappresentanti di Mussomeli, Nissa, Pro Favara e Atletico Campofranco hanno dato prova di grande maturità sportiva e tecnica rispettando i verdetti della Giustizia sportiva, onorando il campionato al quale stanno partecipando, ma decidendo anche di mettere in atto ogni iniziativa a loro tutela. Si, perché anche un cieco si accorgerebbe che le quattro società coinvolte nei play out, al di la delle posizioni di classifica, sono state danneggiate! Dunque, domenica si giocheranno Pro Favara – Mussomeli e Nissa .- Atletico Campofranco. Con la speranza che, dopo queste gare, indipendentemente da come finiranno sul campo, si possa giocare l’ultima partita, la più importante e possibilmente nella Figc regionale, per provare in qualche modo a chiudere dignitosamente questa stagione e riportare un minimo di calma in questo groviglio calcistico nel quale, loro malgrado, sono finite Mussomeli, Nissa, Atletico Campofranco e Pro Favara.

936 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

Slalom “Città di San Cataldo”, si scaldano i motori

Slalom “Città di San Cataldo”, si scaldano i motori

SAN CATALDO – È tempo di verifiche tecniche per il primo Slalom Città di San Cataldo. Sono 43 i piloti iscritti alla manifestazione motoristica organizzata dalla «Caltanissetta Corse» e dall’Automobile club nisseno.

Avrà validità per il campionato siciliano slalom e ne costituisce la quarta prova. Si svilupperà lungo il tracciato tra Serradifalco e San Cataldo.

Si preannuncia, per la vittoria finale, una battaglia tra le biposto di gruppo E2Sc, categoria che vanterà la presenza del trapanese della Armanno Corse, Giuseppe Castiglione al volante della Radical Sr4 spinta da motore Suzuki; su analoga auto anche il messinese Giovanni Greco, Giuseppe Spadaro e Giuseppe Medica.

Ai nastri di partenza anche il pilota nisseno del Motor Team Nisseno, Gaspare Giancani sulla Elia Avrio. Unica biposto iscritta è la Ghipard di Michele Poma.

Attenzione centrata anche sulla Renault Clio K di gruppo prototipi con al volante Biagio Salomone. Acceso il gruppo E1 dove spicca l’esperto pilota di casa, Maurizio Anzalone  con la Renault Clio Rs con cui mira al primato di categoria nel mirino, ma dovrà difendersi dalle insidie rappresentate dal messinese della «Tm. Racing», Giuseppe Messina, pure lui su Clio Rs e da Enrico Parasiliti sulla Clio Williams.

In gruppo speciale, presenti il catanese Alfio Laudani sulla evolutissima Fiat Panda, il trapanese Andrea Armanno su Fiat 126 ed Andrea Lo Nigro su Fiat 127.

In gruppo N svettano, tra gli altri, i nomi di Carmelo Lanzalaco su Renault Clio, l’agrigentino del «Team project» Giuseppe Cacciatore e  Maurizio Cipolla sulla Clio Williams.

Il via alla gara è per domenica 14 maggio a partire dalla 8 del mattino con le tre manche cronometrate tra le quali si sceglierà, per la classifica dei piloti, quella con il miglior tempo.

722 Letture

 

 

Scritto in Cronaca, SportComments (0)

 

L’asd Mussomeli passa al contrattacco, presentato ricorso contro il Marsala

L’asd Mussomeli passa al contrattacco, presentato ricorso contro il Marsala

MUSSOMELI – E’ passato al contrattacco il Mussomeli. Dopo la sentenza della corte d’appello con la quale al Castelbuono è stato accolto il ricorso contro il Marsala che, di fatto, gli ha permesso di salvarsi direttamente, il Mussomeli ha proposto due ricorsi al giudice sportivo. Con il primo la società del Mussomeli ha proposto ricorso contro il Paceco avverso la regolarità della gara in quanto nella gara dello scorso 8 febbraio avrebbe utilizzato il giocatore Francesco Lo Bue la cui posizione sarebbe stata irregolare. <Su tale gara – ha sostenuto la società nel ricorso – si chiede l’attivazione dei poteri officiosi da parte del Giudice Sportivo>. La gara era terminata 1-1. Secondo il Mussomeli <Il calciatore Lo Bue Francesco non poteva prendere parte alla gara de quo in quanto non tesserato>. Pertanto, il Mussomeli ha chiesto il 3-0 a tavolino. Nel contempo, il presidente Vincenzo Munì, avendo presentato tale ricorso, ha fatto rilevare che <considerato che in caso di accoglimento del reclamo al Mussomeli verrebbero assegnati ulteriori due punti nella classifica del Campionato di Eccellenza 2016/2017, Girone A, cambiando in tal modo la griglia dei play-out, si chiede di rinviare a data da destinarsi le gare di play out per consentire al Giudice sportivo di esprimersi nel merito e nella forma su tale reclamo>. In effetti, qualora il Giudice sportivo o la corte d’appello accogliesse tale ricorso, il Mussomeli si ritroverebbe a quota 41 in classifica assieme a Mazara e Parmonval. La griglia dei play out, a quel punto sarebbe ancora una volta rivoluzionata in quanto si dovrebbe stabilire chi, tra Mussomeli, Parmonvall e Mazara dovrebbero disputare i play out. Resta il dato di una vicenda che sta facendo registrare ulteriori code polemiche. E intanto, domenica si dovrebbero giocare i play out Nissa – Atletico Campofranco e Pro Favara – Mussomeli. Il tutto in attesa di sapere se il ricorso sarà accolto o meno.

1.511 Letture

 

 

Scritto in SportComments (0)

 

 

Comune Mussomeli

 

 

 

 

This site is protected by WP-CopyRightPro This site is protected by WP-CopyRightPro