Home Cronaca Atti persecutori, chiesti quattro anni e mezzo di carcere

Atti persecutori, chiesti quattro anni e mezzo di carcere

538 views
0

Caltanissetta – Chiesta la condanna di un presunto stalker. Accusato di avere tartassatola sua ex compagna che, a sua volta, lo avrebbe accoltellato durante un tentativo di chiarimento da parte di lui.

È di 4 anni e 6 mesi di reclusione la richiesta avanzata nei confronti Giuseppe Randazzo, 35 annim, di Delia  – difeso dall’avvocato Giuseppe Fazio – accusato di stalking.

Reato che si sarebbe consumato ai danni della trentenne Sonia Maria Grazia I. – assistita dall’avvocato Massimiliano Bellini – di San Cataldo.

L’imputato è accusato di avere di avere tartassato non solo la sua ex compagna, ma anche alcuni amici. Anche via social.

E la vicenda sarebbe andata avanti per diversi mesi, fino a quando lei ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri.

E il sospetto stalker è stato poi arrestato. Solo diversi mesi dopo ha ottenuto la libertà, qund’era già a giudizio per atti persecutori.

E adesso, nel processo che ne è derivato, la procura ha chiesto la sua condanna a quattro anni e mezzo di carcere.

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli” – causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)


Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi