Home Cronaca Beni in odor di mafia, tesoro da 600 mila euro sequestrato a...

Beni in odor di mafia, tesoro da 600 mila euro sequestrato a presunto capo di Cosa nostra nissena

651 views
0

Caltanissetta – Sequestrati beni a sospetto boss della famiglia nissena di Cosa Nostra. Un tesoro da ben oltre mezzo milione di euro.

La misura cautelare ha colpito il cinquantottenne Giuseppe Dell’Asta, attualmente sotto processo per estorsione aggravata dai metodi mafiosi e autoriciclaggio aggravato in concorso.

Ma sul suo capo pende già una condanna definitiva per associazione mafiosa, traffico di droga ed estorsione. Ora la sezione misure di prevenzione del tribunale di Caltanissetta, su proposta della direzione distrettuale antimafia nissena, ha emesso un decreto di sequestro di beni.

Lo Stato, adesso, seppur in via provvisoria, attraverso la direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, ha posato le mani su beni appartenenti allo stesso presunto capo della “famiglia” nissena per un valore di 600 mila euro.

Dell’elenco dei beni “requisiti” fanno parte capitale sociale ed i beni strumentali di tre società a responsabilità limitata attive nel settore del commercio di carni ed alimenti in genere, due fabbricati e altrettanti terreni, sei mezzi e diversi rapporti bancari intestati a lui stesso o a suoi familiari.

Secondo la tesi investigativa, il patrimonio adesso sequestrato sarebbe frutto di attività illecite, con beni intestati anche a teste di legno che comunque sarebbero da ritenere in qualche modo legati alla criminalità organizzata o ad esponenti vicini. Le indagini hanno preso le mosse anche alla luce del profondo squilibrio tra i redditi dichiarati dallo stesso proprietario e il suo tenore di vita, ben al di sopra.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi