Home Cronaca “Biliotecari speciali” il progetto nato dalla collaborazione fra l’IIS Hodierna e l’associazione...

“Biliotecari speciali” il progetto nato dalla collaborazione fra l’IIS Hodierna e l’associazione L’Isola che non c’era

260 views
0

Mussomeli – Dopo lo stop obbligato a causa del Covid, l’IIS Giovanbattista Hodierna ha voluto riprendere il suo percorso, iniziato da tempo, di apertura verso il territorio. Per la creazione di una rete capace di costruire realtà autentiche di crescita e inclusione, fuori e dentro l’ambiente didattico. Una rete basata sulla condivisione dei contenuti scolastici ma anche di momenti di socialità, fattori emotivi, desideri.

Ecco, questa è la scuola inclusiva! Di cui tanto si parla al giorno d’oggi. “Bibliotecari speciali” è il progetto che risponde a queste necessità. Un progetto realizzato, nel corrente anno scolastico, in collaborazione con “L’isola che non c’era ETS-APS”, grazie al quale, a partire dal mese di febbraio, ogni giovedì, gli alunni della 3^ A SASS hanno accolto, presso la biblioteca della scuola, alcuni ospiti della già citata associazione, allestendo un vero e proprio laboratorio coordinato dal tutor scolastico Isabella Mazzarisi e dal tutor dell’associazione, Vanessa Savatteri.

L’allievo più motivato si è dimostrato un ex alunno della scuola. Il prodotto finale del progetto è stato la revisione della catalogazione dei libri all’interno della biblioteca scolastica e la realizzazione di un inventario digitalizzato. Anche se lo scopo principale, fortemente voluto dai referenti del progetto, la dirigente Rita Maria Cumella, i referenti PCTO Mario Canalella e Giovanna Milazzo, dalla referente Inclusione Roberta Guagenti, nonchè dall’associazione L’isola che non c’era, è stata l’acquisizione di competenze trasversaliper gli alunni del corso socio-sanitario. Contribuendo, altresì, al supporto delle famiglie dei ragazzi disabili, fornendo loro la possibilità di impegnarsi lavorando in armonia col territorio. Onde potere sfuggire a quell’emarginazione a cui non di rado si assiste.

Un vero e proprio successo che ha già sortito un effetto a breve termine, l’intento di attuare, in ambito sociale, educativo e ricreativo, soluzioni concrete alle esigenze comunicative e d’accoglienza. Saranno partner’s della Scuola l’Ufficio Politiche Sociali del comune di Mussomeli, le associazioni L’Isola che non c’era ETS-APS, Casa Famiglia Rosetta e Arci Strauss.

Previsto anche l’inserimento di un supporto di didattica interculturale / italiano L2, data la notevole presenza di alunni stranieri all’interno della Scuola.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi