Home Cronaca “Bollette pazze” dell’acqua e debiti dei Comuni con l’Ato, appelli e proposte

“Bollette pazze” dell’acqua e debiti dei Comuni con l’Ato, appelli e proposte

759 views
0

Caltanissetta – “Bollette pazze”, ma non solo, i temi al centro di un tavolo di confronto in prefettura a Caltanissetta. I comuni, intanto, hanno chiesto a Caltaqua di valutare «la possibilità di un annullamento dell’ultimo conguaglio operato dalla società disponendo l’ammissione generalizzata degli utenti alla rateizzazione».

Ma guardando alla situazione creditoria dell’Ato CL1, è di 35 milioni di euro, complessivamente, il debito dei Comuni nei confronti della stessa società d’ambito in liquidazione. Passivo che è riferito agli ultimi sette anni di gestione. Un “buco” enorme per le finanze in rosso delle amministrazioni locali.

Spinose problematiche, quelle poste sul tappeto, connesse alla gestione del servizio idrico integrato e del ciclo dei rifiuti. Temi delicati che sono stati al centro di un vertice della Conferenza Provinciale Permanente.

All’incontro, presieduto dal prefetto Cosima Di Stani, hanno preso parte il commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale e gli amministratori dei 22 comuni della provincia.

Intanto per il 20 novembre è stata fissata la seduta di approvazione dei bilanci Ato. Ma nella circostanza «dopo aver preso atto del notevole ritardo nell’attuazione delle disposizioni normative regionali in ordine alla costituzione dell’assemblee territoriali idriche, quali enti di governo preposti alla governance del servizio e all’esercizio dei relativi poteri di regolazione, vigilanza e controllo», è stato spiegato, è stata programmata per il 5 dicembre la data per il formale insediamento dell’organismo in questione.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi