Home Cronaca CISL, UIL e Nursind: “Entro fine anno fattibile aprire tutti...

CISL, UIL e Nursind: “Entro fine anno fattibile aprire tutti i 6 reparti del Longo, pediatria compresa. Urge pure medico ginecologo”

1.542 views
0

Mussomeli – “Ci sono le condizioni perché si possono riaprire i sei reparti dell’Ospedale Immacolata Longo di Mussomeli. Ovvero Ortopedia, medicina, lungodegenza, riabilitazione e pediatria”. Lo affermano   le sigle sindacali CISL UIL e Nursind, a margine di un incontro  con il direttore generale per “discutere delle varie problematiche del nostro presidio. Il primo argomento trattato  . spiegano – ha riguardato la chiusura delle sale operatorie, in merito il direttore ci ha detto che le criticità messe in evidenza dei Nas riguarda 1 il microclima, il lavabo che ha già dato  disposizioni di spostarlo, le porte da cambiare che sono già state richieste e  si aspettano le comunicazioni da parte dello Spresal. Per quanto riguarda la gastroenterologia ci ha confermato che le colonne sono già state acquistate mancano delle attrezzature che non appena arriveranno il Dott. Camilleri si è reso disponibile a dare il proprio supporto. Abbiamo sollecitato l’acquisto delle attrezzature per l’apertura della riabilitazione, stanno lavorando nei locali della ex sala parto dove verranno attivati tutte le sale ambulatoriali di chirurgia e oculistica. Tra i nuovi medici una chirurga è stata già assunta mentre altri medici che hanno fatto il colloquio e sono risultati idonei prenderanno servizio il primo maggio. Abbiamo inoltre detto che se faranno la graduatoria dei pediatri si può ipotizzare che entro fine anno, lavorando di buona lena,  si potrebbero aprire tutti i reparti. Per quanto riguarda la riqualificazione degli ausiliari in Oss darà mandato agli uffici di provvedere .Infine abbiamo – concludono i sindacalisti –  sollecitato per un medico specialista in ginecologia. Tutta la zone del Vallone ne è sprovvista, così le pazienti del Valone  quando possono e riescono sono costretti a rivolgersi ai privati oppure rimangano senza un servizio essenziale“.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.3 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi