Home Salute Il Coronavirus ferma tutti: anche l’inquinamento!

Il Coronavirus ferma tutti: anche l’inquinamento!

982 views
0

Serradifalco – Da quando è scattata l’ allerta pandemia da Coronavirus ed il contestuale Decreto contenitivo tutta l’Italia si è fermata, i cittadini restano a casa e le strade si spopolano.

Le abitudini cambiano in maniera abbastanza repentina e, per una nazione calorosa abituata al contatto umano, questo cambiamento è assolutamente da record.

Nonostante la situazione crei disagio, ansia e preoccupazione, c’è  chi di questa emblematica e storica condizione ne ricava vantaggio: l’ ambiente.

In meno di un mese il coronavirus, è riuscito a ridurre gli spostamenti di lavoro e la mobilità al minimo necessario a favore dello smart working e delle videoconferenze da casa.

Il coronavirus è riuscito a far rallentare gli eccessi di produzione (gli scarichi in acqua e atmosfera), il consumo mondiale di petrolio e addirittura a pulire l’aria in Cina, tutto a beneficio dell’ambiante e di conseguenza anche dell’uomo.

Più efficace dunque di una Green Deal, o dei Fridays for Future di Greta, il coronavirus, in fatto di ambiente, ha mostrato la sua superba predominanza.

Che questa condizione ci aiuti a riflettere e a mantenere nel tempo le nuove abitudini?

canali-venezia-foto-web
foto da web

C’è di fatto in atto il processo di diminuzione dell’inquinamento nell’aria (le emissioni di diossido di azoto), soprattutto in’Italia settentrionale. La testimonianza più interessante e rilevante si è registrata a Venezia, dove la natura si è ripresa i propri spazi ed i pesci stanno proliferando tra i canali limpidi e privi di traffico.

 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.4 / 5. Vote count: 7

Vota per primo questo articolo

Condividi