Home Cronaca Corruzione a Santa Caterina Villarmosa, arrestato il sindaco Fiaccato

Corruzione a Santa Caterina Villarmosa, arrestato il sindaco Fiaccato

1.796 views
0

Caltanissetta —E’ attualmente in corso una operazione congiunta di Carabinieri e Guardia di Finanza nel Comune di Santa Caterina Villarmosa, nell’ambito della quale  è finito ai domiciliari il sindaco di Santa Caterina Villarmosa, Antonio Fiaccato. si stanno eseguendo misure cautelari personali nei confronti di sedici soggetti tra i quali alcuni componenti della locale amministrazione comunale, imprenditori e dirigenti pubblici. Ad alcuni degli indagati viene contestato, tra l’altro, l’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di vari reati contro la pubblica. Le investigazioni hanno consentito di individuare un perdurante “sistema concussivo- corruttivo” al cui vertice si poneva il sindaco, Antonino Fiaccato , con il consapevole concorso di fidati collaboratori dallo stesso individuati e nominati anche quali componenti della Giunta Comunale in carica, tra cui spicca senza dubbio la figura del vice sindaco Agatino Macaluso, dell’assessore Giuseppe Natale e di  Calogero Rizza vera interfaccia tra la componente politica e gli imprenditori. Nei confronti di tutti costoro il Giudice per le Indagini preliminari ha ritenuto la sussistenza di un grave quadro indiziario, oltre che per i reati fine, sopra indicati anche per la fattispecie di associazione a delinquere. L’indennità di funzione prevista per il loro incarico e ulteriori favori elargiti con generosità erano la ricompensa per il loro appoggio alle condotte illecite del sindaco. Al contrario, i dipendenti comunali e i politici che si ponevano in contrasto con le condotte illecite del sindaco venivano emarginati e costretti alle dimissioni qualora non si fossero piegati al suo volere. Il “sistema corruttivo” era alimentato anche dalla compiacente e interessata platea di imprese e di professionisti attratti dalla possibilità di ottenere incarichi e conferimenti di lavori, servizi e forniture dallo stesso Comune in spregio ad ogni regola. Il meccanismo utilizzato è risultato essere quello del conferimento degli appalti mediante il sistema dell’affidamento diretto/fiduciario, c.d. “sotto soglia”, in alcuni casi anche frazionando artatamente i lavori da affidare. Il sindaco con la compiacenza di alcuni dipendenti del Comune è riuscito negli anni a dirottare lavori pubblici per un ammontare complessivo di circa 7,5 milioni di euro a favore di imprese “gradite” in cambio di “favori di ogni genere” o appoggi politici. E’ emersa, in buona sostanza, una gestione familistica dell’intero Comune sotto la regia di Fiaccato che, suo piacimento, quasi si trattasse di un signore di epoca medioevale, distribuiva benefit e prebende agli “amici”, non esitando, al contrario, ad operare con minacce velate ed esplicite nei confronti di quei pubblici funzionari che non si piegassero al suo volere.
Alla luce delle evidenze probatorie emerse il Giudice per le indagini preliminari di Caltanissetta, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la misura degli gli arresti domiciliari nei confronti di Antonino Fiaccato , sindaco del Comune di Santa Caterina Villarmosa, di  Agatino Macaluso, vice sindaco, e di Giuseppe Natale, assessore comunale, nonché la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Santa Caterina Villarmosa nei confronti di  Calogero Rizza.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.6 / 5. Vote count: 5

Vota per primo questo articolo

Condividi