Home Dall'Italia e dal Mondo Cremona, in chiesa installato il primo bancomat per le offerte con...

Cremona, in chiesa installato il primo bancomat per le offerte con le carte

461 views
0
Il pos installato in chiesa

Cremona– In chiesa a Cicognara (frazione del comune di Viadana ma sotto la diocesi di Cremona) arriva il Pos: le offerte durante la Messa saranno possibili anche con Bancomat e Carta di Credito.

Ieri, domenica 22 novembre 2020, nella solennità di Cristo Re, si è celebrata la Giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero. La Chiesa italiana dedica una domenica all’anno a questo tema nel segno della corresponsabilità e della trasparenza.

Gli stipendi dei preti diocesani

Costano circa 530 milioni all’anno infatti gli stipendi dei quasi 34mila preti diocesani. Una spesa in gran parte garantita dai fondi dell’8xMille, che ripartisce quanto ricevuto dallo Stato italiano anche a sostegno di iniziative pastorali e di carità.

«Questa giornata – afferma don Andrea Spreafico, incaricato diocesano per il Sostegno economico della Chiesa – non è solo l’occasione per far conoscere come funziona l’intero sistema di sostentamento dei sacerdoti, bensì quello di invitare le famiglie delle nostre comunità, almeno in un’occasione all’anno, a devolvere un’offerta per questa intenzione. Infatti, maggiore sarà la raccolta dei fedeli per lo stipendio dei ministri sacri e maggiori risorse del fondo dell’8xMille che potranno essere liberate per le altre due destinazioni».

Il Pos in chiesa

Proprio in questa giornata in diocesi si è “inaugurato” un dispositivo digitale installato in modo sperimentale nella chiesa di Cicognara, la parrocchia dove don Primo Mazzolari “imparò” a fare il parroco. Si tratta di un bussolotto elettronico che consente di ricevere offerte attraverso bancomat e carte di credito. Il frutto di un progetto diocesano in sinergia con un’azienda italiana leader dei pagamenti elettronici.

Offerte (deducibili) a partire da 10 centesimi

Ogni fedele può scegliere la destinazione della sua offerta: per la parrocchia, la Caritas diocesana o l’Istituto diocesano per il sostentamento del clero. Sarà naturalmente garantito l’anonimato di ogni donatore, che comunque potrà dedurre le spese presentando nella dichiarazione dei redditi l’estratto conto come giustificativo. L’importo è impostato su 20 euro, ma è possibile effettuare un’offerta a partire anche da soli 10 centesimi. 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi