Home Cronaca Favoreggiamento alla mafia calunnia, l’ex pm Natoli indagato a Caltanissetta

Favoreggiamento alla mafia calunnia, l’ex pm Natoli indagato a Caltanissetta

208 views
0

Caltanissetta –

Favoreggiamento alla mafia e calunnia. Sono le due ipotesi di reato al centro di un fascicolo che la procura di Caltanissetta ha aperto nei confronti dell’ex pm del pool Falcone e Borsellino, Gioacchino Natoli.

L’ex magistrato, ormai in pensione, sarà interrogato dai pm nisseni che lo hanno già convocato. Questo nuovo dossier sarebbe legato alla maxi inchiesta mafia-appalti degli anni novanta a Palermo. Secondo l’impianto accusatorio avrebbe insabbiato alcune indagini insieme a un ufficiale delle fiamme gialle e con l’ex procuratore di Palermo, Pietro Giammanco, deceduto sei anni fa. La vicenda è legata a un fascicolo che sarebbe stato trasmesso dalla procura di Massa Carrara e in cui sarebbe poi confluito il filone mafia-appalti dei primi anni ’90 nel capoluogo isolano.

In tal modo, sempre secondo il teorema dei magistrati nisseni, avrebbe finito per favorire imprenditori che sarebbero stati vicini a cosa nostra. A cominciare, secondo questa tesi, dall’imprenditore palermitano Antonino Bonura. Ed evitando, inoltre, di aprire fascicoli a carico di altri imprenditori legati allo stesso Bonura. Alcuni di primissimo piano, industriali, come i vertici del gruppo Ferruzzi.

E alcuni di quegli atti raccolti durante quell’indagine ritenuta volutamente assai “soft” , a cominciare da intercettazioni e registri, sarebbero stati poi distrutti proprio su indicazione dello stesso Natoli.

Lo stesso ex magistrato indagato, intanto, ha respinto le accuse e sarebbe pronto a rispondere ai magistrati nisseni per fare chiarezza..

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi