Home Cronaca Finanza, scoperto lavoro nero. Barista e impiegato percepivano il redditi di cittadinanza 

Finanza, scoperto lavoro nero. Barista e impiegato percepivano il redditi di cittadinanza 

1.477 views
0

Caltanissetta – Scoperti lavoratori in nero. Uno era pure titolare di un locale notturno, l’altro un suo dipendente che lavorava nel sommerso.

Ma non è tutto. Già perché la stessa attività commerciale sarebbe stata totalmente fantasma. Assolutamente sconosciuta al fisco.

È il frutto di una operazione della guardia di finanza coordinata nelle operazioni la capitano Alessandro Catalanotti.

I controlli si sono concentrati nel cuore del centro storico di Caltanissetta. Sotto osservazione, da parte delle fiamme gialle, i luoghi della movida.

I finanzieri hanno rilevato la mancata emissione dello scontrino fiscale e, entrando nel  locale interessato, hanno riscontrato l’omessa manutenzione del misuratore fiscale

Poi i controlli sono andati oltre ed i finanzieri hanno così proceduto all’identificazione dei due lavoratori impiegati, che sono risultati completamente in nero.

I due, tra loro il titolare, che sono risultati beneficiari di reddito di cittadinanza, sono stati segnalati alla procura per l’indebita percezione dello stesso reddito.

Sulla base delle assunzioni irregolari, l’esercizio commerciale è stato segnalato all’Ispettorato del lavoro per la  sospensione dell’attività ed è stata comminata al titolare una maxi sanzione aggravata per impiego di manodopera in nero, per un importo compreso che va da un minimo di 6 mila a un massimo di 24 mila euro.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 5

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi