Home In Primo Piano Il sindaco Catania: dita incrociate e voto disgiunto, palazzo dei Normanni è...

Il sindaco Catania: dita incrociate e voto disgiunto, palazzo dei Normanni è più vicino

1.345 views
0

Mussomeli –  I dati nazionali alimentano la speranza.  Il sindaco Giuseppe Catania ha dalla sua il vento in poppa che soffia sulla nova comandata dalla Meloni. M a non solo. C’è quel voto disgiunto che, già in passato,  gli ha permesso di vestire la fascia tricolore. E il primo cittadino di Mussomeli sa che di dover contare e puntare sui voti personali, più di quelli di partito. Non è un mistero che il candidato manfredonico di FDI raccoglierà preferenze , oltre che dal partito di via della Scrofa, anche da elettorati che risiedono in altri lidi. A cominciare dall’elettorato dissidente, da chi vota De Luca presidente ma anche dai grillini, e ancorché in misura minora, anche  dalla sponda centrosinistra. Voti utili, di prossimità, d’opinione e sulla persona. Qualunque sia l’origine lo scopo è lo stesso: portare il sindaco del Vallone a Palermo.   Una serie di veti e voti incrociati  che, mentre si aprono le urne, avvicinano Catania a sala D’Ercole.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.2 / 5. Vote count: 10

Vota per primo questo articolo

Condividi