Home Cultura L’architetto Gianni Geraci membro del Comitato del concorso “Lo spazio dei libri”...

L’architetto Gianni Geraci membro del Comitato del concorso “Lo spazio dei libri” di Taobuk

1.118 views
0

Mussomeli – L’architetto Gianni Geraci nominato membro del Comitato tecnico-scientifico del concorso “Lo spazio dei libri”, l’iniziativa inserita all’interno di Taobuk, il prestigioso Festval letterario che si terrà a Taormina dal 17 al 21 giugno, ideato dalla presidente Antonella Ferrara. Insieme ad Antonino Filippello, direttore tecnico di EffeZone e agli architetti Paolo De Marco, Vincenzo Palumbo, Odette Rigano, Maria Teresa Sapia (questi i nomi degli altri componenti del Comitato) l’architetto Geraci coordinerà l’aspetto tecnico del contest di portata internazionale. Il concorso indetto da Taobuk, contestualmente alla sua XI edizione sul tema “Metamorfosi”, prevede la realizzazione di un’installazione architettonica all’interno del tessuto urbano di Taormina, precisamente all’interno di Piazza IX Aprile. Sede d’eccezione dunque e luogo di accoglienza della forma quale sintesi perfetta del rapporto col luogo, nel caso specifico della relazione che si instaura fra il lettore e lo spazio destinato ad accoglierlo. L’opera avrà lo scopo di sintetizzare in una forma e nella potenza iconografica del segno il nesso che intercorre fra architettura e scrittura e dovrà prevedere al suo interno la seduta di due o più persone, la possibilità di conservare alcuni testi, rimarcando lo stretto legame che intercorre fra se stessa e il contesto all’interno del quale essa si inserisce come opera creata dall’uomo. Dall’eternità dell’opera scritta alla temporalità del luogo fisico, questo il felice compromesso a cui dovranno dare forma quelli che saranno i progettisti del domani. “E’ proprio a loro, infatti, i giovani”, come sottolinea la direttrice del Festival, “che si sta guardando con l’intento di stimolarne l’attività creativa e l’iniziazione al mondo della progettazione caricando l’opera fisica di ricchi contenuti di pensiero”. A tal proposito la città di Taormina ha già avviato una partnership con le Università di Architettura ed Ingegneria non solo italiane, proprio “per incoraggiare i talenti emergenti della nuova generazione”. I progetti dovranno pervenire entro il 3 maggio 2021, pensati rigorosamente in legno per un equilibrio tra sostenibilità e design. A realizzare il progetto vincitore sarà Effezone Arredamenti, partner tecnico dell’iniziativa realizzata in collaborazione con la nota rivista d’architettura “Abitare”. Il ricco carnet di presenze può vantare nomi di indiscusso calibro artistico sia per la scrittura che per l’architettura. A decretare l’esito del concorso, fra gli altri, Helena Janeczek ed Evelina Santangelo, scrittrici, insieme a Fran Silvestre l’arcinota archistar di matrice ispanica. ”Ringrazio il Prof architetto Giovanni Francesco Tuzzolino”, docente ordinario  di Composizione architettonica presso l’Università di Palermo, curatore della sezione architettura del concorso nonché presidente della Giuria -riferisce l’architetto Geraci- “e tutti gli ideatori della rassegna che hanno meticolosamente organizzato il contest offrendoci la possibilità di indagare e approfondire lo straordinario rapporto che lega l’architettura e la scrittura, due campi semantici apparentemente distanti fra loro ma, in realtà, fortemente interconessi. Entrambi rispondenti al bisogno atavico e primordiale dell’uomo di lasciar tracce. Sarà sicuramente esperienza di crescita personale arricchimento culturale di indubbio valore

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi