Home Cronaca «Lo picchiò per un debito di droga», chiesto il processo

«Lo picchiò per un debito di droga», chiesto il processo

134 views
0

Caltanissetta – Lo avrebbe pestato a sangue per un debito di droga non pagato. Questa la contestazione mossa a suo carico e che in precedenza ha fatto scattare il suo arresto.

Ora per il trentatreenne gelese Giuseppe Retucci la procura ha chiesto l’apertura di un procedimento da celebrare con il rito immediato.

Di contro, attraverso il suo legale, il presunto aggressore ha chiesto e ottenuto di essere giudicato in abbreviato per le ipotesi di rapina e la tentata estorsione.

Soluzione che gli farà saltare l’udienza preliminare per definire la sua posizione, allo stato degli atti, dinanzi lo stesso gup.

Secondo la tesi accusatoria l’indagato avrebbe picchiato a sangue un coetaneo “reo”  di non avere pagato una fornitura di droga.

La cifra non intascata dall’accusato si aggirerebbe – secondo la tesi degli inquirenti – intorno al millecinquecento euro.

Per questa ragione lo avrebbe malmenato fino a costringerlo a finire al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi