Home Cronaca Mussomeli, “Un arcobaleno d’amore”. La Festa dei Bambini raccontata dalla volontaria Anna...

Mussomeli, “Un arcobaleno d’amore”. La Festa dei Bambini raccontata dalla volontaria Anna Di Salvo. Le foto

1.170 views
0

Mussomeli – Avete presente quelle belle feste di famiglia in casa dei nonni con quelle lunghe tavolate piene di ogni ben di Dio? Avete presente i sorrisi, gli abbracci, quella sensazione di benessere, quell’atmosfera intrisa di amore e di accoglienza? Ecco, così è stata quest’anno la “Festa dei bambini”. E’ stata un a fresca oasi nel caos, nel turbinio , nel rumore della vita. Bambini felici, genitori attivamente presenti e un pubblico numeroso che non ha lesinato gli applausi. Il valore della famiglia è stato il filo conduttore si nella preparazione e progettazione, sia nella serata. Famiglie intere al servizio della solidarietà. Mamme presentatrici, direttrici dei solisti e del coro, papà musicista nella band, improvvisati solisti in un trio canoro e parte del coro insieme ai propri figli che hanno invitato tutti noi a dare e fare di più. Una danza emozionante, un canto d’amore alla vita, interpretata da mamma e figlia. E ancora un vortice di
bambine in coloratissimi costumi che con i loro passi di danza hanno librato come farfalle sotto lo sguardo vigile ed emozionato delle loro maestra di danza.
Un coro costituito da 30 bambini. E a questa bella lunga tavolata non potevano mancare le dolcezze. Ancora le mamme e un papà protagonisti, insieme ai volontari dell’associazione Don Diego, della splendida carrellata di dolci del progetto “Un arcobaleno d’amore”. Un arcobaleno, un ponte dai tanti colori, per unire i nostri bambini a quelli a cui da anni diamo una mano per sopravvivere in dignità tramite i progetti di solidarietà, che raggiungono posti lontani fisicamente, ma vicini al cuore della gente di Mussomeli che anche quest’anno ha dato prova di una generosità che non
conosce confini. C’è una maternità e paternità universale che prescinde dall’aver messo al mondo un figlio per sentirlo tale. C’è un sentimento, un amore così grande che fa sentire nostri anche i figli che on abbiamo generato. E come tali abbiamo il dovere di aiutarli. Finchè un bambino soffrirà, non avrà cibo, non avrà assistenza sanitaria, non avrà diritto all’istruzione, non avrà motivi per sorridere, noi che abbiamo i nostri figli al sicuro da tutte queste mancanze, noi non possiamo sentirci a posto con la nostra coscienza. La “Festa dei bambini” vuole essere un’occasione per raggiungere questo obiettivo di carità. Non potremo aiutare tutti i bambini del mondo, ma se ne salveremo uno, il mondo avrà un bambino felice in più.
Anna Di Salvo ( volontaria e socia dell’associazione don Diego)

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi