Home Cronaca Nessuna richiesta estorsiva al datore di lavoro, cristallizzata l’assoluzione

Nessuna richiesta estorsiva al datore di lavoro, cristallizzata l’assoluzione

202 views
0

Gela – Lui, con la mafia, non aveva nulla a che vedere. E il verdetto, in tal senso, è divenuto definitivo. L’assoluzione, ora, è cristallizzata. Perché la procura generale non l’ha impugnata.

Così un operaio gelese, Bartolomeo Monachella, ha incassato definitivamente l’assoluzione che era stata sentenziata dalla corte d’Appello.

Era stato accusato di avere preteso soldi dal suo datore di lavoro. Richiesta estorsive, secondo la tesi accusatoria, quelle contestate.

E le avrebbe avanzate, hanno ritenuto gli inquirenti, sotto l’ala dell’organizzazione mafiosa. Della Stidda in particolare.

L’inchiesta ha preso le mosse proprio dalla denuncia presentata dal suo datore di lavoro che aveva riferito agli inquirenti di presunte richieste di denaro avanzate dal suo operaio.

Ma durante l’istruttoria dibattimentale, sia in primo che in secondo grado, le accuse avanzate dall’imprenditore edile non avrebbero trovato alcun riscontro.

Anzi sarebbero emersi altri elementi a discolpa dello stesso imputato che, semmai, dal canto proprio era stato autore di qualche lagnanza.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi