Home Cronaca Non era lui l’aggressore del consigliere comunale, archiviata l’inchiesta

Non era lui l’aggressore del consigliere comunale, archiviata l’inchiesta

407 views
0

Caltanissetta – Va in archivio l’inchiesta per un’aggressione subita qualche anni addietrò da un consigliere comunale di Caltanissetta. Perché alla fine non sono emersi elementi a carico del solo indagato finito al centro di un dossier della procura nissena. È il quarantacinquenne Luca Di Francesco – assistito dall’avvocato Massimiliano Bellini – il cui nome,  come chiesto dalla difesa , è uscito definitivamente dal dossier che era stato aperto a suo carico per minacce e lesioni aggravate. Quelle che, secondo i contenuti di una denuncia, avrebbe procurato all’allora consigliere comunale dell’Udc Riccardo Rizza, rimasto ferito a un braccio. Riportando, in quell’aggressione, la frattura di un braccio.

La difesa dell’indagato è riuscita a dimostrare che il sospettato non avrebbe avuto nulla a che vedere con quell’assalto.

E sarebbe saltato fuori un alibi non da poco. Sì, perché il suo legale ha recuperato immagini registrate da un impianto di videosorveglianza vicino casa del suo assistito.

Quelle immagini avrebbero dimostrato che Di Francesco, la sera dell’aggressione – era il 13 dicembre del 2016 – sarebbe rientrato in casa poco prima delle 21 e non avrebbe più messo piede fuori.

Ma non è tutto. La difesa ha pure rilevato come Rizza prima non avrebbe  additato nessuno e il giorno dopo, invece, alla polizia avrebbe indicato in Di Francesco il suo assalitore.

E alla fine il gip del tribunale di Caltanissetta, Gigi Omar Modica, ha archiviato definitivamente l’inchiesta così come chiesto dalla procura. Un paio di volte, già, la parte lesa si era opposta.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi