A Milena gli studenti di linguistica riscoprono la Sicilia profonda

MILENA – Territorio, Università, circuiti turistici e culturali: un unico progetto che vedrà coinvolti cinquanta studenti universitari di lettere – corso di linguistica dell’Università di Palermo. I giovani si recheranno – dal 2 al 4 maggio –

 in visita didattica, per tre giorni, a Milena. Un laboratorio etno-dialettale, coordinato dalla prof. Marina Castiglione, prevede una full immersion nella Sicilia profonda fra attrezzi della vita rurale e informatori locali.

Il progetto “Tra Story Telling e Ricerca sul campo: gli oggetti raccontati della Casa Museo della civiltà Contadina di Milena”  prevede inchieste sul campo per la raccolta di testi orali connessi a etno-storie che raccontano la vita degli oggetti del Museo etnoantropologico. I file sonori saranno registrati su supporti digitali e conservati presso l’archivio delle parlate orali del Centro di Studi Filologici e Linguistici siciliani, partner scientifico dell’iniziativa. Gli stessi file saranno caricati su due portali con finalità scientifiche e turistiche.

I testi saranno sottoposti a trascrizione fonetica e i lessemi verranno analizzati etimologicamente, in modo da consentire agli studenti la realizzazione completa di un’inchiesta: dalla ricerca delle fonti, all’uso degli strumenti lessicografici, sino all’analisi dei dati. I materiali saranno organizzati in un archivio a disposizione della stessa comunità milocchese, di modo che oltre al bene materiale, si conservi, attraverso la narrazione, il contesto antropologico e simbolico di riferimento. Gli oggetti parleranno quindi con le voci dei contadini, delle massaie, degli allevatori del luogo e il museo potrà essere arricchito dai file sonori. Ad affiancare gli universitari studenti dell’istituto comprensivo Milena-Campofranco.

Gli studenti saranno ospitati all’interno della palestra scolastica dello stesso Istituto, diretto dalla prof.ssa Vella, e incontreranno gli informatori nei diversi villaggi che attorniano il paese. Partner dell’iniziativa, oltre al Comune e alla Pro Loco di Milena, che gestisce la Casa Museo, l’Antiquarium “A.Petix” -dove gli studenti faranno una visita guidata dal Signor Giuseppe Palumbo, ispettore onorario per i beni culturali-, la Banca di Credito Cooperativo San Michele, la Farm Cultural Park di Favara, la Rete museale, culturale e ambientale del Centro Sicilia, la associazione Alchimia.

L’iniziativa ha visto la collaborazione intensa della comunità milocchese conil prof. Giovanni Schillaci.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie