Estorsione, truffa e usura: sconto di pena per due e un assolto

Caltanissetta – Sconto di pena per due sospetti truffatori e cadono le accuse per un terzo. Così, nel secondo passaggio in aula, per un procedimento in qualche modo legato a un’indagine più vasta che s’è poi scissa in più tronconi.

Sconto di pena per Francesco Marchese e Michele Giarratana, che sono scesi dai quattro anni e cinque mesi ciascuno rimediati in primo grado, ai 10 mesi, adesso, per Marchese che è stato nella duplice veste d’imputato e parte civile e 2 anni e 10 mesi per Giarratana.

Assolto, di contro, Calogero Giarratana – assistito dall’avvocato Danilo Tipo – così com’era già avvenuto in tribunale nel febbraio dello scorso anno.

I tre sono stati tirati in ballo, a vario titolo, per estorsione, truffa e usura aggravati in concorso.

La vicenda avrebbe preso spunto da un prestito di diciassettemila euro che avrebbe chiesto Marchese e che avrebbe dovuto restituire 20 mila in una settimana.

Ma poi i suoi creditori avrebbero rivenduto la sua auto e, in più, lo avrebbero coinvolto in una truffa ai danni di un autosalone, con l’acquisto di un Suv comprato attraverso un finanziamento che sarebbe stato ottenuto con documenti falsificati. Quello stesso mezzo, poi, sarebbe stato rivenduto a Palermo.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie