“Insieme per Villalba” infiamma il dibattito dopo la bocciatura del progetto di video sorveglianza

VILLALBA – “Insieme per Villalba” critica la bocciatura di una proposta della giunta comunale dopo la seduta consiliare di due giorni fa recante all’ordine del giorno il piano triennale delle opere pubbliche e il bilancio di previsione. Una nota ripercorre il percorso finalizzato alla realizzazione dell’impianto di video sorveglianza, attraverso lo studio di fattibilità prodotto dall’ufficio tecnico del comune. Com’è prassi, si rimanda all’iter dei bandi pubblici il successivo percorso progettuale con i diversi livelli progettazione utile a ottenere i benefici di legge.

Questo era l’impegno assunto con la popolazione nel mese di Febbraio, ma il gruppo di “Amare Villalba” – recita una nota – dopo le note vicissitudini relative a un progetto, ha bocciato senza alcuna argomentazione la proposta della giunta e, di seguito, ritenuto di portare in votazione la loro proposta, presentando la proposta di emendamento in sede di consiglio, senza i pareri dell’ufficio e in barba all’iter amministrativo che vuole essere la giunta comunale a fare suo il progetto e, poi, proporlo al consiglio. Si è arrivati a chiedere il parere dell’ufficio tecnico in sede di dibattito, cosa quantomeno inusuale per un progetto di opera pubblica. Il parere è stato formulato ed articolato in tre pagine con una bocciatura senza appello. Ciò nonostante , e sentito anche il parere del segretario comunale che giudica inefficace la proposta, il gruppo di “Amare Villalba” lo mette ai voti e se l’ho approva.”

Secondo il gruppo che sostiene l’amministrazione villalbese ” Non sono servite a nulla le argomentazioni per significare che una amministrazione non può privarsi di un minino di progettazione per mandare avanti i programmi di sviluppo, per concorrere alle occasioni offerte dalla agenda 2014- 2020 , financo per produrre i prossimi livelli di progettazione della video sorveglianza, anche quando dovesse trovare attuazione (per assurdo) il loro illegittimo emendamento su una video sorveglianza che dicono a parole di voler realizzare.”  La nota si conclude invocando che si eviti di bruciare occasioni di sviluppo possibile del paese, senza chiudere le porte del dialogo.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie