Litiga con la fidanzata e aggredisce la suocera, scattano denuncia e trattamento sanitario

Prima litiga con la fidanzata, poi aggredisce la suocera “rea” di avere avvertito la polizia. Risultato: il giovane è stato segnalato alla procura per lesioni personali aggravate.

È un ventisettenne nisseno che prima è fuggito e poi s’è presentato spontaneamente in questura ammettendo le sue responsabilità.

Poco prima, in strada, aveva litigato con la sua fidanzata alla presenza della madre di lei. Da li a poco è arrivata una pattuglia che è riuscita a riportare la calma.

Ma nel momento in cui il ragazzo s’è reso conto che ad avvisare la questura era stata la suocera, d’improvviso, come in preda a raptus,  l’ha  spinta, facendola cadere a terra, per poi aggredirla con schiaffi e pugni al volto.

La donna, cadendo, avrebbe battuto violentemente il capo per terra. E mentre il giovane è fuggito, la ferita, sotto choc, è stata trasferita immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia.

Lì i medici le hanno diagnosticato un trauma cranico e diverse escoriazioni ed ecchimosi al viso. Mentre l’aggressore, in un primo tempo fuggito, s’è presentato in questura e s’è poi sottoposto a trattamento sanitario volontario.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie