Lo spettro della crisi incombe sul Mussomeli dominato dal Cus Palermo per 3 a 1

MUSSOMELI – A preoccupare non è il fatto che oggi contro il Cus Palermo l’Asd Mussomeli non abbia  ottenuto i tre punti o che non sia neppure riuscito a  strappare un pareggio.  La quiete di Mister Aprile, della dirigenza, dei sostenitori rossoblù è turbata dall’evidente consapevolezza che la compagine mussomelese non ha mostrato convinzione e condizione (più fisica che mentale) necessari per conseguire  un risultato utile. Questa la cronaca di un match che ha visto i padroni di casa primeggiare nell’arco di tutti i novanta minuti. In meno di 10 minuti il club palermitano si porta in vantaggio con Mercanti che con un tiro dai 15 metri insacca alla destra di Sgroi. Il Mussomeli, nei dieci minuti successivi,  spreca almeno tre chiare occasione da goal più per svogliatezza che per sfortuna. Il Cus, al contrario,  è cinico  e lucido e raddoppia con uno splendido pallonetto confezionato da  Mercanti servito da un Correnti in stato di grazia. Al decimo della ripresa è Virga, con la complicità della difesa mussomelese,  a portare i padroni di casa sul 3 a 0. Nove minuti più tardi  Spina sigla  il gol della bandiera. Nel finale c’è tempo per qualche sussulto con il Mussomeli che ha provato un paio di volte a rendersi pericoloso e, sopratutto,  con il  Cus che colpisce  un palo e una traversa.  Domenica prossima serve la svolta:  al “N. Caltagirone” arriverà a il Monreale che, come il Mussomeli,  è reduce da due sconfitte nelle prime due gare. Vincere sarà per i ragazzi di Mister Aprile l’imperativo categorico. In casa rossoblù se non è crisi manca poco, una ulteriore sconfitta rimetterebbe tutto e tutti in discussione.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie