Marianopoli onora il coraggio del Carabiniere Emanuele Messineo

thumbnail_messineoMARIANOPOLI- Venerdì 23 settembre 2016 è stato celebrato, presso la Chiesa di San Prospero a Marianopoli, il 42º anniversario dell’uccisione del Carabiniere, Emanuele Messineo, nato  il 6 marzo 1949 a Marianopoli e morto il 23 settembre 1974 a Maranello, in provincia di Modena, durante un tentativo di rapina all’interno di un istituto di credito. Ad officiare la cerimonia il Cappellano Militare della Legione Carabinieri Sicilia, Don Salvatore Falzone, alla presenza dei familiari dell’eroe, dell’amministrazione comunale di Marianopoli, guidata dal Sindaco Carmelo Montagna, e di una folta rappresentanza della locale Sezione dell’associazione Nazionale Carabinieri, presieduta da Rosario Picardo, del COBAS Sicilia, del Maggiore Restuccia del Comando Provinciale di Caltanissetta e del Capitano Balestra, Comandante della Compagnia di Mussomeli. Quel 23 settembre, il Carabiniere, informato dalla presenza di due individui sospetti, presso una banca, si recò immediatamente sul posto. Mentre procedeva all’identificazione di uno dei due, l’altro si era allontanato e aveva estratto la pistola; a nulla è valso il tentativo del militare dell’arma di disarmarlo, e dalla colluttazione partirono alcuni colpi. Benché ferito, il Carabiniere trovò la forza per inseguire il suo sicario e rispondere al fuoco, ma poco dopo cadde esanime. Il 22 aprile 1975 gli venne concessa la Medaglia d’Oro al Valor Militare. A seguito della cerimonia commemorativa è stata deposta una corona di alloro presso il monumento a lui dedicato. Alla sua memoria sono state intitolate la Caserma, sede del Comando Provinciale di Modena e la Stazione di Marianopoli, nonché diverse Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri e il 188º Corso Allievi Carabinieri Ausiliari.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie