Muore dopo due settimane di coma, aperta un’inchiesta sull’incidente in cantiere

CALTANISSETTA – La tragedia apre ora strascichi giudiziari. Già, perché dopo oltre due settimane di coma, è deceduto l’operaio niscemese vittima di un incidente sul lavoro.

Non ha retto il cuore del settantatreenne Rocco Giarracca che da diciotto giorni era ricoverato, in condizioni disperate, all’ospedale Sant’Elia.

Troppo gravi le ferite riportate mentre avrebbe lavorato alla ristrutturazione di un fabbricato a Niscemi. E adesso la procura ha aperto un’inchiesta per fare chiarezza sull’accaduto.

Sul registro delle notizie di reato, fin qui come atto dovuto, sarebbero finiti i nomi del proprietario della costruzione , un tecnico e l’imprenditore che quei lavori li aveva presi in appalto.

È stata pure disposta l’autopsia sul corpo del pensionato. Un ulteriore passaggio investigativo in cerca della verità.

Sì, perché anche l’esatta dinamica dell’accaduto presenta ancora diversi coni d’ombra.

Alla base della disgrazia, sembrerebbe, vi sia stata una caduta. Le indagini e l’autopsia definiranno meglio il quadro sull’ennesima morte bianca.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie