Muos, ancora assolti ex funzionario regionale e imprenditori: l’impianto non è abusivo

Caltanissetta – Non reggono le accuse mosse a carico di un ex dirigente della regione e di tre imprenditori in relazione alla spinosa questione Muos di Niscemi.

Esattamente come nel primo passaggio in aula, celebrato con rito abbreviato, anche in appello

le contestazioni sono cadute.

Così da concretizzarsi nelle conferme delle assoluzione già pronunciate nei confronti dell’ex dirigente dell’assessorato regionale Territorio e ambiente Giovanni Arnone,  il presidente della «Gemmo spa» Mauro Gemmo ed i titolari di due imprese che hanno avuto subappalti, ossia Concetta Valenti della «Calcestruzzi Piazza Srl» e Carmelo Puglisi, della «Pb Costruzioni».

Erano stati tirati in ballo per la presunta costruzione abusiva dello stesso impianto satellitare. Ma già il tribunale di Caltagirone non ha ritenuto fondate queste accuse.

E adesso la corte d’Appello di Catania ha pure condannato il Comune di Niscemi, che si era costituito parte civile, al pagamento delle spese processuali. Peraltro è stata pure rigettata la richiesta di confiscare l’impianto.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie