Scontro fatale tra auto, condannato un imprenditore

Caltanissetta – Imprenditore giudicato colpevole di avere provocato un incidente dal tragico epilogo. E adesso, per lui, è arrivata la condanna.

È stata sentenziata a carico dell’impresario gelese Rocco Mondello finito sul banco degli imputati per rispondere di omicidio colposo.

Imputazione legata al decesso, in seguito all’incidente, del settantatreenne, anch’egli noto imprenditore gelese nel campo turistico, Santo Occhipinti.

Il giudice ha inflitto all’imputato la pena a un anno e quattro mesi – con il beneficio della sospensione – a fronte di una richiesta, avanzata dall’accusa, di due anni e due mesi.

Ma non è tutto. Perché dovrà pure sborsare una provvisionale  in favore dei familiari della vittima per i quali si aprono pure le porte di un successivo risarcimento.

Il tragico scontro tra le due auto è avvenuto lungo la statale 155 Gela-Vittoria. Lì, era il gennaio di sei anni fa, si sono scontrate la Ford Focus con al volante l’accusato e la Mercedes guidata  dalla vittima.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’imputato avrebbe affrontato una curva a velocità eccessiva, così da perdere il controllo del mezzo.

Prima, con la sua «Focus», sarebbe finito contro una utilitaria e poi contro la Mercedes  di Occhipinti. Un impatto violento che non ha lascito scampo all’ultrasettantenne.

È morto praticamente all’istante. Ancor prima dell’arrivo dei soccorritori. E la tragedia ha poi sortito strascichi giudiziari che adesso, a sei anni e mezzo dalla disgrazia, sono approdati a una sentenza di condanna.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie