Acquaviva, sospettato di avere preso 75 mila euro dalle casse del Comune: sospeso funzionario

Acquaviva Platani – È accusato di avere intascato soldi pubblici. In particolare quattrini che sarebbero stati presi dalle casse comunali: 75 mila euro in tutto.

È questa la ragione per cui il responsabile dei servizi finanziari del Comune di Acquaviva, G.I., è stato adesso sospeso dal servizio.

Lo stop che gli è stato imposto dal giudice avrà una durata di sei mesi. La misura interdittiva è frutto di una indagine della sezione di polizia giudiziaria.

Per diverso tempo gli agenti avrebbero scandagliato a fondo atti e situazioni bancarie, fino a quando sarebbero giunti alla conclusione che vi sarebbe stato l’ammanco nelle casse municipali.

È stata chiesta la misura cautelare, non personale, a carico del responsabile dei servizi finanziari del Comune di Acquaviva e il gip di Caltanissetta ha disposto la sospensione per un periodo di sei mesi.

Lascia un commento

Ricerca in Archivio per Categorie