Home Cronaca Operativo il Distretto Produttivo Laniero Siciliano

Operativo il Distretto Produttivo Laniero Siciliano

580 views
0

Mussomeli – E’ divenuto operativo, lunedì 11 ottobre, il Distretto Produttivo Laniero Siciliano. Dopo che si è concluso favorevolmente l’iter di riconoscimento da parte della Regione Siciliana, con la firma del relativo Decreto (n°1900/11S del 30.09.2021) da parte dell’Assessore Regionale alle Attività Produttive, on.le Mimmo Turano. La finalità del Distretto, nato nel cuore dei monti e delle valli sicane, è quella di dare supporto alle aziende del comparto zootecnico che operano nel settore dell’allevamento degli ovini. La Sicilia, con poco più di 700.000 capi di bestiame, è la seconda regione in Italia per numero di capi allevati e produce una notevolissima quantità di lana conseguentemente alla tosatura dei capi. La grave problematica che si trovano a gestire gli allevatori è legata all’utilizzo della lana di pecora come soottoprodotto con un costo molto basso e che, se non viene utilizzato immediatamente, viene classificato come rifiuto organico. Il progetto del Distretto Laniero Siciliano mira a valorizzare la lana, non solo in ambito tessile ma anche trasversalmente in tutti gli altri settori produttivi che ne consentiranno l’utilizzo. Progetto accolto con favore dagli operatori del settore e promosso dalla Rete Ovinocoltori Siciliani e dall’innovativa start up Date srl, nonchè partecipato da imprenditori leader a livello nazionale ed europeo. “Ringrazio il mio assessore all’Agricoltura, Attività Produttive e Sviluppo economico, Michele Spoto, per il lavoro svolto che ci riconduce all’importanza del comparto zootecnico per lo sviluppo delle nostre aree interne. Come più volte dallo stesso assessore ricordato, il Distretto Produttivo è espressione della capacità del sistema delle imprese e delle Istituzioni locali di sviluppare una progettualità strategica che riguardi anche la nuova programmazione comunitaria, Non a caso come amministrazione comunale di Mussomeli, abbiamo aderito, con delibera di giunta, al Patto di Sviluppo per il costituendo Distretto Laniero Siciliano consapevoli del fatto che il futuro passa dalla sinergia tra impresa e istituzioni e che i distretti produttivi rappresentano il motore per fare crescere un territorio”. Così il primo cittadino di Mussomeli, Giuseppe Catania. Che soottolinea l’impegno della sua amministrazione circa lo sviluppo economico del territorio, puntando a qualificare la filiera turistica, agricola ed enogastrinomica del territorio dove gli allevamenti rappresentano comunque una risorsa di prim’ordine, attivando diversi progetti come quello del Primo Parco mondiale dello stile di vita mediterraneo o di Pensiamo al Sud. Il Distretto è formato da più di 100 allevatori ricadenti nelle province di Caltanissetta, Agrigento, Palermo ed Enna, cosa che fa assumere all’organismo valenza regionale. Nella fattispecie, gli allevatori mussomelesi che hanno aderito sono circa 21, insieme ai comuni di Cammarata, Santo Stefano di Quisquina, Montevago, S. Giovanni Gemini, Regalbuto, Castronovo di Sicilia. Altri partener sono: Università degli Studi Aldo Moro di Bari- Dipartimento Bioscienze Biotecnologie e Biofarmaceutica (DBBB); Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, L’energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile; Dipartimento di Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali Divisione Biotecnologie e Agroindustria;  Next Technology Tecnotessile Società Nazionale di Ricerca r.l.; Distretto Ecodomus; Distretto produttivo lattiero-caseario; Fondazione Monnalisa Onlus; Santa Maria di Gesù Società Cooperativa Sociale; Confapi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi