Home Cronaca Rapinatore seriale “armato” di siringa, ammette e va ai domiciliari

Rapinatore seriale “armato” di siringa, ammette e va ai domiciliari

476 views
0

Caltanissetta – Non più in cella ma ai domiciliari. Li ha ottenuti il rapinatore seriale che “armato” di siringa ha fallito un paio di rapine, mettendone una a segno la sera prima.

A ottenere la scarcerazione è stato il trentottenne nisseno Leonardo Vigneri che al cospetto del gip ha ammesso le sue responsabilità.

Spiegando di avere agito perché, in quei frangenti, si sarebbe trovato in crisi di astinenza. Questa, almeno, sarebbe stata la sua spiegazione.

La prima azione, in ordine di tempo, sarebbe andata in porto sabato sera davanti il bancomat di  un istituto di credito di via in via Canonico Pulci.

Lì, con una siringa, avrebbe costretto un uomo a farsi consegnare una cinquantina di euro che aveva appena prelevato.

Altre due azioni, poi, si sono ripetute a distanza di diverse ore in due distinte zone della città, sempre con lo stesso metodo.

Ma in entrambe le circostanze il rapinatore solitario non è riuscito nell’intento perché le vittime di turno sono riuscite ad allontanarsi in tempo.

Dopo l’ultimo tentativo andato a vuoto una pattuglia di polizia, nel frattempo avvertita, ha poi incrociato a poca distanza dalla stazione ferroviaria di Caltanissetta , un sospetto che rispondeva alle descrizioni fornite da coloro che erano stati minacciato con la siringa.

Nella successiva perquisizione gli sono stati trovati indosso una siringa e alcuni aghi sporchi di sangue. Materiale che è stato sequestrato. Poi ha ammesso le sue responsabilità.

Vincenzo Falci

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi