Home Cronaca Soldi per non diffondere immagini hard, il ricatto on-line a un 30enne...

Soldi per non diffondere immagini hard, il ricatto on-line a un 30enne di Riesi

1.484 views
0

Caltanissetta – Il ricatto corre on-line. Come, purtroppo, sempre più spesso accade ormai nell’immensa giungla delle rete che aperto nuovi orizzonti anche ai malintenzionati.

In questo caso a essere finito in trappola è un giovane che, poi, s’è ritrovato nella spirale del ricatto perché non venissero divulgate sue immagini ritenute compromettenti. Immagini hard.

Un tunnel che sembrava senza via d’uscita, almeno fino a quando il trentenne di Riesi ha deciso di dire basta e di uscire allo scoperto.

Così si è presentato alla polizia postale di Caltanissetta raccontando del suo incubo. Legato a presunte richieste di soldi ricevute per evitare di diffondere sue immagini “spinte”.

Che sarebbero state rubate dal suo personal computer per poi essere utilizzate come arma per estorcergli quattrini. Dapprima gli sarebbe stata chiesta una somma iniziale.

Come spesso accade in questi casi, sarebbero tornati alla carica chiedendo altri quattrini, sempre sotto la minaccia di diffondere tutto in rete.

Sono partite le indagini per risalire all’identità di coloro che avrebbero stretto nella morsa il trentenne che, così, si sarebbe liberato dei ricattatori.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi