Home Cronaca Terzo settore e impresa, workshop a cura del consorzio universitario

Terzo settore e impresa, workshop a cura del consorzio universitario

393 views
0

Caltanissetta – Dalla societarizzazione degli enti del terzo settore e i modelli di attuazione del principio di amministrazione condivisa, alla coerenza al principio di efficacia dei sistemi informativi della pubblica amministrazione. Dal valore della partecipazione nei processi di cittadinanza attiva, alle esperienze di partenariato pubblico-privato nei processi di rigenerazione urbana basati sulla valorizzazione culturale. E, ancora, il nuovo piano di azione sull’economia sociale dell’Unione europea, il principio di non arrecare danno significativo all’ambiente e d elementi gestionali e fiscali imposti dal registro unico nazionale del terzo settore.

Questi i temi che gli esperti affronteranno nel workshop organizzato dal consorzio universitario di Caltanissetta con l’associazione MeNO in seno al progetto Skill. L’appuntamento è per venerdì 10 giugno a partire dalle 9.30 nell’aula magna dello stesso consorzio.

Relatori, per i temi in agenda, saranno l’avvocato e presidente del network TraMe, Mario Albergoni; l’esperta in progettazione culturale e vicepresidente MeNO, Margherita Orlando; Alessandra di Forti di banca Intesa San Paolo; il dirigente della regione siciliana, Maurizio Pirillo; il sociologo e docente dell’università Magna Grecia di Catanzaro, Massimo Fotino; l’ingegnere Gestionale e network TraMe Maria Grillo; la dirigente Enea, Marina Sorrentino e la commercialista componente del network TraMe, Ileana Chifari.

«Il workshop – è stato spiegato – desidera promuovere un ruolo del terzo settore come trait d’union tra il mondo delle imprese e la pubblica amministrazione per implementare le diverse e accentuate possibilità di interlocuzione con la stessa pubblica amministrazione e, contestualmente, stimolare una funzione sociale delle imprese del terzo settore quali enti in grado di gestire i processi gestionali e produttivi – è stato aggiunto – per coniugare il business con la necessità di attutire le disuguaglianze sociali, economiche e giuridiche, con attenzione sia agli ambiti verticali che orizzontali per un umanesimo globalizzato».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi