Home Cronaca Travolse e uccise madre figlia, torna alla sbarra

Travolse e uccise madre figlia, torna alla sbarra

796 views
0

Gela – Nuovo processo per l’automobilista che ha travolto e ucciso madre e figlia. Ma passando per una prima fumata nera in appello.

Riapproderà in aula la tragedia dell’agosto del 2017 quando a Gela, in via Venezia, all’uscita di un ristorante sono stati investiti Nuccia Vullo le la piccola Ludovica.

Alla guida dell’auto che li ha presi in pieno v’era il ventitreenne Salvatore Rinella, lo stesso che ha chiesto un secondo processo dopo l’affermazione di colpevolezza.

Al termine del primo grado del giudizio, celebrato con il rito abbreviato, è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di reclusione.

In più il giudice ha riconosciuto in favore della parti civili, ruolo questo rivestito dai familiari più stretti delle due vittime, il diritto a un risarcimento dei danni da stabilire poi in un procedimento di natura civile.

Dopo la pausa estiva l’investitore, che si è sempre difeso asserendo di non avere visto madre e figlia in strada, tornerà sul banco degli imputati per sottoporsi al processo d’appello.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi