Home Cronaca Abbassò voti a un’alunna, penalmente i fatti sono prescritti, ma la prof...

Abbassò voti a un’alunna, penalmente i fatti sono prescritti, ma la prof è stata condannata a risarcire

762 views
0

Caltanissetta – Se penalmente il reato di falso materiale in atto pubblico è prescritto, ora la giustizia civile l’ha condannata a risarcire. Dovrà sborsare 3.500 euro. Il verdetto è stato emesso nei confronti di una insegnante, A.B., a riposo da anni, del Liceo Ruggero Settimo di Caltanissetta.

L’insegnante di filosofia era stata tirata in ballo perché accusata di avere modificato  voti a una sua alunna. Più in dettaglio un sette sarebbe sceso a sei e poi pure accompagnato da un segno meno e, inoltre, sarebbe stato appioppato un due all’alunna senza che questa fosse stata interrogata. Era l’anno scolastico 2004/2005.

E sull’onda della denuncia presentata dai genitori di due studentesse – poi soltanto una famiglia si è costituita parte civile perché il padre di una seconda liceale ha poi rimesso la querela – ha preso le mosse il procedimento penale a carico della prof che, alla fine, ne è uscita con il non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Così s’è pronunciata, sette anni e mezzo fa, la Cassazione a cui la stessa docente si è rivolta dopo la prescrizione sentenziata in appello, sperando in un verdetto assolutorio nel merito che, invece, non è arrivato.

Ma sotto il profilo civilistico la vicenda è andata avanti. E adesso il giudice ha condannato l’ex insegnante di  storia e filosofia a risarcire la studentessa con tremila e cinquecento euro. Questo, per il momento, è l’ultimo tassello di una vicenda che, anche penalmente, si è trascinata a lungo, per diversi anni.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi